Adriano arriva stamattina

Rassegna Stampa – Il Romanista – È partito ieri pomeriggio alle 18.30 ora italiana, arriverà stamattina con un volo Air France proveniente da Parigi, dove ha fatto scalo. L’avventura romana di Adriano parte con un giorno di ritardo rispetto al previsto, ma cambia poco o nulla: l’Imperatore ha una voglia matta di mettersi a lavorare e subito dopo il suo arrivo sarà a Trigoria per cominciare la preparazione insieme all’altro neo giallorosso Simplicio.

Adriano ha dovuto posticipare l’arrivo nella Capitale per problemi burocratici dovuti al passaporto del figlio Adrianinho di quattro anni. Risolti quelli, è salito sul primo volo disponibile e si è imbarcato per l’Europa. Non prima, però, di aver avvisato i dirigenti giallorossi del cambiamento di programma. Nessun giallo, quindi, nessun fuori programma da parte dell’Imperatore. Che, dal giorno in cui ha incontrato Pradé in Brasile, si è comportato in maniera ineccepibile. Ieri era lui il più dispiaciuto per la mancata partenza, perché la sua voglia di Roma è davvero tanta. Adriano, infatti, ha un solo obiettivo in mente: tornare grande con la Roma. I primi passi li ha compiuti proprio in Brasile: ha iniziato la dieta, e infatti si presenterà già con qualche chilo di meno rispetto a un mese fa, si è allenato sul campo del Flamengo per iniziare a riprendere confidenza col campo, e oggi inizierà a sudare a Trigoria. Dove, peraltro, dormirà proprio perché vuole rimanere concentrato solo sugli allenamenti, lasciando tutte le inconbenze pratiche a un suo amico che gli fa anche da segretario. Nei prossimi mesi poi si trasferirà a Casalpalocco, dove vive tutta la colonia brasiliana della Roma.

LEGGI ANCHE  Tutti gli ultimi aggiornamenti su Cristiano Ronaldo alla Roma ad inizio luglio

La presenza dei suoi connazionali sarà importante per lui, soprattutto per facilitarne l’inserimento i primi tempi. Adriano, però, avrà accanto anche la fidanzata, i figli e la mamma, che si trasferiranno a Roma per dargli tranquillità e consentirgli di pensare solo al campo. L’Imperatore ci tiene a fare bene fin dall’inizio, perché sa che giocando come ai tempi di Parma e Firenze, tanto per fare un esempio, e facendo gol riacquisterà subito fiducia e metterà a tacere tutte le malelingue sul suo conto. La prima partita ufficiale, poi, è di quelle speciali visto che di fronte Adriano si troverà di fronte l’Inter (il 21 agosto in Supercoppa), il suo passato, la squadra che gli ricorda il momento più difficile della sua vita. Un momento che, per fortuna, è passato. Dall’istante in cui, oggi, Adriano metterà piede a Trigoria inizierà un’altra vita. E lui è pronto. Mentre volava dal Brasile a Roma – via Parigi – era proprio a questo che pensava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.