Eusebio Di Francesco è stato esonerato

Eusebio Di Francesco è stato esonerato

AS Roma comunica che da oggi Eusebio Di Francesco non è più il responsabile tecnico del Club. La Società ringrazia l’allenatore per il lavoro svolto sulla panchina giallorossa e gli augura il meglio per il futuro.

“Da parte mia e di tutta l’AS Roma, vorrei ringraziare Eusebio per l’impegno profuso”, ha dichiarato il presidente Jim Pallotta. “Ha sempre lavorato con un atteggiamento professionale e ha messo al primo posto gli interessi del Club rispetto a quelli personali. Gli auguriamo il meglio per la sua carriera”.

Fonte: asroma.com

209 pensieri su “Eusebio Di Francesco è stato esonerato

  1. Una desolazione la partita con la spal. Squadra a pezzi. Non arriveremo mai in champions e ce lo meritiamo

  2. cosa è successo al sito?..io per entrare ho dovuto di nuovo iscrivermi….vedo che non ci sono commenti da più di due giorni….

    C’è qualcuno ?

  3. grande partita della juve. bernardeschi mostruoso e molto bene anche spinazzola. allegri è uno degli allenatori che mi ha fatto ricredere, veramente bravo nel preparare le partite. ma il cholo come può pretendere di mettere l pulman davanti alla porta per 90′ e sperare di nn prendere gol?! ma il rigore su bernardeschi nn vi sembrava molto simile al fallo su shick contro il Porto? certo in una posizione dell’area diversa ma la dinamica mi sembra molto simile. La var aiuta, ma soprattutto i più potenti, gattopardianamente mi sembra nn sia cambiato niente, spero di essere smentito.

    1. ho pensato la stssa cosa sul rigore, la differenza sostanziale è che Bernardeschi (mostruoso, anche come carattere….personalità straripante…) stva liberandosi al tiro e il difensore lo stava inseguendo per bloccarlo…Schick fuggiva lontano dalla porta, e il difensore ha cercato di evitarlo…..
      A proposito di Var e di tecnologia, senza quest’ultima mai avrei pensato che il colpo di testa di Ronaldo era entrato…..

      1. si ma il gol di ronaldo è validato dalla goaline tech e non dal var…e quella è oggettiva, mentre per la Var è tutto discrezionale, che ne dicano i soloni giornalisti juventini, è appannaggio dei più potenti come sempre…
        per bernardeschi nell’azione si stava liberando al tiro esattamente ma schick subisce lo stesso fallo nn conta se lontano dalla porta, defilito o impossibilitato ad arrivare sulla palla conta il fallo. ad esempio la trattenuta di florenzemolto lieve ma presente ed evidente è su un giocatore che nn può arrivare in alcun modo sulla palla eppure fischiano rigore…nn importa nè dove, ne come se c’è fallo in area è rigore…e noi nonostante tutto siamo usciti agli ottavi per un rigore nn dato ingiustamente. la juve passa il turno per lo stesso tipo di rigore ma con decisine opposta. Ovviamente tra noi e la juve c’è di mezzo il mare…l’oceano..

      2. Concordo su tutto.

        Sulle qualità di Allegri, bravo come pochi a cambiare volto alla squadra a seconda delle esigenze tattite della partita (non a caso Sabatini aveva insistentemente provato, purtroppo invano, a portarlo a Trigoria).
        Notevole ieri il coraggio avuto schierando Spinazzola che lo ha ripagato con una grande gara.
        Mi fanno specie molti inventini che preferiscono Gonde il quale, in Europa, ha collezionato solo figuracce.

        Sulle somiglianze, ma anche sulla differenza evidenziata dall’amico CUCS, tra il rigore dato a Bernardeschi è quello negato a Schick. La differenza più evidente, come evidenzia Ludovik, resta però quella della maglia strisciata che magicamente suscita la rigorosità degli arbitri.

        Sulle grandissime qualità di Bernardeschi che ho sempre indicato come uno dei più fulgidi talenti del nostro calcio (eccezionale connubio di qualità e quantità ). Non è un caso che, a dispetto dell’età, la Rube gli riconosca uno stipendio di ben oltre 4 mln netti, rendendolo il giovane italiano più pagato della seria A.

        Su Ronaldo che sarà anche antipatico per il suo “culto della personalità”, ma un po’ come x Ibra questo egocentrismo finisce per essere una delle sue qualità decisive e lo porta, a differenza di Messi, a dare il meglio proprio quando serve.

        Infine sulla goal-line technology. Si può discutere sul Var che a mio avviso resta uno strumento indispensabile anche se va rivisto nel suo utilizzo (io disprezzo le continue pause che determina e, come per altri sport, sarei x l’utilizzo una/due volte x tempo, a chiamata della squadra che si sente defraudata). La tecnologia che ieri ha però segnalato un gol che altrimenti non sarebbe mai stato dato è un semplice, oggettivo ed indiscutibile strumento di giustizia.

  4. Bello vedere una squadra italiana,mandare a casa in quella maniera una spagnola.
    Troppo presuntuosi gli Iberici.
    L’ anno scorso l’ onore tocco a noi con il Barça,
    quest’ anno la Rube..tre sberle all’ atletico.
    Complimenti davvero rubentini,ben fatto.

    1. però confesso – non tanto perchè no amo la Juve – ma la parabola dell’Atletico (2 finali perse negli ultimi 4 anni) mi faveva pensare che meritassero di vincerla prima o poi…..
      Certo, ieri non hanno giocato. Griezmann e Morata non pervenuti…….

  5. @ come prevedibile la Samp non riscattera’
    Defrel.
    Tornerà a Trigoria.
    Con il treno.
    Sarà difficile piazzarlo.

  6. Ieri non si poteva pretendere molto, a parte l’impegno, che c’è stato e ha portato in dote 3 punti pesantissimi.
    Ma nonostante l’impegno, pur considerando la giusta cautela consigliata da Ranieri nel provare solo la giocata sicura, sono emersi i soliti limiti dei singoli.
    E il dubbio che sia difficile pretendere di più da qualche giocatore si fa sempre più concreto anche perché nella medesima situazione psicologica e tattica alcuni giocatori sono stati invece protagonisti di una gara gagliarda (Elsha, Kluivert, Marcano, Shick).

    1. Non è matematico che reagiscano tutti alla stessa maniera, magari schick, marcano e kluivert potrebbero aver preso il cambio in panchina meglio di altri che giocavano comunque spesso, mentre loro erano ai margini. Olsen cristante e nzonzi hanno giocato complessivamente meglio di loro durante la stagione, con alcuni acuti in altre partite più impegnative di questa. Nonostante tutto comunque ci tengo a precisare che non gli ho visto giocare una partita così orribile, tant’è che sui quotidiani risultano ampiamente sufficienti. In alcuni casi tra i migliori in campo, a differenza,che so, di uno zaniolo che, leggendo i vostri commenti, sembrerebbe aver giocato meglio dei suoi compagni di centrocampo.

  7. @ giocatori contati
    alcuni malconci
    cinque ragazzi della primavera in panchina
    allenatore nuovo che avrà fatto due allenamenti

    si vince 3-0 🙂😎😜
    va più che bene 😊😉

  8. Per me esageriamo come al solito. A parte l’autogol di jesus e il gol annullato abbiamo subito 0. Non avranno rubato l’occhio, ma nella situazione delicata che stiamo vivendo ognuno ha fatto il suo. Magari possiamo crocifiggere jesus (che con il porto è stato il migliore) per l’autogol ma agli altri cosa vuoi dire? Facciamo i seri. Aspettarsi la super giocata, il partitone, ieri era impensabile. Per stessa ammissione di Ranieri, ai giocatori si è chiesta la giocata sicura, per non perdere palloni. Senza giocata disponibile, lancione e seconda palla.
    Possibile che quasi nessuno si renda conto che come in qualsiasi ambiente di lavoro, serve stabilità, unione di intenti e serenità per lavorare al meglio? Ha senso fare processi a nzonzi, cristante, jesus e olsen in una situazione del genere?
    Magari alcuni tra questi partiranno in estate par far spazio a giocatori che possano migliorare il team, ma io sono sicuro che quelli che rimarranno, i vari cristante, nzonzi, schick, karsdorp con una gestione degna dimostreranno il loro valore. È questa la differenza tra fifa o qualsivoglia giochino, e la realtà. Ci sono diverse componenti aldilà alla tecnica. C’è la condizione fisica, quella psicologica (che non è da intendere solo nel singolo, ma come psicologia di gruppo, come in qualsiasi team di lavoro), tattica. Puntualmente l’opinione pubblica non calcola minimamente tutti questi aspetti. Ripeto, ieri non si poteva fare tanto di più, magari potevamo evitare di segnarci da soli.

  9. La vedo diversamente da molti di voi.

    Concordo con derossimancheno, qualsiasi giocatore della roma ha subito un downgrade notevole e la verità è che in questi due anni si è lavorato male sotto il punto di vista tecnico e tattico ( incluso il mercato ).

    La roma ieri gioca in un modo diverso da questi ultimi 2 anni: ranieri si è accorto benissimo che questa squadra NON CORRE e non regge la corsa di QUALSIASI avversario, allora pone il baricentro della squadra molto basso ( si accorge lui in 3 giorni ciò che di francesco non si è accorto in 6-7 mesi ), inclusi i terzini che salivano uno alla volta a differenza di prima dove i terzini erano altissimi entrambi. idem gli esterni che tornavano ma erano pronti a ripartire senza “spomparsi” troppo per poi essere poco lucidi in fase offensiva. Senza parlare dei centrocampisti dove li ho visti meno “incatenati” a concetti orali.

    Non è casuale che prima l’espulsione INVENTATA di florenzi la roma NON ha subito un tiro in porta ( ma solo 2-3 colpi di testa casuali ) e questo è un segno di integrità tattica… una volta avresti subito 5-6-7 tiri in una mezz’ora come è successo per tutta la stagione.

    CON QUESTO non voglio dire che è stata una partita brillante, attenzione, ma una partita tecnicamente scarsa con tantissimi errori dei singoli e poco intensa.

    Ma ripeto, è stata una partita dalle due facce: tatticamente buona, ma tecnicamente e atleticamente scarsa.

    La condizione fisica difficilmente potrà migliorare, ma con un po piu di lucidità tattica secondo me potranno migliorare pure gli interpreti.

    1. Ma come da un giorno all’altro ammetti che si è lavorato male sul mercato? Fino all’altro ieri dicevi che avevamo il miglior ds del mondo e che era tutta colpa di di francesco

      1. Miglior ds del mondo? Mai detto.

        Un po’ di errori si son fatti, SEMPRE DETTO, ma la responsabilità maggiore la do al mister. Di Francesco di questa ereditá pesante che ha lasciato.

        Poi ripeto, solo gli stupidi non cambiano idea e a fronte di un anno calcistico giocato posso tranquillamente dire che un po’ di cose si son sbagliate.

      2. aleste, tra un’ora avrà cambiato nuovamente opinione, finché non si sarà espressa la Pravda lui improvvisa. Poi lo richiamano all’ordine.

  10. ..certo ke alcune situazioni veramente imbarazzanti (cme l’autogol) le vedo solo a roma.

    detto ciò, in bocca al lupo al nuovo ds xkè il repulist dovrà essere profondo.

    1. L’autogol ha del clamoroso. Per certi versi mi ha ricordato quello di Goicoechea.
      Speriamo che Ranieri dia un po’ di solidità alla difesa e poi si vedrà…

      1. mah,
        grande rispetto x claudio martello e mi rendo conto ke di problemi ieri ce n’erano tanti tra assenze etc etc. ma rimango molto scettico sul 4posto.

  11. Io nonostante tutto credo che nzonzi nella rosa della roma ci possa stare. Il problema è ce l’hanno “venduto” a noi tifosi come un giocatore diverso.
    Lui è un interditore e di testa sa il fatto suo se sta bene. I suoi problemi nascono quando deve impostare, perché non lo sa fare. Fa passaggi di un metro e per di più all’indietro.
    Come regista fa pena ma non è in regista.
    A noi serve come il pane uno che inizi l’azione con qualità e che faccia girare il pallone bene

    1. ma pure di testa insomma… poche volte riesce ad essere preciso ma molto più spesso perde la posizione, in pratica si fa spostare anche da avversari più bassi e soprattutto veloci, sembra molle e non capisco perché con la stazza che ha.
      a questo punto preferisco Fazio che l’anno scorso le prendeva tutte (ma davvero tutte, con Manolas ogni palla alta era nostra) e sui calci d’angolo e punizioni la butta pure dentro. non voglio proprio crederci che Federico sia diventato improvvisamente da buttare… sto Mondiale è una rovina, o ti fa fare acquisti di merda o ti rovina la rosa

  12. Importantissimi i 3 punti ieri sera e per niente scontati: 7 titolari out, fatiche post-Porto, molta pressione addosso visto il momento e il fatto che le milanesi avevano portato a case le loro partite, testa non sgombera da brutti pensieri, giocatori che praticamente non avevano mai giocato assieme, modulo nuovo, squadra rivale che doveva far punti, ecc.
    Insomma c’era il giusto mix per l’ennesima delusione e invece, per fortuna, alla fine è arrivata la vittoria. Molto sofferta ma fondamentale.
    Spero di non rivedere più la coppia Marcano-Jesus titolare. Anzi, se possibile, spero di non rivederli più con la maglia della Roma. Ci aggiungerei anche Fazio e forse Olsen. La difesa fa veramente rabbrividire.
    Male anche i centrali di centrocampo che giocano con la paura addosso. Già di per se non sono tecnici, se in più hanno anche paura di provare la giocata…addio…
    C’è molto da fare. Se riuscissimo a vincere a Ferrara con la Spal qualcosa potrebbe cambiare…11 partite e siamo lì. Ce la giochiamo.
    Forza Roma sempre.

  13. sapevamo che sarebbe stata dura e così è stato.
    di certo il gioco di ranieri nn sarà mai spumeggiante però alcune risposte dai giocatori ci sono state. Santon ha fatto il suo a sinistra, mentre il resto del reparto difensivo è da rivedere anche se credo,spero, di nn vederlo più così schierato. a mio avviso gli elementi veramente deludenti sono stati Nzonzi e Cristante. mi sarei aspettato molto di più da loro in fase di costruzione e di interdizione…benino invece sia Shick che Kluivert ovviamente con le solite pause, ma sicuramente si sono impegnati. Bene con una pioena sufficienza solo Elsha che oltre al gol ha saputo accorciare cercare lo scambio e girar palla. in qsto momento è sicuramente uno dei più informa e va sfruttato al massimo. Zaniolo invece sembra stia rifiatando dopo il forcing degli ulimi mesi. certo dare un giudizio è troppo prematuro in considerazione anche delle assenze, troppe…però almeno abbiamo visto chi in qsto momento è in difficoltà e chi si sta impegnando.

    1. Nzonzi e Cristante non possono giocare insieme, devi sempre aggiungere un regista alla DeRossi o un trequartista dinamico e di fantasia alla Pellegrini e in ogni caso vieni meno in una delle due fasi (Ieri avevi un Zaniolo non al Top ma in ogni caso lo preferisco nel ruolo di seconda punta).

      Sembra ovvio, ma tra Bryan e il francese mi tengo il primo tutta la vita, non la metto sul costo e sull’età perché sarebbe davvero troppo scontato il divario, ma parlo proprio a livello di impegno siamo su due pianeti diversi.
      Entrambi dovrebbero avere caratteristiche simili in interdizione ma Nzonzi è statico, si fa superare troppo facilmente, lunghe falcate ma bassa velocità, mi ricorda il peggior Strootman che prendeva solo gialli ma almeno aveva personalità nel metterci la gamba.
      Caspita sei altissimo e non domini di testa, circolazione di palla elementare, leadership nulla… spero davvero sia solo ambientamento e post mondiale ma uno così da un contributo davvero minimo alla squadra.
      Almeno Cristante ci prova, magari sbaglia ma qualche volta ci nasce il filtrante giusto, di testa merita anche in attacco e sicuramente nel possesso sembra più sicuro, non rimpiango l’acquisto.

      1. però da vertice basso cristante o proprio no. non ha le caratteristiche , lo vedo più mezzala o in accompagno alle punte….

      2. il vertice basso in rosa lo sa fare solo DeRossi, con tutti i limiti dell’età e i vantaggi dell’esperienza, considerando che anche lui partiva come mezz’ala avanzata (ancora non ho capito dove è finito il tiro da fuori di Daniele???)… il buon Cristante se ce lo sappiamo crescere secondo me può essere utilissimo, al più come rincalzo diciamo di lusso

  14. alla fine ieri sera servivano solo i 3 punti

    il resto contava poco se non una risposta a livello di concentrazione e applicazione dei ragazzi.

    Adesso abbiamo 4 giorni per preparare la gara di sabato e il rientro di almeno Dzeko Fazio e Kolarov e credo anche Under e Pastore

    Vederemo sabato cosa di nuovo attuerà Ranieri e cosa potrà dare in campo la squadra anche con i rientri.

    Io non sono un sognatore ma se effettivamente si ritrova compattezza e voglia di lottare basta poco e si potrebbe agganciare anche il terzo posto… e non è utopia

  15. @ la cosa strana di Olsen, è che è allenato da Savorani
    giudicato il miglior preparatore di portieri in Italia.

    Se non migliora, è segno che di partenza ha limiti propri.

    Comunque parate salva-risultato ne ha fatte
    è che manca di continuità e sicurezza
    cosa fondamentale per il resto della difesa
    che sa di poter contare su uno che ci mette
    la “famosa pezza”.

    E’ il primo anno, speriamo nel secondo.

    E’ che passare dal polacco e Becker non era semplice.
    Grande responsabilità, pressione, occhi puntati su di lui,
    per vedere qualsiasi cosa facesse, ed inevitabili paragoni.

    Non è facile giocare così.

    @@ buoni i tre punti presi.

    1. Credo che i paragoni con alisson siano irrispettosi verso il brasiliano. Olsen va paragonato con portieri di mezza classifica, venitemi a dire che shorupski era peggio

      1. @ intendevo un’altra cosa.

        Venivamo da due ottimi portieri
        chiaro che ci fosse la curiosità per Olsen.

  16. Buongiorno a tutti.
    A me sembra che ci sia stato un “impipponimento” generale della rosa.
    JJesus ok che giocava a destra, ma ieri ha commesso errori puerili in marcatura ed anche per un semplice passaggio laterale sembrava dover concentrarsi X non sbagliarlo.
    Non è mai stato un top, ma una delle sue caratteristiche migliori era l’affidabilità nel rendimento almeno sufficiente, ed invece..
    Olsen pure non sarà un top, ma ad esempio al rubentus stadium ha giocato una gran partita, così come spesso con la Svezia, mentre ora dà veramente un’impressione di mediocrità risicata.
    Nzonzi e Cristante bene in interdizione, ma considerato che entrambi nascono registi ancora male in fase di costruzione.
    Bene solo i tre attaccanti.
    In particolare Schick sembra beneficiare del mental coach e la possibilità di giocare seconda punta con Dzeko potrebbe giovargli ulteriormente.

    Venendo al quadro generale, concordo sul fatto che ciò che importava erano i 3 punti e che vanno considerete diverse attenuanti ( tanti assenti, stanchezza post Oporto e poco tempo X Ranieri), tuttavia ieri alla solita sensazione di precarietà difensiva di è aggiunta una sterilità offensiva mai vista con Eusebio.
    Forse, ripeto, col tempo e gli uomini migliori Ranieri potrà fare meglio, ma ad oggi pensò che da qui alla fine vedremo diverse partite simili, con la squadra arroccata in difesa a difendere un risicato vantaggio contro avversarie sulla carta molto più deboli.
    Speriamo almeno di soffrire meno dietro.

    1. io invece non ho visto la solita sofferenza, la linea di difesa era molto bassa e sull’attacco avversario eravamo in posizione e non in recupero. ripartenze avversarie praticamente nulle, partita a tratti noiosa “finalmente”
      (ovviamente lascia stare i limiti individuali, ma alla fine hanno segnato con un autogol, bisogna dirlo)

      Così hai una squadra più lunga e quindi utilizzi di più i lanci lunghi (con Dzeko al posto di Schick alzavi molto più spesso il baricentro) e bisogna ricordare che ieri mancava un Pellegrini tra le linee che unisce i reparti e crea giocate come quella sul tiro di Zaniolo.

      Anche DeRossi out, abbiamo visto spesso melina tra i centrali, questo non so quanto influisca sulla concentrazione ma non li giustifica assolutamente

      Nzonzi e Cristante è un centrocampo male assortito, fantasia/visione di gioco praticamente zero e spesso si scaricano qualsiasi responsabilità con passaggetti elementari. in interdizione benino nel primo tempo ma alla lunga la squadra sembra rifiatare davvero a fatica

      Molto bene gli esterni ma spesso troppo isolati, Olsen galleggia

      Poi il tutto va preso con le pinze, stai giocando con una squadra di riserve ma soprattutto hai battuto l’Empoli. Che ci sarà da sudare è fuor di dubbio, se lo mettessero in testa tutti, Ranieri non è mai stato un dominatore del gioco da calcio spettacolo, lo vedo più vecchia scuola dove le partite se le porta a casa anche per 1-0 soffrendo e se succede mi sta bene ora come ora

  17. Kluivert è stato il migliore secondo me… è scostante nell’arco dei 90 minuti ma quando si è accesso ha sempre fatto la differenza.
    La difesa è in grande difficoltà basta guardare cosa hanno combinato sul gol. Marcano e juan jesus sembrano spaesati sempre lontani dall’uomo in marcatura, che è la prima cosa a cui deve essere attento un centrale.
    Olsen credo sia superfluo parlarne. O gli tirano addosso o prende gol, cosí il portiere lo faccio pure io.
    Io metterei dentro mirante e fine

    1. Olsen a parer mio è andato peggiorando nel corso della stagione da un punto di vista della concentrazione..
      lo svedese non riesce a staccarsi con le gambe in slancio laterale.. non c’è l’ha proprio nelle corde ed è una pecca molto molto grande. Oltre che ma questo si vedeva lui non ha l’ uscita alta in presa e sui calci piazzati è una dannazione.

      Kluivert è interessante e può ancora migliorare nella concentrazione se giocasse più minuti e poi secondo me col possibile 4-4-2 troverà spazio a destra perchè riesce ad andare bene col piede forte

  18. NON SI POTEVA CHIEDERE DI PIÙ…

    Ranieri insediato 3 giorni fa con un solo allenamento già si è vista una difesa tornata umana e non più a centrocampo come prima ( Fazio con questo modulo potrebbe tornare utile ), addirittura ho visto un marcano sempre preciso.

    Prima dell’espulsione INVENTATA la Roma non ha subito un tiro che sia uno, il che fa pensare, poi logicamente subisci un po’ dopo l’espulsione e la benzina finita.

    La Roma non può guarire neanche in un mese, ma può migliorare: purtroppo la gestione fisica rimarrà questa fino alla fine del campionato, ma quello che può cambiare è l’atteggiamento e qualche accorgimento tattico in più concentrandoci sulla difesa.

    Leggo molti che parlano male della partita di n’zonzi ma lo ho visto sempre preciso nel passaggio ( semplici ma precisi ) e deciso nei contrasti e Ve lo dice uno che ultimamente non lo può vedere.

    Quello che delude di più è cristante.

    Note di merito vanno a marcano, kluivert che fa una partita da scheggia impazzita, El sharawy e shick, vero combattente, che andava su ogni pallone: uscito con la maglietta zuppa di sudore e questo è un vanto.

    MIGLIORI: Marcano 6.5, n’zonzi 6.5, kluivert 6.5, shick 7, El sharawy 7.5.

    PEGGIORI: Jesus 5, cristante 5, Perotti 5, Olsen 5.5

    1. Se vediamo le prestazioni di eri sembrerebbe che il problema fosse solo Di Francesco e non Monchi, questi sono giocatori che rendono a determinate condizioni tattiche che o Di Fra non era in grado di ricreare o non voleva perché non collimavano con la sua filosofia di gioco. Le due domande che mi faccio sono, perché Monchi ha comprato giocatori non funzionali a Di Fra sé è un allenatore che ha scelto personalmente e fortissimamente voluto? Perché, quando si è accorto che su di lui si era sbagliato, non ha avuto il buon senso di rivalutare la bontà della sua scelta e invece si è opposto strenuamente all’esonero dell’allenatore?

      Forse la squadra giocava contro di Fra? ( Il primo anno con lui, a sprazzi di vedeva un bel calcio, quest’anno l’anarchia e la confusione tattica esattamente come con Garcia) o forse Monchi non si aspettava che la società gli chiedesse di cedere così tanto? Le domande e le possibili risposte si accavallano ma la verità come al solito non la sapremo mai. Questa piazza è un mistero che gli scienziati dovrebbero fare oggetto di studio, ciclicamente si ripetono sempre le stesse identiche dinamiche, che portano al tracollo.

  19. Tre punti che valgono oro, ma contro la Spal servirà più qualità è più intensità.
    Abbiamo un centrocampo veramente scadente. Cristante e NZonzi sono l’anticalcio quando devono costruire.
    Pensare che ci sono costati oltre 60 ml!!!!
    Mamma mia, che spreco !!!!
    Appena è uscito Zaniolo, l’unico a centrocampo che verticalizza e crea superiorità, la squadra si è fermata.
    Mi chiedo che problema abbia Coric per non aver messo piede in campo nemmeno stasera. Ranieri gli ha preferito pure Celar.
    Mah!
    Olsen, 2 tiri, 2 goal. Una sicurezza ……. per gli avversari. Se non gli tirano addosso è sempre goal. Davvero Mirante e Fuzato sono peggio dello svedese?

    1. Buongiorno
      Il cambio era dettato per tenere una punta fisica in campo.. Altrimenti con Coric dentro sei senza attaccanti e ti mettono sulla linea di porta.
      A me Nzonzi che aveva cmq 130 minuti nelle gambe ieri sera é piaciuto tanto e spesso in uscita ha preso in bello stile qualche iniziativa.. Poi è calato fisicamente ma rispetto a prima ho visto interpretare il ruolo in maniera migliore. Cristante invece non mi è piaciuto x niente

      1. Nzonzi ha fatto un po’ di filtro ma a costruire non è assolutamente capace

  20. bene i tre punti,
    bisogna vincere anche la prossima contro la Spal
    poi pausa e vedremo
    comunque squadra più compatta nonostante gli interpreti

  21. Mi spiace per difra, ma al cambio con Ranieri si notano già alcune fondamentali differenze nella gestione del gruppo.
    Difra secondo me è preparato, molto preparato, ma è troppo professore, e poco “psicologo”. Per me è superfluo puntualizzare sempre sull’errore tecnico, dire “dovevi fare così, invece di” anche perché è evidente che i problemi della Roma non sono tecnici. La maggior parte delle volte abbiamo preso gol su errori individuali, per scarsa concentrazione e insicurezze. È mancata compattezza, spirito di sacrificio e convinzione più di ogni altra cosa. Tasti su cui giustamente preme Ranieri. Oggi, non abbiamo la controprova, ma con difra in panchina avremmo assistito ai soliti isterismi da parte del tecnico durante la gara. Isterismi che per me tolgono sicurezza alla squadra, sicurezza che Ranieri invece ha sempre cercato di trasmettere da allenatore. Si spera possa riuscirci anche questa volta. Rendendo la Roma unita in campo, rendendola Squadra.
    In questo senso attenti a tutti quei giocatori bollati come pippe, potrebbero riscattarsi.

  22. Partita inquietante per certi versi.
    Comunque l’importante era vincere anche se temo che l’obiettivo champions non lo si potrà raggiungere

  23. Tratto dalla serie: “Le solite pippe sudamericane di Sabatini”.

    EZEQUIEL PONCE

    Ceduto da Monchi in estate all’AEK in prestito con diritto di riscatto.
    L’argentino ha segnato 17 reti in 35 partite. L’AEK Atene ha un diritto di riscatto fissato a 6 milioni da esercitare entro giugno 2019.

    Certo l’andaluso non ne ha fatta una giusta nemmeno per sbaglio.

    1. Monchi ha fatto un sacco di danni alla fine e la cosa peggiore è che è scappato via…non me lo aspettavo, sinceramente.
      Poi, se solo penso che Massara o chi per lui si ritroverà a dover piazzare Pastore, Nzonzi, Defrel e Gonalons mi vengono i brividi…

      1. I molti errori di Monchi sono evidenti, ma le dimissioni erano inevitabili.
        Visto che aveva detto di voler confermare il tecnico fino a fine stagione indipendentemente dall’eliminazione in champions e qualcun’altro (Si dice che Pallotta sia stato consigliato da Baldini) da lontano ha deciso diversamente, lui non poteva non andarsene, pena fare la figura del gioppino.
        Indipendentemente da come la si pensi sull’avvicendamento Difra-Ranieri uno dei principali problemi sta qui.
        Chi comanda, che sia Monchi, Baldini o chi per lui deve avere pieni poteri e la responsabilità delle sue scelte.
        Monchi ha fatto male? Va silurato e sostituito, però finché è lui il ds la sua parola deve essere legge.
        Peraltro è la stessa ragione per la quale se n’è andato il fumante.
        Se in una società non si capisce chi ha il potere di decidere le cose importanti i dipendenti ne approfittano X farsi i cazzi loro. Garantito!
        A questo proposito dico la mia sulla questione Massara ds trattata sotto da Downunder.
        Secondo me come scout e tra i migliori in assoluto, mentre come gestore di risorse è tutto da scoprire.
        Se però lavorerà nella situazione dei suoi predecessori, vale a dire senza poteri certi e con un supervisore da oltremanica, non potrà che far male.

  24. Da questa sera tornerò a vedere le partite, perché D.F. e M. non ci sono più.
    Ma chi sarà il prossimo allenatore???
    chi potrebbe accettare di venire a Roma nel caos totale??

    1. Ciao Julia.
      Se Ranieri arrivasse tra le prime 4 verrebbe confermato.
      Se non ce la facesse, potrebbe tornare Eusebio o prenderanno un’allenatore di 2 fascia che non si opporrebbe alle inevitabili cessioni dei migliori: Giampaolo o Gasperini.

      1. Trovo difficile la conferma di Ranieri anche se arrivassimo tra le prime 4.
        A meno di un exploit clamoroso, tipo 10 vittorie o giù di lì.
        Penso invece che Sir Claudio rimarrà alla Roma in altre vesti.
        Per il prossimo allenatore si punta molto su Sarri ma bisognerebbero verificarsi determinate situazioni…

  25. @@@ Peter

    Massara POTREBBE fare bene, ma anche NO.
    E in questo momento alla Roma servono certezze.
    Massara ha (forse) portato Under: in realtà sull’argomento si espresse Monchi qualche tempo fa rivendicandone la paternità.
    Di sicuro fu Massara a trattare Kessie (trattativa poi non portata avanti da Monchi) e a fare un sondaggio per Soyuncu (ottimo).
    Ma Massara fu anche quello che intavoló la trattativa per la cessione di Salah a soli 40 ml, per il quale Monchi riuscì poi a strappare qualche milione in più al Liverpool.
    E fu Massara a portare Defrel a Roma, giocatore assolutamente mediocre ed inadatto a vestire la nostra maglia, balzato agli onori delle cronache (come ha scritto sotto Pierrot) nella giornata odierna per aver tentato di sfuggire ad un controllo della Polizia in stato di ebbrezza schiantandosi contro un muretto.
    Insomma si è voluto fare la rivoluzione?
    Adesso si mettano le persone giuste nei ruoli cardine.
    Dovendo cambiare, Ranieri è una delle soluzioni migliori per guidare la squadra nelle ultime 12 partite.
    Ma Massara non credo sia in grado di gestire l’attuale delicata situazione.
    Non si vuole prendere un’altro DS?
    La soluzione interna potrebbe essere Baldini ma questo vorrebbe dire andare contro Totti.
    Sempre più convinto che la soluzione migliore era continuare con Eusebio confermandolo in caso di 4 posto e valutando l’addio a Monchi a settembre sulla base della bontà o meno del mercato fatto.

    1. sono d’accordo con te
      anche se credo che Defrel l’abbia voluto DiFra
      ma cio’ che conta ora, come sottolinei tu e DDRmaancheno, é non sprecare l’ennesima occasione, dobbiamo rifondare e partire in modo meno improvvisato, avere le idee chiare, e loro in società le competenze giuste.
      Staremo a vedere, mi auguro solo che non sia una altra era Baldiniana

  26. E Intanto Defrel scappa ubriaco dalla polizia e distrugge il Mercedes.
    Era triste e depresso per le partenze
    di Di Francesco e Monchi.
    Gran professionista,non vedo l’ora che ritorni a Roma.

    1. >Defrel 🤬🤬🤬
      Una volta era Cicinho, poi è arrivato Peres, anche Radja era un fan della birra.
      Adesso questo
      Tutti alla Roma???!!

  27. oggi gara in salita ma mi aspetto per le ovvie motivazioni una chiara vittoria.
    arrivo di ranieri: dal punto di vista calcistico modulo nn lo amo molto, ma in qst momento credo l’unico possibile. ha fatto una conferenza stampa molto, molto positiva (e scontata) , dimostrando il perchè sia stato scelto. conosce l’ambiente ed i problemi ed in primis ha responsabilizzato i calciatori, ora senza alcun alibi, e gli stessi tifosi tirandoli dentro. ottimo, ora speriamo che riesca a tirar fuori dai giocatori tutto….speriamo riesca anche a valorizzare quei giocatori che dopo qst mesi si sono deprezzati…penso ad esempio a Shick e coric… ovviamente non è la soluzione ai mali della roma, ma in qsto momento l’unica soluzione possibile

  28. @ un saluto a Sam di Genova.
    Spero si sia ripreso un pò dalla tragedia che lo ha colpito.
    Mazzate che ti segnano per sempre,
    ma che allo stesso tempo ti aiutano e ti rafforzano nell’affrontare questa vita,
    di cui non sei padrone.

    Un saluto da AVE Sam 👋

    1. Ciao Ave!
      Ti ringrazio del pensiero. Venerdì 8 sono passati 6 mesi da quando è morto Alex. Difficile farsene una ragione, ma purtroppo ho l’obbligo di andare avanti.
      Quanto meno sto provando a tornare a fare la solita vecchia vita.

      1. ❤❤❤❤🌟🌟🌟🌟
        Uh grande abbraccio anche da parte mia e di tutta la mia famiglia
        🇿🇦

  29. Il prossimo ds avrà un compito quasi impossibile… dovrà mettere a posto i disastri combinati da monchi.
    Paragono questa situazione a quella del primo mercato di sabatini il primo anno degli americani. Purtroppo occorre rifondare tutto con una rosa svalutata. Pensate che stanno per tornare alla base gonalons e defrel altri misfatti che ci lascia in eredità lo scemo spagnolo

  30. Premetto che Ranieri mi piace, il suo essere romanista vero me lo fa piacere ancora di più e ricordo bene ancora ora la grande rimonta con lui i panchina, purtroppo non coronata per un pelo dallo scudo.
    Detto questo, il suo discorso di insediamento che sicuramente sarà piaciuto a molti io l’ho trovato un po’ troppo ruffiano.
    Non nego l’importanza del supporto dei tifosi allo stadio dei quali io stesso faccio parte, ma dire che un giocatore deve tenere determinati comportamenti perché “così vogliono i tifosi” mi sembra filosoficamente sbagliato ed un chiaro tentativo di captatio benevolentia.
    Uno dei principali problemi a Roma è che non è chiaro chi decide e chi risponde delle decisioni sbagliate ed anche per questo un allenatore che esordisce spostando ogni responsabilità da sè per addossarla ai giocatori mi sembra che non faccia ciò che deve, ciò che serve.

    Invece mi sono piaciute molto le parole di Ranieri su Schick che, al contrario di Rebel qui sotto, considero un grande talento.
    La mia forse unica speranza per il resto della stagione è che, come spesso capita coi cambi in panchina, alcuni giocatori in ombra possano vedere la luce, Schick in primis, e che questo possa aiutarci nella difficile corsa al quarto posto.
    Se poi non lo raggiungeremo almeno avremo giocatori cresciuti su cui puntare per il futuro.

  31. Mamma mia…. Stasera il solo leggere i nomi nella difesa della Roma mette inquietudine… Manco una neopromossa come il Parma ha una difesa peggiore. D’altronde sono le macerie lasciate dallo spagnolo. Leggevo che alcuni quotidiani sportivi danno questa partita come ultima possibilità per Schick. Io non credo che si avranno risposte diverse dal ceco. È un giocatore scarso. Lo ha dimostrato da un anno e mezzo a questa parte. Spero però che Ranieri riesca quantomeno a motivare questa accozzaglia di scarpari messa insieme dal fenomeno spagnolo. Speriamo almeno in questo.

  32. Spiace per DiFra come uomo, ma ormai la situazione era degenerata e bisognava cambiare. Nessun rimpianto invece per lo spagnolo, i danni che ha fatto saranno difficili da ripianare. Adesso leggo che vorrebbe portare Zaniolo all’Arsenal… ma un bel Vaffa no?

    Stasera intanto schieriamo una difesa horror e l’unica speranza è che l’Empoli è una delle squadre che segnano meno di tutte…

    Ammesso che stasera si vinca, già a Ferrara sabato sarà dura e dopo arriverà il Napoli.

    Strano che pochi sul forum mettano in luce uno dei problemi più grotteschi e pazzeschi di questa squadra, cioè l’incredibile serie di infortuni muscolari, quasi un record mondiale.

    Ho fiducia in Ranieri ma sul piazzamento CL non la vedo bene, i punti di distacco dalle milanesi cominciano ad essere tanti. Il Milan ha trovato la sua strada e va come un treno con Piatek vero colpo di mercato per gli anni a venire, l’Inda ha i suoi problemi ma se recupera Icardi sarà dura, e poi dovremo andare a Milano.

    Al di là degli avversari, comunque, temo che quest’anno la Roma abbia incontrato una serie di circostanze negative che si sono accumulate e che hanno compromesso la stagione. Credo che alla fine sarà EL e voglio vedere come si muoverà la società senza Champions.

    In linea generale concordo con chi vede in Pallotta e Baldini il vero problema della Roma. Lo sostengo da sempre e per me è un’evidenza palese.

    1. Buongiorno a te ed a tutti gli utenti del sito.
      I punti di distacco dalle milanesi sono più o meno sempre quelli.
      Se faremo il nostro dovere stasera con l’Empoli saremo a tre dall’inda con il derby di Milano alla prossima giornata, quando noi andremo in casa della spal.
      Considerato che tra un po’ ci sarà anche Inda-Roma e che per il resto abbiamo più o meno calendari simili a mio avviso non è un problema di distacco, ma di capacità di colmarlo.
      Credo che il discorso “da tifoso” quale è di Ranieri sia piaciuto a molti, ma le difficoltà restano, tantopiù che abbiamo una rosa ridotta all’osso dagli infortuni.
      Forse l’unica carta da giocarsi ad oggi era proprio un richiamo al senso di appartenenza, ma temo non sia sufficiente.

      Per il resto, in attesa che qualcun’altro si compri la Roma, mi accontenterei di un organigramma chiaro, con poteri e responsabilità ben definiti.
      Mi sembra che uno dei problemi principali siano infatti gli equivoci da questo punto di vista.
      Le decisioni per quel che riguarda la Roma non possono essere prese da uno che non sa nulla di calcio e che resta a Boston anche per gli ottavi di champions, il quale si consiglia con un soggetto esterno (Baldini) che vive in Inghilterra, esautorando chi ha cariche formali in società.
      Dove non è chiaro chi comanda i topi ballano.
      Tollererei anche Baldini, a condizione che sia chiaro che chi comanda è lui è che stia a metterci la faccia tutti i giorni a Trigoria.

  33. Probabile sarà un 4-2-3-1 con olsen, karsdorp, jesus, marcano, santon, nzonzi, cristante, coric, el sharawy, florenzi, shick.

    Curioso di vedere coric, un ragazzo dal talento enorme, che ha giocato solo 45 minuti senza mai infortunarsi.

  34. Poi parliamoci seriamente ragazzi, un anno di difficoltà succede a QUALSIASI società al mondo, nessuna esclusa.

    Monchi non aveva piu le prerogative per andare avanti, era insultato da tutta la città, dal 90% dei tifosi e la reazione finali con il “vi prendo uno a uno” è la dimostrazione al livello di nervosismo che aveva raggiunto.

    Di francesco stesso non aveva piu le prerogative per rimanere: troppi errori, troppi conflitti interni con i giocatori. Il tutto stava danneggiando la roma da tempo ormai.

    La roma attua forse la piu profonda rivoluzione dall’anno dell’insediamento americano, con un via vai senza precedenti: DS licenziato, Allenatore licenziato ( si dice dimesso, ma è stato licenziato ), staff medico licenziato e prossimamente anche quello atletico.

    Mi sembra di capire che ci sarà un RINNOVAMENTO perche quest’anno si è toccato il fondo in tutti i campi; non arriveremo in serie B come sembra di capire dal catastrofismo generale, ma male che ti vada finirai in europa luege… però credo che arriveremo in champions, perche ora i giocatori non hanno piu scuse.

    Credo ad un ottimo futuro, non so se vincente, ma un futuro in positivo.

  35. @@@ Rebel/Peter

    Credevo di essermi espresso in maniera chiara, ma evidentemente non è così.
    Non sto rimpiangendo Monchi.
    Pochi come me sono critici nei suoi confronti come il sottoscritto.
    Qui si parla del vuoto lasciato dal ruolo non dalla persona specifica.
    Un ruolo, quello di DS che alla Roma è fondamentale accentrando competenze che altrove spettano al DG e DT.
    Facendo un paragone forse un po’ estremo ma che rende bene l’idea è come quando cade un dittatore. Se non ne sale un’altro al potere immediatamente, il paese scivola nell’anarchia e nel caos.
    Massara potrebbe non avere l’esperienza e le spalle larghe per sostituire Monchi.

    1. ciao Down, conosco il tuo pensiero vs Monchi
      credo pero’ che per fare meglio di Monchi Massara sia più che buono, Under fu una sua scoperta
      Preferisco un DS che lavori dietro le quinte invece di uno che blatera in continuazione sventolando i suoi trofei per nascondere le sue inadempienze e i suoi disastri

  36. @ non amo parlare degli”innominabili”
    vista la mia “allergia”(non uso altri termini perché potrebbero urtare la sensibilità di qualcuno).

    Ma con la morte nel cuore, riconosco in loro una gestione più oculata della società.

    La metà dei nostri introiti.
    Giocatori pagati il giusto e sconosciuti.
    Ingaggi nella media.
    Un allenatore preso dalla primavera.

    Eppure sono là.
    Sì non fanno la c.l.
    Ma noi tranne lo scorso anno, quante
    umiliazioni abbiamo subito?

    Qualcosa non torna
    Anzi molte cose…

  37. speriamo sia l’occasione buona per cambiare rotta, anche se sono 8 anni che ci troviamo a ripetere le stesse cose.
    Speriamo che riescano a cambiare la società… anche se ho i miei dubbi, spero davvero che si possa costruire una struttura forte e liberarci del fallimento USA firmato Baldini

  38. @Cari CUCS – attilio IV
    Io no ero a Strasburgo.
    Ma di Roma passata su questo sito ne ho scritta diversa.
    Ricordi indelebili, vissuti in prima persona
    econ al collo la mia Sciarpetta datata “1982”

    Anche io a volte trovo disagio qui
    ed allora parlo di “Tarzan Annoni”…
    Un 👋 saluto

    1. Caro Ave tutti conosciamo la tua profonda passione !!!
      Certo più profonda oggi della mia, che è in fase calante, a dire poco….
      Non eri a Strasburgo perché beato te , sei molto più giovane di me e Attilio….
      Altrimenti un tifoso come te non sarebbe mancato .
      Io quat’anno ne farò 60….

      1. @ CUCS qui si parla prevalentemente della Roma del presente.
        Molte volte mi lasciano un po interdetto
        alcuni commenti dove alcuni utenti danno per scontato certezze assolute.

        Poi per carità massima libertà di opinioni ed idee per tutti.

  39. l’unico vuoto che ha lasciato la testa di culo di Siviglia é quella delle casse della Roma e il vuoto nella passione romanista di tanti tifosi.
    Che vada a farsi fottere sto mercante incompetente.

    Belle le parole di Ranieri.. finalmente un po’ di normalità dopo i deliri del pastore abbruzzese senza palle

    1. Ciao Peter,
      Tu sei uno dei più severi con Monchi, ti capisco e vi capisco…
      Ha fatto male a Roma, malissimo, ma aveva fatti bene benissimo altrove.
      Temo che la struttura societaria sia la colpa principale delle nostre annate sempre più deludenti .
      Sono contento dell’arrivo di Ranieri, ma temo sarà un finale di stagione non bellissimo.
      È una grande persona, romano è romanista.
      Ma a fine carrriera.
      Se non andremo in CL – come temo – saremo una squadra da rifondare .
      Forse è la cosa più bella che ci possa accadere .

      1. ciao CUCS, Monchi ha fallito con Shick poi si é ripetuto con Pastore e Nzonzi.. che saranno dei macigni sulle casse per il futuro della Roma
        Stava per vendere Manolas e Dzeko.. insomma scarso davvero
        Inoltre lascia per correre all’Arsenal dopo aver insultato i tifosi romanisti.
        No! per me é un piccolo uomo e molto incapace

  40. Addirittura qui ora c’è chi parla di “vuoto enorme” lasciato da questo repulisti generale. Io parlerei più di liberazione. E se a fine anno i vari Juan Jesus, dzeko, Fazio, DDR, se ne andranno sarà un’ulteriore liberazione. Non sono assolutamente fenomeni. Sono giocatori finiti o che hanno fatto al massimo 1 stagione buona come fazio. La Roma è piena di giocatori sopravvalutati e per questo strapagati che dovranno essere cacciati. E tranquilli che peggio di Monchi nessuno potrà fare. Fermo restando che il primo problema della Roma rimane questa proprietà.

  41. faccio una gentile rikiesta a ki di dovere.
    si può levare dal sito la faccia “de cul” di monchi?

  42. Pablito 10 marzo 2019 il 14:10

    Tanto per non risparmiare nulla a Monchi possiamo dire che il sostituto di Pjanic forse lo avevamo in casa,ed era Paredes,ma il fenomeno spagnolo pensò bene di venderlo allo Zenit e rimpiazzarlo con Gonalons

    __________________________________

    Pablito paredes non vendette MONCHI ma di Francesco, come strootman per esempio.

    Paredes voleva fare il titolare della Roma, non più il panchinaro, ma di Francesco gli disse che considerava DDR titolare e lui riserva, allora è stato ceduto.

    Ti dirò di più.

    Quest’anno a una settimana dall’inizio del campionato di Francesco scelse di non puntare più sul francese ( lo provó tutta l’estate ) con la richiesta di un giocatore simile a DDR e allora si prese n’zonzi. Se di Francesco avesse deciso di puntare su Gonalons oggi avremmo avuto un esterno dx in piu per dire.

  43. Sono cambiati allenatori
    Sponsor
    Direttori sportivi
    Giocatori
    Leaders
    Ma è cambiato poco.
    Se non cambia la
    Proprietà non abbiamo speranze di crescere.
    Tutto ( o quasi ) inutile con Pallotta Presidente.

  44. L’addio di Monchi lascia un vuoto enorme.
    È stata per 2 anni la persona più importante nella Roma, il collante tra squadra, tecnico e dirigenza.
    Non è possibile che ora, con il suo addio, si navighi a vista in attesa del nuovo DS in estate.
    A me spaventa questo.
    Un’ improvvisa mancanza di potere, programmazione e di visione nel lungo periodo con neofiti (Totti, Massara, Fienga …..) che assumono ruoli strategici.
    Quale giocatori bloccare per l’estate se Ranieri è solo di passaggio?
    Quale sarà la Roma del prossimo anno?
    Che fine faranno Fazio, Elsha, JJesus, DDR e Dzeko tutti in scadenza dopo l’estate?
    Quali garanzie dare a Manolas e Pellegrini per impedire loro di azionare le rispettive clausole?
    Difficile dare risposte nell’attuale situazione, mentre se si fossero confermati Eusebio e Monchi almeno le cose potevano esse gestite in maniera migliore.
    E le risposte vanno date ora.

    1. Il punto è: le risposte vanno date a noi o a chi di dovere dentro Trigoria?

      Per come la vedo io state dipingendo una realtà CATASTROFICA cosa che non è.

      Sì sta rimettendo a posto il tutto dopo le macerie VERE che hanno lasciato MONCHI e DI FRANCESCO.

      La situazione non è facile, ma neanche CATASTROFICA come in molti vogliono fare credere.

      Ad OGGI la Roma ingaggia un uomo dal carisma
      Importante, un collante tra tifo e squadra, un uomo che ad oggi per competenze è superiore a TUTTI nella Roma e dopo queste 12 partite probabile faccia il dirigente. La Roma ha già ingaggiato un grandissimo uomo che la maggior parte sottovaluta.

      Romano, romanista e mentalità al servizio di una squadra che può solo migliorare.

  45. a volte mi chiedo cosa ci sia a stare qua, dove si disquisicisce covercianamente (scusate il neologismo) su numeri e tattiche che sinceramente fatico ad apprendere…..si parla di numeri che nella somma tendono all’ 11 …….percentuali su cui ci si arruffa….e quant’ altro….

    ma sono io a non capirci un amato cazzo ???

    vi prego aiutete un povero di spirito come me, che non capisce un amato cazzo di tattiche….

    una prece per chi vorrà mettermi al corrente di questi nuovi linguaggi….

  46. la più bella risposta al momento della nostra ROMA me la hanno data i miei figli…
    domani sera( con i soldi di papà…..mai spesi così bene..)

    Se la Roma….se la sua voce è quella di mister Ranieri…quello che accetta senza clausole per puro amore della maglia giallorossa……..se la Roma…chiama….
    tutti siamo pronti a sostenerla…

    lo hanno capito prima di me, che pure ho più di 50 anni di fede giallorossa..

    Saremo con le cosiddette pezze al culo…mancheranno giocatori fondamentali….ma non fa nulla….

    non fa nulla……Saremo sempre a sostenerti, AMORE MIO…..

    …con tutto l’ amore……con il nostro unico, indistruttibile, maledetto AMORE per TE.

    1. Grandissimo !!
      Mio figlio era a Porto, l’aereo ( da Madrid) ha fatto 1 e 50 di ritardo
      E’ entrato al 35 del secondo tempo.
      Giusto in tempo per assistere ai supplementari …
      Mi capisci e ti caposco al volo!
      Entrambi presento nel
      1970 a Strasburgo !!!
      Un abbraccio
      Povera Rometta …

      1. un caro abbraccio al grandissimo CUCS.

        siamo oramai delle mosche bianche….senza conoscerci da …praticamente …bambini …in quel di Strasburgo….

        eppure qualche seme di romanismo lo abbiamo seminato….e, oggi, è fiorito …come un fiore tra la melma…

        sarà sempre un onore essere fiori tra la melma…giallorossi veri….anime ribelli a dispetto di chiunque….

        e come diceva Dante in Curva Sud..

        FORZA ROMA

      2. Caro Attilio,
        Se citi Dante vuole dire che oltre a Strasburgo, eri anche tu, dietro lo striscione dei Guerriglieri della Curva Sud, dove ho trascorso tutte le mie giornate innCurva…..
        Forse ci siamo già visti…

      3. caro Cucs, io generalmente mi trovavo alla dx di Dante..verso il centro della Sud…lì c’ era il Roma Club Prati…(io sono originario di lì)…e mi scuso per l’ inesattezza…Dante Chirighini aveva un alro grido di battaglia…..il famoso DAJE ROMA DAJE.

  47. Non scherziamo con sabatini…
    i maghi del calcio non portano a nessuna vittoria, con sabatini la roma ha già pagato pegno.
    Pietà
    Guardiamo oltre e troviamo un manager giovane e competente

  48. Sabatini non si discute ma anche lui ha fatto errori.
    Piris, Angel, Stekelenburgh cc non li considero errori e nemmeno Iturbe.
    Pjanic mai sostituto e l’acquisto di Doumbia invece si.
    Comunque sono sicuro se avessimo continuato con Spalletti e Sabatini qualche cosa si vinceva

    1. Tanto per non risparmiare nulla a Monchi possiamo dire che il sostituto di Pjanic forse lo avevamo in casa,ed era Paredes,ma il fenomeno spagnolo pensò bene di venderlo allo Zenit e rimpiazzarlo con Gonalons ……..

  49. Per risolvere i problemi della Roma serve un ds davvero bravo e con tanta esperienza.
    Massara è un principiante, Sabatini troppo emotivo.

    Penso che con Ranieri ci sarà più spazio per Pastore (speriamo che il morto resusciti)

    Olsen
    Florenzi Manolas Fazio Kolarov
    Zaniolo Ddr Pellegrini
    Pastore
    Schik Dzeko

  50. Per risolvere i problemi della Roma serve un ds davvero bravo e con tanta esperienza.
    Massara è un principiante, Sabatini troppo emotivo.

    Penso che con Ranieri ci sarà più spazio per Pastore (speriamo che il morto resusciti)

    Olsen
    Florenzi Manolas Fazio Kolarov
    Zaniolo Ddr Pellegrini
    Pastore
    Schik Dzeko

  51. E giusto per chi ha la memoria corta sul Lavoro di Sabatini
    gli 11 titolari al suo ARRIVO prima che iniziasse il suo operato erano :
    Domenica 22/maggio/ 2011
    Lobonţ , Loria , Riise , Burdisso , Rosi ,Pizarro ,Taddei , Perrotta , Vučinić ,Totti , Borriello
    SQUADRETTA CHE TERMINO 6ª a -19 punti dal Milan

    QUANDO SABATINI LASCIO LA ROMA,
    I NOSTRI 11 TITOLARI ERANO QUEST’ ALTRI!!!
    Domenica 02/Ottobre/2016
    Szczęsny , Juan Jesus , Peres , Fazio , Manolas , Strootman ,Perotti ,De Rossi , Florenzi , Džeko ,Salah
    E in Panchina avevamo gente come :
    Alisson, Emerson Palmieri,Nainggolan, Leandro Paredes, El Shaarawy
    e certo anche le 2 zavorre
    Gerson
    Juan Iturbe

    SQUADRA CHE TERMINO LA STAGIONE 2ª , CON RECORD DI PUNTI ,a – 4 DALLA RUBENTUS!!!

    Ufficialmente Prese una Rosa dal Valore di 37 milioni di euro
    E ci lascio con una del Valore di 190 milioni

    DATE A CESARE QUELLO CHE E’ DI CESARE.
    E fatevi una cura di fosforo….ancora a rompere le palle con Doumbia e Iturbe.

    1. Sabatini è un uomo di calcio, e se siamo andati regolarmente in champions è grazie a lui.
      Ma non ha problemi di salute?

      1. Si Oblomov,
        purtroppo ha problemi di salute,di quelli che ti possono accompagnare facilmente all’ altro mondo.
        Ragione per cui,
        spero propio che lasci completamente il mondo del calcio,
        SMETTA DI FUMARE,e si dedichi al giardinaggio in un paese tropicale con una massaggista privata, 40 anni piu’ giovane di lui.
        Non credo che stara’ con noi per molto tempo.
        Spero sbagliarmi.

    2. Vero ma era una gestione troppo isterica la sua, non l’ho mai apprezzata … per non parlare della fallimentare scelta degli allenatori

  52. io continuo a pensare ke il problema sia pallotta.
    quindi finkè resta lui, i problemi resteranno.

    un presidente illuminato avrebbe esonerato difra molto prima e nn a catastrofe completata. avrebbe dato imput almeno di comprare un cazzo di stopper visto i disastri marcano-fazio. avrebbe dato un calcio nl culo a ds, dottori e fisioterapisti molto ma molto prima, no ora ke sembra + una purga staliniana xfar credere alla piazza ke ci pensa lui a sistemare le cose.

  53. Credo che posso essere considerato la Vedovella di Sabatini(oltre che di spalletti)
    Nº 1 di questo Sito.
    Eppure spero vivamente che non ritorni a Roma.
    Ho troppo rispetto per lui,
    e l’ ultima cosa, di cui la Sua Salute si Benificiaria…e venire a lavorare in una Squadra e Societa’ alla deriva.
    Nessuno sembra rendersi ancora conto del danno Economico che Monchi ha fatto alla Roma.
    Senza Champions e con le sue Zavorre lasciate dietro,a svalutare la rosa e massacrare i futuri Bilanci.
    Siamo condannati a mercati mediocri per diverse stagioni.
    Spero propio per il suo bene, che Sabatini non pensi neanche un secondo in tornare.

    1. Non sono assolutamente un nostalgico di Sabatini. Anzi. Lho sempre ferocemente criticato e mai lo rivorrei vedere alla Roma. Ma i danni causati dal brutto pelato spagnolo sono incalcolabili. Una vera e propria calamità naturale che in un anno e mezzo ha devastato tutto lasciando solo rovine. Rovine costosissime tra l’altro. Altro che rescissione consensuale, la Roma avrebbe dovuto denunciarlo per procurato danno e chiedere il sequestro dei suoi beni come parziale indennizzo.

    2. di big-spalla pure io.. di sabatini no e ti dico pure il xkè.
      sebbene gli riconosco di aver comprato bene e portato a roma bei giocatori.
      è sempre stato molto sclerotico sul mercato, xdendosi tra le nuvole delle sue sigarette.
      a noi serve un ds normale, ke faccia operazioni sensate e ke nn soffra la piazza.
      sia sabatini ke el minkia monchi sno rimasti schiacciati dalle pressioni.

  54. Buongiorno a tutti
    altra riflessione su Monchi : si parla di addio,fuga e addirittura di uomo d’onore per aver mantenuto l’impegno di andarsene anche lui nel caso di esonero di Di Francesco ……..
    Difendendo ad oltranza il mister,Monchi difendeva solo se stesso e ci sono diversi segnali che fanno pensare che il DS spagnolo sia stato decisamente sollevato dal suo incarico …….
    poi il modo in cui si è congedato me lo fa apprezzare ancora meno.

  55. @ spero che Massara sia anche in futuro il nostro ds.

    La Roma ha bisogno di gente fresca, nuova, non legata a vecchi schemi.

    Ha fatto le sue esperienze, è preparato e conosce calcio ed ambiente.

    I “santoni” tanto invocati dalla tifoseria
    non hanno portato nulla
    se non plusvalenze “per il dittatore dello stato libero di bananas”.

    Solo qualificazioni servite per la sopravvivenza.
    Soldi spesi male per rinforzare la squadra.
    Centinaia di ml buttati al vento.

    12 persone in due giorni sono andate via.
    Allenatore, ds, medico, preparatori e fisioterapisti.

    Ora tocca ai giocatori.
    Personalmente non mi interessa se saranno svenduti.
    L’importante è non vederli più indossare Quella Maglia.

    Pallotta non caccerà più una lira?

    Non importa mi basta gente alla Annoni Tommasi Gerolin Rizzitelli.

    1. Gente alla “Tarzan” Annoni o bomber vecchio stampo alla Rizzitelli non li trovi più in giro. So tutti fighetti con tatuaggi e capelli colorati e piercing. Però se li trovi te li devi tenere. Mentre questa Roma vende tutti appena vede la minima possibilità di guadagno. Io ricordo la Roma dei Piacentini o degli Annoni dei Cervone che senza una lira arrivava in finale di coppa Uefa e se la giocava con onore contro l’Inter dei Matthaeus e dei Brehme. Quella era una vera Roma. No sta manica de fighetti stronzi mercenari senza palle.

      1. @ quando “Tarzan” Annoni lasciò la Roma,
        fece passare un piper sopra l’Olimpico con uno striscione
        con la scritta che se non ricordo male diceva
        “Tarzan Annoni saluta i Tifosi della Roma”.

        Per il cuore la voglia la grinta che metteva in campo
        divenne subito un beniamino per noi.

  56. Sono d’accordo con ciò che scrive oimar. Mai e poi mai rivorrei Sabatini alla Roma. Spero in un nome nuovo. Ma comunque il primo problema della Roma era e rimane la proprietà. Tutto il resto è solo una diretta conseguenza del problema che sta a monte.

  57. Buongiorno a tutti..
    Passato il repulisti che è stato ben più ampio della sola guida tecnica che a mio avviso vede in Ranieri forse l unico profilo adatto di questi tempi e in questa situazione per le ben note caratteristiche umane e di origine che come tutti voi avete ben spiegato sotto possono essere da traino per avere soprattutto un risvolto psicologico e di orgoglio da parte dei calciatori volevo concentrare l attenzione sul ceo Fienga che ha preso pieni poteri operativi da qualche mese..
    Vuoi vedere che questultimo a cui non si può con certezza ascrivere tutte queste ultime decisioni abbia lo spessore da poter condurre con una certa fermezza la nostra sciagurata nave giallorossa?
    Certo sta che allontanare circa 10 persone dell area sportiva in un giorno qua non si è mai visto soprattutto per il fatto che molti problemi fisici e di recupero sono stati una costante negli ultimi tempi..
    Certamente staremo a vedere se ci sarà il suo peso rilevante nel corso del mercato estivo o meglio nel riassetto societario x la nuova stagione, ma una certa intransigenza e fotte decisionalita in Baldissori non la si riscontrava..
    Per il ruolo di Ds non saprei ad oggi.. Massara è un ragazzo molto serio e si vede.. Probabilmente però ci sarebbe bisogno di una persona un po’ più dentro i meccanismi e forse pure più esposta mediaticamente per dare slancio all insieme.. Non un pagliaccio ma nemmeno un Giuntoli o un Faggiano per carità ci si scansi da Mirabelli che so pesci piccoli.. Forse una offerta x Berta Dell atletico o Pecini potrebbe essere una buona idea..
    A me piace tanto Petrachi.. Ha una visione globale molto positiva dei calciatori e come era in campo mi sembra un topo tenace anche come Ds..

    1. Fienga non è un’uomo di Sport.
      Nella sua vita ha fatto altro.
      Faccio difficoltà a vederlo alla guida dell’area sportiva.
      Massara è bravo ma è anche un punto interrogativo.
      Non sarà facile disfarsi di tutta la zavorra presa da Monchi senza rimetterci.
      Come non sarà facile gestire i giocatori con clausola ed i rinnovi spinosi.
      In questo momento di vuoto di potere potremmo essere oggetto di manovre atte a portarci via i nostri migliori giocatori.
      Per questo avrei preferito che Monchi rimanesse fino a settembre, per concludere trattative già avviate e sistemare i pacchi da lui presi.
      Senza lui serve ora una persona autorevole, in quanto da sempre il DS a Roma è il dirigente più importante.

      1. Premesso che sono rimasto molto deluso dalla fuga di Monchi.. Concordo conte che lui stesso avrebbe dovuto portare avanti un risanamento agli errori commessi che poi il fatto che era legato a doppia mandata alla permanenza di Difra a me sa tanto di scappatoia.. Perché nel lavoro si possono sbagliare le valutazioni anche sugli allenatori..
        Su Fienga ho esposto un pensiero in merito alla gestione di questa settimana e magari sulla intraprendenza.. Certo è che in società ci sono ragazzi come Balzaretti De Sanctis Conti Totti e Massara che di calcio ne hanno macinato quindi magari un buon dirigente decisionista ed intraprendente sa cogliere i momenti ed i pensieri.. E passare all azione.. Sicuramente avremo bisogno di gente di calcio e forse in questo momento il pensiero va a Marotta che forse con questo assetto sarebbe stato l optimum sia x il campo che per la gestione

  58. Leggo di gente che sarebbe contenta del ritorno di sabatini : veramente cose da non credere!!!! Ma tutti i mezzi sudamericani presi, gli infiniti cambi stagionali e intrastagionali, i doumbia e le famigerate stecche(non di sigarette) non se le ricorda più nessuno?!? Per favore sabatini no, meglio qualsiasi altro…

    1. Proprio perché abbiamo la memoria lunga sappiamo apprezzare con obiettività l’operato di Sabatini mentre tu evidentemente senza argomenti e con una memoria selettiva tiri fuori i soliti luoghi comuni (stecche, doumbia, sudamericani …) per screditarlo.
      Nessuno dice che Sabatini è il miglior DS al mondo. Personalmente gli ho sempre rimproverato una scarsa considerazione del vivaio e l’incapacità di saper costruire una rosa equilibrata. Ma tra lui e Monchi c’è un’abisso, almeno per quello che i due hanno fatto vedere a Roma.

  59. Lorysan
    “SPERO CHE CON RANIERI e una società composta da persone di esperienza e competenti possano finalmente dare continuità”

    “Voglio credere che dopo questa botta pallotta capisca che in società serva un filo conduttore, un qualcosa che possa unire tutti.”

    Ciao Lory,
    ti rispondo qui. Credo che nessuno qui possa considerarmi tra gli anti-pallottiani del sito, na questa mancanza di continuità nell’area tecnica è una costante che vedo da tempo e che temo caratterizzerà ancora la Roma americana.

    La cosa migliore che possa fare Ranieri è andarsene a fine stagione, soprattutto per se stesso. In caso contrario non vedo perché non debba andarsene come successo ai suoi predecessori (e a se stesso qualche anno prima), tra amarezza e polemiche.

    La società ha certamente una sua organizzazione ben strutturata da diversi punti di vista, ma dal punto di vista sportivo ha sempre vissuto un po’ alla giornata, tra sogni di rinnovamento presto dismessi e vecchie glorie di ritorno, come Ranieri, appunto.
    Sono d’accordo con Down quando afferma che le nostre maggiori fortune sono arrivate dell’unico elemento dell’area tecnica che ha potuto lavorare qui per un po’ di anni: Sabatini.
    Per il resto gli unici fili conduttori di questa esperienza americana sono Pallotta e Baldissoni, persone che hanno fatto crescere la Roma, ma che hanno anche ripetuto alcuni errori nel tempo. Di Francesco è stato lasciato solo a gestire una crisi più grande di lui, come scrive Pablito, così come-aggiungo io- fu lasciato solo Spalletti a rispondere agli attacchi continui per la questione con Totti. La società tende a non intervenire fin quando arriva a tagliare qualche testa.

    L’unica figura importante dell’area tecnica destinata a rimanere a lungo sembra essere il solo Totti. Attacchiamoci allora alla lungimiranza del nostro sempiterno capitano, sapendo però che Francesco potrebbe non avere fuori dal campo gli stessi mezzi che aveva dentro, che il suo è un ruolo da inventare e che la sua indole non è forse la più adatta per trasformarsi nel perno di una nuova era.

  60. @ 10 persone oltre a Difra e Monchi,

    hanno lasciato la Roma in questi due giorni.

    Medici, preparatori, fisioterapisti.

    …da lontano si intravede il 14/7/1789

  61. @ rugantino2014

    la ha bisogno di rientrare nella normalità
    fuori dalle luci dei riflettori.

    Per ora Massara e Ranieri mi sembrano le persone
    più indicate.

    Possono giocarsi le loro carte.

    La presunta onnipotenza di questi anni che cosa ha portato?

    Spendere (male) centinaia di ml di € per stare al passo con squadre lontane anni luce da noi.

    Fuori le milanesi, che cosa è entrato nel carniere?

    1. ma guarda ke io sno d’accordo cn te.
      ma cme fai a pretendere la normalità da paperino, affetto dalla sindrome di napoleone ke ogni benedetto anno dà l’imput di fare e disfare la squadra. in 9 anni nn ha imparata nulla dai suoi errori, e lo dimostra il fatto, ke tra i papabili ds spuntano ancora dirigenti stranieri..

  62. Poveri noi e povero Ranieri. Certo che sì parte ad handicap.
    Fuori la coppia centrale titolare Manolas-Fazio.
    Fuori il migliore terzino: Kolarov.
    Fuori DDR ed i due centrocampisti offensivi titolari: Pellegrini e Zaniolo.
    Fuori infine Dzeko.

    1. Sicché questa appare la formazione più o meno obbligata:
      4231
      Olsen
      Flore/Karsdorp JJesus Marcano Santon
      Cristante Nzonzi
      Kluivert Pastore/Coric El Sha
      Schick

      In particolare la difesa mette i brividi

      1. Concordo.
        – Meglio Flo di Karsdorp: il danese col Porto è stato imbarazzante.
        – Meglio Coric di Pastore: ormai sappiamo cosa può dare Pastore (poco) mentre Coric potrebbe essere una rivelazione.
        – Meglio Elsha di Perotti: l’argentino è appena rientrato e sta giocando troppo. Rischio infortunio.

      2. io farei un bello e compatto 4-4-2.
        magari è la volta buona ke schick facendo da 2punta si svegli.

  63. Buonasera a tutti
    una critica che mi sento di esprimere verso la società è quella di essere debole con i calciatori :
    nessuno è riuscito a far cambiare atteggiamento a Dzeko che è stato spesso indolente e nervoso ,ma che dopo 20 partite aveva messo a segno la miseria di 2 gol,
    Florenzi ha un atteggiamento scazzato e gioca senza entusiasmo,ma a quanto pare nessuno gli ha fatto capire che era il caso di pensare a migliorare un rendimento a di poco deludente,
    dopo le indegne prestazioni contro Viktoria Plzen,Entella e Fiorentina dovevano spiegare a Pastore che alla Roma ci si deve impegnare,
    a NZonzi ,in considerazione dell’ esborso per ingaggio e cartellino (quelli si da campione del mondo …..) dovevano far capire che alla Roma non basta fare il compitino in mezzo al campo …..
    Potrei andare avanti ancora per molto ma credo di aver reso l’idea

  64. Pare che anche Zaniolo abbia accusato un problema al polpaccio e debba sottoporsi in serata ad esami strumentali.
    Vuoi vedere che gli tocca riesumare Pastore? O magari Coric..

  65. @ Massara ha fatto esperienza, di calcio ne sa.
    Forse il nuovo ds ce lo abbiamo in casa.

    Mister Ranieri ha dodici partite per riassettare la baracca.
    Può giocarsi le sue carte.

    Siamo andati in giro per il mondo
    a cercare fenomemi.

    I risultati sono sotto gli occhi di tutti.

    Ritroviamo quell’umilta’ perduta.
    Spirito attaccamento passsione unità
    che ho visto sparire anno dopo anno.

    Siamo la Roma, non possiamo permetterci manie di grandezze.

    Pochi soldi?
    Che ci sia uno che sappia spenderli.

    Il PSG insegna.

    1. ..see, xkè paperino secondo te promuove massarà.
      il pesce puzza dalla testa e mi sa ke di teste ce ne stanno troppe..

  66. io ancora nn ho capito ki prende le decisioni nlla roma.
    pallotta, baldini, zecca, la lupa capitolina, la raggi?
    siamo tornati indietro di 9 anni..
    alla prima gestione sabatini-luigino dve il caos regnava sovrano.
    detto ciò, cme se nn bastasse sento circolare i nomi di ds stranieri.
    evidentemente nn si vuole proprio far tesoro dgli errori commessi.
    io voto un italiano tra berta, ausilio e petraki.

  67. Raccolgo spunti che vengono dai commenti di Val, Peter e Lory per sottolineare che senza dubbio bisogna dare la Roma ai romanisti (PETER), a professionisti che amano i nostri colori e non vedono la nostra società come una meta di passaggio ma come il punto massimo cui anelare.
    Senza dubbio (LORY), nonostante errori fatti e scelte strategiche discutibili, non si può imputare a Pallotta ed alla società in generale il fatto di non aver profuso sforzi notevoli per rendere la Roma sempre più competitiva.
    E credo che VAL abbia colto uno dei problemi maggiori che ha questa società, ovvero quello di non avere una continuità.
    Quando questa continuità c’è stata (i 5 anni di Sabatini) è stata costruita, mattone dopo mattone, una squadra fortissima dove si sono alternati due tra i migliori portieri al mondo come Szczesny ed Allison, due attaccanti di valore mondiale come Dzeko e Salah, un centrocampo che all’epoca era uno dei migliori al mondo (Strootman, DDR, Pjanic, Naingollan) e centrali di difesa che avrebbero giocato titolari nei maggiori club europei (Benatia, Marquinos, Rudiger, Manolas).
    Questo per dire che dovendo ora cambiare senz’altro Ranieri è la soluzione migliore nell’immediato ma vedendo le cose in prospettiva forse Pallotta avrebbe dovuto dare maggior credito all’accoppiata Monchi-Eusebio. Ma è anche vero che lo stesso Monchi invece di smantellare la rosa avrebbe dovuto mantenere più possibile l’ossatura della squadra.

    1. ..mah, io uscirei dallo slogan “la roma ai romanisti” ma ke vordì? nulla.

      il problema è ke da qndo è arrivato pallotta si è navigato “sempre” senza un progetto tecnico-sportivo. se poi un progetto dura un anno.. avete ragione voi.
      e cmq io posso capire ke fino allo scorso anno c’era il problema ffp (poi qlkuno mi spiegherà un giorno xkè gli altri club se ne fottono dlle regole) ok.

      ma qllo ke è successo a partire da luglio nn ci azzecca + col ffp, qua abbiamo a ke fare cn dirigenti incapaci ed una società debole ke lascia partire un giocatore a mercato kiuso.

  68. VAL:”Il vero miracolo di Pallotta sarebbe allora quello di ottenere qualificazioni Champions e una semi-finale con una società sportiva priva di stabilità economica, stabilità tecnica, gestionale e di preparazione atletica. Un marasma nel quale tutti sono di passaggio, non solo i giocatori ma anche chi li compra, chi li allena e chi ne cura la tenuta atletica. Vincere così significa vincere sui nervi, non sulla programmazione. Difficile.”

    Giustissimo il tutto, ma cosa di intende per programmazione? Una società come la roma, vive al di sopra delle proprie possibilità ogni anno, non per mancanza di fondi, ma per volontà di andare sempre oltre.

    Se la roma non avesse programmazione non sarebbe mai arrivata in semifinale e non sarebbe mai entrata per 5 anni consecutivi in champions luege con possibilità di entrarci anche quest’anno.

    Un anno di “deficienza” generale può accadere in QUALSIASI SOCIETA AL MONDO, tanto piu se si naviga sempre al limite delle proprie possibilità.

    Il real per esempio lo sta avendo quest’anno, il barca lo ha avuto anni fa e cosi via.

    Guardate lo united che spendendo 200-300mln ogni estate e con un allenatore pagato 15-20mln l’anno, ha fatto le peggiori stagione della storia recente, il che vuol dire che il denaro è relativo e che i rapporti interni tra mister e squadra sono la cosa fondamentale in un team e penso che ci abbia fatto qualsiasi sport di gruppo, ma anche singolo, capisca questo mio ragionamento.

    LA cosa che invece mi rende STRANO è che qualsiasi sconfitta sia una GRANDE sconfitta a roma e mai nessuna vittoria sia una GRANDE vittoria… ma non solo con gli americani, ma nella storia della roma intera. Gli anni dei 4 allenatori, degli scandali interni, dei quasi fallimenti, degli scudetti persi all’ultima giornata, dei 7-1, della perdita in finale contro la lazio fino alle stagioni buttate perche non le giocavi proprio…

    Io però mi sento di dire che le idee che porta la società ogni anno sono buone e che hanno portato non vittorie, ma traguardi importanti per crescere… crescere… SPERO CHE CON RANIERI e una società composta da persone di esperienza e competenti possano finalmente dare continuità, amore e normalità ad una società e città che ha maledettamente bisogno.

    Ranieri in tal caso è la migliore scelta che si è potuta fare, in quanto conosce ed ama questa città e maglia, che non ha bisogno di dimostrare nulla ma di far dimostrare ai giocatori chi sono, perche quando guardano in faccia ranieri non vedono , con tutto l’amore del mondo, di francesco ma uno che ha addosso un alone di leggenda ( impresa piu importante della storia del calcio secondo me ) , uno per cui portare rispetto.

    Voglio credere che dopo questa botta pallotta capisca che in società serva un filo conduttore, un qualcosa che possa unire tutti.

  69. il pappagallo di Pallotta voleva portare Paulo Sousa…
    Ranieri é venuto grazie a Totti, che sia arrivato il momento di vedere una Roma più romanista senza quei viscidi personaggi alla Baldini?

    Che Pallotta si occupi dello stadio e delle cubature per Goldman Sachs.

    Che la Roma venga restituita a chi la ama davvero, basta pagliacci DS e allenatori smidollati e senza palle.
    Basta figure di merda, basta falsi profeti e venditori di fumo..

  70. *Aleste*

    A me sembra che per Pallotta non si tratti di una tantum.
    La Roma macina allenatori come il Palermo di Zamparini, senza contare anche altre figure come i preparatori atletici e (ora) i Ds.

    Se tutti quelli che scegli li mandi via o li fai fuggire dopo poco, le tue capacità gestionali meriterebbero una riflessione seria.

    Il vero miracolo di Pallotta sarebbe allora quello di ottenere qualificazioni Champions e una semi-finale con una società sportiva priva di stabilità economica, stabilità tecnica, gestionale e di preparazione atletica. Un marasma nel quale tutti sono di passaggio, non solo i giocatori ma anche chi li compra, chi li allena e chi ne cura la tenuta atletica. Vincere così significa vincere sui nervi, non sulla programmazione. Difficile.

    Un ultimo punto che considero importante: questa annata deludente a cosa è dovuta? I giocatori, gli errori del Ds, del tecnico, ecc. Va bene.

    Ma c’è una costante che-forse- è più forte di questi errori. La nostra Roma, purtroppo, ha la tendenza ad afflosciarsi dopo aver conseguito risultati importanti. Non ricordo quale giornalista, dopo l’exploit del primo Garcia, escluse con fermezza la Roma per la corsa scudetto dell’anno successivo. “La Roma raramente si conferma dopo un buon anno”. Purtroppo aveva ragione.

    La Roma ha fatto il proprio record di punti e l’anno successivo ha sfiorato la finale di Champions. Il tonfo sembrava scritto nella nostra storia. La domanda è: gli errori in sede di mercato, quelli in allenamento, quelli tattici, sono davvero più forti della nostra tendenza storica?
    Dopo annate gloriose si diceva anche di De Rossi che era un giocatore finito, che non si allenava, che non si sapeva dove passasse le notti. Oggi sembra un altro. È possibile che capiti lo stesso con Shick, NZonzi, ecc.?

    Ho pochi dubbi sul fatto che la Roma da qui a fine campionato faccia meglio. Ne ho sul fatto di avere una squadra in costante crescita e che possa puntare a vincere in futuro.

  71. Così per mettersi l’anima in pace, qualche veggente mi vuole anticipare i prossimi due anni di Roma?
    A parte gli scherzi, spero che chiunque arrivi a sostituire monchi sia lasciato libero di lavorare serenamente. Ma troveremo sicuramente un altro “nemico” interno è combattere. Anche magari il solito pallotta, che ha colpe del tutto relative.

    1. Il nuovo DS deve fare due cose semplici semplici. Non farci fare delle figure assurde come nelle vidence Mahrez e Malcom. E comprare calciatori adatti all’allenatore di turno, e nient’altro. Io non chiedo tanto. Poi lo dobbiamo lasciare in pace per qualche anno

    2. Erminio i tifosi della Roma sono meno umorali di come li descrivi e comunque non dissimili da altre tifoserie.
      Monchi ha goduto di grande credito.
      Per molto meno in altre piazze sarebbe stato lapidato molto prima.
      Basterebbe ricordare il caso Salah, quello di un giocatore svenduto alla squadra che ci ha fatto fuori in semifinale di CL con l’egiziano nostro carnefice. Oltre al danno la beffa.
      Ricordo che la scorsa estate era stato anche applaudito dalla tifoseria durante il ritiro.
      Per quello che può valere, poche volte mi sono trovato in disaccordo con Sabatini mentre con l’andaluso questa è stata quasi una costante. Nessuno, almeno il sottoscritto, ha crocifisso Monchi per aver puntato su giovani.
      Monchi è stato criticato per altre scelte che da subito sono sembrate senza senso e poco dopo si sono confermate tali.
      Chi lo sostituirà verrà giudicato in merito al suo operato, niente di più, niente di meno.

  72. Buongiorno a tutti.
    Sir Claudio è chiamato ad una vera e propria impresa.
    Riuscire a centrare il quarto posto con questa squadra, reduce da una doppia mazzata tra derby e champions, sarà difficilissimo, quasi impossibile.
    Tanto più che si comincia con le due partite contro Empoli e Spal che vanno vinte a tutti i costi per continuare a coltivare la speranza di agganciare le milanesi, ma da una parte saranno partite giocate alla morte da squadre in piena lotta retrocessione, dall’altra tra squalifiche ed infortuni si troverà senza pedine fondamentali come Dzeko, Kolarov, Manolas e Pellegrini.

    In attesa di vedere già nella fondamentale partita di lunedì se l’impresa può riuscire si discute del nuovo ds.
    Dico subito che a me l’attuale reggente Massara piace molto.
    Se si esclude Zaniolo che è un acquisto quasi casuale di Monchi, il miglior giocstore nel rapporto qualita/prezzo preso negli ultimi due anni è Under, arrivato proprio grazie a Massara.
    Massara è da anni la punta di diamante nello scouting della Roma, ma ultimamente, grazie alle maggiori responsabilità, sembra cresciuto molto anche nelle capacità negoziali, come dimostra appunto l’acquisto dell’attaccante turco.
    Posto però un recente ed interessante articolo sugli altri papabili per il ruolo.

    “Da ieri Ramón Rodríguez Verdejo, meglio noto come Monchi, non è più il direttore sportivo della Roma. Al momento la società capitolina ha optato per una soluzione interna per rimpiazzare lo spagnolo, affidando il ruolo a Ricky Massara, che verrà supportato da Balzaretti e Totti. In estate però il club giallorosso cercherà una figura di maggior spessore ed esperienza alla quale affidare la direzione sportiva. Secondo quando riportato da Il Messaggero, un nome da tenere in considerazione in questo senso è quello di Ausilio, poiché non è certa la sua permanenza all’Inter. Piace molto anche Giuntoli, ma attenzione all’outsider Petrachi. C’è poi anche chi si propone, come Mirabelli.”

    Petrachi è da anni il mio preferito. Poche chiacchiere e tanti fatti. Difficilmente sbaglia un acquisto e si dimostra bravo anche a vendere.
    Ausilio bisogna riconoscere che quest’anno ha fatto un mezzo capolavoro, Riuscendo a soddisfare a pieno le richieste di Spalletti ed a far quadrare contemporaneamente i conti grazie a cessioni strategiche, sopratutto dei primavera.
    Notevole anche l’acquisto di De Vrji a parametro zero.
    Qualche cazzata l’ha però commessa pire lui, da gabigol, passando per Joao Mario, per finire proprio con Zaniolo.
    Gli altri papabili non mi piacciono e preferisco di gran lunga Mazzara.
    Si vocifera infine di un possibile ritorno del Fumante.
    Se il cambio di allenatore a questo punto rischia di non sortire alcun effetto positivo, quello di ds appare fondamentale per la programmazione della prossima stagione.
    Speriamo che si decida per il meglio. Per favore non Mirabelli.

    1. Condivido Dero, la tua analisi ma con dei distinguo.
      Su AUSILIO, che non rientra tra i miei preferiti, ho dei dubbi legati alla limpidezza di alcune operazioni condotte in estate per superare le forche caudine del FPF. Non capirei poi perché l’Inter non dovrebbe confermarlo a meno che tra lui e Marotta non ci siano frizioni.
      GIUNTOLI non credo possa essere un’obiettivo perseguibile.
      PETRACHI sarebbe la mia terza scelta.
      MIRABELLI per me è improponibile. Sarò forse un po’ troppo radical chic, ma dopo aver avuto come DS persone colte, intelligenti e dotate di un’eloquio forbito, passare a Mirabelli sarebbe scioccante.
      CAMPOS del Lille sarebbe come reiterare l’errore Monchi: ci vogliono DS italiani che conoscano il nostro calcio.
      PECINI sarebbe la mia seconda scelta: dopo Sabatini è senz’altro il miglior talent scout in circolazione.
      SABATINI alias FUMANTE sarebbe un ritorno a me graditissimo e la mia prima opzione per distacco. Peraltro potrebbe lavorare in sintonia con MASSARA fino ad una consegna definitiva del testimone che al momento potrebbe ancora essere prematura.

  73. Personalmente consideravo l’avventura di Eusebio alla Roma l’ultimo treno per provare a costruire quella stabilità che ci è sempre mancata. Per questo motivo il suo addio e quello di Monchi mi hanno particolarmente intristito.
    Temo che a questo punto la Roma resterà questa: buone stagioni alternate da altre storte e nessun trofeo.

    Pallotta ha fatto quello che fanno i cattivi presidenti: ha delegato le scelte facendo allo stesso tempo il decisionista. Due cose poco compatibili, che hanno portato il nostro allenatore a vivere per mesi a un passo dall’esonero, cosa che di certo lo ha desautorato agli occhi della squadra più velocemente.

    Fatte salve tutte le critiche sugli errori commessi, non riuscirò mai a convincermi che una delle serate più belle che io abbia vissuto in giallorosso sia arrivata perché il girone era facile, e il sorteggio fortunato e il Barcellona indebolito. No. È arrivato perché c’era Eusebio Di Francesco in panchina, un pazzo che ci credeva.

    1. Pallotta ha fatto quello che fanno i proprietari.
      Ha delegato ad un manager “competente” ( viene da ridere ad associare questa parola a monchi) se il manager non porta risultati lo sostiuisce. Non ci vedo nulla di strano…
      Per eusebio e per monchi l’avventura alla roma era finita almeno da dicembre

    2. Commento condivisibile, ma forse la realtà ( freddamente parlando ) viene distorta da noi romanisti sul fatto della semifinale… Di Matteo vinse la Champions con il Chelsea, ma la vera differenza in Champions la fanno gli stimoli dei giocatori e raramente l’allenatore. Difesa ci ha creduto come ci credevano molte persone; aveva l’obbligo morale e professionale di crederci.

      Purtroppo per quanto mi riguarda non mi cambia ciò che provo per di Francesco che lo considero al pari di MONCHI colpevole di questa DISTRUZIONE lasciata a Roma.

      Dopo il grande lavoro di Spalletti che ha lasciato un eredità importante di gioco e di singoli, la squadra pian piano ha subito un DOWNgrade costante.

      Mi dispiace ma io sono POSITIVO perché ora vedo la Roma libera da due zavorre ( parlo sempre della coppia, non del singolo ), perché questo erano diventati tati i due.

  74. Non è dato sapere cosa si siano detti Monchi e Pallotta, nè si può avere certezza sulle probabili frizioni tra il DS e altri dirigenti, ma certo quella di Monchi sembra una fuga senza grande onore.
    Un’addio che sembrerebbe preparato da tempo, non certo una decisione del momento.
    Devo dire che la cosa ormai me l’aspettavo, e non nascondo una certa delusione per aver creduto nella sincerità dell’uomo quando affermava di voler restare a lungo nella Roma.
    Se infatti il giudizio sull’operato del professionista era impietoso non ho mai nascosto che la persona mi piaceva.
    E pensavo che il suo orgoglio lo spingesse a voler porre rimedio alle innumerevoli cazzate commesse.
    Invece con l’esonero di Eusebio, ha preso la palla al balzo e si è tolto un grande peso.
    Mi auguro non pretenda buonuscite.

    1. Simul stabunt vel simul cadent
      Qualche tempo fa lo avevo scritto.
      Stanno insieme o cadranno insieme.
      L’uno proteggeva l’altro.
      Sono andati via insieme.
      Giusto così.

  75. Duecento milioni di plusvalenze con giocatori comprati da Sabatini.
    E se ne va lasciandoci con le sue Zavorre e Pippe strapagate.
    ER GENIO… PAGLIACCIO, MEZZO UOMO…

    SEMBRA SOLO IERI CHE STO STRONZONE ARRIVAVA TRA I FUOCHI ARTIFICIALI…E DOPO UN MESE DICHIARAVA
    IN CONFERENZA STAMPA :
    LA ROMA
    NON È UN SUPER MERCATO.

    L’ ENTRATA DEL LEONE , L’ USCITA DEL COGLIONE.

    1. fuggito cme un coniglio, ke vergogna.. xlui e xnoi ke assistiamo a sto sfacelo.
      ma io sarò contento solo qndo il + grande dei cojoni leverà le tende,
      finkè resta lui nn cambierà nnt..

  76. Duecento milioni di plusvalenze con giocatori comprati da Sabatini.
    E se ne va lasciandoci con le sue Zavorre e Pippe strapagate.
    ER GENIO… PAGLIACCIO, MEZZO UOMO…

    SEMBRA SOLO IERI CHE STO STRONZONE ARRIVAVA TRA I FUOCHI ARTIFICIALI…E DOPO UN MESE DICHIARAVA
    IN CONFERENZA STAMPA :
    LA ROMA
    NON È UN SUPER MERCATO.

    L’ ENTRATA DEL LEONE , L’ USCITA DEL COGLIONE.

  77. Finalmente un record !!
    200 milioni di plusvalenze, alisson il top!
    Nella bacheca dove lo mettiamo sto record ?
    PS
    I problemi del calcio sono i fumogeni …..

  78. Ora su Sport Mediaset
    “”Monchi lascia con un record di 200
    Milioni di Plusvalenze
    Alisson il suo capolavoro !””

    Sintesi perfetta del calcio
    Moderno, del perché perdiamo, del perché paghiamo buonuscite, del perché vendiamo.

    Disgusto.

  79. ..già inizia bene lavventura di claudio martello II,
    xla proxima gara mankeranno circa 200 giocatori, mah.

    cmq ranieri è un signore, nonké un gladiatore romano di un calcio romantico oramai sparito. nessuno avrebbe accettato un contratto di 3 mesi, senza clausole o vincoli.
    detto ciò, un applauso a monchi, ke dopo i disastri compiuti scappa cme un ladro da roma.

    peccato ke il problema principale rimane sempre spallotta e già ieri qndo ho sentito nl toto-ds il nome del direttore sportivo dl lille, ho capito ke la roma nn ha speranze..

  80. @ CUCS un presidente non c’è.

    Quando mai è stato vicino alla squadra con la sua presenza nei momenti difficili?
    Quante partite ha visto?
    In quante partite importanti è stato notato più che per la sua assenza che presenza?

    Sempre impegnato a lavorare per lo stadio?

  81. @ ancora andate avanti con la storia che chi critica questo o quel personaggio
    questa o quella situazione, non sia della Roma?

    Libertà di opinione e di idee.
    Se poi non coincidono con le proprie, o se ne discute
    o si passa avanti.

    @@ La Roma in questo momento è a pezzi
    è inutile negarlo

    Si navigherà a vista da qui alla fine,
    poi riprenderà la consueta abitudine a cui oramai da nove anni
    “ci abbiamo fatto il callo”.

  82. Ranieri è forse la miglior soluzione possibile a 12 gare dal termine.
    Ma sistemato l’allenatore, mi preoccupa molto di più il ruolo di DS.
    Se sarà Massara a gestire il mercato estivo, quest’ultimo dovrà mettere le mani nel casino che ci ha lasciato Monchi (e che sarebbe stato opportuno sistemasse lui prima di andarsene).
    Vado ad elencare la pesante eredità dell’ispanico:
    – evitare l’attivazione delle clausole ridicole di Pellegrini e soprattutto quella di Manolas
    – riuscire a tirar fuori qualche euro dagli inutili Pastore, NZonzi, Olsen, Marcano, Defrel, Peres e Gonalons
    – trovare soluzioni per non svalutare i vari Schick, Kluivert, Karsdorp, Coric
    – evitare di perdere il controllo su giocatori di sicuro avvenire come Tuminello e Frattesi
    – rinnovare i giocatori in scadenza come Dzeko ed Elsha

  83. Ma non lo so Ivan Gamberini, davvero non so se è più da laziali osteggiare chi ha portato la Roma ad essere una squadra a quasi 30 punti dalla prima in classifica, una squadra dove è la normalità prendere 7 reti dalla Fiorentina o venire asfaltati dalla Lazio, dove si passa sopra ad uno 0 a 2 interno subito dalla Spal o un 2 a 0 esterno dal Bologna, dove si gioca un ottavo di Champions contro la più scarsina della competizione e si beccano 3 pallini, o se invece, COME FAI TU, si difende a spada tratta i responsabili di tutto questo disastro. Io credo che sia più da laziale volere che tutto questo scatafascio continui (come avresti voluto tu) e sbellicarsi di risate prendendo per il culo a più non posso i tifosi romanisti. Io continuo a pensare che sei un troll. Anzi lo spero. Perché altrimenti staresti messo piuttosto male.

    1. Ognuno ha la propria opinione Rebel, e le proprie sensibilità.
      C’e Chi adora Pallotta o che lo considera il
      Meno peggio
      Io non sono tra quelli.
      C’e Chi odia Monchi
      Io lo stimo per il suo passato, vero e concreto, ben sapendo che a Roma ha fatto male.
      Non sono tra quelli che ha amato DIFRA perché non mi sono mai divertito ( quest’anno) e poco lo scorso anno.
      Non mi è mai piaciuto il suo carattere dove pare assente l’umilta’.
      So che è una brava persona, tifoso della Roma e persona per bene.
      Ma non mi siedo più a vedere la Roma come facevo sino a due anni fa.
      Adoro Ranieri.
      Come uomo, come romano, come romanista.
      Scelta giusta ?
      Non so davvero…
      Temo che la CL ce la scordiamo quest’anno….
      Vedremo.

      1. D’accordo ma qui non si tratta di opinioni. I risultati parlano da soli. La scarsità totale della stragrande parte degli acquisti di Monchi è accecante. Davvero non riesco a capire quali argomenti si possano trovare per difendere tutto ciò.

    2. Quest’anno – straconcordo – c’e poco da difendere …e/o da salvare ….
      C’e Solo da azzerare tutto
      A partire dal Presidente però altrimenti è tutto inutile

      1. Si certo. Il primo responsabile è Pallotta e la dirigenza romanista tutta. A Roma ci vuole un vero presidente che metta al primo posto i risultati sportivi della squadra. Cosa che Pallotta non ha mai fatto.

    1. Un saluto Julia!
      Monchi – che io stimo per il suo passato – a Roma, come giustamente dici, ha fallito ed è andato via.
      Giusto così.

  84. La colpa è di Dzeko?
    Si ma non solo
    Vogliamo parlare della difesa?
    dove era manolas quando gli hanno rubato la palla?
    e il secondo gol? Marega arriva senza contrasto a segnare facile.
    Ridicoli prendere due gol come quelli

    1. @ ciao JULIA grazie
      un saluto a te amarcord ed a tutta la tua famiglia.
      Un abbraccio 🙂

      p.s. buona festa delle donne 🎉

  85. @Ivan Gamberini
    Come ti permetti offendere Rebel chiamandolo laziale.

    Essere contro un ds che ha distrutto una squadra da 87 punti e contro un allenatore da metà classifica non significa fare una campagna contro la Roma

    Nella Champions ci sono scontri a eliminazione e ed è ancora più importante fare gol quando si hanno le occasioni, se sbagli gol facili non meriti nulla. Bastava essere concreti e ce ne fregavamo degli arbitri che hanno sbagliato

  86. Il massimo sarebbe il ritorno del fumante.
    Da Massara mi aspetto che faccia un tentativo per Soyuncu, giocatore da lui seguito in passato.

  87. ciao coglione di Siviglia (e chi ti ci ha portato a Roma).. ricordati nella sessione estiva di riprenderti i bidoni

  88. Ha ragione Ivan Gamberini
    La qualificazione è passata sui piedi di Dzeko.
    Due occasioni enormi, nei supplementari giocati bene, al contrario dei tempi regolamentari intrisi di mediocrità.
    Parlare del rigore – che c’era – è fuorviante e allontana dai problemi.
    A parti invertite (in vantaggio e rigore assegnato allo SCHIK del Porto), eliminati da un rigore del genere, avremmo gridato allo scandalo.
    Il giocatore del Porto non vuiole colpire la palla, non spinge o trattiene schick, che “more solito” si sta allontanando dalla porta, quindi non c’è nessuna azione pericolosa, ma volendolo scavalcare, inciampa su di lui.
    Se ci avessero fischiato un rigore contro così, a 60 anni, avrei fatto invasione di campo.
    Ma i gesti della serata di Porto ( mio figlio era li, quindi ho sofferto con lui…) la dicono lunga sulla rinascita ce ci attende.
    Un allenatore – brava persona, ci mancherebbe – che non viene in conferenza stampa, fuggendo sul pulmann, è un “unicum” di cui non essere orgogliosi.
    Ed il nostro Dzeko, sui cui piedi sarebbe passata la qualificazione, con due occasioni “ciccate”, che simula un malore……
    Mi sono vergognato, lo confesso.
    Mi tengo la mediocrità della Roma, ma lontani da noi gli atteggiamenti Juventini.
    Vincere non è tutto.

    1. Non essere entusiasti della prestazione di mercoledì è legittimo CUCS, ma questo non significa non riconoscere dei torti evidenti.
      Mi dispiace ragazzi ma io non faccio passare in cavalleria degli errori evidenti solo perché in fondo “meritavamo di uscire”.
      A parte che nel doppio confronto avremo meritato noi ai punti, ma se invece di AsRoma ci fossimo chiamati Real Madrid, staremo festeggiando il passaggio del turno.
      Il rigore su Schick è netto.
      Non lo dico io ma esimi “moviolisti” ed arbitri.
      Marega è imprudente nell’andare addosso a Schick da dietro ed infatti, senza volerlo lo sgambetta.
      Stessa dinamica del fallo di Fazio su Correa.
      Poi se vogliamo dirla tutta, nell’occasione dello scavetto di Dzeko a Casillas, il portiere falcia il nostro facendolo cadere, nell’occasione del loro rigore il giocatore del Porto ha il braccio oltre la gamba di Kolarov quindi sarebbe fuorigioco, poi il fallo di Pepe su Dzeko poteva essere punito col 2 giallo e Danilo ammonito per proteste manda platealmente a quel paese l’arbitro rischiando il rosso.
      Solo per amor di giustizia e verità.

      1. Caro Down,
        Siamo fuori ingiustamente concordo.
        Ma soprattutto per la partita di andata dove il Porto non è esistito.
        Siamo stati eliminati da una squadra mediocre, probabilmente ingiustamente .
        So bene che il rigore “tecnicamente “
        C’era, ma è un rigore che avrebbero dato alla Juve o al Real.
        Continuo a pensare – da sportivo – che sarebbe stato un rigore ingiusto sportivamente.
        E che a parti invertite se lo avessero dato avrei gridato allo scandalo .
        Opinione personale ovviamente !

      2. Rispetto il tuo punto di vista CUCS, anche perché sei un tifoso vero, ma il Porto non è assolutamente una squadretta, pur essendo ampiamente alla nostra portata.
        La gara di mercoledì è stata decisa dal VAR su due episodi sfuggiti all’arbitro.
        Se adottiamo parametri diversi rispetto al regolamento per giudicare un rigore ti chiedo se fosse più indecente il nostro nel quale un giocatore con la palla tra i piedi viene sgambettato o quello del Porto nel quale c’è stata una trattenuta su un giocatore in area assolutamente ininfluente visto che la palla non l’avrebbe mai presa.

      3. Concordo sul fatto che il rigore di Florenzi non era da dare.
        La palla non l’avrebbe mai raggiunta.
        La qualificazione è passata sui piedi di Dzeko.
        Non ci ha pensato lui, a mandarci ai quarti.
        C’hanno pensato il var e l’arbitro a buttarci fuori .
        Ma prima di loro la mediocrità della nostra annata.
        Mediocrità che attrae sfiga, e non fortuna.

    2. Siamo usciti dalla Champions per due anni consecutivi per demeriti ma anche per altrettanti errori arbitrali. La storia è questa… Poi qui qualcuno è entusiasta dell ajax che passa subendo almeno 20palle golpulite in sue partite. A noi non resta che sputare sui nostri come sempre e ciò mi disgusta

      1. C’e Spesso un eccesso di critica verso la squadra ( che fa il paio con l’eccesso di amore e entusiasmo, altro grande problema nostro: guarda il povero Zaniolo, grande campioncino, che rischiai di essere stritolato dai troppi e precoci elogi) è vero.
        Lo scorso anno l’arbitraggio con il Liverpool di determinante, con due errori evidenti e determinanti.
        Però non possiamo dimenticare che ci ha buttato fuori ( al netto degli errori arbitrali ) un nostro ex giocatore, Salah, all’andata e questo dice molto a mio parere delle problematiche societarie.
        Difrancesco non mi ha entusiasmato mai come allenatore e caratterialmente non mi piace molto, visto che non ha la dote dell’umilta’.
        Monchi?
        Mi prenderò tanti insulti ma sono molto dispiaciuto che se ne va via .
        Ha vinto tanto in posti difficili e non ricchi.
        La sua vita è fatta di fatti (vittorie) e non di chiacchiere .
        A trovarne di uomini così ….

      2. @CUCS
        no io non ti insulterò mai, ma non sono d’accordo
        Monchi deve andare via
        Ha fallito

  89. Fallimento di un duo…

    Detto questo ora vedremo il valore dei giocatori dopo questa epurazione societaria.

    Il.lavoro sarà difficile, assolutamente, ma spero di vedere fin da subito una differenza di organizzazione in fase difensiva.

    Spero di vedere una squadra ORGANIZZATA prima di tutto e di non vedere più errori marchiani.

    Ranieri è un uomo carismatico, uno che porta con sè amore per Roma e la Roma, che porta un alone di leggenda su di sé dopo Leicester.

    Io sono fiducioso in un buon finale di stagione.

  90. Monchi pare che vada via subito. Se ci liberassimo subito di questo giogo potremmo veramente iniziare a programmare la prossima stagione già da subito

  91. Di Francesco paga per aver avallato due campagne acquisti /cessioni estive dissennate. Con una rosa come quella della Roma è un miracolo che sia ancora lì a 3 punti dal 4 posto. Inoltre lui ha operato scelte tecniche incomprensibili in molte occasioni. Non è un grande allenatore ma la Roma, questa Roma, è una provinciale senza aver la cattiveria delle provinciali, quindi destinata a perdere. Monchi da quando è arrivato ha speso circa 270 milioni di euro per arrivare a questa conclusione ingloriosa. Il vero responsabile rimane lo spagnolo e colui che lo ha portato alla Roma ovvero Pallotta.

    1. Hai già posto le basi per continuare la tua campagna contro la Roma. Bravo continua pure a frequentare il sito della Lazio. Almeno ringrazia che di fra e monchi ti danno questa gioia

  92. io non credo che un ds faccia mercato senza avere il benestare dell’allenatore. i giocatori che ha preso monchi sono stati comunque approvati da difra. se eusebio avesse detto: guarda, io non so dove fare giocare defrel, schick, nzonzi o pastore, non credo sarebbero stati presi, no?
    tra l’altro la politica che ha intrapreso monchi a me piace, mi piacciono i vari pellegrini, cristante, zaniolo, kluyvert, under, ecc. e anche schick all’inizio sembrava un grande colpo, mentre mi piacciono meno i giocatori bolliti come pastore (che qua molti avevano inizialmente osannato) o il cambio inconcepibile tra strootman e nzonzi.
    detto ciò, io non ricordo una partita una che la roma abbia giocato bene, compatta, veloce, in cui ha dominato la squadra avversaria.
    sono stato uno di quelli che inizialmente sperava nell’arrivo di di francesco, ma dopo un anno e mezzo sinceramente era giusto mandarlo via. sono convinto che l’anno scorso lo abbia salvato un certo alisson becker

  93. @ fa parte del gioco lui lo sa.
    E’ giovane avrà opportunità per rifarsi.

    Da questa esperienza può aver appreso molto.

    Tipo che se il tuo ds si presenta con ZNonzi e Pastore
    (pagati e con ingaggi di quella portata)

    non aspetti l’esonero, ma sei tu che dai le dimissioni.

    Gli rimproverò Defrel.
    Pensavo che il volerlo a tutti i costi, avesse una sua logica.

    Non è stato così
    Mistero.

    Comunque sia in bocca al lupo Eusebio.

    1. Anche un rigore non dato fa parte del gioco. Cosi salta difra monchi e 16 milioncini….. Ma bastava che dzeko buttasse dentro con un terraaria uno dei due palloni capitati… Comunque gli arbitraggi sono da sempre una mmmerda..Sono con pallotta… Magari ci fata l abitudine a rricevere una pacca sulle spalle… Tanto è solo un gioco… Auguri Di fra per la tua carriera per il meglio possibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.