Niente scherzi Roma, stasera vogliamo la qualificazione


Claudio Ranieri esorta a Roma a mantenere il proprio piglio anche stasera contro il Catania nei quarti di finale di Coppa Italia.
Sembra aver gia’ dimenticato tutto. L’impresa di Torino, la gioia dei tifosi, quel terzo posto in classifica che, considerando come stava la Roma quando è arrivato, sa di miracolo. Claudio Ranieri passa subito oltre. Stasera la sua squadra torna in campo contro il Catania. Alla Coppa Italia ci tiene, non vuole mollare niente. Della vittoria sulla Juventus vorrebbe non parlarne piu’. Lo fa senza esaltarsi: «Non so se la differenza l’ha fatta il carattere. Io penso solo alla mia squadra, che deve avere questo atteggiamento sempre. Lo dico sempre ai ragazzi. Come ti alleni giochi. Volevamo spingere sull’accelleratore nell’ultima mezz’ora. Ci siamo riusciti. Per riuscire a ribaltare questo risultato ci vogliono condizione atletica e mentalita’. Ci vuole la qualita’ dei giocatori, sono loro i principali artefici». Ma stasera niente scherzi contro il Catania: «Se ci facciamo prendere dall’euforia significherebbe che non siamo ancora squadra forte. Invece dobbiamo toglierfci dalla testa i festggiamenti e calarci nella realta’. Contro il Catania sara’ dura, va a mille, se non siamo concentrati al cento per cento usciamo. Invece vogliamo andare in finale, per riuscirci serve una grande Roma». (corsport)


16 commenti su “Niente scherzi Roma, stasera vogliamo la qualificazione”

  1. [quote comment=”130625″]Doni ti ispira molta più sicurezza??? :-|….a me doni piace ma julio sergio è tutt aun’altra cosa….[/quote]
    adesso kome adesso julio sergio starà piu in forma ma nn è sicuro tra i pali…lo dimostrano le ultime 2 partite, con il genova tocca 2 palloni e li regala a loro, con la juve il gol è un regalo…spero sia un periodo di così….

    Rispondi
  2. @Nibau86
    Vuoi lo stadio pieno? ma mica e la coppa d’Inghilterra o Spagna o Germania, e la coppa Italia con l’assurdo regolamento che gioca in casa il più forte…misteri all’italiana

    Rispondi
  3. Nessun problema, una squadra che per 3-4 anni è stata tra le prime 8 in europa! Abbiamo giocatori campioni del mondo, giocatori che hanno vinto uno scudetto e eono andati vicino ad un altro! Poi abbiamo Ranieri, pragmatico e con i piedi per terra! Uniti e compatti!

    Rispondi

Lascia un commento