MF-DJ, Unicredit: “Italpetroli onorerà il debito”


(MF-DJ) – Secondo quanto riporta Milano Finanza Down Jones Italpetroli onorerà gli impegni legati alla situazione debitoria nei confronti di Unicredit. Per uscire dalla querelle, ormai diventata battaglia legale, tra Unicredit e la famiglia Sensi per il debito di Italpetroli servira’ passare ai fatti. "La situazione è semplice – spiega un portavoce di Unicredit a Mf-Dow Jones -. Esiste un creditore ed esiste un debitore. Se, come abbiamo appreso dai media dalle dichiarazioni della dottoressa Rosella Sensi, si vuole onorare il credito noi ci aspettiamo proposte concrete di definizione di questa annosa vicenda  in relazione a tempi e modalità". Ieri l’a.d. della As Roma, società di calcio controllata da Italpetroli, era intervenuta per rispondere alla decisione di Unicredit di citare in giudizio la holding di casa Sensi per mancata continuità aziendale, dopo che Italpetroli non aveva ottemperato al pagamento di nessuna rata del debito nei confronti di Unicredit, debito che ammonta a quasi 300 milioni di euro. Non esiste inoltre, precisa Unicredit, alcuna possibilità, come paventato oggi da qualche organo di stampa, che le azioni avviate possano essere interrotte.


7 commenti su “MF-DJ, Unicredit: “Italpetroli onorerà il debito””

  1. a Muzioscevola, ma che stai a di? allora Rosella e la famiglia Sensi sono ” le persone di riferimento di AS Roma e di Italpetroli” solo quando gli fa comodo e se ne possono vantare? qui non e’ soltanto una questione della Roma, e’ una questione di principio, di giustizia. hai fatto un debito, lo paghi, fine. e non e’ che dopo una settimana che gli hanno prestato i soldi, Unicredit gli ha fatto ingiunzione. No, ha aspettato 4 anni, e loro non hanno fatto nemmeno il gesto, che so, di dargli indietro qualche milioncino qua’ e la” durante questo tempo. NOOOO, si sono fatti i comodi loro, la bella vita, hanno preso per il c u l o tutti e s p u t t a n a t o una delle squadre piu’ seguite del mondo del calcio. Rosella fa sch ifo, e’ il simbolo della tracotanza e dell’impunita’ di cui godono in Italia i disonesti e i cialtroni, solo per i loro appoggi politici.No caro mio, qua non si copre ne si giustifica piu’ nessuno, tantomeno sta pizzicarola da 4 soldi. e se qualcuno ancora la difende dopo tutte le porcherie che ha fatto, penso che sia GENTE SOSPETTA, DI CUI NON FIDARSI

    Rispondi
  2. [quote comment=”122859″]A MUZIOSCEVOLA il piano di rientro l’aveva gia’ concordato l’anno scorso rosella co Unicredit e comprendeva 2 rate da 150 mil. quest’anno(puntualmente non pagate)e un’altra all’inizio del prossimo anno. Se tu non paghi le rate del mutuo a te t’avrebbero gia’ tolto pure le mutande.Se lei non paga e’ giusto che la banca faccia i suoi passi e le tolga pure a lei.[/quote]
    Aho! Ma sei de coccio!Perché dici Rosella. Il debitore non è Rosella,ma IP! ci arrivi fin qui o no?

    Rispondi
  3. A MUZIOSCEVOLA il piano di rientro l’aveva gia’ concordato l’anno scorso rosella co Unicredit e comprendeva 2 rate da 150 mil. quest’anno(puntualmente non pagate)e un’altra all’inizio del prossimo anno. Se tu non paghi le rate del mutuo a te t’avrebbero gia’ tolto pure le mutande.Se lei non paga e’ giusto che la banca faccia i suoi passi e le tolga pure a lei.

    Rispondi
  4. Come si fà ad affermare che Unicredit vuole far fallire la Roma, ma se aspettano da 4 anni di rientrare dal debito e non hanno ancora versato un centesimo!!!!!!!!
    RAGAZZI MA SAPETE QUANTI SONO 400 MILIONI DI EURO???
    Questi vogliono pagare a modo loro, fare gli sbruffoni, gonfiarsi il petto e affermare pure che chiederanno i danni???????
    IN UN PAESE NORMALE, LA ITALPETROLI SAREBBE GIA’ FALLITA!!!
    E LA NOSTRA ROMA SAREBBE GIA’ ANDATA ALL’ASTA, NON VI PREOCCUPATE CHE L’AS ROMA NON FALLISCE, NESSUNO HA L’INTERESSE A FARLO, IN PRIMIS UNICREDIT!
    Però sfiderei chiunque a dire e affermare che è normale che la banca si voglia tutelare e garantirsi i soldi, questi facevano orecchio da mercante, viaggiano con la scorta, prendono stipendi milionari e di pagare non ne vogliono manco sentir parlare!!
    LA LEGGE DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI!!!
    STI DELINQUENTI DEVONO PAGARE TUTTO!!!
    PROVATE A NON PAGARE UNA RATA DEL VOSTRO MUTUO!!!!
    QUELLA FACCIA DI BRONZO SI DOVREBBE SOLO VERGOGNARE!!!!!
    VIA I SENSI DA ROMA!!!!!!!

    Rispondi
  5. Dite quello che vi pare. Sono il primo ad essere contento se Rosella vende. Ma Unicredit c’ha la rogna. Sono dei bastardi che vogliono fare fallire la squadra. Roma e la Roma sono scomodi. Adesso deve essere tutto “nordista”,sennò non va bene. Dico e sostengo che i tifosi non si devono fare prendere per i fondelli. Unicredit vuole i soldi da una società di cui è socia al 49%(!!!!!). Se come banca deve rientrare dei suoi crediti, come socia ha il dovere di sostenere la società e di proporre alle banche (cioè a se stessa) un piano di rientro sostenibile. Dico e sostengo che Rosella,nell’occasione, ha ragioni da vendere (non copritemi di insulti ma è così) e che se la cosa finisce veramente in tribunale,come credo che lei stessa sia la prima a volere, vincerà su tutti i fronti con tanto di risarcimento danni. Dopodiché,lo ripeto, sono io il primo a sperare che venda il più presto possibile.

    Rispondi

Lascia un commento