Adriano rivede l’Inter a 529 giorni dalla “fuga”

Rassegna Stampa – Corsport – Mercoledì 11 marzo 2009, Manchester United-Inter 2-0. Trentatre minuti di gioco per Adriano. Gli ultimi in maglia nerazzura. Gli ultimi da calciatore di una squadra italiana. Se sabato sera il centravanti brasiliano dovesse scendere in campo contro la sua ex squadra tornerebbe a giocare per il calcio italiano a distanza di 529 giorni da quell’ultima apparizione.

Sembra passata un’eternità e in effetti per Adriano di cose in questi mesi ne sono successe: la fuga dall’Inter, con il mancato ritorno a Milano dopo una convocazione della Seleçao, la sua scomparsa, il ritrovamento, la rescissione del contratto dai nerazzurri e l’inizio di una nuova vita calcistica con la maglia rossonera (ironia del destino) del Flamengo. Un campionato vinto e la classifica cannonieri conquistata a suon di gol (19). Quindi Roma e una nuova sfida che inizia proprio da quello che per tanti anni è stato il suo stadio. Un terreno, quello di S. Siro, sul quale Adriano non gioca dal 1 marzo 2009. E indovinate chi fu l’avversaria quel giorno? Proprio la Roma.

Un gol italiano, invece, ad Adriano manca da ancora più tempo. L’ultima esultanza nel nostro Paese è datata 15 febbraio 2009. Quella sera l’Imperatore regalò all’Inter di Mourinho la vittoria nel derby con un contestatissimo tocco di avambraccio. Fu quello l’ultimo regalo fatto ai tifosi nerazzurri prima della fuga in Brasile. A partire da sabato sera Adriano si propone di regalargli i primi di spiaceri.

2 pensieri su “Adriano rivede l’Inter a 529 giorni dalla “fuga”

  1. Se Adri torna ai livelli dell’Inter posso mettere la mano sul fuoco che sarà capocannoniere (o comunque lotterà per esserlo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.