Mattia Destro


Nome: Mattia Destro
Data di nascita: 20 marzo 1991
Luogo di nascita: Ascoli Piceno, Italia
Altezza: 1.81 cm
Peso: 72 kg

LE GIOVANILI CON L’INTER E LE PRIME VITTORIE

Mattia Destro nasce il 20 marzo 1991 ad Ascoli Piceno, in Italia. Il giovane Mattia segue subito le orme del padre, anch’esso calciatore di Serie A dove collezionò 140 presenze. Dopo aver esordito con l’Ascoli tra i Giovanissimi nel 2004-2005 viene subito notato dall’Inter che lo aggrega nella propria selezione; subito vince due Scudetti, uno con la categoria Allievi ed uno con la categoria Giovanissimi ed il Torneo di Viareggio del 2008 dove viene premiato con la palma di “Miglior Giovane”. Presto diventa un punto fermo dei nerazzurri anche in Primavera insieme a Joel Obi e Luca Santon, entrambi poi passati in prima squadra qualche anno dopo. Qua si incrocia anche con Mario Balotelli, di un anno più “anziano” di lui, giocando qualche partita con la Primavera insieme.

Nato inizialmente come seconda punta, con il passare del tempo, viene spostato nel ruolo di punta centrale, più vicino alla porta, per sfruttare le sue notevoli capacità realizzative abbinate ad un ottima tecnica individuale. Nella stagione 2009-2010, sempre nella Primavera dei nerazzurri, vince anche la classifica di capocannoniere del torneo giovanile con 18 reti.

Considerato uno dei giovani più promettenti del panorama italiano, nel 2011 viene ceduto al Genoa nell’ambito dell’affare Ranocchia, appena passato all’Inter, grazie al presidente rossoblù Enrico Preziosi. Il numero 1 dei Grifoni era stato rapito dal talento del ragazzo e dalle ottime referenze dei vari osservatori su di lui.

IL PASSAGGIO AL GENOA E LA NAZIONALE UNDER 21

Il 21 luglio 2010 passa ufficialmente ai rossoblù in prestito con diritto di riscatto della metà da parte dei Grifoni. In estate partecipa agli Europei Under 19 ma l’Italia verrà eliminata al primo turno dopo 3 partite. Debutta in Serie A il 19 settembre 2010 nella gara tra Genoa e Chievo e dopo soli 6 minuti segna la sua prima rete nel massimo campionato italiano dimostrando di essere un predestinato. Esordisce anche in Nazionale Under 21 l’8 ottobre 2010 dove segna contro la Bielorussia agli Europei di categoria.

Gol di Destro Genoa-Chievo

Il 24 novembre segna anche in Coppa Italia in occasione della gara contro il Vicenza. Non viene impiegato spesso né da Gasperini, né dal successivo allenatore Ballardini a causa della concorrenza con Palacio nel ruolo di punta centrale. Riesce ad andare in gol anche in occasione di Genoa-Udinese del 16 gennaio 2011. In stagione gioca solo 5 partite da titolare subentrando in 11 occasioni.

Gol di Destro in Genoa-Udinese

Proprio nel mercato di gennaio di questa stagione diventerà definitivamente del Genoa in seguito al passaggio di Ranocchia all’Inter. I nerazzurri, vedendo lo scarso utilizzo del giocatore, decidono di non puntare su di lui e di lasciarlo ai Grifoni. A fine stagione verrà riscattato definitivamente dai rossoblù.

L’ESPLOSIONE DEFINITIVA AL SIENA E LA PRIMA CONVOCAZIONE IN NAZIONALE

In vista della stagione 2011-2012 viene mandato in prestito con diritto di riscatto obbligatorio al Siena di Sannino che sceglie di puntare fortemente sul giovane giocatore. Gioca la prima partita inaugurale contro la Fiorentina e viene sostituito al 73esimo minuto di gioco restando in panchina nella seconda giornata. Va a segno per la prima volta il 25 settembre in occasione di Siena-Lecce. Poi altre due panchine per lui ed altre due partite da titolare senza reti. Proprio durante il mese di ottobre viene dosato con maggiore cura da Sannino che sprona Destro a dare il massimo dimostrandogli che il posto da titolare non è assicurato a nessuno, nemmeno ad un talento come lui.

Si conferma anche in Nazionale Under 21, ormai già titolare fisso, dove va in gol con un pregevole pallonetto in occasione della gara tra Italia e Turchia, l’11 ottobre 2011, valevole per le qualificazioni agli Europei.

Il calciatore torna titolare e segna due reti, la sua prima doppietta in Serie A, il 30 ottobre 2011 nella vittoria dei senesi per 4 a 1 contro il Chievo. Dopo i gol un lungo abbraccio con il mister a dimostrazione del grande feeling con il suo allenatore.

Il 10 novembre 2011 segna ancora contro la Turchia, sempre con la maglia azzurra, una doppietta portando la propria nazionale agli Europei di categoria.

Diventa un titolare giocando tutte le successive partite dal primo minuto ed andando in rete ancora una volta con una doppietta contro la Lazio il 7 gennaio 2012, il primo con un gran tiro di destro da posizione defilata, il secondo con un colpo di testa. Sempre durante la gara si procura un rigore che poi realizzerà Calaiò e realizza un assist.

Segna anche in Coppa Italia la rete decisiva contro il Chievo in occasione dei Quarti di Finale che permette ai senesi di passare il turno e di arrivare in semifinale contro il Napoli dove verranno eliminati.

Si mette in luce anche in occasione di Siena-Roma dove i giallorossi vengono sconfitti per 1 a 0: è lui a procurarsi il rigore, che realizzerà Calaiò, subendo un fallo dal danese Simon Kjaer.

Dopo un digiuno in termini realizzativi di un mese si sblocca il 25 marzo 2011, sempre contro il Chievo segnando una rete, per non fermarsi più: 7 reti nelle ultime 10 partite che aiutando il Siena a sventare l’onta della retrocessione. Va in gol nella vittoria contro l’Udinese per 1 a 0 l’1 aprile 2011, segna contro il Genoa il 22 aprile e contro il Bologna, tre giorni dopo, il 25 aprile.

Il 2 maggio segna nuovamente contro la Lazio con un bellissimo colpo di testa e chiude in bellezza nell’ultima giornata di campionato segnando contro il Napoli con un temerario inserimento nella difesa partenopea dove anticipa De Sanctis e Paolo Cannavaro.

Tutti i gol di Destro al Siena

Alla fine della stagione riceve una lieta sorpresa: viene convocato nella lista dei 32 giocatori pre-convocati per gli Europei 2012 ma non viene inserito nella lista dei 23 che partono per Polonia-Ucraina 2012.

Gioca la sua prima partita con la maglia azzurra il 15 agosto 2012, a 21 anni, in occasione della gara contro l’Inghilterra disputata a Berna.

LA LUNGA TRATTATIVA E L’ARRIVO ALLA ROMA
Così con l’inizio dell’estate il Siena decide di riscattare la propria metà. Il Genoa prova in tutti i modi a trovare un accordo con i bianconeri ma la situazione non si sblocca. Il giocatore resta a metà tra i due club con il diritto, da parte del Siena, di utilizzare il giocatore per la prossima stagione.

La Roma decide di puntare forte sul giocatore e fa di tutto per trovare un accordo tra i tre club (Siena, Genoa e Roma) per portarlo nella Capitale. La trattativa, per certi versi estenuante, dura diverse settimane e viene risolta il 30 luglio 2012 quando passa alla Roma. Il giovane attaccante, non ancora 22enne, diventa il trasferimento più pagato da un club di Serie A in questa sessione di calciomercato 2012-2013: 16 milioni di euro (11,5 subito più 4,5 da pagare la prossima stagione).

Su di lui la forte pressione della Juventus ma, forte dell’accordo tra Genoa e Roma, alla fine diventa un calciatore giallorosso confermando di esser arrivato nella Capitale per sposare la nuova Roma targata Zeman.

Va in gol per la prima volta, in occasione della presentazione della Roma contro l’Aris Salonicco, il 19 agosto 2012.

Roma-Aris gol di Destro


2 commenti su “Mattia Destro”

Lascia un commento