Mourinho, quando il calcio perde dinanzi all’ennesima buffonata


"Cosa ci fa quel…", ha tuonato il portoghese non appena lo ha visto vicino al pullman dell’Inter. "Mister, io non l’ho mai offesa", è stata la risposta. "Quella m…. deve andare in sala stampa. Vaffa…", ha continuato Mourinho, che ora rischia un altro turno di squalifica.

La sua Inter ha dimostrato di non saper vincere, lui ha dimostrato di non saper digerire la pressione. I nerazzurri non vincono da due gare e l’allenatore, da molti chiamato lo Special One, si dimostra nervoso e poco educato… Una caduta di stile dell’allenatore più pagato della storia del calcio italiano, l’esempio chiaro e lampante dell’abisso che divide il calcio dai comportamenti. Mourinho da censura per chi ama il calcio, la fede ed il colore lasciamoli per un attimo, un personaggio che mediaticamente ha conquistato, con il volere dell’editoria italiana, il palcoscenico, protagonista dell’ennesimo episodio deprecabile e pieno di squallore. Riflettete cari giornalisti, voi che ne avete fatto un’icona, tornate sui vostri passi e date a questo allenatore la dimensione congeniale, senza prime pagine… Lasciamolo nell’indifferenza più totale!


5 commenti su “Mourinho, quando il calcio perde dinanzi all’ennesima buffonata”

  1. E questo Coglion.e co la C maiuscola dovrebbe essere quello che dovrebbe insegnare l’educazione a Balotelli? Mo ho capito da chi ha preso lezioni. Montato e incompetente e maleducato.

    Rispondi

Lascia un commento