Toni a Capodanno, Menez è intoccabile


Luca Toni è della Roma, manca veramente pochissimo. Menez invece non si tocca, il francese è dichiarato incedibile dalla società giallorossa.

Capodanno con Luca Toni. Non c’è ancora nulla di ufficiale, ma lo sbarco nella Capitale del centravanti che la Roma aspetta da quasi dieci anni, ci sarà il primo giorno del nuovo anno. Lo ha confidato lo stesso giocatore ai suoi amici, ribadendo la sua fermissima convinzione di vestire la maglia giallorossa in questa seconda parte della stagione che, per il giocatore, vuole essere della rivincita, per giocarsi la chance di andare a difendere il titolo mondiale che è anche suo in Sudafrica. La volontà di Toni in questa vicenda è stata determinante. In questi giorni ci sono da definire le ultime cose con il Bayern Monaco, ci penserà direttamente il procuratore dell’attaccante, Tullio Tinti, poi all’inizio dell’anno Toni sbarcherà a Roma, sosterrà le visite mediche e, volendo essere ottimisti, non è per niente da escludere che il due gennaio possa essere presente al Flaminio quando la Roma giocherà un’amichevole di beneficenza contro la Cisco, cioè l’ex Lodigiani dove il pennellone ha compiuto i primi passi decisivi nel calcio professionistico.

Aspettando Luca Toni, la Roma blocca Jeremy Menez. Perché, inutile girarci intorno, l’arrivo del centravanti campione del mondo non può non far pensare a un minutaggio inferiore per Mirko Vucinic, figuriamoci al talento francese (e ancora di più a Julio Baptista). Che, basta guardarlo in faccia quando siede in panchina, non è uno a cui piace troppo rimanere a guardare. Ma se per Baptista l’ipotesi di un trasferimento è un discorso che la Roma accetta ed è pronta ad affrontare, non altrettanto si può dire per Menez, arrivato due anni fa a Trigoria, pagato dieci milioni e mezzo, una clausola rescissoria da venticinque. «Menez è incedibile, non c’è neppure lo zero virgola uno di possibilità che il francese vada via» , questa la testuale risposta che ci è stata data dagli uomini mercato giallorossi a proposito della possibilità che il ventiduenne transalpino faccia le valigie per tornare a casa sua (il Marsiglia lo vorrebbe, in cambio ha offerto il cartellino di Ben Arfa, la Roma ha risposto picche). (Corsport).


LEGGI ANCHE  L'agente di Siebert avvicina il giocatore alla Roma

10 commenti su “Toni a Capodanno, Menez è intoccabile”

  1. Clo, Okaka non sarebbe una cessione eccellente poiche’ andrebbe eventualmente in Premier, dove potrebbe veramente farci vedere di che pasta e’ fatto, se riuscira’ a giocare con continuita’. Io sono preoccupato di veder partire Menez, Mexes o altri se arriveranno offerte a cui Rosella non sapra’ dire di no. E’ giusto quello che dice Marcello, dovremo vedere piu’ all’opera Menez perche’ e’ un vero talento.

    Rispondi
  2. [quote comment=”126539″]Ripeto quello che ho gia’ detto, se arriva Toni avremo qualche opportunita’ e schemi aggiuntivi per un attacco che e’ gia’ ottimo (i gol li facciamo). Non sarebbe il salvatore della patria ma neanche un acquisto inutile, secondo me, i gol li ha sempre fatti, tiene palla e apre spazi. Con Totti e Vucinic secondo me farebbe bene, nella Fiorentina e nel Palermo praticamente faceva reparto da solo… OK, 32 anni e mezzo, ma non ha mica 45 anni, no?
    Chi s’intende di calcio sa bene che l’aspetto tecnico e’ solo una delle componenti, il fattore psicologico e’ fondamentale e se un giocatore sente la fiducia del mister e dell’ambiente puo’ rendere il doppio (certo, fisicamente deve star bene, vedi Perrotta, ora finalmente recuperato al 100%). Io in questo momento sono neutro, voglio solo il bene della squadra e mi piacerebbe arivare in CL ed in fondo all’EL, tutto il resto sono chiacchiere, se ci arriviamo con o senza Toni me ne po’ frega’ de meno…
    L’importante e’ non indebolire la squadra, non vorrei che prendono Toni ma poi vendono qualcuno che in prospettiva potrebbe essere piu’ utile… Su questo sono meno neutro, Rosella non e’ credibile purtroppo ed il rischio di cessione “eccellente” c’e’…[/quote]
    appunto io nn vojo ke viene Toni xké va via Okaka ke secondo me sarà 1 ottimo sostituto del Capitano in futuro e i gol li fa

    Rispondi
  3. Ripeto quello che ho gia’ detto, se arriva Toni avremo qualche opportunita’ e schemi aggiuntivi per un attacco che e’ gia’ ottimo (i gol li facciamo). Non sarebbe il salvatore della patria ma neanche un acquisto inutile, secondo me, i gol li ha sempre fatti, tiene palla e apre spazi. Con Totti e Vucinic secondo me farebbe bene, nella Fiorentina e nel Palermo praticamente faceva reparto da solo… OK, 32 anni e mezzo, ma non ha mica 45 anni, no?
    Chi s’intende di calcio sa bene che l’aspetto tecnico e’ solo una delle componenti, il fattore psicologico e’ fondamentale e se un giocatore sente la fiducia del mister e dell’ambiente puo’ rendere il doppio (certo, fisicamente deve star bene, vedi Perrotta, ora finalmente recuperato al 100%). Io in questo momento sono neutro, voglio solo il bene della squadra e mi piacerebbe arivare in CL ed in fondo all’EL, tutto il resto sono chiacchiere, se ci arriviamo con o senza Toni me ne po’ frega’ de meno…
    L’importante e’ non indebolire la squadra, non vorrei che prendono Toni ma poi vendono qualcuno che in prospettiva potrebbe essere piu’ utile… Su questo sono meno neutro, Rosella non e’ credibile purtroppo ed il rischio di cessione “eccellente” c’e’…

    Rispondi

Lascia un commento