Roma e Inter si prendono il punto, 1-1 a San Siro

Roma e Inter si prendono il punto, 1-1 a San Siro

Mettetela come vi pare, ma da quando Edin Dzeko gli ha passato la sveglia negli spogliatoi di Ferrara, sabato 16 marzo, Stephan El Shaarawy sembra un altro. Anzi, è un altro. Uno meglio di quello di prima, a giudicare dai fatti. Più determinato, meno lezioso, più cattivo. E il gol realizzato in casa dell’Inter, dopo quell’assist da fantascienza dell’altra settimana confezionato contro l’Udinese proprio per l’amico bosniaco, lo sta a confermare. Una rete bellissima, frutto di un destro avvolgente, seducente, letale dopo una doppia finta da urlo. Una vera prodezza, in poche parole. Decimo centro in campionato, miglior cannoniere della Roma. Più prolifico anche di Dzeko. Che, dicono, nonostante le incomprensioni (eufemismo…) di metà marzo adora giocare con il Faraone al fianco.

LA SOLITA DORMITA – Edin è uno che non solo sa giocare al calcio, ma che anche si intende di calcio, e quelli bravi li sa riconoscere: ecco perché, se fosse per lui, Elsha sarebbe sempre in campo. Non che SES nel recente passato abbia dovuto faticare più di tanto per rimediare una maglia da titolare: con Eusebio Di Francesco aveva il posto praticamente assicurato e con Claudio Ranieri, dopo qualche incomprensione iniziale e un modulo forse non adattissimo alle sue qualità, è stato costantemente presente.

E pensare che nell’immediata vigilia della partita di San Siro il Faraone era entrato nella lista degli uomini in dubbio per via di un problemino muscolare (strano…): nulla di grave, però, a giudicare dalla sua convincente prestazione milanese. In linea, soprattutto nella prima parte, con quella della Roma tutta. Una squadra, finalmente. Una squadra che, nonostante tutto, continua a prendere sempre gli stessi gol. Tipo, quello sul secondo palo di testa su cross proveniente dalla corsia opposta. Una specialità di Karsdorp, per intenderci, andata in scena anche con l’olandese a casa per infortunio.

Cambiano gli interpreti, ma non cambia la sostanza. E la faccenda comincia ad avere dell’incredibile, se non fosse che è credibilissima. Peccato, perché quell’errore, il solito buio in fase di diagonale difensiva, ha impedito a Ranieri di tornare nella Capitale con il bottino pieno. Il punticino serve solo a restare in scia del Milan quarto, non a entrare in Champions: ecco perché quel retrogusto di occasione perduta un po’ rimane. Il fischio finale del campionato è ancora lontano: ora è vietato perdere tempo con i rimpianti, però.

(Il Messaggero, M. Ferretti)

Gianni

24 pensieri su “Roma e Inter si prendono il punto, 1-1 a San Siro

  1. Se Petrachi sarà il prossimo Ds della Roma, spero si porti anche Sirigu, che secondo me oggi è uno dei migliori portieri del campionato.

    I giocatori da prendere, a mio modesto parere, sarebbero Lazzari, Tonali, Barella (se il costo fosse abbordabile), Izzo, Meitè.

    Non so se Gonde verrà alla Roma, ma se non venisse mi terrei Ranieri.

    Per la CL è ancora tutto aperto e nessuno è favorito, nessuno è fuori gioco, neanche il Milan (che riceverà il Bologna già salvo). Intanto bisognerà aspettare il risultato dell’Atalanta stasera e poi per noi sarà decisiva la gara di Genova: se vinciamo siamo favoriti, altrimenti sarà dura.

  2. @@@ capitolo Dzeko

    otto gol in campionato.
    Pochi, pochissimi.

    In “itaglia” devi avere una difesa forte
    ed un attaccante che la butta dentro.

    Anche quando giochiamo male,
    l’occasione per far gol gli capita sempre.

    E’ stato una delusione per me,
    perchè pensavo che dopo anni ad aspettare,
    fosse arrivato finalmente il “killer d’area
    tanto desiderato.

    Non lo è.
    gioca per la squadra, la fa salire.

    Non mi basta.
    Se non sbaglio ha una buona media gol.
    Poteva farne il doppio.

    Poca presenza in area e poca
    convinzione nel momento cruciale.

    Anche ieri è stato così.

    *** ci ha fatto vincere diverse partite diranno molti***

    E’ quello che deve fare.
    E’ il suo mestiere, ed è pagato per questo.

    1. Tutto vero AVE, ma al momento un Roma senza Dzeko è ben poca cosa. L’importanza di Dzeko la pesi quando non gioca. Anche se fa pochi goal è un giocatore insostituibile.
      Il problema non è lui ma il suo alter ego (Schick) che non riesce ancora (ci riuscirà mai?) a sostituirlo adeguatamente.

      1. @@@ ciao under, è chiaro che Dzeko deve giocare.
        La sua presenza bene o male crea apprensione agli avversari, solo (e questo è un parere personale), mi aspettavo molto di più in fase realizzativa.

        Non riesco a capire come faccia a sbagliare così tanti gol, che poi non sono impossibili.
        Non sono le solite reti”facili sulla carta”.

        È un mistero.

        Arriverà stanco
        poca cattiveria
        la squadra non lo aiuta
        e poi da uno così alto, mi aspettavo molti più gol di testa.
        È vero che nei cross non siamo fenomeni
        ma ha avuto diverse occasioni in cui l’incornata doveva finire nel sacco.

        ***Schick, forse avanzavano 42 ml di € e Monchi ha pensato bene come spenderli!

        Il giocatore più costoso della storia della Roma, sta in panchina…

        Praticamente inutile.
        Crescerà dicono molti, può darsi sia così.
        Vedremo

        Un 👋 saluto.

    2. Nn sono d’accordo. Edin è uno dei pochi giocatori di livello che abbiamo in rosa, l’altro è manolas. nn è stato mai un goleador ma un giocatorer che ti permette di far gioco, spaziando fuori dell’area di rigore. prima di rinunciare a lui la roma deve fare investimenti seri per una prima punta top altrimenti tutta la vita mi tengo Dzeko. poi se vogliamo criticarlo , giustamente per alcune prestazioni come del resto sabato, ok ci può stare….ma quel ruolo è fondamentale, basta scommesse.

  3. AVE
    @@@ il “ninja” è un “Romanista dentro”
    uno dei pochi calciatori non “Romani”, ad averlo dichiarato più volte.

    Giocare contro di noi, non deve essere stato facile per lui.

    Ama Roma
    Ci stava bene
    Era casa sua
    Credo pensasse di chiudere la carriere qui.

    L’ha “fregato” un comportamento fuori le righe.

    E’ un giocatore a cui ero attaccato per quello che dava in campo.
    Vederlo andare via, non è stato facile per me.

    Ora è un rivale, ma lo rispetto.
    Non è Pjanic…

    Un saluto👋

  4. Ieri partita di sostanza e qualità del ninja.
    La dimostrazione che contro di noi ha giocato col freno a mano tirato. Grazie Radja.

  5. – capitolo mister: se nn arriva un allenatore-top tanto vale proseguire cn ranieri (oh sta facendo mejo lui in 2 mesi ke difra in una stagione e mezza).

    – capitoo zaniolo: da qllo ke ho captato dalle parole di totti ieri me sà ke parte. il contratto è pronto ma il ragazzo si sta guardando intorno e il discorso va a finire sempre lì “money”.

    1. Che significa questo ragionamento, dietro la scelta di un allenatore ci vuole un progetto di gioco. Cosa cerca la Roma dal suo allenatore, dominio del gioco, equilibrio tra i reparti, valorizzazione dei giovani? Queste sono le domande da farsi e poi di conseguenza si sceglie il profilo. Dire prendiamo il top che c’è sulla piazza altrimenti ci teniamo in allenatore discreto non ha senso. È come dire, voglio trasferirmi a Londra ma se non riesco a comprare la casa più bella me ne vado a Pizzighettone.

      1. te lo spiego allora: se dvi xesempio prendere giampaolo (ke farebbe la fine di difra), mi tengo ranieri ke è entrato nlla testa dei giocatori e lo apprezzano.
        altra cosa se un allenatore top accetta la roma e allora si inseriscono altri fattori.

        ma nn venirmi a parlare di progetto, xkè la società nn ce l’ha mai avuto un progetto, sno 8 stagioni ke nn si fa altro ke smontare e rimontare il giocattolo, xkè si naviga a vista..

      2. Ranieri è apprezzato, pare e finora, ma ricordiamoci che non ci vuole niente a diventare improvvisamente antipatici ai giocatori, per questo è meglio valutare bene se il tipo di allenatore è in linea col progetto che vuoi realizzare, in modo che non ti ritrovi con un contratto di tre e cinque anni e uno che ad un certo punto hai l’esigenza di sbolognare e da noi è successo spesso. La stessa squadra di Ranieri (ricorrenze infauste) conduceva 3 0 proprio col Genoa, salvo prenderne 4 e perdere nel secondo tempo. Difficile credere che anche lì non ci fosse stato un piano per “cacciarlo”, per questo dico, i giocatori hanno sempre questo potere, valutiamo almeno bene l’allenatore.

        Sul progetto americano hai ragione, fa acqua da tutte le parti, definirlo progetto è forse un insulto ai progetti veri e pianificati e se la società vuole migliorare deve darsi una radicale inversione di rotta, tutto giusto ma pianificare male un progetto non dimostra che è sbagliato costruirlo e pianificarlo, dimostra solo che la nostra società, fino ad’ ora l’ha fatto in modo sbagliato e ponendosi scelte strategiche sbagliate.

  6. Una Roma divertente non si vedeva da parecchio, bella partita senza entrare troppo nei dettagli… crediamoci e incrociamo le dita!

    Un plauso a Sir Ranieri, che per noi sta dimostrando di essere più di un allenatore.
    Lo tenessero in società un uomo dal sincero bene come lui, può dare tanto al di là del ruolo

  7. @@@ dovevamo vincere.
    Abbiamo vinto.

    El Sha grandioso e partita sontuosa.
    Per me da sempre un titolare
    inamovibile.

    Qualcuno lo voleva o lo vuole come partente.
    Non scherziamo.
    Rinnovo o prolungamento immediato.

    Bene Kluivert.
    Ha bisogno di giocare con continuità.

    Ieri non era facile.
    Buono l’approccio e l’atteggiamento in campo.

    Questa squadra poteva fare molto di più.

    Speriamo che il tecnico che verrà, riuscirà ad inculcarlo nella testa di questi “capoccioni”☺
    Buongiorno.
    Un 👋 saluto.

  8. Buona la prestazione di Pastore.
    Speriamo che prosegua su questi livelli.
    Sarà un valore aggiunto per le ultime partite della stagione e forse riusciremo a cederlo senza perderci.
    Nel ruolo siamo già coperti tra Zaniolo, Pellegrini e Coric.

  9. Il cagliari è venuto in vacanza, ritmo bassissimo che è il motivo per il quale pastore è sembrato un giocatore di calcio.
    Comunque con un po’ più di attenzioni messa da ranieri i risultati in difesa si sono visti… cresce il rammarico per non aver cambiato allenatore a dicembre

    1. Pellegrini pastore kluivert elsha dzeko. Tutti in campo, dimostra che conta l’atteggiamento, tattico e mentale, dopo mesi di chiacchiere su centrocampisti che non abbiamo.

  10. Buongiorno a tutti
    oggi pomeriggio non si può sbagliare partita
    Non è certo qualche assenza a centrocampo o l’avversario a preoccuparmi …..

  11. Le voci su conte si stanno facendo insistenti. Se la cosa andasse in porto dimostrerebbe che i big ci possono venire alla roma, basta volerlo.

  12. *** downunder
    Ieri gli sbiaditi si sono superati.
    Prima lo striscione “nostalgico” poi i cori in curva con tanto di banane.
    La famosa curva delle quaglie che il Sig Campos magnificava (????????), ha dimostrato ancora una volta di essere una fogna a cielo aperto.
    Non si tratta solo di 4 idioti, ma dell’intero settore ospiti.
    So che sto dicendo una cosa “forte” e improponibile specie nel clima politico attuale, ma se fossi il Presidente della FIGC io li escluderei d’imperio dalla finale di Coppa Italia.
    Sarebbe un segnale di civiltà.

    ***pablito
    Ciao Downunder
    non concordo sull’ esclusione della squadra,
    hanno dimostrato la loro idiozia in una piazza e in uno stadio dove si entra con biglietti nominativi e si ha un posto assegnato…..

    in un paese normale non dovrebbe essere difficile individuare e punire seriamente i responsabili

    1. @@@ avete ragione entrambi

      quello che è successo a San Siro è grave,
      ma si dovrebbero e potrebbero dire cose ancor più gravi.

      Stanno succedendo dei fatti che vengono tacciati di “goliardia”.
      Tutti zitti.

      In uno stato civile, democratico e con leggi che vengono applicate,

      lo fai una volta…

      Mi fermo qui.

  13. @@@ capitolo Manolas

    per noi è importante,
    ma soglia del dolore pari a zero.

    Si ferma spesso, ho l’impressione
    che altri stringerebbero i denti.

    Chiaro che non è la stessa cosa averlo o non averlo in campo.

    Forse ha bisogno di un ipnotizzatore…

    “a me occhi, gambe, muscoli, tendini e testa”
    “non hai niente vai in campo e gioca!” 😎

  14. @@@ al di là dei rigori

    (credo sia stato il guardalinee e non il var, a segnalare il fallo su ElSha prima di quello di Kolarov).
    Sull’azione di Kolarov, che ha tirato lo stesso nonostante avesse subito il fallo,
    non credo che Guida ci avrebbe dato il penalty.

    Parere personale, due punti regalati con una condotta nel secondo tempo inguardabile.

    Ogni volta che li abbiamo pressati, sono andati in difficoltà.
    Giusto riposare, ma facendo girare il pallone,
    perchè non puoi sostenere quei ritmi per 90 minuti.

    Non lo abbiamo fatto.
    Ci siamo rintanati dietro.
    Chiaro che lasci campo aperto all’avversario.
    Gli strisciati attaccavano per inerzia.

    Zero idee, ma prima o poi il gol lo trovi.
    Zaniolo ha fatto il terzino.

    Era una partita da vincere a tutti i costi.

    Certe situazioni ancora non vengono capite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.