CdS: “Sono un manager scelto dalla Presidentessa”

Rassegna Stampa – Corriere dello Sport – Nei giorni scorsi, a più riprese, aveva detto, sicuro, «per un po’ di tempo non credo che avrò voglia di parlare » lui che, peraltro, in questi mesi romani, aveva sempre dimostrato un’ap­prezzabile predisposizione al confronto dialettico. E infatti, bu­gia. Perché ieri, nel tardo pome­riggio, attraverso un lancio del­l’agenzia Ansa è tornato a far sentire la sua voce Gian Paolo Montali. Sollecitato, evidente­mente, dalle indiscrezioni pub­blicate nei giorni scorsi a propo­sito di un suo possibile ruolo da traghettatore in un’eventuale fa­se di transizione nel momento in cui dovesse essere ufficiale la conciliazione tra Unicredit e Ital­petroli. Voci che evidentemente a Trigoria qualche chiacchiera e altrettante telefonate hanno su­scitato. E allora, pur in vacanza, Montali ha dettato all’Ansa una smentita: «Sono un manager del­l’As Roma scelto dalla presidente Sensi per portare avanti e dare continuità a un progetto sportivo preciso e ambizioso» , punto e ba­sta. Pur non dicendolo, ci sembra evidente che Montali con queste poche parole abbia voluto dire che, se mai dovesse servire, non assumerà il ruolo di traghettato­re. E’ arrivato con i Sensi e con questa società vuole continuare a lavorare. Qualsiasi altra conside­razione, in questo momento, deve essere considerata destituita di fondamento.

LEGGI ANCHE  Mourinho insiste per Cristiano Ronaldo alla Roma: affare quasi impossibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.