Garcia ritrova fiducia per la sfida alla Juve


RASSEGNA STAMPA – IL TEMPO

Se è ancora presto per parlare di vittoria scaccia crisi, la serata di Rotterdam ha sicuramente tolto qualche peso in più all’interno dello spogliatoio romanista. Non a caso dopo la gara in molti sono tornati a sorridere twittando la propria soddisfazione per il passaggio del turno, lamiglior iniezione di fiducia in vista dell’imminente sfida di campionato all’Olimpico con la Juventus.

Il percorso predetto da capitan Totti, «vinciamo con il Feyenoord e poi anche lunedì con i bianconeri», è già arrivato a metà. Dopo la partita la squadra è tornata in albergo ancora carica di adrenalina (come accade sempre al termine delle gare) smorzata tra due battute e una chiacchierata nella hall dell’hotel in cui anche Rudi Garcia si è intrattenuto con famiglia e amici. Visi distesi e rilassati che hanno permesso anche di affrontare con più carica l’allenamento svolto ieri mattina in Olanda prima del rientro nella capitale festeggiato con una foto di gruppo all’interno dell’aereo: l’ultima simile era stata scattata di ritorno dalla trasferta di Parma lo scorso 24 settembre.

Se il momento nero è definitivamente passato non ci potrà essere miglior occasione di dimostrarlo affrontando la prima della classe, pronta a giocarsi il match ball che potrebbe chiudere o riaprire magicamente il discorso scudetto. Per questo Garcia a 48 ore dalla partita sembra intenzionato a non stravolgere più di tanto la formazione scesa in campo a Rotterdam. Aspettando buone nuove dall’infermeria (Ibarbo procede spedito sulla tabella di marcia) il tecnico potrà contare sul recupero totale di Florenzi e Iturbe, entrato a sorpresa nella ripresa del match con il Feyenoord.

Contro Tevez e compagni però, il primo che vuole esserci è sicuramente Totti, fisicamente pronto per affrontare la terza gara consecutiva in poco più di una settimana: considerando anche i leggeri fastidi alla schiena di Doumbia (lunedì andrà in panchina) le scelte per l’attacco non cambieranno, con il numero 10 che verrà supportato da Ljajic e Gervinho. Iturbe è pronto a diventare protagonista nel corso della gara .De Sanctis tornerà tra i pali, in difesa Yanga-Mbiwa parte nuovamente favorito su Astori mentre a centrocampo Nainggolan ritroverà un posto a discapito di uno fra Keita e Pjanic.

In tribuna Monte Mario sarà presente anche James Pallotta, che ieri sera ha cenato con Garcia e Baldissoni complimentandosi del superamento del turno in Europa League. «Sono molto contento della vittoria, ma ancora di più del comportamento esemplare di Gervinho, vittima di un episodio razzista – dice il presidente – con la Fiorentina sarà una bella partita, ora però pensiamo alla Juventus. Siamo pronti».

Per la serata dell’Olimpico sono già stati diramati un gran numero di inviti, tra sponsor legati al club e membri del nuovo consiglio d’amministrazione in arrivo dagli Stati Uniti. Il presidente infatti presiederà di persona il cda in programma a Trigoria per l’approvazione della seconda semestrale del 2014. I conti giallorossi registrano una stabilità rispetto all’esercizio precedente, anche se i proventi derivanti dalla Champions sposteranno l’asticella verso un lieve miglioramento.

Intanto per la sfida contro la Juventus, la società ha lanciato, in collaborazione con Google, il programma d’iniziativa #ROMA360: gli utenti web potranno visualizzare immagini inedite attraverso un drone che sorvolerà lo stadio prima e durante la gara.

Photo Credits | AS Roma


101 commenti su “Garcia ritrova fiducia per la sfida alla Juve”

  1. onemoretime ha detto:

    Eddai Apollo io posso anche capire l’avercela con Totti, ma far diventare un rimpianto Osvaldo è inconcepibile.. Osvaldo è un esaltato che avrebbe potuto diventare un Batistuta, ma per i limiti del suo cervello il suo massimo resterà uno scudetto vinto da 5 attaccante come sostituto di Giovinco e Quagliarella..
    Dai dimmi la verità.. Eri il fidanzatino di ilary prima che sbucasse il cap?

    Strano!

    Tutti quelli che vengono a roma hanno il cervello bacato.

    Cassano, testa di cazzo.

    Vucinic, altalenante dissociato bipolare.

    Osvaldo, delirante

    Menez, depresso .

    Mancini, cretino.

    Tutti.

    Non se ne salva uno.

    E potrei continuare.

    Anche tevez è una testa di cazzo.

    Mi domando che fine avrebbe fatto alla roma.

    Ma qualche sospetto mi viene.-

    Rispondi
  2. Eddai Apollo io posso anche capire l’avercela con Totti, ma far diventare un rimpianto Osvaldo è inconcepibile.. Osvaldo è un esaltato che avrebbe potuto diventare un Batistuta, ma per i limiti del suo cervello il suo massimo resterà uno scudetto vinto da 5 attaccante come sostituto di Giovinco e Quagliarella..
    Dai dimmi la verità.. Eri il fidanzatino di ilary prima che sbucasse il cap? :mrgreen:

    Rispondi
  3. Ma davvero questo sta ancora qua ostentando Osvaldo con articoli che dicono che è in ballottaggio con tal Calleri?
    Forrest Gump se lo magna a colazione.

    Rispondi
  4. apollo ha detto:

    Quando tovez è arrivato alla juve non lo volevano manco i cani.
    Era un lebbroso.
    Se è diventato quello che è diventato lo deve a Conte il quale appena arrivato ha preteso non la panchina ma la cessione di un pari età del granperdente il quale del granperdente ne voleva tre, e non naturalmente con riferimento ai titoli vinti, dove non esiste partita.
    Ma queste sono illazioni di un idiota. Non è necessario controbbattere o contraddire.
    Fatela passare così, come è sfuggita.
    In ogni caso se il cucchiaio di Verde col Cagliari, lo avesse fatto totti, cosa impossibile, il grancoglione avrebbe starnazzato per almeno 4 anni. Sbagliando peraltro perchè tutto sommato la giocata era ottima, ma nulla in confronto al cross in corsa a velocità supersonica operato dallo stesso Verde che ha fruttato il secondo goal e che era degno di Bruno Conti.
    Per chi capisce di calcio, quello era un cross di un campione. A quella velocità chiunque avrebbe spedito la palla in curva.
    Ma anche queste sono quisquilie.

    COME TROLL NON VALI UN CAZZO… 😉 MA PASSEREI VOLENTIERI UN PAIO D’ORA A SPARERE FREGNACCE CON TE PERHCE’ CREDO CHE SIA LA COSA PER CUI SEI NATO…
    GRANDE APOLLO O COME CAZZO TE CHIAMI , BEATO CHI TE SE GODE! 😥

    Rispondi
  5. Se si volesse andare sul banale, si potrebbe dire che a Baires è esplosa la Osvaldo-mania. Ma in verità è qualcosa di diverso, di particolare, di unico, alimentato dall’entusiasmo contagioso del protagonista e dalla voglia matta dei tifosi degli xeneizes di riconoscersi in un nuovo idolo, dopo il dolorossimo, per quanto più volte annunciato (e abortito),ritiro di Juan Roman Riquelme. Ed è stato proprio El Diez, Roman, ad affacciarsi nel ritiro del Boca per dare la spinta a Osvaldo, alla vigilia del debutto in Coppa Libertadores contro il Wanderers, giovedì sera. Dell’incontro ha parlato Diego Markic, aiutante di Arruabarrena, riferendo che Riquelme ha detto a Osvaldo che avrebbe segnato di sicuro. Evento che si è verificato, infiammando la Bombonera e attribuendo a Riquelme anche doti divinatorie.
    Ciò che ha sorpreso di Osvaldo, delle cui qualità tecniche nessuno dubita, è stato – secondo le analisi degli osservatori del calcio argentino – soprattutto la continuità con cui si è calato nella partita, lavorando molto a supporto della squadra. «Ha fatto più di quanto sperassimo» ha proseguito Markic, che dal 1999 al 2005 giocò nel Bari, apprezzatissimo centrocampista. «E’ un giocatore di esperienza e sa come muoversi. E’ un nove che oltre a finalizzare, partecipa al gioco ed è molto presente. Non è un caso che abbia trovato spazio in così tante squadre in Europa». Il quotidiano sportivo Olé, che in Argentina più di tutti si occupa del mondo Boca, gli ha dedicato una copertina-poster, intitolandola Baron de Oro, giocando sul cognome Baron della compagna, Jiména, ripresa in continuazione dalla Tv nel palchetto della Bombonera che ospita in genere Maradona.
    Lo staff del Boca deve ora decidere se schierare Osvaldo anche domani contro l’Atletico de Rafaela, nella terza giornata di campionato. Il dubbio del tecnico Arruabarrena è se lanciarlo sull’onda dell’entusiasmo, o gestirne l’inserimento preservando anche certi equilibri di spogliatoio: per ora appare in ballottaggio con Jonathan Calleri, in rete nel turno precedente contro il Temperley, per affiancare nel 4-4-2 Juan Manuel Martinez.

    Rispondi
  6. JULIA.02.ZA ha detto:

    Saluto
    tutti
    soprattutto MARIO73 e quelli che amano la palla ovale

    CIAO

    ciao julia,tutto bene,almeno il cucchiaio è stato evitato :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: 😉 😉 😉 😉 😉

    Rispondi
  7. Parlando di palla ovale pensavo che quest’anno fossimo di nuovo in lizza x il cucchiaio di legno, invece vincere ad Edimburgo in rimonta è tanta roba 😀

    Per il terzino destro, visto che Danilo è fuori portata, non mi dispiacerebbe Zappacosta, soprannominato il Cafu italiano, che si dice da tempo nel mirino del Fumante.
    A parte che è italiano e con le nove normative con le quote riservate ai provenienti dal vivaio nostrano non guasta, è veloce, tenace, abbastanza tecnico è presente anche in zona gol.
    Con Toro ed all’occorrenza Flore comporrebbe un buon reparto.

    Per la partita di lunedì non mi azzardo a fare previsioni, dico solo che a differenza di molti a me Orsato come arbitro dà garanzie. È uno che per non essersi piegato a novanta con le solite società che dettano legge in federazione ha saltato i mondiali, sebbene fosse insieme a Rizzoli il più titolato x andarci. Con un arbitraggio equo possiamo farcela.
    Alla rube mancherà Pirlo ed il Vidal attuale è l’ombra di se stesso. Radja tenuto a riposo in coppa potrebbe fare la differenza la in mezzo.
    Dajee…

    Rispondi
    • @derossimaancheno:
      Su Orsato condivido. E’ un arbitro onesto anche se forse meno talentuoso di un Rizzoli.
      Su Zappacosta: bravo in entrambe le fasi (offensiva e difensiva) ma finiremo per pagarlo una cifra simile a quella necessaria per portare Darmian a Roma, almeno 10 ml, tanti. Per questo spiace non aver approfittato dei saldi del Newcastle per Santon.

      Rispondi
      • Santon ha sempre avuto, anche al Newcastle, preoccupanti amnesie difensive.
        Anche di recente con l’Inter gli ho visto fare uno dei suoi tipici svarioni.
        Per questo, perché non mi convincono i terzini SX destri di piede (pur essendo destro da quella parte non gioca mai) e perchè ha spesso problemi fisici non mi convince.
        Certo in orestito gratuito con riscatto a 4 mln era un affare, ma se i magpies lo hanno lasciato andar via così un motivo ci sarà, no?
        Darmian invece sarebbe un’altra buona soluzione e per le finanze della Roma meglio pagare un giocstore 8/10 mln di cartellino ma dargli un mln netto scarso di stipendio che non prenderne una svincolato e dargliene 2,5/3 netti di stipendio (corca 6 lordi).
        Tra l’altro Darmian, ma sopratutto Zappacosta han un’età tale per la quale quello nel cartellino più che un costo è un investimento.

        @down under:

  8. Che partita a Murrayfield!
    Nonostante una meta tecnica non data alla fine abbiamo avuto due palle quadrate a ribaltare la partita! Grandi ragazzi!
    Speriamo che la nostra Roma lunedi faccia la stessa impresa con le merde!

    Rispondi
  9. JULIA.02.ZA ha detto:

    @Sampei:
    la Roma deve vendere DDR e comprare Simone Favaro
    non passa nessuno

    In teoria sarebbe ottimo, tocca solo pregare che non lo espellano per eccesso di aggressività 😆

    Rispondi
  10. Salah o non Salah.

    A Roma erà panchina.

    Bella la down under ha detto:

    @CommandoUltraCurvaSud:
    Chissà quanti punti avremmo avuto adesso se fossimo rimasti com’eravamo!
    E quanti ne avremmo adesso se avessimo preso Salah e Chiriches!
    Dio solo lo sa! Pero’ rimane il dubbio.
    Diciamo che l’autolesionismo di gennaio ce lo devono ancora spiegare.
    Dispiace solo aver visto operare bene tutte le altre squadre.
    Il Napoli ha trovato in Gabbiadini un elemento decisivo.
    Stessa cosa la Fiore con Salah.
    L’Inter e il Milan hanno preso mezza squadra e si sono rinforzate.
    La Juve e’ rimasta ferma.
    Noi ci siamo indeboliti nell’immediato (abbiamo giocato almeno 4-5 gare con l’attacco spuntato) facendo un mercato per il prossimo anno.

    Salha o non Salah a roma era panchina.

    Bella la battuta vero?

    Rispondi
  11. Quando tovez è arrivato alla juve non lo volevano manco i cani.

    Era un lebbroso.

    Se è diventato quello che è diventato lo deve a Conte il quale appena arrivato ha preteso non la panchina ma la cessione di un pari età del granperdente il quale del granperdente ne voleva tre, e non naturalmente con riferimento ai titoli vinti, dove non esiste partita.

    Ma queste sono illazioni di un idiota. Non è necessario controbbattere o contraddire.

    Fatela passare così, come è sfuggita.

    In ogni caso se il cucchiaio di Verde col Cagliari, lo avesse fatto totti, cosa impossibile, il grancoglione avrebbe starnazzato per almeno 4 anni. Sbagliando peraltro perchè tutto sommato la giocata era ottima, ma nulla in confronto al cross in corsa a velocità supersonica operato dallo stesso Verde che ha fruttato il secondo goal e che era degno di Bruno Conti.
    Per chi capisce di calcio, quello era un cross di un campione. A quella velocità chiunque avrebbe spedito la palla in curva.

    Ma anche queste sono quisquilie.

    Rispondi
    • @apollo:
      Del resto Conte a Tevez preferiva di gran lunga Itrurbe, altrimenti non avrebbe abbandonato una squadra che vince scudetti di seguito e con 15 punti di margine sulla seconda e con tutte le carte in regola per fare una ottima chamnpions.

      30 milioni è costato iturbe.
      In panchina.

      Con quella cifra la roma ci prendeva due tevez per quanto è stato acquistato.

      Rispondi
  12. Penso che in questo caso il ragionamento di apollo sia: Totti meglio di tevez? allora anche un Verde essendo meglio di Totti al momento (o quantomeno più in palla, và, non voglio fare incazzare nessuno 😆 ) vale il doppio di tevez. Penso fosse una provocazione, giusta o sbagliata che sia io l’ho interpretata così. Che Osvaldo sia finito in Argentina nel pieno della maturità calcistica non dovrebbe essere una cosa meravigliosa per il calciatore comunque.
    In ogni caso non diamoci dei malati di mente a vicenda, volemose bene che semo tutti romanisti (se spera almeno 😆 )

    Rispondi
    • @studiosporc:
      (anche se non credo che nessuno abbia detto totti meglio di tevez, credo sia proprio un paragone tra i due titolari del ruolo, ruolo che effettivamente fa la differenza)

      Rispondi
      • @apollo:
        Di fatti, il paragone non regge, uno fa 15-20 gol a stagione, l’altro li faceva anni fa. Purtroppo è palese questo. Se noi avessimo tevez e la juve delpiero, sarebbe diverso non c’è dubbio.

  13. Apò, il problema è che ti sei confinato in un limbo, in una situazione out/out.
    Questo succede, se non sai fare quello per cui ti stai mobilitando, succede.
    Sia che tu abbia architettato una grossolana presa in giro universale, sia che tu voglia ammaliare il prossimo con il tuo parere.
    Spesso, per non dir sempre, stupido.

    O ammetti di essere onesto e di essere profondamente al di sotto delle capacità sinaptiche dell’uomo medio, oppure ammetti di essere un troll e di far cagare anche come tale.

    La gente ti risponde non perchè la innervosisci, questo accadrebbe qualora tu avessi successo in un campo (onestà) o nell’altro (trolling).
    E’ più la noia, lo strascico, il divertimento scaturito dal gettare lo scemo del villaggio nel pozzo delle acque scure, a motivarla.

    Capisci bene che se la gente deve controbattere un “Eh, sei un grancoglione come il tuo capitano”, le togli pure il divertimento della dialettica. La tua idea di ridurre in briciole il prossimo è dirgli “sei un grancoglione”:
    Wow, che arringa eh, ora che Pessoa s’è sentito dire una cosa del genere, da un botolo di fango, andrà in terapia.
    Che deve fare? ti deride e ti da del ritardato, com’è giusto che sia.

    Tornando alla faccenda dei terzini, ed in generale alla tanto discussa rifondazione:
    Porterei all’attenzione di tutti le parole di Sabatini.
    E’ uno sforzo che non vi chiedo (citandolo), quello di andarvi a risentire la sua conferenza stampa in occasione della presentazione di Ibarbo.
    Io l’avrò sentita minimo 6 volte, forse pure qualcosa di più, perchè mi piace leggere fra le sue trame dialettiche.
    Anche e specialmente per cercar di capire dove voglia muoversi, in che reparti.
    Sabatini, alla questione sollevata da Valdiserri, il quale mostra perplessità per un gruppo di giocatori, il quale, secondo Valdiserri, mostra deficienze dal punto di vista tecnico, tattico, atletico ed anagrafico, sottolineando come questi punti di debolezza si ripresenteranno l’anno prossimo, alla luce dei contratti rinnovati, con un anno in più.
    Il riferimento a De Sanctis è quello più facile, ma parliamo anche di Maicon e Cole per esempio.
    Sabatini, oltre a non definirli punti di debolezza ma di forza (mentendo spudoratamente, a mio avviso) sottolinea come sia ancora un uomo in piena vitalità (professionale) a cui non è prevaricato alcun orizzonte.
    Subcomunicando possa pensare di cederli, o di perderli tramite risoluzione contrattuale.
    Ma afferma che, giustamente a mio avviso, i calciatori devono sentirsi pienamente coinvolti nel progetto per rendere al meglio, e nulla motiva i giocatori come la consapevolezza che non devono tirar le cuoia a fine stagione, ma che c’è un seguito ad attenderli.

    Questo per chi ne critica le capacità, di Sabatini.

    Tutti son bravi a fare somme algebriche di valori e retribuzioni, sono in pochi quelli che invece guardano al lato umano ed investono su ciò che un atleta può realmente dare.
    Ora come ora, Maicon è praticamente un uomo in meno.
    Bene, immaginatevi se avesse avuto anche la consapevolezza che il suo rapporto con noi sarebbe finito certamente in estate.
    Altro che uomo in meno, ma vero e proprio uomo in più per gli avversari.
    Immaginatevi un De Sanctis che sa di non aver un futuro professionale oltre a questa stagione che si conclude.
    Un portiere deve essere sereno per rendere al meglio, non può scendere in campo con la consapevolezza che i suoi sforzi non saranno ripagati.

    C’è molto più di quel che appare, in queste acque.

    Chioso su Santon:
    Parere personale.
    Per me, o ti chiami Maldini o non puoi fare il terzino col piede invertito.
    E’ una cosa che non accetto, proprio concettualmente.

    Detto questo, per quanto spero in meglio, non mi dispiacerebbe riprendermi Dodò, ora che non vale niente, per rivalorizzarlo e rivederlo, risolando il prossimo.

    Rispondi
  14. Intanto su Rospella Sensi:
    “L’ex presidente della Roma sarà la nuova coordinatrice della Commissione per lo sviluppo del calcio femminile, come ha annunciato ieri il presidente federale Carlo Tavecchio”
    INCREDIBILE, esce dalla porta e rientra dalla finestra. Poveri noi!

    Rispondi
  15. Serrare i ranghi e mettere gente chebpedala in campo contro la juve altrimenti sarà un altra “pagina nera” nella storia della Roma, quindi invito il Sanculotto a mettere in campo la squadra giusta almeno sil piano atletico e poi si vedrà!

    Rispondi
  16. In fase difensiva di Assou-Ekotto mi ricordo parecchie amnesie. Speriamo non sia un altro Emanuelson, ma un contratto fino a giugno garantirebbe un’alternativa, visto che di terzini ne abbiamo pochi.

    Rispondi
  17. Ormai è un flusso di coscienza incomprensibile e paranoide senza capo nè coda.
    Se i gestori del sito volessero fare un’opera pia, potrebbero risalire all’ip ed avvertire non so, un vicino di casa, in attesa dei genitori.
    Perchè il prossimo passo è che lo trovano a terra con la schiumetta che esce dalla bocca.
    Ormai non si capisce più cosa scrive, presto non sarà più in grado di chiedere aiuto.

    Se volessero fare la cosa giusta.
    Altrimenti lo avrete voi sulla coscienza, non io, che sto cercando solo di dare una mano.

    Rispondi
    • @Pessoa: Ma poi Osvalda? Cazzo, sarei sceso io dagli spalti quando in Roma-Inter ha fatto il deficiente coi tifosi! Solo Naingollan al goal della Roma gli ha detto “attaccati…”.
      Io proprio non so come vi esce di parlare della merda di Osvaldo qui.

      Rispondi
  18. CommandoUltraCurvaSud ha detto:

    Però, un bell’applauso a chi ci ha comperato DOUMBIA’ in questo stato (sperando che stia male…perché altrimneti il problema è ancor più grave…) possiamo farlo ?
    Dilettante (non Doumbia….) strapagato: di chiunque (procuratori eventualmente compresi…..) sia stata l’idea….

    Ciao CUCS.
    Doumbia e’ un ottimo acquisto anche perche’ l’hai preso in un momento in cui i club russi sono meno forti economicamente.
    L’assurdita’ del mercato di gennaio e’ stato averlo fatto in fretta e furia l’ultima settimana stravolgendo il piano iniziale che era quello di prendere solo il sostituto di Gervi (Salah o kono) e quello di Leo. Poi una volta decisa la cessione di Destro, Sabatini ha dovuto fare i salti mortali per sistemare le cose.
    Praticamente abbiamo preso 3 giocatori senza nemmeno avergli fatto le visite mediche!!!
    Roba da chiodi.

    Rispondi
    • @down under: Ciao down Under….ti leggo sempre con piacere.
      Io non so se Doumbia si dimostrerà un ottimo acquisto.
      Ad oggi forse è stato un ottimo affare per i procuratori (lo dico senza sapere se ce ne sono stati nell’affare…).
      E guardo i numeri: quando ci siamo incontrati allo Stadio di Udine, 6 gennaio, stavamo a – 1…poi abbiamo operato sul mercato……prima vendendo Destro, e poi comperando…..e dopo un mese e mezzo siamo a -9…..
      Mah……non credo al caso, credo più ad errori umani….
      Ciò detto possiamo comunque vincere lunedi, e dare un po’ di pepe al campionato…….mai dire mai……

      Rispondi
      • @CommandoUltraCurvaSud:
        Chissà quanti punti avremmo avuto adesso se fossimo rimasti com’eravamo!
        E quanti ne avremmo adesso se avessimo preso Salah e Chiriches!
        Dio solo lo sa! Pero’ rimane il dubbio.
        Diciamo che l’autolesionismo di gennaio ce lo devono ancora spiegare.
        Dispiace solo aver visto operare bene tutte le altre squadre.
        Il Napoli ha trovato in Gabbiadini un elemento decisivo.
        Stessa cosa la Fiore con Salah.
        L’Inter e il Milan hanno preso mezza squadra e si sono rinforzate.
        La Juve e’ rimasta ferma.
        Noi ci siamo indeboliti nell’immediato (abbiamo giocato almeno 4-5 gare con l’attacco spuntato) facendo un mercato per il prossimo anno.

  19. onemoretime ha detto:

    @Kun: E il trio Marazzina-Mido-J Baptista non lo consideriamo? Tutta gente ad un passo dal pallone d’oro prima di finire nelle grinfie di quello la.. Che mondo terribile..

    ao te sei scordato il mitico ciccio tavano 😆 😆 😆 zarineh 😆 e il mitico zamblera 😆 tutti con procura di apollo 😆

    Rispondi
  20. apollo ha detto:

    Almeno però il ganperdente fino ad ora avrà messo da parte una quarantina di milioni.

    ha vinto un mondiale, uno scudetto, 3/4 coppe italia,2 supercoppe italiane e di personale una scarpa d oro 🙄 se lui è perdente cassano cosa è?

    Rispondi
  21. Pessoa ha detto:

    AsRomaUK ha detto:
    La partita di Rotterdam ha confermato quello che vado dicendo da tempo. Quando corriamo, siamo una squadra forte, non inferiore alla Juve. Il problema e’ che abbiamo intensita’ solo per 30-40 minuti
    Non so, per me continua a essere una questione di testa.
    Anche in quei 30-40 minuti non è stata Roma vera.
    La Roma (e il Garcia) che si incazzava a morte pure quando prendeva il gol dell’ 1-4, che si immolava fisicamente in difesa per non far passare nulla, che giocava a un tocco, che aveva degli schemi, che ripartiva dalla propria area e in 3 tocchi era in porta (stile Roma-Inter Totti-Strootman-Florenzi), che saltava l’uomo e gli pisciava pure in testa per superiorità.
    Qualche minuto di rari sprazzi l’ho visto all’andata, per la prima volta dopo mesi.
    Questa è stata una Roma che ha avuto cuore, rabbia e voglia.
    E che fa comunque valere la giocata del singolo, di media superiore agli avversari incontrati.
    Ma la Roma era altro.
    Un’altra storia.

    Era un’altra roma si, però puo essere un buon inizio!
    A me contro gli olandesi è piaciuto molto il pressing che abbiamo fatto!

    Rispondi
    • @Skontrino: io ho visto sprazzi di buona roma, con tante buone azioni offensive e la squadra più compatta nelle distanze tra i reparti.. è anche vero che gli olandesi hanno giocato la partita senza chiudersi in 11 in difesa come invece hanno fatto le squadre italiane che abbiamo affrontato nell’ultimo periodo.. con la juve sarà un’altra partita giocata a viso aperto, speriamo di indirizzarla bene e di non prendere gol su svarioni difensivi o carambole/pasticci vari..

      Rispondi
  22. E meno male che il grancoglione non mi pensa mai.

    Manco scrivo una parola che deve subito puntalizzare e offendere.

    Naturalmente lo chiamo grancoglione solo per affetto.

    E naturalmente tevez per lui è un grancampione.

    Però in compenso non vale una sega in confronto al granperdente.

    E’ perche si fanno copagnia il granperdente e il grancoglione.

    Pari sono.

    Della roma non gliene frega niente ma pari sono.

    Secondo lui.

    Almeno però il ganperdente fino ad ora avrà messo da parte una quarantina di milioni.

    Il grancoglione cosa ci ha guadagnato finora?

    Quello di essere un grancoglione appunto.

    Rispondi
  23. Pessoa ha detto:

    C’era Santon (che per me rientra sempre in quel range Darmian-Torosidis) a buon prezzo, ora non c’è più).

    Santon ha 24 anni, e’ italiano cosa che non guasta, la stessa eta’ del tanto reclamizzato Peres ed in piu’ qualcosa come 6 anni da professionista in serie a e Premier.
    Rimane per me un mistero come mai dopo averlo cercato in passato (su ammissione dello stesso Santon), Sabatini non l’abbia preso a gennaio considerando anche la condizioni pietosa di Maicon ed il rendimento non esaltante di Cole.
    Peraltro con un prestito a 0 euro e riscatto a soli 4!!!! ( quanto abbiamo speso noi solo per i prestiti di Spolli e Ibarbo) lo portavi a casa e sistemavi 2 fascie perche’ il ragazzo le sa fare entrambe. Vabbe’ il Saba a gennaio non e’ stato impeccabile!

    Rispondi
  24. Però, un bell’applauso a chi ci ha comperato DOUMBIA’ in questo stato (sperando che stia male…perché altrimneti il problema è ancor più grave…) possiamo farlo ?
    Dilettante (non Doumbia….) strapagato: di chiunque (procuratori eventualmente compresi…..) sia stata l’idea….

    Rispondi
  25. AsRomaUK ha detto:

    La partita di Rotterdam ha confermato quello che vado dicendo da tempo. Quando corriamo, siamo una squadra forte, non inferiore alla Juve. Il problema e’ che abbiamo intensita’ solo per 30-40 minuti

    Non so, per me continua a essere una questione di testa.

    Anche in quei 30-40 minuti non è stata Roma vera.
    La Roma (e il Garcia) che si incazzava a morte pure quando prendeva il gol dell’ 1-4, che si immolava fisicamente in difesa per non far passare nulla, che giocava a un tocco, che aveva degli schemi, che ripartiva dalla propria area e in 3 tocchi era in porta (stile Roma-Inter Totti-Strootman-Florenzi), che saltava l’uomo e gli pisciava pure in testa per superiorità.

    Qualche minuto di rari sprazzi l’ho visto all’andata, per la prima volta dopo mesi.

    Questa è stata una Roma che ha avuto cuore, rabbia e voglia.
    E che fa comunque valere la giocata del singolo, di media superiore agli avversari incontrati.

    Ma la Roma era altro.
    Un’altra storia.

    Rispondi
    • @Pessoa: Concordo in pieno.
      Ed in particolare sull’esempio del terzo goal dello scorso anno a Milano.
      Splendido.
      – squadra veloce;
      – contropiede micidiale;
      – Florenzi che fa un goal tecnicamente di difficoltà elevatissima.
      Sembra un’altra squadra……
      Rivista per 15 minuti all’andata con il feyenord.
      Quella di oggi è altra cosa.
      Questo non vuol dire che lunedì non possiamo vincere.
      la Juve, stava pareggiando in casa con l’Atalanta…

      Rispondi
  26. La partita di Rotterdam ha confermato quello che vado dicendo da tempo. Quando corriamo, siamo una squadra forte, non inferiore alla Juve. Il problema e’ che abbiamo intensita’ solo per 30-40 minuti

    Rispondi
  27. JULIA.02.ZA ha detto:

    Pogba non vale nemmeno la metà di Pjanic
    Tevez non vale nemmeno la metà di Verde

    Poverino, dai, la situazione è quella che è.
    Cioè, a una persona normale cosa dovresti rispondere sulla roba su Pogba e Tevez?
    Ormai è nella fase del delirium tremens, non c’è altra spiegazione.

    I farmaci hanno probabilmente coperto bene il primo periodo successivo all’iscrizione.
    Qualche invettiva contro Totti, ci sta.

    Poi il surrealismo delle robe su Osvaldo, l’Inter, Verde meglio di Tevez, il Boca, Pogba, la carriera di Totti, ha fatto saltare il tappo, al di là del bene del male.
    L’unica opzione è il soggetto malato che nasconde le medicine sotto la lingua e le sputa quando non lo controllano.
    Insomma, si è fatto scoprire in modo troppo palese.

    E, ripeto, dispiace, come per qualsiasi essere umano in queste condizioni.

    Rispondi
  28. Doumbia ha il mal di schiena 😯 😯 😯 😯 ❓ ❓ ❓ ❓

    la cosa + importante è che non deve giocare Astori
    RUDI per favore non metterlo in campo

    Rispondi
  29. lelesong ha detto:

    comunque il camerunese non verrà tesserato per ora, è scaduto il termine ultimo per il tesseramento degli svincolati.

    di chi parli
    ❓ ❓

    Rispondi
  30. apollo ha detto:

    @Pessoa:
    Se ti volessi offendere ti direi che sei solo un povero coglione.
    Ma in realtà sei un perdente come il tuo capitano.
    Preparati ad un sonora sconfitta con quello schifo di squadra della juve in casa e con totti in campo almno per 75 minuti.
    Non uno degli elementi della juve vale più di uno della roma, e comunque un pogbà non vale manco la metà di uno come pjanic o nangollan o strootman e tevez non vale manco la metà di iturbe o verde o gervi o ljaic o doumbia o ibarbo.
    E nenanche di lamela osvaldo borini vucinic menez destro bojan.
    Tutti fuggiti a gambe levate.
    Eppure perderai.
    Perchè nanche il real i il barca può giuocare in 10 uomini.

    Pogba non vale nemmeno la metà di Pjanic
    Tevez non vale nemmeno la metà di Verde

    :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: 😆
    BENTORNATO

    Rispondi
  31. Sampei ha detto:

    @Pessoa:
    Neanche a me il livello di Toro dispiace, solo che appunto hai già il greco non vedo perchè prenderne un altro.
    Johnson mi è capitato di vederlo quest’anno qualche volta e le sue 2-3 sovrapposizioni a partita ancora le fa, poi chiaro in Italia tutto è diverso.
    Darmian invece non vale tanto di più ma ha una cosa che Torosidis non ha, ovvero ha una buona esplosività, è in salute ed è un giocatore su cui puoi fare affidamento per un tot di partite l’anno, cosa che non possiamo dire a questo punto della carriera del greco. Difensivamente però pecca ancora parecchio.
    Personalmente punterei forte su Florenzi terzino, non so perchè ma tutti gli indizi mi portano a pensare che lo possa fare con successo.
    Una decina di milioni li spenderei senza pensarci su due volte a sinistra, per un giocatore semi-affermato come Erkin, in scadenza mi sembra nel 2016, credo sia fattibile a prezzi contenuti.
    Ha l’età giusta, una buona velocità, un piede splendido (l’anno scorso 14 assist mentre quest’anno già 6) e la tempra del gran giocatore.
    Magari davvero.
    Meglio lui che giocatori alla Digne che avranno sì potenziale ma non hanno ancora dimostrato nulla.

    Sì, su Florenzi concordo.
    Se ci si mette penso che sia anche superiore a Darmian.
    Ha i piedi un sdrucciolevoli in quanto (pseudo)attaccante, ma da difensore sarebbero dei signori piedi.
    E difensivamente fa il suo.

    Sinistra o destra?
    Boh.

    Dici uno a sinistra?
    Holebas sta convincendo abbastanza.
    Lo vedo un po’ meglio di Torosidis, spinge, prova il dribbling, si inserisce, un par di cross gli escono.
    Cioè, va oltre (l’ottimo) compitino di Torosidis.

    Boh, non lo so nemmeno io.

    Diciamo che i due punti fermi sono Holebas e Torosidis, c’è da prenderne altri due (o anche continuare con Florenzi a destra).
    Io prenderei la prima grande occasione che ti capita, che sia a sinistra o destra, e agisci di conseguenza.

    Rispondi
    • @Pessoa:

      Esatto, è lo stesso ragionamento che ho fatto io. E’ un discorso che potrebbe valere anche per De Rossi, che da centrale difensivo imposterebbe tranquillamente alla Bonucci, mentre da centrocampista rimane carente.

      Avevo notato che oltre ai piedi, anche il modo in cui salta l’avversario è quello tipico del terzino, ovvero non ha il bagaglio tecnico di trick tipico delle ali ma sulla corsa può saltarti tranquillamente.

      Molto dipenderà dal budget e dalle strategie di mercato, se avessi però qualche soldo, tipo 10 milioni, li investirei a sinistra, di modo da far diventare Holebas una buona riserva. Come dicevo prima Erkin-Holebas non mi dispiacerebbe.

      A destra punti tutto su Florenzi titolare e Toro riserva, poi speri che Maicon almeno una 15ina le faccia.

      Se a destra fallisse l’esperimento Florenzi alla fine del prossimo anno investi anche lì.

      Rispondi
  32. Niente, i genitori saranno al lavoro e non possono naturalmente avere il controllo della situazione.
    Un infermo non può essere lasciato da solo allo sbando.
    E’ dissociato, ha crisi di natura isterica e, dato il deficit mentale, non è in grado di rendersene conto e peggiora sempre di più.
    E’ roba per i servizi sociali ormai.
    Ovviamente chi ne ha la responsabilità non può incatenarlo al letto.
    Ha dei diritti anche lui.

    Noi ci svaghiamo con il calcio ma la vita vera, sofferta, la abbiamo sotto il naso persino qua.
    Dispiace.

    Rispondi
  33. Piedi di piombo e concentrazione al massimo livello, con una partita vinta, non è che
    possiamo sbilanciare più di tanto la situazione…l’amore per questa squadra, quello si
    non mancherà mai…ma ora dimostrassero di averlo superato il momento critico…
    ci serve assolutamente una conferma……….poi….
    Se vinciamo questa ci buttiamo nella barcaccia prima del restauro. 😛

    Rispondi
    • @Luperik: Ma una vittoria contro un’altra squadra poteva anche essere quella della svolta. Semplicemente però l’avversario era mediocre. Solo la partita di lunedì sarà quella del verdetto. Serve sia risultato che prestazione

      Rispondi
      • @thiago94: Praticamente quello che ho scritto si riferisce a lunedì sera…
        la squadra olandese potevamo batterla anche a Roma, nonostante le nostre condizioni.
        Solo con la juve possiamo avere questa conferma… 😉

  34. Sampei ha detto:

    @Pessoa:
    Glen Johnson a gettone avrebbe già più senso, solo che se ne parlerebbe nel caso a giugno essendo ancora sotto contratto.
    Diciamo che un livello di prestazioni “alla Torosidis” dovrebbe garantirlo anche in Italia, a noi però serve il titolare quindi non credo arrivi.

    Beh, a me il livello alla Torosidis mica dispiace tanto.
    Però, boh, non sono sicurissimo che Johnson potrebbe garantirlo.

    Ovviamente per il posto da titolare post Maicon (poi, post? L’anno prossimo Maicon sta qua) uno vorrebbe di più.

    Il discorso è semplice.
    O vai di scommessa (il Maicon dell’anno scorso) per cercare prestazioni superlative ma rischiando.
    O anche un Darmian qualsiasi (che per me vale Torosidis o giù di lì) costa 15 milioni.
    Figurarsi qualcosa di meglio.

    C’era Santon (che per me rientra sempre in quel range Darmian-Torosidis) a buon prezzo, ora non c’è più).

    La questione è che, a meno di rischiare (con un giovane prospetto o con un vecchietto di curriculum), visto il ruolo, ci dobbiamo aspettare quel livello lì.

    Rispondi
    • @Pessoa:

      Neanche a me il livello di Toro dispiace, solo che appunto hai già il greco non vedo perchè prenderne un altro.

      Johnson mi è capitato di vederlo quest’anno qualche volta e le sue 2-3 sovrapposizioni a partita ancora le fa, poi chiaro in Italia tutto è diverso.

      Darmian invece non vale tanto di più ma ha una cosa che Torosidis non ha, ovvero ha una buona esplosività, è in salute ed è un giocatore su cui puoi fare affidamento per un tot di partite l’anno, cosa che non possiamo dire a questo punto della carriera del greco. Difensivamente però pecca ancora parecchio.

      Personalmente punterei forte su Florenzi terzino, non so perchè ma tutti gli indizi mi portano a pensare che lo possa fare con successo.

      Una decina di milioni li spenderei senza pensarci su due volte a sinistra, per un giocatore semi-affermato come Erkin, in scadenza mi sembra nel 2016, credo sia fattibile a prezzi contenuti.

      Ha l’età giusta, una buona velocità, un piede splendido (l’anno scorso 14 assist mentre quest’anno già 6) e la tempra del gran giocatore.

      Magari davvero.

      Meglio lui che giocatori alla Digne che avranno sì potenziale ma non hanno ancora dimostrato nulla.

      Rispondi
      • @Sampei: ‘namo bene.

        fosse vero, spero in un contratto fino a giugno e stop, non facessero un altro contratto lungo.

      • @Pessoa:

        Glen Johnson a gettone avrebbe già più senso, solo che se ne parlerebbe nel caso a giugno essendo ancora sotto contratto.

        Diciamo che un livello di prestazioni “alla Torosidis” dovrebbe garantirlo anche in Italia, a noi però serve il titolare quindi non credo arrivi.

  35. Se veramente abbiamo la minima chance quantomeno di dare un senso alla stagione,è obbligatorio vincere lunedì. Basta figure barbine soprattutto all’olimpico. In campo per correre e onorare i tifosi con la bava ai denti e smisurata voglia di vincere. Certo che un risultato negativo ci definitivamente paralizzerebbe,ma secondo me anche un pareggio non servirebbe al morale. Mostriamo di essere una grande squadra. I big match soprattutto in casa si vincono

    Rispondi
  36. Cioè, quel ritardato ha avuto il coraggio di tornare per rimarcare un gol di un ventottenne nel campionato argentino, tizio che è appena stato cacciato a calci in culo da 4 società in 2 anni?

    L’unica spiegazione è quella del Cannibale

    Il_Cannibale ha detto:

    apollo ha detto:
    C’è chi provoca goal in contropiede sull’1 a 0 in coppa e chi segna alla prima col Boca un goal spettacolare.
    Sono cose che capitano.
    L’impostante è essere titolari con La Juve.
    Per fortuna Osvaldo non ci sarà, altrimenti manco la coppia stellare costan benatia lo avrebbe fermato.
    Credo che tu sia un handicappato, nel senso più strettamente medicale del termine.
    Dico ciò con il pugno sotto il mento e leggermente annoiato.
    Per nulla scosso od animato.
    Ci sono tanti modi per dare contro Totti, paragonarlo ad uno ch’è finito al Boca Juniors è letteralmente da ritardati.
    Non so da quanto tempo frequenti l’internet, ma fai cagare sia come troll che come persona onesta che condivide i suoi pensieri.
    Sei proprio qualitativamente basso, qualsiasi sia la tua direzione.
    Aspè, e a me Osvaldo piace, questo per farti capire la stupidità di questa osservazione che hai fatto.

    Perchè un qualsiasi soggetto dotato di un q.i. anche solo leggermente superiore a quello di un bonobo, è cosciente che sbandierare la fine anticipata della carriera di Osvaldo, dopo due anni di pizze persino al Sothampton, non ha granchè senso.

    A me dispiace anche, perchè non è mai corretto prendersela con una persona in difficoltà.
    Ma i genitori, i tutori o comunque coloro che se ne prendono cura dovrebbero tenere sotto controllo il suo accesso ad internet perchè è naturale che gente inconsapevole come noi poi finisce per trattarlo in funzione di ciò che legge, gli sproloqui irrazionali e incomprensibili di un soggetto disagiato.

    Io ancora non ce credo che è venuto tronfio a sbandiera’ un gol di un 28enne in Argentina.

    Contattate la famiglia, lo tuteli.

    Rispondi
    • @Pessoa:

      Se ti volessi offendere ti direi che sei solo un povero coglione.

      Ma in realtà sei un perdente come il tuo capitano.

      Preparati ad un sonora sconfitta con quello schifo di squadra della juve in casa e con totti in campo almno per 75 minuti.

      Non uno degli elementi della juve vale più di uno della roma, e comunque un pogbà non vale manco la metà di uno come pjanic o nangollan o strootman e tevez non vale manco la metà di iturbe o verde o gervi o ljaic o doumbia o ibarbo.

      E nenanche di lamela osvaldo borini vucinic menez destro bojan.
      Tutti fuggiti a gambe levate.

      Eppure perderai.

      Perchè nanche il real i il barca può giuocare in 10 uomini.

      Rispondi
  37. speriamo non sia un fuoco di paglia

    apparte il risultato se ne sono visti ben pochi di segnali positivi, l’incapacità di chiudere la partita, l’arretrare dopo il gol, il terrore puro dei difensori, il momentaneo pareggio del fay su solita amnesia di squadra, centrocampo sottotono, attaccanti che si perdono negli ultimi metri, gioco noioso affidato più all’istinto del momento che a una precisa manovra di squadra, squadra che perde il controllo e la fiducia alla minima cazzata.

    Se non era per l’espulsione non si sa come finiva, per lunedì sono speranzoso ma ben scettico nel credere che la crisi sia alle spalle. Lunedì affrontiamo una squadra vera, il test sarà probante.

    Rispondi
    • @22.07.1927:

      sarò leopardiano ma spero solo che non arrivi un umiliazione che psicologicamente ci spezzerebbe le gambe su tutti i fronti rimasti

      Rispondi

Lascia un commento