Spalletti: “Andremo a giocarsela a Manchester”

Spalletti dopo Roma-Manchester:

Le impressioni sul match.
“Se si va a vedere il risultato il Manchester è fuori categoria, ma se si vede lo sviluppo della partita non è così. Quando abbiamo subito il secondo gol i ragazzi si sono disuniti e hanno avuto meno fiducia nelle loro possibilità, nel creare situazioni per rimettere in piedi la partita. Noi abbiamo giocato come dovevamo giocare. All’inizio della gara e nei primi 20 minuti meritavamo di più. Poi ci sono episodi, tipo a Panucci gli è andata alta ad un passo dalla porta, mentre loro fanno un cross e Rooney la butta dentro. Il risultato è troppo penalizzante. Ora non dobbiamo commettere l’errore di considerarci già fuori, anche se la gara di ritorno è difficilissima. Ma dobbiamo andare a giocarcela. Quando sono passati in vantaggio, ho chiesto alla squadra di stare dieci metri più avanti”.
Cosa l’ha stupita del Manchester?
“Quello che fa la differenza sono i giocatori completi che hanno forze e corsa e la mettono a disposizione per la compattezza della squadra e per la fase difensiva. Così diventa facile per loro ribaltare le situazioni, con la capacità di fare corsa lunga e a livello individuale. Anche se negli episodi di stasera sono stati anche fortunati. Sono bravi, perché sono calciatori di livello. Ma sono stati anche fortunati”.
Si aspettava il Manchester chiuso dietro, all’italiana?
“Si dice che le squadre giocano in contropiede, il Manchester è la squadra più italiana che abbia mai visto. Io ho visto dieci partite in dvd e molte anche in diretta di questa squadra, e giocano sempre così. Anche le scelte iniziali lo dicono, ti lasciano campo. Hanno tre centrocampisti schiacciati sulla linea difensiva. Gli abbiamo concesso di giocare tra le linee. La partita l’abbiamo fatta. Con le difficoltà che subisci quando prendi un gol con la prima occasione loro in area di rigore. Siamo stati sfortunati con due-tre rimpalli. Di conseguenza bisogna prendere atto di quello che è successo e ribaltare questa situazione”.
Quante probabilità ci sono di vedere Totti all’Old Trafford?
“Francesco oggi stava meglio e le sensazioni sono positivi. Siamo fiduciosi, ma bisogna lasciar passare i giorni e poi valutare”.
Cosa cambia nell’affrontare sabato il Genoa in campionato, dopo questa gara?
“Non cambia niente, finché rimarrà la possibilità di passare, la mia squadra è obbligata di fare la rincorsa sull’Inter. Al di là del risultato di Cagliari, abbiamo fatto molto bene. Contro il Genoa tenteremo di vincere la partita, anche se non è facile. Dobbiamo avere la maturità di sfruttare il minimo che ti viene messo a disposizione, come hanno dimostrato stasera i giocatori del Manchester. A parte gli ultimi dieci minuti, che non mi è piaciuto l’atteggiamento, i ragazzi hanno fatto bene, e nessuno può rimproverargli niente”.

LEGGI ANCHE  Tutti gli ultimi aggiornamenti su Cristiano Ronaldo alla Roma ad inizio luglio