Parma-Roma: Si decide oggi per i biglietti in più


Rassegna Stampa – Il Romanista – La riunione chiave è prevista stamattina. La città di Parma e il Parma dovranno stabilire se concederci o meno altri biglietti per la trasferta di sabato. E soprattutto quanti. A Trigoria sono ottimisti. In Emilia pure. La questione è semplice. C’erano una volta 2.500 tagliandi e adesso non ci sono più. Sono terminati trequarti d’ora dopo essere stati messi in vendita. Erano quelli della curva ospiti, spicchio minuscolo di una miniatura di stadio. Il Tardini contiene al massimo 20.000 posti, 13.000 sono abbonati, 2.500 saranno occupati dai romanisti. Ne mancano all’appello altri 4.500. Meglio ribadirlo un’altra volta, meglio essere chiari: se sarà concesso uno stock supplementare di biglietti, non tutti e 4.500 finiranno nelle tasche dei romanisti. Diciamo che la Roma ha lottato per averne una buona fetta. Qualcuno, ieri, la quantificava in duemila unità. «Se dovessimo scommettere mille euro sul sì, lo faremmo», rivelano fonti interne alla Roma. Dove il sì sta per la riapertura del botteghino, il via libera alla coda della trasferta, la gentile concessione. Bisogna essere ottimisti, sostengono in società, perché il Parma è d’accordo. Nessuno ha intenzione di lasciare fuori dal Tardini centinaia di tifosi della Roma senzabiglietto. Sarebbe una scelta controproducente sotto il profilo dell’ordine pubblico. Sarebbe sbagliato. Il questore di Parma, Gennaro Gallo, ha tranquillizzato la città: «A nessuno sprovvisto di biglietto sarà permesso di raggiungere il Tardini. Si terrà ovviamente conto delle richieste arrivate ma con fermezza dovremo comunicare, anche con la collaborazione della squadra della Roma e della questura capitolina, che nessuno entrerà al Tardini senza biglietto». Il Parma aumenterà il personale all’interno del Tardini: «Solitamente – ha spiegato il direttore organizzativo gialloblù Corrado Di Taranto – operano 160 steward. Questa volta saranno in tutto 210. I controlli agli ingressi e nei vari settori saranno molto attenti. Vogliamo tutelare il diritto di tutti gli spettatori a seguire la partita dal posto loro assegnato». L’unica voce contraria alla trasferta dei romanisti è stata quella del tecnico del Parma, Guidolin: «È giusto che il calcio sia aperto ai tifosi, ma le regole dovrebbero essere valide per tutti. Ho la sensazione che in questo caso non siano state invece usate le stesse condizioni. Chi non rispetta le regole deve restare fuori, perché è quello che dice la legge, fermo restando che si deve fare di tutto per avere i tifosi allo stadio». Guidolin si rassegni, i romanisti non solo andranno a Parma. Ma saranno molti di più dei 2.500 originari. Se la riunione si concluderà in mattinata, la nuova prevendita inizierà a metà pomeriggio. Diciamo verso le 16. Altrimenti, bisognerà aspettare la giornata di domani. 

LEGGI ANCHE  Come potrebbe giocare Dybala con la maglia della Roma

COPPA ITALIA: Lentamente ma inesorabilmente, ieri gli abbonati hanno cominciato a far valere la prelazione per il 5 maggio. Per la finale forse più sentita degli ultimi anni tra Roma e Inter. Fino alle 20 di domani potranno essere acquistati solamente i biglietti di Curva e Distinti Sud (uno a testa, prezzo 15 euro). Possono esercitarla, nelle ricevitorie Lottomatica e nei Roma Store, sia gli abbonati di Curva e Distinti Sud sia quelli di Curva e Distinti Nord. La prelazione per la Tevere (Laterale 60 euro, Centrale 80) e la Monte Mario (100 euro) prenderà il via, invece, alle 10 di venerdì.


1 commento su “Parma-Roma: Si decide oggi per i biglietti in più”

Lascia un commento