Brescia-Roma, conferenza Ranieri: “Vucinic sullo stesso piano di Adriano”

Tante assenze, è emergenza contro il Brescia. Servirà una prova importante domani sera?
Ultimamente stiamo facendo di necessità virtù. Dopo la sosta per le Nazionale sono tornati in pochi in campo dei miei ragazzi. A Brescia sarà dura. Ci sarà da lottare, correre e soffrire.

E’ un momento non positivo. Domenica c’è stato l’abbraccio dello Stadio verso lei e la squadra. Vuole lanciare un messaggio positivo alla gente?

Io non devo lanciare messaggi, credo che quello che stiamo facendo lo vedono tutti. Non ci piace essere partiti così, volevamo fare bene e non ci sta riuscendo. Qui nessuno regala niente e vale lo stesso in Europa. Per me la Roma c’è ed è compatta. L’applauso del pubblico sottolinea che il vero Romanista ha capito che la Roma c’è altrimenti non avremmo fatto gli ultimi dieci anni. E’ un periodo difficile ci sono infortuni e non ne va bene una. La squadra ha fatto la sua gara con il Bologna e poi ci siamo un po’ stancati. Brucia che sia finita così ma noi vogliamo lottare“.

La Roma ha incassato molti gol dopo l’ora di gioco. Sono la stanchezza, la tensione i motivi?

Sono importanti i numeri ma non sono tutto. Non c’è stanchezza fisica così come l’anno scorso quando sono arrivato anche se andavano male le cose fisicamente erano ok. Gioca una parte importante l’aspetto caratteriale ed emozionale. Quando ne verremo fuori lo vedrete che da un momento all’altro le gambe cominceranno a sciogliersi. Perdiamo o pareggiamo per sciocchezze, dobbiamo riprendere il nostro ritmo. E’ una questione di attenzione. L’entusiasmo ci è venuto meno perchè volevamo partire alla grande e non ci è riuscito. Abbiamo fatto 7 mesi alla grande e poi vacanza e mondiale. E poi entri in un campionato e non ci riesci e provi ancora ma stiamo sereni perchè ci riprenderemo“.

Non c’entra la preparazione atletica…
No, assolutamente no. E anche se fosse non si vede nei primi mesi, ma soltanto alla fine. E ripeto che è un problema di testa, siamo demotivati da un inizio che non ci aspettavamo. Ne verremo fuori, ripeto, e tutti si accorgeranno che la squadra corre.

Gioca Vucinic a Brescia?
Vedremo deciderò la sera. Sia Mirko che Adriano stanno più o meno sullo stesso livello fisicamente. Adriano si sta allenando bene e dovrebbero stare sullo stesso piano“.

Deluso da Menez per la partita di domenica?

Ha fatto la sua partita ma lo voglio più pratico, più decisivo…arriverà anche lui“.

E’ una ricaduta per Cassetti?
No non è una ricaduto, non c’è stata caduta. Lui ha un piccolo indolenzimento che ha avvertito due giorni dopo, non ha lesioni o altro. Domenica ha risentito un po’ di fastidio“.

Se Cassetti non ce la dovesse fare, sulla fascia sinistra riproporrà di nuovo Guillermo Burdisso?
Stasera ci penserò”.

Quali sono i motivi di questo inizio negativo?
L’ho spiegato prima. non conoscete come prepara le squadre ranieri. l’anno scorso non conoscevate spalletti dicevate che spalletti aveva preparato male la squadra. Invece la preparazione la fanno bene tutti. E’ da dopo dicembre che si vede. Allora tranquilli.

Che valutazioni da e come si sente dopo le voci sull’esonero?
Io sono molto determinato, voglioso di far bene e sono convinto che usciremo fuori da questa situazione. So che ci sono diverse persone a cui piace navigare nell’onda, ovviamente fuori dalla società, ma io vado avanti.

E’ tutto ok per quel che riguarda il rapporto con Doni?
Si!

Sull’aspetto psicologico.Può essere il contraccolpo dopo aver fallito la rincorsa dello scorso anno?
Bravo, una domanda ad hoc… Anche due anni fa con Spalletti, dopo la rincorsa, la squadra era partita male e poi si era ripresa. Vedrete che non c’entra la preparazione. Dopo aver speso tanto, mentalmente, si fatica a riprendere.”

Ha mai pensato di andar via dalla Roma?

No, mai. Io sono sereno e più le cose sono difficili più sono motivato. Sto qui, nella mia città…non mi muovo“.

Trovo che ci sia un po’ di confusione nelle sue parole e nelle sue scelte rispetto allo scorso anno…
Voi domani vi scorderete le problematiche che l’allenatore ha. Io devo fare tutti i conti su chi ho a disposizione, chi non ho. Poi una persona intelligente può anche contraddirsi.”

Su Doni, Cicinho e Baptista c’è qualche problema?
Non ho nessun problema con loro. Nè loro si sono mai lamentati. A fine mercato ho dovuto fare delle scelte, ma siamo tutti sulla stessa barca. Non ho preclusioni verso nessuno”.

Ha detto che c’è qualcuno che naviga nell’ombra. Chi sono queste persone?
Sono da tanto nel calcio, c’è sempre qualcuno che si inserisce nell’onda. Ma la cosa non mi infastidisce, ho esperienza anche nell’affrontare questo, mi è capitato spesso, anche due anni fa ad esempio“.

La posizione dei dirigenti in questo momento?
Mi stanno tutti vicini, sia a me che alla squadra, dal presidente a tutti i dirigenti. Ogni volta che c’è un problema cercano di risolverlo. Non mi posso lamentare del supporto che la società mi sta dando.

Condividi l'articolo:

11 commenti su “Brescia-Roma, conferenza Ranieri: “Vucinic sullo stesso piano di Adriano””

  1. Sapevamo già che la preparazione spalletti l’ha fatta come si deve per evitare tanti infortuni….tu, invece non impari mai, prima Vinovo ed ora Trigoria

    Rispondi
  2. sta storia dell’aspetto psicologico non mi convince per niente. possibile che per un tempo sono sereni e rilassati e poi nonostante le cose vadano bene subentra nervosismo? questa è solo questione di preparazione e gli infortuni cominciano a dimostrarlo

    Rispondi
  3. troppe assenze? gli anni scorsi stavamo peggio avevamo una rosa de 15 ve ricordate? no, il problema è che se uno se ostina a non fa entra in campo magari cicinho che hai visto mai imbrocca una! tanto peggio de così….

    Rispondi
  4. Mi dispiace ma lo vedo in difficoltà,non vedo il Ranieri della passata stagione.Poco grintoso,e confuso nelle sostituzioni maggiormente,mi viene in mente la conferenza stampa di Monaco di baviera.Dove diceva che noi siamo la Roma,e poi ti presenti in campo con un catenaccio che manda in bestia anche Totti,appunto parlando di contraddizione.Forza Roma… 😎

    Rispondi
  5. Non amo commentare la conferenza stampa quando non riesco ad ascoltarla personalmente, perchè ritengo che tra leggerla e seguirla in diretta video ci sia una bella differenza interpretativa. Tuttavia prendo atto di un’affermazione che da quando l’ho letta mi sta facendo letteralmente impazzire: “poi una persona intelligente può anche contraddirsi…”. Volendo usare un’immagine figurata sembra quasi che abbia pronunciato una frase e poi vi abbia fatto un nodo, tanto contorto è il pensiero. A distanza di una notte, il mister, per esempio, ha prima sostenuto che non cerca alibi e poi ha affermato che ci sono troppe assenze. Voglio dire: la contraddizione è evidente, è l’intelligenza che proprio non riesco a cogliere… Saranno due concetti incompatibili?

    Rispondi

Lascia un commento