Dunga accusa e minaccia: “Punite la Roma”


(NEWS AS ROMA – DUNGA: PUNITE LA ROMA – CORSPORT) – Dunga minaccia e accusa la Roma. "Il caso di Juan verrà sottoposto all’attenzione della Fifa, perchè la Roma non ce lo ha messo a disposizione. C’è scritto nello statuto della federazione internazionale che in casi del genere un giocatore deve venire, ma la Roma ce lo ha negato. Ora chiediamo che vengano presi i provvedimenti del caso". Il ct del Brasile Carlos Dunga è apparso molto irritato nel corso della conferenza stampa della vigilia dell’amichevole di lusso contro l’Inghilterra di Fabio Capello, in programma domani a Doha. Dunga ha quindi confermato che la federcalcio brasiliana (Cbf) intende rivolgersi agli organi disciplinari della Fifa affinchè vengano presi provvedimenti nell’ambito del caso Juan, che la Roma non ha fatto partire in quanto a suo dire il difensore è infortunato. Dunga è anche incorso in una ‘gaffè, forse perchè ritiene il suo Brasile già vincitore del prossimo Mondiale. "La nazionale brasiliana è sei volte (in realtà sono cinque n.d.r.) campione del mondo – ha detto commentando ancora il caso Juan – e quindi deve essere rispettata ovunque. Non va bene che qualcuno venga qui e ci porti via un giocatore, o che impedisca loro di partire. Ci sono delle gerarchie che vanno rispettate: noi rispettiamo tutti i club, e loro devono fare altrettanto con noi".


25 commenti su “Dunga accusa e minaccia: “Punite la Roma””

  1. Fulvinho il tuo ragionamento non ha senso…c’è, ce l’ha pure…ma non è praticabile…e tu lo sai…per i calciatori dev’essere UN ONORE andare in Nazionale…onorare la maglia…è il massimo traguardo per un calciatore…lamentarsi in caso d’infortunio è sbagliato…solo da noi si sentono ‘sti discorsi…

    Rispondi
  2. Me cojoni Dunga,se i brasiliani si fanno male in nazionale,saremo noi a chiedere risarcimento danni,ora hanno rotto ,i giocatori sono dipendenti di una società di calcio,le federazioni nazionali dovrebbero pagare le società in caso di chiamata,qui inizia la guerra per bloccare ste minacce dei vari c.t. Dunga,vuoi Juan? allora devi pagare

    Rispondi
  3. Io penso che la nazionale sia un diritto di tutti.
    Penso che però ci siano delle discrepanze nel modo di affrontare il tutto.
    Se un giocatore si rompe in nazionale dovrebbero esserci delle regole per tutelare le società. Quindi, dovrebbero curarsi a spese della nazionale stessa, con la supervisione di un medico del Club cui è sotto contratto.

    Penso che un Club non possa negare la nazionale ad un giocatore, e penso anche che un’amichevole possa essere saltata da un giocatore fragile. certo non una gara di qualificazione o valida per una competizione.
    Penso in fine che un giocatore in vetrina al mondiale alzi il valore del suo cartellino, e questo dovrebbe giovare alla Roma per rivenderlo ad un prezzo più alto. Così facendo mette solo in evidenza il fatto che sia sempre spaccato e accusandolo peggiora solo le cose.

    In definitiva:

    TUTTO STO CASINO PER UNA AMICHEVOLE MI SEMBRA TROPPO.
    QUELLO CHE LA ROMA FA, PEGGIORE LE COSE PER LA ROMA STESSA.
    SAREBBE MEGLIO CHE LA FIFA SI DECIDA A RIVEDERE UN MOMENTINO LA POSSIBILITA’ DI SOBBARCARSI E GARANTIRE AL MEGLIO LE CURE DI UN GIOCATORE IN LISTA NAZIONALE.

    Rispondi
  4. Non è stata una bellissima mossa questa della società… ha fatto bene a farsi sentire ma quali possono essere le conseguenze???’verremo puniti ??? blocco del mercato??? e più bloccato di così ….

    Rispondi
  5. Io sarei fiducioso, secondo me dietro questa mancata partenza di Juan c’ è lo zampino di Montali, il quale sta lavorando, e credo bene, sul recupero psicologico dei giocatori, facendo capire il valore della maglia (almeno questa è la speranza, saranno in fatti a parlare poi … )

    Rispondi
  6. Daccordo, ma vallo a trovà in giro co sta crisi un difensore come Juan ( parlo tecnicamente) .. lo vendiamo e poi ? ci indeboliamo tecnicamente … a meno che Andreolli non è il nuovo Aldair … speriamo !

    Rispondi
  7. cominciamo a venderli sti brasiliani e cominciamo a puntare più sugli argentini… altra mentalità, altro carattere!!!!
    andasse a f.a.n.c.u.l.o dunga, juan, doni e baptista…. CE N’HO PIENE LE P.A.L.L.E DE STI BRASILIANI CHE RUBANO LO STIPENDIO!!!!!!!!!!

    Rispondi
  8. IMPACCHETTATELI e RIMANNATELI tutti a Rio de Janeiro,oltre che affancu…lo !!
    Ma chi ve se caca a magnapane a tradimento !!
    VIA i brasiliani sovversivi da ROMA !! :12:

    Rispondi
  9. la societa’ Roma prima dè compra’ i giocatori ,deve controlla’ se cianno le palle e sinceramente i brasiliani (escluso Taddei che tanto ha dato alla Roma e MERITA RISPETTO) me sembrano tutti frufru

    Rispondi
  10. Clo, anzitutto potrebbe essere il cambio di clima…potrebbe essere il lungo viaggio, insieme alle fatiche delle partite e potrebbe essere il fatto che tornano giovedì, quando c’è la partita o sabato, o domenica. A Roma si fanno male tutti…e Juan, comunque, ha detto già una volta che lì li curano meglio…

    Rispondi
  11. sul sito del cds ho letto l’altra parte dell’artikolo ke parla d Robinho ed ho letto subito qst frase : «Robinho è fuori dal match contro l’Inghilterra, ma siamo noi, e non certo il City, ad averlo deciso. Stare qui gli ha fatto comunque bene, per curarsi, così restituiremo al club un calciatore in condizioni di giocare».
    dice ke Robinho qui si kura eppure Baptista e Juan jeli avevamo dati mezzi infortunati e ce li hanno riportati kompletamente rotti ma davvero i giokatori si kurano xké a me nn sembra

    Rispondi
  12. Dunga ha tutte le ragioni del Mondo…:)
    Pessima scelta dei Dirigenti…è un amichevole, ma rischiamo d’esser puniti per una STRONZATA…e lui rischia la Nazionale…questo non si chiama usare il pugno duro…questo vuol dire darselo in testa, il pugno duro…

    Rispondi
  13. Dunga… Aridanga… Ma prenditeli tutti e tieniteli a casa tua, Doni e Juan, pero’ te li stipendi pure tu di tasca tua. Juan ha giocato il 54% delle partite nella Roma ed ha risposto praticamente sempre alle convocazioni, ma che davero davero?!?

    Rispondi
  14. a dunga forse nai kapito noi siamo la ROMA noi il rispetto nn lo diamo a ki nn se lo merita faxxxxxo te e la tua nazionale de mxxxxa vuoi il rispetto guadagnatelo no ke ci akkusi xk kome dice er libanese “er rispetto è la prima kosa pe arriva narto”DAJJE ROMA DAJJEEEEEEE

    Rispondi

Lascia un commento