Cagliari-Roma 1-1


TottiRivali scudetto in campo nei due anticipi della 31ma giornata. La Roma gioca a Cagliari, mentre questa sera alle 20.30 l’Inter affronterà la Lazio all’Olimpico. Spalletti schiera Brighi e Pizarro davanti alla difesa (Aquilani è in panchina) e assegna a Giuly i compiti di Perrotta, altro assente insieme a Vucinic, De Rossi e Juan.
 
 Primo tempo. La Roma parte male, molle e presuntuosa. Cagliari in vantaggio dopo due minuti con un autogol incredibile: corner per il Cagliari, deviazione di Ferrari nella propria porta con Taddei e Doni che non intervengono. E subito dopo il Cagliari sfiora il raddoppio con un pallonetto di Foggia a tu per tu con Doni, il pallone è alto. Regalati i primi minuti, la Roma comincia a giocare e si vede.
 Ci sono un paio di conclusioni di Giuly e un pressing più costante dei giallorossi che frena gli ardori del Cagliari. Al 21′ bell’azione della Roma al termine della quale Mancini sbaglia un gol facilissimo sparando alle stelle a due passi da Storari. Il brasiliano è sfortunato subito dopo quando Mancini coglie il palo dopo una bella azione personale, poi ancora Storari nega il gol con una grande parata.
 
 La Roma ora gioca decisamente meglio, ma continua a pagare i primi 5 disastrosi minuti. Il gol del pareggio arriva alla fine del primo tempo, lo realizza Totti direttamente su punizione da 30 metri, un rasoterra, forse deviato dalla barriera, che si infila alle spalle di Storari apparso, comunque, tutt’altro che impeccabile in questa circostanza.
 
 Secondo tempo. Nessun cambio nelle due formazioni. La Roma comincia in attacco costringendo il Cagliari nella sua metà campo. Primo cambio di Spalletti: Cassetti al posto dell’ammonito Tonetto. Al 20′ grande appoggio di Totti per Giuly e tiro fuori di poco. Qualche problema per il capitano della Roma che si tocca ripetutamente la parte posteriore della coscia sinistra. Secondo cambio della Roma: fuori Brighi e dentro Aquilani che, appena entrato, sfiora di testa il gol del 2-1. In attacco il punto debole della Roma. Totti gioca con generosità e la consueta classe, ma non è al top. Mancini non incide. Arrivano tanti cross da Cassetti e Cicinho, ma vanno a finire tutti sulla testa o sui piedi dei difensori rossoblù.
 
 Al 31′ sconcertante conclusione di Aquilani che da ottima posizione, invece di tirare di piatto, incrocia i piedi e scaglia il pallone addosso a Storari. Subito dopo esce Taddei ed entra Esposito. Al 39′ bella combinazione Cicinho-Totti-Cicinho con tiro sballato dal brasiliano. Al 40′ Storari respinge sulla linea, di piede, un colpo di testa di Totti su assist di Mancini. La Roma reclama, ma il pallone non aveva varcato la linea. E’ l’ultima occasione: finisce 1-1.

CAGLIARI (4-3-2-1): Storari, Pisano, Lopez, Canini, Agostini; Fini, Cossu (80′ Del Grosso), Parola; Foggia (74′ Biondini), Jeda; Acquafresca (82′ Matri). A disp.:  Capecchi, Ferri, Magliocchetti, Larrivey. All. Ballardini

LEGGI ANCHE  Migliori e peggiori in Inter-Roma: Zaniolo sempre ago della bilancia

ROMA (4-2-3-1): Doni; Cicinho, Mexes, Ferrari, Tonetto (55′ Cassetti); Pizarro, Brighi (72′ Aquilani); Taddei (80′ Esposito), Giuly, Mancini; Totti. A disp: Curci, Panucci, Antunes, Pit. All. Spalletti

ARBITRO: Saccani di Mantova (Lion-Biasutto)
 
MARCATORI: 2′ Ferrari (aut), 45′ Totti
 
NOTE: Allontanato Ballardini, tecnico del Cagliari, per proteste. Ammoniti Tonetto, Pizarro, Cicinho, Cassetti. Recupero 1′ pt, 3′ st