E’ tempo di riflettere. Destro: perché sì, perché no


E’ uno dei temi più dibattuti fra i tifosi Giallorossi. Oltre ai soliti, sempreverdi, De Rossi e Totti da quest’estate c’è un nuovo tema spacca-tifoseria: Mattia Destro. Ci sono due fazioni, più una di mezzo, debole: la prima è quella per cui Destro sarà il bomber del futuro, della Nazionale e della Roma, e la tesi è portata avanti tramite i gol, tanti, segnati dal 22 della Roma. 14 gol nell’anno solare, 28 gol dall’arrivo in Giallorosso, in 64 presenze ma con un minutaggio scarso, il più basso degli attaccanti della Roma. I numeri vanno interpretati, si dice, ma sono un’evidenza che non si può ignorare, che piaccia oppure no. La fazione del “Destro è un pippone“, invece, risponde argomentando “ha il musone“, “è svogliato“, “non lotta“, “non è un bomber spaccaporte“. E se si presentano i numeri, la risposta è: “fa solo quello e non fa gioco“. Cosa non vera: i gol contro l’Atalanta nascono da giocate sue, post-play che hanno aperto la strada ai gol; stessa cosa contro il Parma: la punizione segnata da Pjanic è stata guadagnata da lui.

Quella di mezzo, invece, è quella del: “a segnare segna, ma è antipatico” e “buono, ma c’è di meglio”. E grazie. Esiste anche questo. In ogni caso, verosimilmente il giocatore non partirà a gennaio.

Tra i motivi per cui venderlo, c’è sicuramente quello legato alla scarsa adattabilità di Destro agli schemi di Garcia. Da sempre il tecnico della Roma preferisce utilizzare una punta dinamica, il famoso falso nueve, e questa tendenza penalizza Destro e gli attaccanti come lui, come fu per De Melo nel Lille. Nel 4-2-3-1, però, potrebbe trovare spazio, anche se ai danni di Totti.

LEGGI ANCHE  Il punto sulle cessioni della Roma: da monitorare non solo Kluivert

Tra i motivi per tenerlo, però, che sono molti di più, c’è quello legato ai numeri di Destro, che nell’anno solare è uno dei migliori attaccanti della Serie A con 14 gol, come detto, con poche presenze. Numeri sul quale investire. Non tanti da costruire intorno a lui la squadra, forse, ma è il capocannoniere dell’era Garcia e questo andrebbe preso in considerazione. E’ giovane, 1991, e attaccanti della sua età, con così tanti gol all’attivo non è frequentissimo. Dovesse partire, ovviamente, andrebbe sostituito: con chi, però? Se si considera che Immobile ha segnato meno di lui, così come Benteke, con molti minuti in più a disposizione. Eppure, la piazza preferirebbe il belga. Perché? Con chi sostituirlo, in ogni caso?

Sono considerazioni che un tifoso può mettere da parte, ma sono pensieri e preoccupazioni che non possono sfuggire a Walter Sabatini, che ha puntato su Destro investendo 16 milioni di euro. Venderlo a meno di 20 non può esistere e già sarebbe poco.

Photo Credits | Getty Images


155 commenti su “E’ tempo di riflettere. Destro: perché sì, perché no”

  1. Destro è un buon attaccante, ma non è un campione e raramente si inventa giocate da sole ti vincono la partita. Alla Roma serve un grande centravanti, un campione. Una grande squadra avrebbe un campione mantenendo cmq Destro in rosa. Mi sa che però non ce lo possiamo permettere.

    Rispondi
  2. secondo me Destro ha tutte le caratteristiche per diventare un grandissimo giocatore per questa squadra. i cali e le discontinuità ci sono per tutti i giocatori, soprattutto quelli giovani, lo stesso discorso è valso x adem, x miralem, x lamela e in questo momento vale x iturbe e destro. con questo voglio solo dire che destro è in una fase di down ma spero che presto passi, abbiamo 3 competizioni e avrà tante partite da giocare; non capisco perché i tifosi vogliano privarsi di questo giocatore. Totti è a minutaggio ridotto, ci servono altre 2 punte centrali, una è destro e l’altra è il sostituto di borriello.
    io penso che destro abbia ampissimi margini di miglioramento, nelle cose che gli vengono contestate come il fare salire la squadra, l’impegno, il feeling con i compagni, la continuità ma non per questo vada cacciato.. se va via adesso e arriva un bomber l’anno prossimo avremo cmq bisogno di un altro vicebomber quindi tanto vale tenere destro e il top player trovarlo con altri soldi.
    questo ragazzo ha l’istinto del gol, ne ha già fatti tanti e non tira ne rigori ne punizioni, io da un destro non mi aspetto che segni su punizione diretta o rigore perché in squadra di cecchini ne abbiamo e non sono le caratteristiche prioritarie che cerco in una punta come lui, voglio una punta che faccia tanti gol e che riesca a giocare coralmente con la squadra cosa su cui lui e garcia devono lavorare molto.
    le statistiche vanno prese x quelle che sono, non bisogna darci troppo peso ma possono dare qualche indicazione, di seguito vi riporto la media gol in serieA rispetto ai minuti giocati di alcuni grandi attaccanti, escludendo però i gol segnati su rigore per mettere sullo stesso piano rigoristi e non rigoristi:
    destro 157′
    ibra 179′
    inzaghi 168′
    sheva 164′
    tevez 143′
    higuain 200′
    batistuta 160′
    trezeguet 132′
    totti 262′
    montella 157′
    ronaldo 153′
    vieri 144′
    mancini 323′
    signori 190′
    di natale 183′
    osvaldo 191′

    Rispondi
  3. La differenza sta tutta nelle parole.

    VINCEREMO lo scudetto è diverso da VOGLIAMO VINCERE lo scudetto.

    La prima è una certezza che sa di promessa. La seconda è una grande ambizione che può implicare anche la non riuscita.

    Garcia ha detto più volte che lo VINCEREMO perché siamo i PIU’ FORTI.

    Ora lo DEVE e lo DOBBIAMO VINCERE dimostrando di essere i PIU’ FORTI. Altrimenti faremo l ennesima figura dei PERDENTI davanti a TUTTI.

    E non è il caso visto che quest anno c è ne stata un altra sotto forma di 1-7 in mondovisione…

    Rispondi
    • @Tommy91 AsRoMa:

      ciao tommy , buon anno!

      il potenziale, nonostante gli infortuni e stanchezza, c’é!
      siamo li a tre punti
      nonostante gli errori con Milan e Sassuolo
      nonostante il furto di Torino
      nonostante il 7-1
      nonostante le varie emergenze
      nonostante la gara in condizioni intimidatorie a napule
      siamo li a tre punti

      Rispondi
      • @Peter Pan:

        Ciao Peter! Auguri di buon anno nuovo anche a te! 😉

        E’ vero siamo li. Però sono convinto che con più equilibrio nelle scelte e nelle parole forse avremmo fatto ancora meglio. Siamo li ma abbiamo rischiato più e più volte di incrinare qualcosa, anzi. Mi correggo. E’ già successo ma abbiamo rischiato che il giocattolo si rompesse!

  4. Al momento cmq i negativi del 2014 sono Iturbe… ma spero avrà occasione e modo per smentirci ed i vari Sanabria Ucan Paredes che almeno per la prima squadra non sono stati utilizzati…. mi domando facendo la somma di tutti e quattro se non ci usciva un top in attacco… Higuain mi pare era costato 40 al napoli e in supercoppa praticamente l’ha vinta lui da solo… a volte bisognerebbe anche capire che una spesa maggiore fatta prima poi la recuperi e con gli interessi

    Rispondi
  5. Al momento cmq i negativi del 2014 sono Iturbe… ma spero avrà occasione e modo per smentirci ed i vari Sanabria Ucan Paredes che almeno per la prima squadra non sono stati utilizzati…. mi domando facendo la somma di tutti e quattro se non ci usciva un top in attacco… Higuain mi pare era costato 40 al napoli e in supercoppa praticamente l’ha vinta lui da solo… a volte bisognerebbe anche capire che una spesa maggiore fatta prima poi la recuperi e con gli interess

    Rispondi
  6. Se la Roma non vince nulla pure quest’anno sarà un fallimento. Io non dico lo scudetto,ma mi piacerebbe moltissimo l’Europa League. Spero davvero che la Roma non la snobbi. La Roma in europa non ha mai vinto praticamente nulla,quindi sarebbe a mio opinione un grande traguardo. A mali estremi la Coppa Italia,ma un altro “zero tituli” finale sarebbe un fallimento e una delusione. Inutile nasconderlo.

    Rispondi
  7. ed intanto a smorzarmi i sogni di gloria… 🙄
    sarà un bruttissimo ultimo giorno di 2014… 😕 😥 🙁

    Thomas Wilbacher, giornalista dell’Expressen, è stato intervistato da gianlucadimarzio.com: “Ibra alla Roma? Macché. C’è una giornalista dell’Aftonbladet che lo dava praticamente per fatto ma non c’è nulla di vero. Jennifer Wegerup lo dice sistematicamente ogni anno. Dice sempre che Ibra vuole tornare in italia. Dall’inizio del 2014 è già la terza volta che scrive quanto farebbe piacere a Ibra tornare in Italia. E’ la stessa giornalista che nel 2013 raccontò che lo svedese voleva vivere a Milano e giocare nella Juve perché la moglie voleva stare a Milano. Scrive per il giornale più importante della Svezia, l’Aftobladet, ma non per questo è amica di Ibrahimovic. Anzi: non si conoscono nemmeno. Fa solo le interviste dopo le partite. Addirittura tre anni fa lui non parlava nemmeno con questo giornale perché c’erano state delle incomprensioni con la testata. Per quanto ne sappia io è più facile che vada alla Lazio”

    Rispondi
    • @King Schultz: ma perchè avevi davvero creduto ad ibra? dopo una settimana si mandava a quel paese con totti… dopo due settimane col tecnico… e dopo un mese con tutti gli altri compagni di squadra… campione immenso ibra ma gran rompipalle… tutto deve girare attorno a lui… un po come totti qui

      Rispondi
      • @King Schultz: allora sognare per sognare falcao centravanti in arrivo come stanno sognando a torino sperando di prenderlo in prestito… ma sanno almeno quanto prende di ingaggio costui? 😕

      • Al momento cmq i negativi del 2014 sono Iturbe… ma spero avrà occasione e modo per smentirci ed i vari Sanabria Ucan Paredes che almeno per la prima squadra non sono stati utilizzati…. mi domando facendo la somma di tutti e quattro se non ci usciva un top in attacco… Higuain mi pare era costato 40 al napoli e in supercoppa praticamente l’ha vinta lui da solo… a volte bisognerebbe anche capire che una spesa maggiore fatta prima poi la recuperi e con gli interessi

    • @King Schultz: La risposta:
      “Siete voi a Roma che avete fatto tutto questo casino. Ibrahimovic alla Roma è un mio consiglio che mi sento di dare ad un giocatore che conosco da 11 anni, ma non una notizia. – ha detto ai microfoni di Teleradiostereo la giornalista del quotidiano svedese Aftobladet, amica di Zlatan Ibrahimovic, che ha aperto tutta la ‘telenovela’ di un possibile arrivo del giocatore in giallorosso – Mi dispiace che poi un giornalismo poco serio abbia modificato le cose. Non è stata una cosa detta dal giocatore ma soltanto una mia idea, un mio consiglio ad Ibra. Lui è andato a Parigi perchè costretto dal mercato non per scelta. Un cambio squadra farebbe bene a lui ma anche alla nazionale. Se lui si arrabbierà con me? No, è troppo intelligente e sa bene come girano le notizie. Credo che l’idea gli farebbe piacere”

      Rispondi
      • questa dice di conoscerlo da 11 anni, quell’altro dice che neanche si conoscono la cara jenny ed ibra, chi sarà il matto tra i due? 😆 @RomaWolf:

  8. facciamo che arriviamo secondi o terzi, in champions siamo usciti, in europa league usciamo contro il feyenoord o al turno successivo, e in coppa italia usciamo ai quarti con la sampdoria ( una detta a caso)
    tu non ti sentiresti deluso? con la squadra che abbiamo???! con un buon allenatore? io sarei più che stradeluso..

    soprattutto perché rudi garcia mi ha come minimo promesso lo scudetto, in conferenza stampa più e più volte…

    Peter Pan ha detto:

    @LorySan: infatti io ho detto “preoccupa più di…”
    che se ne occupi non mi da fastidio, ma tutte queste preoccupazioni da tifo di squadra che lotta per la retrocessione.
    Io non mi sentirei deluso se dovessimo fallire tutti gli obiettivi…

    Rispondi
    • @King Schultz: Anche io sarei delusissimo, confesso.
      Quest’anno l’obiettivo ce lo ha dato Rudy.
      Lo scudetto.
      Lo ha detto forte e chiaro.
      E dobbiamo vincerlo, per la squadra, per la Roma, per noi.
      PER LUI.
      Se lo perdiamo, lo “spernacchiano” per i prossimi venti anni, con le dichiarazioni che ha fatto!!

      Rispondi
    • @King Schultz: Un trofeo va vinto, fosse solo la coppa italia, però va vinto.
      Del campionato io mi accontento del secondo posto se arriviamo in finale di EL e vinciamo la coppa italia.
      Io non ho mai aspettative nel campionato italiano, tanto so che parte dei punti a noi li tolgono e alla juve li regalano, quindi ormai ci ho fatto l’abitudine, per il resto però almeno voglio il secondo posto fisso che garantisce l’entrata in CL e i soldi subito.

      Rispondi
    • @King Schultz: no perché non credo che la Roma sia gia grande, forse lo era di più l’anno scorso con tutti i suoi giocatori a disposizione.
      Quest’anno senza la difesa, senza Strootman, con Iturbe infortunato e tutti gli altri fuori forma o infortunati….
      Quando la Roma avrà completato la rosa al 79% allora si, forse potrei parlare di delusione…
      Questa Roma é ancora “giovane”…. serve ancora tanta pazienza! nonostante la ghiotta occasione…

      Rispondi
      • @Peter Pan: Credo che i mondiali e le parte delle nazionali durante il campioanto abbiano rovinato la forma di tutti
        Avevo letto un’intervista di Pjanic che diceva che per giocare le ultime partite di qualificazione in nazionale prendeva di tutto (roba legale cmq) per non sentire i dolori. Keita è andato li quasi rotto per poi finire rotto del tutto, Gervinho tornava spompato, DeRossi in condizioni disastrose, Ljajic a inizio stagione un po’ di depressione per la mancata convocazione in nazionale, guardacaso mandato via quello e arrivato un altro, Ljajic è tornato sereno, i greci si erano quasi distrutti tutti grazie a Ranieri, Holebas infortunato, Torosidis mezzo rotto e Manolas che con qualche piccolo infortunio arrancava, Yanga rotto in nazionale e DeSanctis che cmq è tornato da un infortunio serio estivo.
        Nonostante questo siamo a 3 punti dalla prima, ma nessuno lo nota.

      • @RomaWolf: concordo… e nonostante tutto siamo a tre punti dalla vetta
        e poi aggiungici i furti a Torino e il rigore negato…

      • @Peter Pan: Pensa che se convalidavano il rigore contro il Milan, e lo convalidavano a loro quando giocavano contro la juve e se vincevamo noi contro la Juve. Stavamo a 7 punti di distanza dalla prima, ovvero campionato finito per me.
        Per farla breve 2 partite della Roma e 2 partite della Juve hanno condizionato tutta questa prima parte di stagione. Poi ovvio ti senti dire c’erano altri aiutini di qua e di là, ma è solo perchè la gente ci ha fatto l’abitudine ormai, nella realtà dei fatti vincere il campionato è un’impresa ardua visto che devi fare + punti del previsto perchè qualcosa sempre ti verrà tolto.

  9. Non sono un fan di Destro. Ma credo che una grande squadra,che vuol vincere davvero,non ragioni alla maniera “se arriva uno va via l’altro”. Anche se dovesse arrivare un altra punta (e non credo nel grande colpo),Destro dovrebbe comunque rimanere. Altrimenti se poi il nuovo arrivo dovesse infortunarsi? chi ci metti in campo? E poi una squadra che vuol davvero competere su più fronti deve avere una a rosa ampia e di qualità,in tutti i reparti,attacco compreso.

    Rispondi
  10. max, senza offesa, ma io sto ancora aspettando un tuo commento dove non c’è totti a tormentarti il sonno…
    io non ho fazioni però potete diventare DAVVERO ESTENUANTI A NA CERTA

    Max ha detto:

    E sinceramente sarebbe anche ora che questo ambiente si deprovincializzasse… giornalisti di merda lecchini che in ogni intervista chiedono di totti… oppure quando arriva un calciatore dal mercato la prima domanda è: hai parlato già con totti? questo non va bene si è spersonalizzata troppo la roma… ok che accentrare l’immagine di una squadra attorno ad un giocatore importante serve a mascherarne nella testa del tifoso becero le magagne… ma questo non va bene… la juve non era di del piero e non a caso come ha smesso hanno iniziato a rivincere… la roma non era non è e non sarà di totti ne di nessun altro… qui si idolatra un giocatore finito solo per motivi ed interessi congiunti del giocatore e di chi ci mangia assieme… ma nemmeno quelli che stanno in attività e giocano ancora e fanno veramente la differenza ricevono tutte queste attenzioni mediatiche…. esiste il real madrid ma non è di ronaldo… esiste il barca ma non è di messi….. esiste il bayern ma non è di robben….

    Rispondi
    • @King Schultz: Pensa invece a quanti vedono il tiki taka o ripensano a roma milan dove maicon mette una palla al centro da buttare solo in rete e totti rimane fermo perchè non ha piu’ lo scatto… e magari pensa che con un centravanti vero avrebbe portato a casa i tre punti… per me la roma viene prima di tutti… totti compreso

      Rispondi
      • @Max: Anche per me.
        E per questo, anche se mi sono davvero arrabbiato con Garcia per il passo indietro con il Milan (incomprensibile…..), andrò ad Udine, dove avevo detto che non sarei andato se Totti giocava dal primo minuto.
        C’ho ripensato (mio figlio ha ifluito…), non so chi ci sarà in campo.
        Io sarò nel settore Ospiti.
        Prima e solo la Roma.

      • @Max: Con il centravanti vero in quella partita senza pjanic al massimo arrivavano 2 palloni in area. Chi creava gioco, DeRossi?

      • @RomaWolf: esistono i centravanti… destro… ed esistono in certe partite anche i cross dagli esterni per i medesimi… ovvio creandone tanti ed avendo un minutaggio ampio… l’ho detto prima non si puo’ giocare sempre palla a terra

      • @Max: Maicon non stava bene, Torosidis non era guarito del tutto, Florenzi ha il piede storto ultimamente, Nainggolan non sa crossare, se escludiamo Holebas chi lo faceva? Ricordati che Destro non sa fare gioco, non sa saltare sui calci d’angolo e non aiuta nessuno in area, lui solo serve a fare tap-in vincenti, ma senza qualcuno che gli serve delle palle buone cosa faceva? In quella partita all’inizio è mancato Ljajic, solo quello.

    • @LorySan: Si a dispetto delle cazzate che stano facendo circolare la Roma ha diritto di riscatto della metà di Radja a Gennaio, se entro fine Gennaio la Roma non lo riscatta loro possono cedere la metà ad altri.
      Il problema è che adesso questo qui non sa come farsi soldi e sta già andando in rosso grazie a Zeman, quindi sta cercando di fare cassa con noi.
      @King Schultz: Se paragani Totti a Del Piero e la Roma alla Juventus, sei proprio fuori di testa.

      Rispondi
  11. le comproprietà sono una cazzata
    é normale che una squadra di merda come il cagliari ci speculi sopra
    ma non credo che la Roma sia messa cosi male come riportano i giornali

    Il tifoso ormai si preoccupa più di finanza & mercato che di tifo

    Rispondi
    • @Peter Pan:

      Se nn sbaglio la Roma ha cmq la priorità di prelazione su radja?? Se nn sbaglio.

      Su un forum si, si tifa, ma si esternano i propri pensieri, senno nn esiterebbe il forum :mrgreen:

      Rispondi
      • @LorySan: infatti io ho detto “preoccupa più di…”
        che se ne occupi non mi da fastidio, ma tutte queste preoccupazioni da tifo di squadra che lotta per la retrocessione.
        Io non mi sentirei deluso se dovessimo fallire tutti gli obiettivi…

  12. Praticamente tutti i soldi di Jedvaj saranno devoluti per la metà di Nainggolan. Grazie Giulini, si vede che sei un interista demmerda.
    Spero retroceda quest’anno.

    Rispondi
    • @RomaWolf: ma lo sai quanto vale naingollan dopo le prestazioni di quest’anno? ha il rendimento di un top player… giulini sarà anche una sanguisuga ok ma il ninja vale… la realtà piuttosto è un altra…. ho letto qualcuno dire che un bel trucco è prendere giocatori in prestito e farli giocare poco o niente per riscattarli a cifre basse… ma a quel punto mi domando… ok ma il bene di squadra dove lo mettiamo? diciamo piuttosto un altra cosa… c’e una dirigenza che io ringraziero’ sempre per averci tolto dalle palle la vampira di visso…. pero’ oggi il calcio ad alti livelli ha dei costi… comperare i giocatori buoni costa… trattenerli forse costa ancora di piu’…. la società sa quello che fa e mi fido… pero’ se alla prova del nove poi si fanno troppe tarantelle per chiudere un acquisto…. parlassero un pochino di meno… inutile fare la voce grossa per poi girare con le pistole ad aria compressa

      Rispondi
      • @Max: Trucco assurdo inesistente, quello valeva per le metà o per la storia dei bonus. Per i riscatti non contano nulla.

      • @Max: Il riscatto è sempre fisso, sono solo i bonus che variano. Il riscatto è sempre fissato, la variazioni vengono messe quando lo si vuole rendere d’obbligo o nullo.

  13. E sinceramente sarebbe anche ora che questo ambiente si deprovincializzasse… giornalisti di merda lecchini che in ogni intervista chiedono di totti… oppure quando arriva un calciatore dal mercato la prima domanda è: hai parlato già con totti? questo non va bene si è spersonalizzata troppo la roma… ok che accentrare l’immagine di una squadra attorno ad un giocatore importante serve a mascherarne nella testa del tifoso becero le magagne… ma questo non va bene… la juve non era di del piero e non a caso come ha smesso hanno iniziato a rivincere… la roma non era non è e non sarà di totti ne di nessun altro… qui si idolatra un giocatore finito solo per motivi ed interessi congiunti del giocatore e di chi ci mangia assieme… ma nemmeno quelli che stanno in attività e giocano ancora e fanno veramente la differenza ricevono tutte queste attenzioni mediatiche…. esiste il real madrid ma non è di ronaldo… esiste il barca ma non è di messi….. esiste il bayern ma non è di robben….

    Rispondi
    • @Max: Ieri sera, ricordando il mio amore datato per Totti, dicevo la stessa cosa.
      Amavo la Roma quando Totti non c’era, l’ho straamata con lui, la seguirò anche quando smetterà.
      Perchè io tifo Roma.
      I giocatori, dal migliore alla peggiore pippa, passano.
      Da quassù (Torino) ti dico che hai anche ragione (lo dico da tempo) su Del Piero.
      Qui lo idolatravano, come Totti.
      Stessi problemi in squadra.
      Lo hanno messo in panchina, ed hanno vinto tre campionati consecutivi…….purtroppo!
      ed io vorrei che non vincessero il quarto!
      Non lo sopporterei, e quest’anno possiamo farcela, perchè la Juve non è quella di Conte…ce la possiamo fare!!

      Rispondi
  14. romanAOstano ha detto:

    @romanAOstano:
    ibra 23 rigori su 122 gol
    inzaghi 9 rigori su 156 gol
    destro 0 rigori su 37 gol

    aeropno76 ha detto:

    Queste le statistiche confrontando Mattia con Ibra (ho fatto io il calcolo manuale) e uno dei più grandi rapaci d’area di rigore (Inzaghi)… potrei continuare con altri: valutate voi sui numeri che in genere non mentono
    Mattia 114 partite 44 goal 0,39 media
    Inzaghi 307 partite 138 goal 0,45 media
    Ibra 432 partite 250 goal 0,58 media
    CommandoUltraCurvaSud ha detto:
    @Diggia: Vero.
    I grandi uniscono le tifoserie.
    Però, ma lo dico solo per riflettere tutti, me compreso.
    Il calcio è uno sport strano.
    Ricordate Paolo Rossi, mi ricorda un po’ Destro.
    Saltava l’uomo ? No
    Faceva reparto da solo ? No
    Era forte tecnicamente ? No
    Ma ci abbiamo stravinto un mondiale con i suoi goal, contro Falcao Maradona, Zico e Socrates…
    Insomma, buttarla dentro è importante!!

    Dati interessanti ma…

    È proprio questo che fa male al giocatore: sn medie che n esistono, perché nel calcio contano i fatti.

    Ibra fa in campo quello che destro nn farà mai, ed é un giocatore che destro nn diventerà mai.

    Corre ormai l’anno 2015, nn stiamo nel 2000 o nel 70-80, ma nel 2015, e si gioca un calcio TOTALMENTE DIVERSO.

    Ad oggi l’attaccante deve pure saper giocare a calcio.

    Domandatevi il perché in una grande squadra nn giocano giocatori d’area, alla Pippo Inzaghi o appunto, alla Mattia destro.

    Perché l’attaccante dv essere parte integrante della manovra.

    molto probabilmente se oggi giocava Paolo rossi nn faceva quello che ha fatto una volta, idem Inzaghi.

    Oggi si gioca un calcio veloce, aggressivo e tecnico allo stesso momento, e avere un giocatore d’area davanti, può essere penalizzante molte delle volte, perché nn in grandi di risolverti la partita cn un azione personale.

    Purtroppo cn destro lo abbiamo visto tante volte, cm affidarcisi può essere inutile e deleterio.

    Io nn ho nulla contro destro, anzi, vorrei che lui giocasse sempre, ma quando si dicono queste cose o si cerchi di mettere una toppa su un giocatore che sn 3 anni che nn convince appieno, bisogna farsi qualche domanda.

    La grande squadra nn mette scuse varie, se nn rendi cm dovresti CIAO.

    Lo ha fatto il real cn kaka e Raul, e nn possiamo farlo noi cn destro??

    PS: ho fatto questo esempio per far capire che nn bisogna dire “poverino”, “si ma nn viene servito”, perché prova vivente di ljajuc nn ce, un ragazo che cn l’impegno è diventato inamovile.

    Rispondi
    • @LorySan: Tutto giusto. Giustissimo.
      Tranne una piccola cosa.
      Liajic era inamovibile.
      Tranne con il Milan, e li mi sono davvero arrabbiato.
      Tolto liajic, messi totti – gervinho da soli in avant: Deserto offensivo.
      Tre passi indietro rispetto a genova!
      Non l’ho capita, ed ancora non mi va giù….

      Rispondi
  15. Tutti i giocatori che potevano disturbare il minutaggio del sultano di porta metronia sono stati psicologicamente demoliti prima dai media e poi da certi psedo tifosi… Menez Vucinic Borriello Osvaldo anche se quest’ultimo ha cmq un carattere del c….o ma ultimo è toccato a Mattia che a differenza dei prima citati non avendo un carattere fumantino ossia uno che replica… si è preso solo gli insulti ma nessun lancio di mattonella contro o spunti e calci contro l’auto… questa è la realtà…

    Rispondi
    • @Max: Ricordiamoci che Menez è andato via per andare al PSG, mentre Vucinic perchè la Roma con la nuova società non voleva minimamente ri-pagargli l’ingaggio.
      Quell’anno la Roma ha fatto piazza pulita dei vecchi ingaggi assurdi piazzati dalla Sensi che non avendo soldi continuava ad aumentare gli ingaggi di tutti e spendeva con soldi non suoi.
      Menez era un’ala destra e Vucinic una seconda punta.

      Rispondi
      • @RomaWolf: No… Menez Vucinic e Borriello con ranieri avevano tolto il posto da titolare a totti… finchè non hanno fatto fuori ranieri dopo campagne mediatiche vergognose dove vucinic veniva fatto passare per zingaro menez veniva insultato con pietre contro la macchina… e borriello per una battuta fatta sui goal ha pagato l’aver mandato qualcuno in panca… questa è la verità…. non ce ne sono altre

      • @Max: Non dire assurdità, Totti aveva si giocato di meno e Vucinic quell’anno faceva il titolare sempre (tutti e due cmq avevano fatto 14gol a fine anno quella stagione), ma perchè Vucinic andava a coprire ils econdo posto dell’area, mentre Menez giocava lateralmente al centrocampo nei 4 del 4-4-2, avanzando ad ogni occasione formando quasi un 4-3-3.
        Totti e Menez hanno giocato + o – la stessa quantità di partite quell’anno, con Toni che entrava e prendeva di uno dei 2. Quell’anno non abbiamo vinto solo perchè Toni è mancato quasi metà anno causa gli infortuni.
        Menez accettà il PSG e il suo contratto faraonico mentre Vucinic la Roma non volle rinnovargli il contratto, dato che prima di cedere la società la Sensi quegli anni mise un contratto faraonico a Totti e la Roma poteva permettersi di pagare solo uno dei 2, dato che pure Vucinic non chiedeva briciole.
        Ovvio che se la scelta era mandare via Totti o mandare via Vucinic, era solo una la risposta.

  16. Gianfrusaglia ha detto:

    Non c’è giocatore della Roma che non divida la tifoseria, credo che solo Nainggolan o Strootman (dell’anno scorso) abbiano la capacità di trovare un accordo comune.
    Io invece mi preoccuperei di Iturbe che è costato quasi il doppio di Destro e finora ha fatto pietà. Destro non è adatto al gioco di Garcia? a me hanno sempre insegnato che gli allenatori bravi riescono ad adattare la propria idea di gioco ai giocatori che hanno a disposizione (per questo Zeman ha quasi spesso fallito e Benitez sta facendo pietà a Napoli). Vuoi giocare con Destro? alza Pjanic dietro di lui o mettici Ljajic (che alla Fiorentina faceva spesso la seconda punta) e cominciamo a crossare come Dio comanda, 85% dei cross della Roma vanno fuori bersaglio, vuoi giocare con Destro e il 4-3-3? ti servono due centrocampisti di corsa che seguano l’azione e si inseriscano quando è necessario… Poi io dico che Destro è il minore dei mali, quest’anno rispetto all’anno scorso abbiamo buttato una marea di contropiedi per passaggi imprecisi o troppo lenti, chissà dove è finita la triangolazione veloce e la circolazione veloce del pallone a centrocampo che si vedevano l’anno scorso?

    BUON ANNO A TE, CM A TUTTI 😉 😛

    Permettimi di dissentire: a me pare che lo scorso anno si sia messo destro in condizione di segnare, ed infatti lo ha fatto, e pure quest’anno lo abbiamo fatto… Poi, se sbaglia il goal davanti alla porta o un colpo di testa nn è colpa di Garcia o della squadra.

    Sn 3 anni che mettiamo scuse su questo giocatore: nn si gioca per lui, nn si fanno cross, nn lo si serve a dovere, nn ha la fiducia di nessuno… Mai cose furono cosi false, perché i goal su “tap-in” sn la PERFETTA visione dell’essere servito in maniere ECCELSA, e per di più mettiamoci le decine di goal sbagliati su imbucata del compagno.

    NN GIOCA?? Guardate ljajic, prima nn giocava mai, ma in una recente intervista ha dichiarato che prima nn si alleva bene, mentre ora lo fa al 100%.

    Nn vi fa riflettere??

    Destro molto probabilmente nn si allena cn decisione, nn da il massimo, causa del nn giocare sia in nazionale che nel club.

    Già che sene esce e dice:”a fine anno prenderò le mie decisioni”, oppure “o vivo SOLO per il goal e niente del resto”, dovrebbe far riflettere.

    Trovate sempre QUALSIASI SCUSA per proteggerlo o per mettere le mani avanti.

    BASTA!!!

    ARGOMENTO ITURBE:

    Campionato cominciato benissimo, poi il calo.

    Cosa che io mi aspettavo.

    Nn si può giudicare male un giocatore di 20-21 anni, facciamolo crescere.

    Ora sarà il suo momento, dovrà dimostrare di valere e di far rivedere quello che ha fatto vedere a Verona.

    Rispondi
    • @LorySan: Sembra che non capiscano che è Garcia a non voler far giocare Destro per motivi che non sono la presenza di Totti.
      Ormai la gente si è fissata su questo per non accettare la realtà dei fatti.

      Rispondi
      • Infatti, poi basta che gli spiattello l’esempio di ljajic e so fregati 😉

        L’impegno è tutto nella vita.

        @RomaWolf:

      • @LorySan: Ma infatti, secondo loro perchè contro il Genoa con Totti in panchina in quel ruolo ha giocato Ljajic e non Destro.
        Sicuramente perchè l’ha deciso Totti e Destro aveva la diarrea 😀

      • @RomaWolf: Su questo, come ti avevo già accennato, hai ragione e sbagliamo un pò tutti.
        La rivalità Totti – Destro non esiste.
        Destro non gioca per latri motivi, cioè scelte di Garcia.
        Al limite, la rivalità è Totti – Destro/Iturbe/Liajc.
        Lui normalmente è al centro delle decisioni, nelle partite importanti, gli altri, ruotano.
        E su questo, non sono d’accordo con Garcia.

      • @CommandoUltraCurvaSud: Ljajic doveva giocare di + e Totti di meno, destro non serviva a niente in queste partite.
        Il problema principale della Roma è Pjanic a mezzo servizio, serve una sua riserva, e se non vuole far giocare Paredes o Ucan allora ne deve prendere un’altro, perchè quando Pjanic non gioca la Roma perde la metà delle occasioni da creare.

      • @RomaWolf: sono d’accordo.
        Pianijc sino ra ha deluso.
        Con l’eccezione di due punizioni e tre/quattro partite.

    • @LorySan: Caro lory, innanzitutto ricambio gli auguri !
      Ieri tifavi Destro, oggi meno!! So che ami contestare l’opinione più diffusa, anche quando è la tua :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: !!
      A parte gli scherzi, da fan di Destro (nel senso che lo consideravo u attaccante su cui puntare al 100%, non un top) mi sto spostando sulla tua idea…..sono due mesi (colpa sua ? Colpa di garcia ? Colpa del matrimonio ? Colpa dell’alito cattivo ?…mi importa poco..) che è regredito….è un mix di timore, insicurezza ed incazzatura…mix terribile, psicologicamente!
      Riprenderlo sarà dura, se resterà!
      Su un punto dissento da te, e mi avvicino molto a Max.
      Iturbe è calato ?
      Non sono d’accordo.
      Semplicemente, hanno smesso di farlo giocare.
      Tre partite consecutive, in cui ha giocato e deluso, non me le ricordo….. a questo punto, comincio a pensare, che dopo il trattamento Destro, dopo la cura Destro a Liajic, l’emarginazione di Iturbe (senza motivo…) siano indizi che fanno pensare che tocca trovare il posto a Totti, in qualche modo…….
      Tre indizi, cominciano a fare una prova…..

      Rispondi
  17. A fine anno sono in vena di previsioni “catastrofiche”…sarà un segno?
    Secondo me Destro tornerà all’Inter che sembrerebbe stia x vendere Icardi al Chelsea x circa 30mln di sterline + il prestito di Salah.

    Rispondi
  18. CommandoUltraCurvaSud ha detto:

    @derossimaancheno: Ciao Derossimaancheno!! Innanzitutto tanti auguri di un felice 2015!
    Poi, nel merito, ti dico che se si avvera quello che dici – ed il tuo ragionamento ha una sua logica – anche quest’anno arriviamo secondi !
    Senza Gervinho (per un pò) e Destro e Totti in naturale irreversibile calo ……la vedo male.
    Ci indeboliamo rispetto al girone di andata!
    Vediamo cosa succede…
    !

    Purtroppo anche i tuoi timori hanno una logica.
    Non resta che sperare che comincino a fare la differenza i nuovi acquisti che abbiamo già in pancia, intendo sopratutto KEVIN ed Iturbe, che Ljajic ricominci da dove aveva lasciato e che il fumante compia un’altra delle sue moltiplicazioni di pani e pesci.
    Oppure in un ricco main sponsor.

    Rispondi
  19. P.s. Complimenti alla Primavera di De Rossi che ha vinto il torneo di Orlando. Non conterà un cavolo, ma almeno si son dati da fare…

    Rispondi
  20. Non c’è giocatore della Roma che non divida la tifoseria, credo che solo Nainggolan o Strootman (dell’anno scorso) abbiano la capacità di trovare un accordo comune.
    Io invece mi preoccuperei di Iturbe che è costato quasi il doppio di Destro e finora ha fatto pietà. Destro non è adatto al gioco di Garcia? a me hanno sempre insegnato che gli allenatori bravi riescono ad adattare la propria idea di gioco ai giocatori che hanno a disposizione (per questo Zeman ha quasi spesso fallito e Benitez sta facendo pietà a Napoli). Vuoi giocare con Destro? alza Pjanic dietro di lui o mettici Ljajic (che alla Fiorentina faceva spesso la seconda punta) e cominciamo a crossare come Dio comanda, 85% dei cross della Roma vanno fuori bersaglio, vuoi giocare con Destro e il 4-3-3? ti servono due centrocampisti di corsa che seguano l’azione e si inseriscano quando è necessario… Poi io dico che Destro è il minore dei mali, quest’anno rispetto all’anno scorso abbiamo buttato una marea di contropiedi per passaggi imprecisi o troppo lenti, chissà dove è finita la triangolazione veloce e la circolazione veloce del pallone a centrocampo che si vedevano l’anno scorso?

    Rispondi
    • @Gianfrusaglia:
      Quoto tutto!
      Mettiamo Destro nella condizione di rendere al meglio senza pretendere che si snaturi facendo quello che non sa fare!

      Rispondi
      • Non so se sono io pessimista o voi ottimisti.
        Eccaallà!! Giulini ha appena dichiarato ai microfoni di un’emittente sarda che in base agli accordi la Roma deve riscattare l’altra metà do Radja entro fine gennaio e che detta metà vale molto di più della cifra di 10mln che circola in questo giorni.
        Anche il riscatto di Mapou x7mln sarà obbligatorio tra tre partite e quello di Paredes, circa 4mln, sarà perfezionato in questi giorni.
        Insomma, solo di riscatti la Roma dovrà tirare fuori in questo mercato una cifra 20/25mln.
        Per cui secondo me Destro verrà ceduto a gennaio ma non x prendere un ” toppleier”, bensì x fare cassa.
        Il ricavato di della vendita di Destro verrà interamente assorbito x i riscatti ed il mercato verrà fatto con la decina di mln ricavati dalla vendita di Jedvaj.
        Probabilmente verrà preso Chirichles in prestito con obbligo di riscatto (2+6).
        I restanti dovranno essere destinati, principalmente, x una punta e magari x il vice holebas.
        A meno che anche qui ci si inventi qualcosa x far bastare il budget, tipo prestiti con riscatto a giugno, oppure si vada a prendere giocatori con situazioni contrattuali favorevoli (tipo Luiz Adriano in scadenza a giugno o Babacar in scadenza 2016) rischiamo veramente di arrivare mezze figure tipo Denis o Bergessio.

      • @derossimaancheno: Ciao Derossimaancheno!! Innanzitutto tanti auguri di un felice 2015!
        Poi, nel merito, ti dico che se si avvera quello che dici – ed il tuo ragionamento ha una sua logica – anche quest’anno arriviamo secondi !
        Senza Gervinho (per un pò) e Destro e Totti in naturale irreversibile calo ……la vedo male.
        Ci indeboliamo rispetto al girone di andata!
        Vediamo cosa succede…
        P.S.
        Mi butto su un atto che mi scade, purtroppo, il 5/1, ma che vorrei depositare il 2/1!!
        Ancora auguri !

      • Buon anno anche a te ed al tuo figliolo. Io ho appena finito l’ultimo invio telematico ed adesso vacanze fino alla befana. Come sempre siamo costretti a rimetterci ai miracoli del fumante..@CommandoUltraCurvaSud:

      • @derossimaancheno: mettici anche gli stipendi 😉 non so quanto rimane in cassa …..
        BUONGIORNO LUPACCHIOTTI 😛 !!! E UN BUON ANNO A TUTTI 😛 !!!

      • Sempre x continuare col pessimismo (realismo?) l’unica alternativa a quanto sopra è anche peggiore, cioè la vendita di qualche Big di centrocampo tipo Kevin x fare cassa.@derossimaancheno:

      • Purtroppo il finanziamento soci non risolve il problema del FPF e come sai siamo sotto monitoraggio della UEFA x sforamento dei parametri.
        Se non ci dimostriamo virtuosi rischiamo l’esclusione dalla prossima coppa europea, ovvero di doverla affrontare con una rosa limitata e con un multone da pagare.
        L’unica possibilità sarebbe qualche introito extra tipo quello che deriverebbe da un nuovo Main sponsor.
        @CommandoUltraCurvaSud:

      • @derossimaancheno: E’ vero….Pensa quanto ci è costata la papera di De Sanctis a Mosca !!
        Si, è vero, che perdendo con il Manchester non saremmo passati egualmente, ma fare la partita finale con due risultati su tre, sarebbe stato ben diverso..
        Purtroppo, il calcio è molto legato ad episodi…..quegli ultimi trenta secondi, ad oggi, hanno avuto un peso enorme….

    • @Gianfrusaglia: Sono d’accordo integralmente.
      Finalmente a genova, specie nel primo tempo – dopo 2 mesi bruttini – avevo rivisto (dalla tribuna, tra gli insulti….) una roma che correva, che saliva velocemente, che ripartiva (la squadra, non solo gervinho).
      Per questo sono rimasto senza parole, nel vedere il passo indietro con il Milan.
      Liajc di nuovo in panca. Con Iturbe e Destro (23 anni ciascuno)
      Solo a gervinho a tentare di fare goal.
      Solo tentare, purtroppo!
      E squadra più lenta……
      Mah….

      Rispondi
  21. Queste le statistiche confrontando Mattia con Ibra (ho fatto io il calcolo manuale) e uno dei più grandi rapaci d’area di rigore (Inzaghi)… potrei continuare con altri: valutate voi sui numeri che in genere non mentono

    Mattia 114 partite 44 goal 0,39 media

    Inzaghi 307 partite 138 goal 0,45 media

    Ibra 432 partite 250 goal 0,58 media

    CommandoUltraCurvaSud ha detto:

    @Diggia: Vero.
    I grandi uniscono le tifoserie.
    Però, ma lo dico solo per riflettere tutti, me compreso.
    Il calcio è uno sport strano.
    Ricordate Paolo Rossi, mi ricorda un po’ Destro.
    Saltava l’uomo ? No
    Faceva reparto da solo ? No
    Era forte tecnicamente ? No
    Ma ci abbiamo stravinto un mondiale con i suoi goal, contro Falcao Maradona, Zico e Socrates…
    Insomma, buttarla dentro è importante!!

    Rispondi
      • @romanAOstano: se invece si considerano i minuti giocati e i gol realizzati escludendo i rigori:
        destro ogni 158′
        inzaghi ogni 168′
        ibra ogni 179′

      • @romanAOstano: Che preparazione statistica che avete ad Aosta, complimenti!!
        Ma Garcia queste statistiche le legge ?

  22. si tutto ok grazie, questo discorso mi sta appassionando e sono ancora sveglio… e si che domani fino alle 12 lavoro e poi parto per messina dove resterò dai suoceri …
    non capisco tanto livore verso mattia da parte di alcuni non sarà un fenomeno ma neppure uno cosi scarso…. che dire se rimane spero venga da tutti quanti sostenuto e non fischiato al primo stop sbagliato 🙁

    derossimaancheno ha detto:

    Ciao Aeropno. Tutto ok?
    Anche io concordo con il post di CUCS che saluto calorosamente (ancora in montagna?)
    X me il discorso TOTTI è semplice.
    Fa ancora la differenza contro squadre che si difendono e non pressano alto a centrocampo, Di fronte alle quali invece sparisce dal campo.
    Dovrebbe quindi essere dosato sapientemente e non schierato praticamente sempre, sopratutto contro le grandi che appunto ci pressano alto e lo annullano.
    Speravo che gli ultimi anni della carriera del capitano potessero essere gestiti in questa maniera, ma vederlo incazzarsi perché esce al 70esimo a partita ormai vinta dimostra che mi sbagliavo, purtroppo.
    @aeropno76:

    Rispondi
    • @Diggia: Vero.
      I grandi uniscono le tifoserie.
      Però, ma lo dico solo per riflettere tutti, me compreso.
      Il calcio è uno sport strano.
      Ricordate Paolo Rossi, mi ricorda un po’ Destro.
      Saltava l’uomo ? No
      Faceva reparto da solo ? No
      Era forte tecnicamente ? No
      Ma ci abbiamo stravinto un mondiale con i suoi goal, contro Falcao Maradona, Zico e Socrates…
      Insomma, buttarla dentro è importante!!

      Rispondi
  23. chapeau commando!!!
    io con commando derossimaancheno e onemoretime ero a bergamo (il primo tra gli ultras romanisti) e noi in tribuna creberg… come dice giustamente derossimaancheno destro in quella partita non ha segnato ma si è sbattuto ha corso lottato e dimostrato di essere al centro del progetto.
    Forse da quella partita in poi è stato accantonato ora io non so i motivi ma straquoto e sottolineo ogni parola di commando e la decisione va presa SUBITO ORA non a giugno quando continuando cosi mattia varrà ancora meno di quel che vale oggi e non avrà dato nulla a chi veramente conta: la AS ROMA!!!
    P.S. per la provocazione di derossimaancheno ti dico che io parto con DDR sulle spalle lo porto negli USA poi torno e sempre in spalla porto IBRA a Roma… certo quando arrivo nn mi reggerò più in piedi e non avrò forse più una schiena 🙂

    oimar ha detto:

    @CommandoUltraCurvaSud: quoto tutto… grande!

    Rispondi
    • Ciao Aeropno. Tutto ok?
      Anche io concordo con il post di CUCS che saluto calorosamente (ancora in montagna?)
      X me il discorso TOTTI è semplice.
      Fa ancora la differenza contro squadre che si difendono e non pressano alto a centrocampo, Di fronte alle quali invece sparisce dal campo.
      Dovrebbe quindi essere dosato sapientemente e non schierato praticamente sempre, sopratutto contro le grandi che appunto ci pressano alto e lo annullano.
      Speravo che gli ultimi anni della carriera del capitano potessero essere gestiti in questa maniera, ma vederlo incazzarsi perché esce al 70esimo a partita ormai vinta dimostra che mi sbagliavo, purtroppo.
      @aeropno76:

      Rispondi
      • @derossimaancheno: Ricambio caro Derossi, i saluti.
        Sono a Torino da sabato sera, a lavorare !
        Un abbraccio a tutti!

  24. oimar ha detto:

    @RomaWolf: a far ridere è il continuo nascondere il peso di totti all’interno della società roma. chi vede le cose da fuori, credimi, ha una visuale più ampia e distaccata e, probabilmente, più oggettiva. io ho detto altre volte che per me totti è stato forse il più grande calciatore italiano della storia. però E’ STATO. non lo è più. non dico che si debba ritirare per forza, ma può giocare sì e no 10-12 partite l’anno… per il resto cammina in campo

    No no fa ridere quanto la gente sia così ridicola che non ricorda nemmeno gli anni precedenti quando nella realtà dei fatti sì Totti era più giovane ma andavamo lontano grazie ad altri giocatori che si alternavano.
    L’ultima volta che siamo andati vicino al campionato era nel 2009/10 5anni fa dove giocavano Totti, Vucinic e c’erano due che si scambiavano ogni tanto, Menez e un certo Luca Toni.
    E qui parliamo di Toni, non del bimbetto destro o dei bimbetti sud-americani o spagnoli.
    La Roma non prende punte perchè gioca Totti? Cazzate di chi in realtà non accetta il fatto che la Roma sono da 5 anni che non vede una cavolo di punta seria.
    Totti al giorno d’oggi crea gioco, quando lui crea gioco gli altri avanzano.
    Capisci una cosa, allos tato attuale per me, se Totti deve andare in panchina, io lo faccio rimpiazzare da Ljajic, non dal palo della luce.
    Perchè vedi, ci sono pali e pali, c’è gente vecchia e ammuffita al giorno d’oggi di 35-36anni, che anche se camminano in area, sanno stoppare la palla, sanno tirare di testa, sanno usare il fisico per farsi spazio in area, sanno portarsi via 2-3difensori.
    Mentre ci sono pali che hanno 23-24 anni ma corrono come 38enni e sanno solo infilarla dentro con un tapin vincente servito su un piatto d’argento.
    E’ vero alla gente basta che uno faccia gol, purtroppo a me non basta, perchè uno che mi fa 1 gol ad un certo minuto, dopo non aver fatto un piffero per circa 89 minuti per me rimarrà sempre un giocatore mediocre.

    Rispondi
    • @RomaWolf: Io sono integralmente d’accordo con te.
      l’ultimo scudetto infatti l’abbiamo vinto con Batistuta centravanti (grande!!) e Del Vecchio (altro grandissimo), ala sinistra..con Totti che faceva il rifinitore…mitici!
      Dici bene: ci manca un centravanti forte tecnicamente, che non sia una comparsa in campo.
      Cerchiamolo, comperiamolo.
      Subito.
      Ma non pensiamo che lo possa fare Totti.
      E non creiamo dualismi che non servono alla squadra; innanzitutto perché, come ho detto, sono due giocatori imparagonabili…e poi perché questo allontana il problema.
      Totti è a fine carriera, prescindendo da Destro e per me chi lo deve sostituire e Pianijc……altroché Destro!
      E se Destro non piace, via, domani: ma per uno migliore che faccia tanti goal, perché lo scudetto si vince con tanti goal fatti e pochi presi.
      E la squadra va svecchiata, subito, anche parlando del portiere.
      O qualcuno pensa che la Germani ha vinto i mondiali con una squadra con età media di 24, 5 anni per caso?
      Io penso che non sia stato un caso…

      Rispondi
  25. Ma riusciamo a pensare, ad amare, solo la Roma, che c’era prima di Totti (e di Destro) e ci sarà anche quando Totti non giocherà più?
    A volte ho la sensazione – parere personale ovviamente – che qualcuno sia tifoso di Totti e non della Roma, e quando Totti smetterà, magari amerà di meno la Roma.
    Se non smetterà di tifarla.
    Io no.
    L’amavo prima, l’ho straamata con Totti, la seguirò quando smetterà.
    Poi, paragonare Destro e Totti (e lo dico io che ero un ammiratore di Destro, sino a due mesi fa, e che ritengo che il capitano debba fare spazio – da subito – ai più giovani) è irriguardoso nei confronti di Totti.
    Totti è un mito nella Roma, Destro, in materia, ad oggi : è nulla.
    Totti, è stato classe sopraffina, intuito, forza fisica e amore viscerale per la Roma.
    Io ho la sua foto attaccata sulla porta della camera di mio figlio: ma se dico che Totti è vecchio, e che con un attacco Totti – Gervinho, quello schierato con il Milan (due goal su azione da inizio campionato) lo scudo non lo vinciamo (e con il Milan zero goal). magari passo per anti-tottiano.
    Nulla di più falso.
    Io che lo attendevo (nel 2001-2002) per ore al ritiro a Torino per fare le foto con lui….
    Io penso che tutti invecchiano, purtroppo, io per primo, ma anche Totti.
    Il calcio moderno è velocita, tecnica e agilità (Totti oggi ha solo la tecnica).
    La Roma è una squadra troppo vecchia (con due 38 enni, Totti e De sanctis, e due 34 enni, Maicon e Keita, spesso in squadra dal primo minuto, il campionato non si vince).
    La Roma ha problemi davanti, segnamo poco e male.
    Se non era per Radja avevamo molti punti in meno.
    Destro è goleador su cui puntare ?
    Se la riposta e si: lasciamolo giocare per 20 partite e poi vediamo.
    Se la riposta è no: vendiamolo domattina, e comperiamo uno più bravo, domani sera.
    Perchè con i goal del mitico Totti, purtroppo il campionato non lo vinciamo.
    Ed io vorrei vincerlo questo campionato, non solo perchè vivo a Torino ed un altro secondo posto non lo sopporterei facilmente, ma perchè sono tifoso della Roma dal 1970, e non solo di Totti o di Destro.
    Loro, con le loro storie imparagonabili, uno un mito, l’altro, ad oggi, solo uno dei tanti che ha vestito la maglia giallorossa, passano.
    La Roma, resta.

    Rispondi
    • @CommandoUltraCurvaSud: Totti deve solo giocare meno, mentre Destro deve solo andarsene.
      La faccenda è tutta qui.
      Nessuno dice che DDR e Totti sono intoccabili, ma Totti me lo sostituisci con Ljajic e DDR con Keita, allo stato attuale solo questo puoi fare per migliorare la Roma.
      Far giocare Destro al posto di Totti? Con Pjanic a mezzo servizio che non riesce più a sfornare passaggi e assist quante occasioni in + credi si possano creare?
      Destro aiuta nei calci d’angolo? NO
      Destro aiuta a creare azioni? NO
      Destro sa passare la palla? NO
      Destro sa stoppare la palla in area? NO
      Destro sa saltare l’uomo? NO
      Ah giusto, Destro sa infilarla dentro, ovviamente dopo che ne sbaglia circa 6-7 come tutti, però la infila dentro con più probabilità.
      Detto questo, se senza Totti le occasioni diminuiscono causa scarsa forma di Pjanic, diminuisce pure la percentuale di lui che la mette dentro giusto?
      Il motivo per cui Destro non gioca non è perchè c’è Totti, è perchè Garcia ritiene che con un altro in campo (Ljajic, Florenzi, Iturbe) al suo posto c’ha più occasioni da gol che con lui dentro e non andiamo a dire che deve per forza togliere Totti per far giocare Destro che è una baggianata totale.
      Rigirate il discorso quanto volete, ma è Garcia che tenendolo fuori dimostra solo questo.

      Rispondi
      • @RomaWolf: Io sono d’accordissimo con te, su Destro.
        E sul fatto che Garcia lo faccia giocare poco, per i motivi che hai indicato tu, non per far giocare Totti.
        Con Garcia, che resta un mito, però resto senza parole quando con il Milan si affida a Gervinho e Totti (2 goal su azione da inizio anno in due) e lascia in panca Lijajic e Iturbe.
        Due 23 enni che non hanno i difetti di Destro.
        Totti a questi due deve fare spazio, oltre a Pianijc.
        Subito.
        Parere personale ovviamente.

  26. gli attaccanti alla inzaghi e trezeguet, che sono stati citati prima, hanno fatto la fortuna delle squadre dove hanno giocato. destro non sarà certo al loro livello, ma è un attaccante che la butta dentro, in area costituisce sempre un pericolo, fa salire la squadra e sa anche proteggere la palla. non è vero che tecnicamente è così scarso (anche se di sicuro non è van basten o maradona). poi si parla di uno scambio con el shaarawy, che non segna da due anni e per di più è un’esterno e non una prima punta. sono sicuro che in una squadra come il milan, la samp o la lazio destro farebbe benissimo

    Rispondi
    • Oggi EL Sharawy ha segnato una doppietta nella vittoria del Milan col Real. 😉
      A parte questo è uno scambio che non si farà mai, semplicemente perché il faraone se lo tengono e fanno bene.
      Comunque concordo che questa cosa che destro è scarso è un’altra leggenda metropolitana.
      Spaglia qualche controllo ma spesso perché tenta di avvantaggiarsi rispetto al marcatore già durante lo “stop”. Inzaghi era molto ma molto più scarso di lui e sappiamo tutti la carriera che ha fatto.

      Rispondi
  27. O.t.
    Lancio una provocazione.
    Da quando è uscita la notizia (la bufala?) di Ibra in giallorosso sui siti di calciomercato sono iniziate le speculazioni sulla fattibilità dell’operazione.
    C’è chi dice che il suo ingaggio (che tutti ipotizzano di 6mln, la metà di quello attuale) potrebbe essere ripagato dal merchandising. Inverosimile visto l’attuale fatturato x questa voce.
    Altri dicono che ci penserebbe la Nike. Forse, ma anche qui sembra poco verosimile che lo sponsor stanzi un extra budget rispetto a quanto già paga al giocatore e come sponsor tecnico della squadra per un giocatore a fine carriera che non può rappresentare il brand in prospettiva.
    Molti quindi, calcolatrice alla mano, visto il nostro attuale fatturato e monte ingaggi vedono l’unica possibilità di veder arrivare Ibra nella contemporanea partenza di DDR, che alcuni vogliono allettato dalla MLS ed in particolare dal New York City.
    In sostanza i 6mln e passa di stipendio di capitan futuro fino al 2017 verrebbero girati allo svedese.
    X me è fanta fantamercato allo stato puro, ma tanto x cazzeggiare voi lo fareste lo scambio Ibra x DDR?

    Rispondi
  28. Senza offesa, fate molto ridere quando dite che le punte si rovinano perchè c’è Totti che gioca al loro posto.
    Ricordatemi chi erano queste punte? Borriello? Osvaldo? Borini? Destro? Bojan? Nico Lopez? Okaka?
    Ah giusto, 4 anni fa avevamo Adriano 😀
    Ricordiamoci che il mercato lo fa Totti vero?

    Rispondi
    • @RomaWolf: a far ridere è il continuo nascondere il peso di totti all’interno della società roma. chi vede le cose da fuori, credimi, ha una visuale più ampia e distaccata e, probabilmente, più oggettiva. io ho detto altre volte che per me totti è stato forse il più grande calciatore italiano della storia. però E’ STATO. non lo è più. non dico che si debba ritirare per forza, ma può giocare sì e no 10-12 partite l’anno… per il resto cammina in campo

      Rispondi
  29. qualsiasi sia la punta che compreremo, se non ha ottime doti tecniche, faticherà sempre al centro del nostro attacco.
    perché il gioco di garcia, fatto di possesso palla, non prevede mai la profondità ( a meno che non ci sia totti a lanciare le ali, ma se c’è totti non c’è l’altra punta)
    quindi serve qualcuno bravo tecnicamente che scenda sulla linea dei suoi compagni e che non stia ad aspettare il tap in davanti la porta

    Rispondi
  30. io ero per la fazione pro destro… lo sono stato per due anni perché nonostante gli infortuni aveva sempre fatto una valanga di gol e si mostrava molto più attivo in campo a livello di gioco, partiva da più dietro e partecipava alla manovra.
    ora NO, NIENTE. MI ASPETTAVO CHE SAREBBE CRESCIUTO, SENZA PROBLEMI FISICI CON LA PREPARAZIONE ALLE SPALLE.
    INVECE NULLA, E’ REGREDITO A TAL PUNTO CHE ADESSO NON VEDO COME POSSA RESTARE A ROMA A GIUGNO.

    tra 3 mesi fa 24 anni e non è più una promessa, adesso dovremo ambiare a di meglio

    Rispondi
    • Destro ultimamente ha giocato poco ed ha sostanzialmente sbagliato la partita col Sassuolo dove è apparso svogliato, spesso noscosto dietro gli avversari e di scarso aiuto alla manovra.
      Però, come giustamente sottolinea Matteo nell’articolo, a Bergamo, pur senza segnare, ha giocato bene ed è stato determinante nella vittoria sofferta e francamente poco meritata (ero in tribuna Creberg e dal vivo la cosa è apparsa evidente, come la grande prestazione di Adem).
      Per il resto ha quasi sempre segnato quando ha giocato.
      Per cui mi sembra eccessivo parlare di involuzione.
      Detto questo credo anche io che l’avventura di Mattia a Roma sia giunta al capolinea, forse già da questa sessione di mercato. @King Schultz:

      Rispondi
    • @oregon1:

      A me sembra che MOLTE VOLTE sia in ritardo, sempre in fuorigioco, sopraffatto dal difensori.

      PERÒ, FACCIAMOLO GIOCARE, a sto punto, BISOGNA PROVARCI, POI CHISSÀ 😉

      Rispondi
  31. A Totti è rimasta solo la classe e la visione di gioco…..che imarrà anche a cinquanta anni….ma non per questo deve giocare.
    Darei più spazio a Ljiaic e Destro

    Rispondi
  32. La mia opinione è che paradossalmente in fondo abbiano ragione sia LorySan che Aeropno76.
    Sposo l’analisi di LorySan secondo la quale:
    – Destro non è un fuoriclasse ed ha evidenti limiti tecnici
    – Destro non è un giocatore totale che sa crearsi l’occasione da goal
    – Destro ha limiti anche caratteriali che lo portano a sparire nei momenti clou
    Allo stesso tempo va detto che non necessariamente bisogna essere dei fuoriclasse capaci di creare dal nulla l’occasione da rete nella partita decisiva per essere dei grandi attaccanti e la storia è piena di giocatori con queste caratteristiche che hanno segnato regolarmente valanghe di goal ogni stagione per un bel pó di anni: Inzaghi e Abel Balbo per me sono due esempi di ciò.
    La caratteristica che accomuna questi giocatori meno dotati tecnicamente è il fiuto per il goal. La capacità di essere al posto giusto nel momento giusto. Gran parte dei goal di Destro sono palle che le butta dentro anche mia nonna, ma bisogna avere l’intelligenza calcistica di essere lì. Per questo penso che la soluzione al dilemma Destro SI Destro NO stia nelle scelte dell’allenatore. Se la decisione sarà quella di piegare il giocatore ai suoi schemi che prevedono una prima punta di manovra, allora meglio venderlo piuttosto che svalutarlo come sta succedendo ora. Se invece la decisione sará quella di mettere in campo una formazione che lavori per Destro allora avremo portato a casa goals e risultati, valorizzato il giocatore, riservandoci eventualmente la possibilità di rivenderlo a tanto.
    Siccome non penso che arriveranno grandi attaccanti a gennaio (non Benteke sigh 😥 ), la soluzione è mettere Destro fisso davanti, dargli fiducia, mettergli vicino soprattutto gente capace a farlo segnare (Totti, Gervi, Pjanic).
    Amen :mrgreen:

    Rispondi
    • @down under:

      Gente cm Balbo, cm Inzaghi, cm Trezeguet, avevano un altra cosa che li accomuva: l’impegno.

      Tutti i giocatori poco dotati tecnicamente, cm Javier Zanetti, hanno fatto la loro forza sull’impegno, sul dare sempre il 100% e fare quello che dice il mister, e in questo destro scarseggia.

      Perché ok, nn sei forte coi piedi, ma almeno mettici l’anima, ed è questo che purtroppo nn vedo.

      Rispondi
      • Chi? Trezeguet? Uni dei giocatori più pigri e Indolenti idella storia del calcio. Nullo in fase di manovra e di non possesso. Spesso x 89 minuti a partita pareva un fantasma, però aveva una percentuale di trasformazione delle palle gol vicina al 100%.
        Destro a confronto del francese è un attaccante di manovra, però quanto ad efficacia in area di rigore vale si è no la metà. @LorySan:

      • @LorySan:
        Dissento! A me il giocatore era piaciuto molto nella gara con l’Atalanta. Aveva corso, fatto a sportellate coi difensori, giocato al meglio le poche palle ricevute.
        Poi certo col Sassuolo è stato un fantasma ma in quella gara sono stati penosi in molti!
        Questo solo per analizzare le ultime partite e senza considerare gli 8 minuti col Milan dove l’impegno ce l’ha messo!

      • @derossimaancheno:
        Vedi che ogni tanto la vediamo allo stesso modo?
        Povero Destro! Bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare! 8)

      • X quel che ricordo abbiamo spesso visioni convergenti. 😉
        Purtroppo abito al nord e solo ogni tanto riesco a vedere la roma dal vivo (peraltro x come si vede all’olimpico non è detto che avrei una visione più completa).
        Però a Bergamo il lavoro “sporco” di Mattia è stato importantissimo. Senza destro e Ljajic quella partita non saremmo mai riusciti a portarla a casa, visto che il resto della squadra ha giocato malino, a cominciare da Cole e DDR.
        @down under:

  33. con noi hanno giocato solo pochi giorni fa: menez nn ha visto biglia quasi ed el sha manco il campo… che dirti io sono convinto che Destro basta per portare a casa il campionato a patto che venga schierato e gli si dia fiducia piena
    LorySan ha detto:

    Menez ed elsharawi 2 gran bei giocatori!!

    Rispondi
    • @aeropno76:

      Aspe: qui stiamo tra usando una cosa, cioè che è Garcia che deve dare fiducia ecc…, è vero, ma è destro per primo che deve impegnarsi e dare dei segnali di cambiamento, che fino ad adesso nn ce stato;

      Ljajic ha ascoltato Garcia, è cambiato, destro, invece, no.

      Da lui dv partire la scintilla, nn da Garcia, perché deve dimostrare in allenamento, in partita, di fare ciò che gli chiede Garcia, e molto probabilmente nn lo fa.

      nn facciamo sempre passare i giocatori cm santi, e gli allenatori cm diavoli.

      Rispondi
  34. aeropno76 ha detto:

    in Champions MAI partito titolare quest’anno: tu fossi al suo posto come la prenderesti?
    Facile giudicare senza mettersi nei panni dell’altro… per me avvertire la FIDUCIA dell’ambiente è fondamentale per rendere al meglio e quest’anno per Mattia è accaduto l’esatto contrario
    Tommy91 AsRoMa ha detto:
    @aeropno76:
    Ne ha giocate diverse ed è sempre “apparso” nullo. Solo con la Fiorentina è stato veramente decisivo!

    Ti rispondo:

    I numeri contano, è vero, ma fino ad un certo punto, perché se vedi le partite, TUTTE, e dico TUTTE le volte che destro nn segna è insufficebte, mentre, quando segna, durante la partita nn fa NULLA.

    In 3 anni ricordo solo gli avvenimenti che ci ha fatto notare Matteo, per il resto, il NULLA.

    PARADOSSALMENTE è un po’ il discorso di Totti: Totti segna col contgoccie ( 2 goal su rigore in A, 2 inchampions, di cui 1 su punizione e uno su azione ), ma crea gioco, mentre destro segna ( se i compagni sono in giornata ), ma crea ZERO…

    La domanda è: MA UNA VIA DI MEZZO??

    Nn chiedo ibra, nn chiedo higuain ( magari per tutti e due ), ma un giocatore che sappia creare palle goal DA SOLO e che sappia giocare a pallone.

    Sicuramente se destro dovesse rimanere lo voglio veder giocare, sia ben chiaro.

    Nn è questione di gusti, ma di dati di fatto, perché destro ha fatto vedere TROPPO POCO, per quello che ci hanno “promesso”, perché ci avevano detto che era una grande giocatore, ma stiamo dopo 3 anni soddisfatti se si guadagna un calcio di punizione, se azzecca un passaggio o se azzecca uno stop…

    Dai Rega, sveglia!!!

    Sembra che stiamo parlando di uno di 18 anni, ma destro ha 23-24 anni, e quanto ancora vogliamo aspettare??

    Al real hanno bollato kaka dopo mezza stagione, mentre noi dopo 3 anni stiamo ancora discutendo su destro, sul fatto che fa un paio di goal o fa uno stop bello o un tapin, ma perfavore.

    Destro se nn gioca vorrà dire che manco si impegnerà in allenamento, ce poco da fare, guarda in nazionale, manco con conte, perché??

    Fatevi due domande.

    Rispondi
  35. in Champions MAI partito titolare quest’anno: tu fossi al suo posto come la prenderesti?
    Facile giudicare senza mettersi nei panni dell’altro… per me avvertire la FIDUCIA dell’ambiente è fondamentale per rendere al meglio e quest’anno per Mattia è accaduto l’esatto contrario

    Tommy91 AsRoMa ha detto:

    @aeropno76:
    Ne ha giocate diverse ed è sempre “apparso” nullo. Solo con la Fiorentina è stato veramente decisivo!

    Rispondi
  36. praticamente:
    1) o rinunciamo a un campione di 38 anni che non sa farsi un poco da parte (dico un poco)
    2) rinunciare ai gol di Destro o di chiunque altro venga a Roma….
    ….e si…..perchè se poi deve giocare sempre il capitano inutile fare tanti discorsi di mercato

    Rispondi
  37. Io invece di fare il discorso di Lory che spiega tutto insieme perchè sto giocatore non serve assolutamente a niente ne adesso ne in futuro, e che dovesse pure fare 20 gol adesso servirebbe solo ad aumentare il prezzo della vendita a Giugno, perchè a Giugno se ne andrà al 100%, esprimo la mia + mite opinione:
    Destro deve anna fuori dalle balle 😉

    Rispondi
  38. Poi se mi chiedete per quale fazione sono, io alle scuole medie venivo definito re della matematica e per me i numeri contano (questi sono dalla parte di Mattia): quindi io Mattia lo darei solo in prestito con scambio per Balotelli (non El Shaarawy) per il fatto che, come dicevo, Mario con la testa che ha spesso i primi mesi in una squadra li fa bene per poi rovinarsi per il suo carattere di m….; oppure lo rimpiazzerei a titolo definitivo ma SOLO con uno forte forte (Ibra è l’unico per cui metterei la mano sul fuoco): un Benteke un J. Martinez sinceramente non mi convincono… forse giusto Luiz Adriano

    Rispondi
  39. Io dubito che in questo momento ci sia una squadra disposta a comprare Destro per 20 milioni. Credo poco anche alle ipotesi Arsenal/Chelsea.

    Destro è sicuramente un buon attaccante però a livello tecnico/tattico non fa per noi. A noi la davanti serve uno di presenza che sappia giocare il pallone e segnare!
    E Destro, con tutto il rispetto, non è questo giocatore. Non si sposa al massimo con il gioco che esprime la squadra.
    Tecnicamente ha dei discreti colpi però contro grandi squadre tende a “scomparire” o essere “nullo”. Quando il livello si alza per un motivo o per l altro giochiamo sempre in 10 (sia con lui che con il Capitano). Ed in campo scendiamo in 11 eh!

    La media gol per carità è ottima però dobbiamo tenere conto anche del fatto che tra noi ed le restanti squadre di Serie A c è un abisso a livello tecnico (c è da dire che i gol bisogna saperli fare, merito suo sicuramente). La serie A però si gioca veramente a bassi ritmi e livelli.
    Cioè andatevi a rivedere Cagliari Roma dello scorso anno (con tripletta proprio di Destro) per vedere a che ritmi si giocava ed i gol fatti. Tanto per capire cosa intendo dire e a che livello è la Serie A.
    Quando si alza l asticella della difficoltà diventa nullo. Vero anche che nei big match non gli è mai stata data molta fiducia! però tende sempre a scomparire…

    L unico gol deciso ed importante che io ricordi è stato quello contro la Fiorentina all Olimpico. Dove tornava da un lungo infortunio e soprattutto contro una squadra che in quel momento era in grande forma! li gli va dato atto che è stato decisivo e fondamentale. Per il resto, che io ricordi gli altri gol li ha fatti tutti con squadre di medio-bassa classifica. Che per carità son importanti lo stesso, però restano di basso livello.

    Non credo ad una sua cessione a gennaio ma piuttosto in estate. Da qui a Giungo dovranno essere bravi Garcia e Destro a valorizzarsi. Il primo deve dargli fiducia e non svalutarlo, l altro si deve impegnare e segnare.

    Rispondi
    • Ma quante partite ha giocato con squadre forti forti??
      Pure di Adem si diceva la stessa cosa eppure quest’anno quando non ha giocato lui spesso la Roma ha steccato…
      come dicevo sono contento che Gervais vada via cosi capiremo quanto valgono gli altri; intanto in questi giorni capiamo quanta FIDUCIA la società e il tecnico hanno in Mattia se lo teniamo per tutto gennaio e febbraio Adem e Mattia titolari inamovibili e gli altri ruotano per conto mio

      @Tommy91 AsRoMa:

      Rispondi
  40. Perché Mattia non si adatta al gioco di Garcia?…Ne potrebbe trarre vantaggio e esperienza,
    vista la giovane età…. è così difficile?
    E vero che di gol ne ha fatti, per carità….a parte quelli che si è messo all’anima, che può
    capitare, ma se non ha convinto, ed è sempre al centro di polemiche e la maggior parte
    di noi ha perduto fiducia, e se ci sono questi articoli…. si ha la sensazione di instabilità.
    Mi dispiace per la squadra…ora alla riapertura ci troveremo senza Gervinho e Keita…
    e c’è pure il derby.
    Se Garcia lo impiegherà ancora in pianta stabile, speriamo che possa dimostrare il suo
    valore, perché il momento è topico….pure Iturbe stesso discorso.
    E Garcia tranquillo continua a proclamare “vinceremo lo scudetto”…beato lui.
    E’ inutlie negare l’evidenza del fatto che siamo preoccupati…se gli attaccanti li comprano a
    fine campionato e qui se non si presenta nessuno davanti alla porta avversaria come lo
    vince sto scudetto, ditemelo voi. 😐

    Rispondi
  41. Discorso fatto bn ma nn regge: partiamo dal presupposto che destro nn è scarso, ma nn è neanche forte, è solo un buon giocatore.

    Destro oltre al goal, nn fa nulla o quasi, e quegli episodi nn reggono 3 anni di nulla, parlando di gioco.

    È un attaccante d’area di rigore, che quando la squadra va bn, lui combina qualcosa, ma quando va male è il primo a scomparire.

    QUELLO CHE DICO È: cosa fa destro, che un bianchi o un Denis nn possono fare??

    Io nn guardo i numeri, ma le partite, quello che da in campo, e quello che da è troppo poco per essere sufficente.

    BISOGNA CAPIRE che destro nn è quello che tutti dicevano, un grande giocatore, ma un buon giocatore che necessita di gente che gli mette la palla davanti alla porta per far goal, perché nn sa costruirsi la palla goal.

    Immobile, capocannoniere della serie A, ha dimostrato più volte di saper fare goal in molti modi, prendendosi responsabilità, e pure al Dortmund lo ha fatto.

    Benteke è un attaccante completo, forte, alto, veloce, buon controllo di palla e ottimo tiro.

    Nn stiamo a vedere i numeri, perché, cari miei, destro, è stato fortunato nella Roma, perché ha trovato gente cm gervinho, torti, pjanic, ljajic, stroot, radja, maicon, che gli mettevano la palla davanti…

    Poi che destro ce sempre è una leggenda, visto che MOLTE VOLTE è sempre in fuorigioco e in netto ritardo sulla palla, e cosa brutta, nn combatte.

    Se a te va bn, PER LA ROMA, un buon giocatore, senza ne arte ne parte, rispetto la tua decisione, ma io vorrei almeno un attaccante che dia tutto in campo e che sappia giocare a pallone, poi nn mi farà 30 goal a stagione, ma intanto è uno che sa creare palla goal e nn sbaglia stop, passaggi semplici, tocchi di prima e nn osa neanche driblare na volta in 3 anni.
    ( unica volta contro il fenerbaçe ).

    Manco prova mai un tiro in porta, ci rendiamo conto?? E quando lo fa, di rado, nn becca mai lo specchio della porta: una volta in 3 anni, il tiro col Chievo o Verona da centrocampo, ma vse fosse stato solo il 10-20% di quel tiro, CONOSCENDOLO E VEDENDOLO GIOCARE, avremmo un pjanic in attacco. MA COSI NN È.

    AD ORA NN È ADATTO HA FARE IL TITOLARE NELLA ROMA, se la consideri una grande squadra, se nn la consideri tale, ben venga il destro titolare.

    Rispondi
    • Ti rispondo con un po di fatti lorysan:
      Roma-Samp-3-0 Destro-Pjanic-Destro
      Bologna-Roma 0-1 Nainggolan (palo di Destro)
      Roma-Inter 0-0
      Napoli-Roma 1-0 Callejon
      Roma-Udinese 3-2 Totti-Destro-Pinzi-Torosidis-Basta
      Chievo-Roma 0-2 Gervinho-Destro
      Roma-Torino 2-1 Destro-Immobile-Florenzi
      Sassuolo-Roma 0-2 Destro-Bastos
      Cagliari-Roma 1-3 Destro-Destro-Destro-Pinilla
      9 partite con fiducia 9 goal
      Questo a metà del girone di ritorno dello scorso campionato… la cosa quest’anno si è ripetuta un po in piccolo con Adem dopo il goal fantastico al Torino.
      Questo per dire una cosa per la quale dò straragione a Commandoultrascurvasud: o a un giocatore credi e gli dai fiducia (Gervais fa bene fa male gioca sempre titolare) e lo valuti oppure non ci credi e lo dai via.
      Che dirvi io vedo Destro come una donna affascinante seducente che se riesci a sedurla forse ti può ripagare, però se non te la fili non te la fa annusare neppure… quindi olra bisogna decidere cosa fare: dare come lo scorso anno l’opportunità a Mattia con una striscia di partite con FIDUCIA se è da Roma o no oppure venderlo!

      LorySan ha detto:

      Discorso fatto bn ma nn regge: partiamo dal presupposto che destro nn è scarso, ma nn è neanche forte, è solo un buon giocatore.
      Destro oltre al goal, nn fa nulla o quasi, e quegli episodi nn reggono 3 anni di nulla, parlando di gioco.
      È un attaccante d’area di rigore, che quando la squadra va bn, lui combina qualcosa, ma quando va male è il primo a scomparire.
      QUELLO CHE DICO È: cosa fa destro, che un bianchi o un Denis nn possono fare??
      Io nn guardo i numeri, ma le partite, quello che da in campo, e quello che da è troppo poco per essere sufficente.
      BISOGNA CAPIRE che destro nn è quello che tutti dicevano, un grande giocatore, ma un buon giocatore che necessita di gente che gli mette la palla davanti alla porta per far goal, perché nn sa costruirsi la palla goal.
      Immobile, capocannoniere della serie A, ha dimostrato più volte di saper fare goal in molti modi, prendendosi responsabilità, e pure al Dortmund lo ha fatto.
      Benteke è un attaccante completo, forte, alto, veloce, buon controllo di palla e ottimo tiro.
      Nn stiamo a vedere i numeri, perché, cari miei, destro, è stato fortunato nella Roma, perché ha trovato gente cm gervinho, torti, pjanic, ljajic, stroot, radja, maicon, che gli mettevano la palla davanti…
      Poi che destro ce sempre è una leggenda, visto che MOLTE VOLTE è sempre in fuorigioco e in netto ritardo sulla palla, e cosa brutta, nn combatte.
      Se a te va bn, PER LA ROMA, un buon giocatore, senza ne arte ne parte, rispetto la tua decisione, ma io vorrei almeno un attaccante che dia tutto in campo e che sappia giocare a pallone, poi nn mi farà 30 goal a stagione, ma intanto è uno che sa creare palla goal e nn sbaglia stop, passaggi semplici, tocchi di prima e nn osa neanche driblare na volta in 3 anni.
      ( unica volta contro il fenerbaçe ).
      Manco prova mai un tiro in porta, ci rendiamo conto?? E quando lo fa, di rado, nn becca mai lo specchio della porta: una volta in 3 anni, il tiro col Chievo o Verona da centrocampo, ma vse fosse stato solo il 10-20% di quel tiro, CONOSCENDOLO E VEDENDOLO GIOCARE, avremmo un pjanic in attacco. MA COSI NN È.
      AD ORA NN È ADATTO HA FARE IL TITOLARE NELLA ROMA, se la consideri una grande squadra, se nn la consideri tale, ben venga il destro titolare.

      @LorySan:

      Rispondi
      • @aeropno76:

        Scusa quali fatti?

        Le partite che hai riportato confermano il fatto che Destro segna contro squadre di medio bassa classifica. E la maggior parte in casa, dove con il fattore olimpico, siamo superiore al 90% delle squadre!

        Se ti rivedi i gol che ha fatto puoi capire meglio l argomento di cui si sta parlando. Contro Chievo e Cagliari l immagine perfetta. Esaltiamo sempre per numeri magnifici ottenuti con piccole squadre.

    • @LorySan: Tutto vero, la realtà dei fatti è che se non si chiamava Destro ma Recht o Droit, i media e i giornali invece di tutta questa storia del fenomeno e futuro grande bomber l’avrebbero bollato come un mediocre giocatore con un’annata fortunata.
      L’abbiamo già visto il leggendario Balotelli, il fenomeno Immobile e il grande campione Cerci che hanno fatto all’estero.
      La realtà dei fatti dice che la punta italiana è mondialmente conosciuta adesso per essere un tipo di giocatore mediocre, punto.
      La questione è solo questa, se Destro non era italiano non contava niente per nessuno.

      Rispondi

Lascia un commento