L’editoriale di Gianfilippo Bonanno


L’editoriale di Gianfilippo Bonanno.
Dopo il derby Ranieri chiedeva una bella prestazione e la Roma lo ha accontentato. I giallorossi, ieri sera al Marassi, hanno disputato una gara accorta e con tanti spunti offensivi. Perrotta e Brighi sono stati bravi a"dominare" fra il centrocampo e l’attacco dove il solo Totti ha fatto a sportellare ma quando ha avuto il tempo e lo spazio dai suoi piedi magici ha fornito assist al bacio. Sampdoria-Roma verrà ricordata per il ritorno fra i terreni di un elemento che nella Roma di Spalletti ha fatto storia, Rodrigo Taddei. Alla vigilia le parole di Ranieri avevano lasciato intendere un suo utilizzo, il tecnico della Roma ha speso parole di elogio per la cura e l’abnegazione che il brasiliano riserva al suo modo di allenarsi. Taddei è stato il migliore in campo della Roma, a tratti si è rivisto l’esterno che tutti conosciamo, ha saltato con continuità l’uomo, ha concluso a rete, ha difeso con accuratezza, quando si è ricordato che certi numeri fanno parte del suo dna, ne ha servito uno al capitano blucerchiato proprio in mezzo al campo. Decisamente migliorato. La cura Ranieri produce i suoi frutti, se gente come Julio Sergio, Cassetti (l’esterno di destra è tornato alla grande, anche dopo i festeggiamenti post derby, il laterale ha giocato molto bene, chiedete a Cassano se ha saltato con facilità l’eroe della stracittadina) e Perrotta, è tornata alle soglie della nazionale un motivo ci sarà: Ranieri ha somministrato la cura giusta, la Roma è guarita, fermo restando che alla fine della partita del Marassi, a recriminare per la mancata vittoria è proprio la Roma. Primo tempo equilibrato, un paio di occasioni per parte. Nella ripresa la musica cambia, la Roma domina e sfiora più volte il vantaggio. Domenica il primo spareggio Champions, all’Olimpico la Roma saluterà il 2009 affrontando la squadra che la precede in classifica.


4 commenti su “L’editoriale di Gianfilippo Bonanno”

  1. Hai fotografato il periodo come meglio non potevi, il lavoro di Ranieri comincia a dare i suoi frutti anche se con il modulo di Spalletti, perche’ evidentemente i giocatori si trovano piu’ a loro agio con un modulo che conoscono alla perfezione, forse un po piu’ accorto per quanto riguarda la fase difensiva. Speriamo che continuino su questa china e sempre Forza Roma.

    Rispondi

Lascia un commento