Truffa a Vucinic ed altri romanisti per auto di lusso


ROMA (22 maggio) – Un finanziamento di 70mila euro per l’acquisto di un’autovettura di grossa cilindrata, poi diventato, attraverso una falsa documentazione, di 200 mila euro. E, come persona offesa, figura l’attaccante della Roma Mirko Vucinic. Oggi, il calciatore è stato sentito dal pm Tiziana Cugini come persona informata dei fatti.

Vittime della truffa sarebbero anche altri calciatori della società giallorossa. Nell’ambito dell’inchiesta della procura è indagato per truffa e falso Lino Ciammetti, titolare dell’autosalone Auto Zentrum di Castel Porziano, località alle porte della Capitale. Secondo quanto si è appreso, Vucinic acquistò una Porsche Cayman accordandosi di pagare i 70 mila euro con un finanziamento. Tempo dopo si accorse che la cifra richiesta quale fido dall’autosalone era invece pari a 200mila euro.

La denuncia. Il meccanismo utilizzato per la truffa, che secondo l’accusa ha riguardato acquisti di autovetture tra il 2007 e l’inizio del 2008, era quello della moltiplicazione del finanziamento, senza la firma dell’ acquirente. L’inchiesta è partita da una denuncia dello stesso Vucinic e di un altro calciatore della Roma, il portiere Carlo Zotti. Anche quest’ultimo sarebbe stato truffato con le stesse modalità per l’acquisto di una Mercedes. La procura ha già disposto il sequestro dei contratti di finanziamento. Il titolare dell’autosalone ha comunque da subito respinto le accuse. Da indagini sarebbe emerso che anche altri quattro calciatori, tutti della Roma, sarebbero stati truffati con le stesse modalità.


4 commenti su “Truffa a Vucinic ed altri romanisti per auto di lusso”

Lascia un commento