Roma, Radja a tutti i costi


RASSEGNA STAMPA – IL MESSAGGERO

Nainggolan per forza. E’ l’obiettivo numero uno del club giallorosso, prima ancora dell’acquisto di un difensore (Chiriches), di un attaccante (Jackson Martinez) o addirittura di un terzino (da Darmian in su). Radja si è calato nella Roma e la Roma (insieme con Garcia) si è calata in Radja. Il problema, ora, è il Cagliari e il rendimento del belga, preso come un calciatore forte, diventato in questa stagione fortissimo. E come avviene in questi casi, il prezzo lievita, nonostante gli accordi blindati e messi a bilancio. Nainggolan non vale più 6, ma 10 milioni. Un bel po’ di più: sono quei milioncini che la Roma vorrebbe risparmiare per fare altre operazioni. Roma e Cagliari sono in buoni rapporti, lo dimostrano appunto gli affari conclusi per Nainggolan (c’era Cellino ma non più Baldini…) e qualche mese dopo per Astori. Due prestiti onerosi, che somigliano di fatto a comproprietà: per il primo 3 milioni con opzione di riscatto della metà del cartellino da parte della società giallorossa fissato a 6; per il secondo 2 milioni per il prestito, 5 per l’acquisizione a titolo definitivo. Ed ecco che, nonostante gli avvicinamenti insidiosi di Juventus e (soprattutto) Liverpool, quel che conta è la volontà del calciatore, che non ha intenzione di lasciare la capitale. «Tranquilli», ha cinguettato il Ninja. A Trigoria stanno cercando il modo per accontentare il Cagliari. L’ultima chiave d’accesso è Borriello, che dovrà prima rescindere il contratto con la Roma (è a scadenza, quindi non può essere prestato), liquidato e poi dovrà accordarsi con il Cagliari per il nuovo stipendio. Se ne sta parlando. Tra l’altro Astori stesso è un’altra chiave d’accesso: se si complica il riscatto di Nainggolan, potrebbero poi sorgere complicazioni anche per il difensore. Per questo motivo appare difficile pensare a qualcosa di diverso da un Radja lontano dalla capitale. A proposito di riscatti: la Roma avrebbe esercitato l’opzione su Leandro Paredes, versando al Boca Juniors una cifra intorno ai 4,5 milioni di euro.

LA PUNTA MANCANTE L’attaccante che a gennaio dovrebbe o dovrà arrivare alla Roma, al momento è uno alla Bergessio o Denis, cioè un sostituto di Borriello, sia se dovesse andare a Cagliari oppure al suo Genoa (o Parma). Quanto a Destro, la questione è complicata. Mattia accetterebbe un trasferimento, ma il club giallorosso è costretto a venderlo a una cifra importante, dai 20 milioni in su. Oppure andare a fare uno scambio di prestiti con attaccanti di alto livello Lukaku (anche se lo stipendio del belga è più alto di quello di Mattia).

ZLATAN TRA SOGNO E UTOPIA Ponce (e Casco) sono i nomi del futuro. Da sistemare alcuni dettagli con il Newell’s e soprattutto aspettare di monetizzare la cessione definitiva di Jedvaj per chiudere l’affare. A giugno si investirà per il nuovo centravanti. Oltre a Jackson Martinez e Benteke, da non scartare la suggestione Ibrahimovic. Per carità, al momento è solamente una suggestione ma lo svedese ha confidato ad amici di considerare concluso il suo ciclo a Parigi e prima di ritirarsi ha come obiettivo di tornare in Italia e giocare in una piazza calda, come Napoli o, appunto,Roma. Non a caso nei giorni scorsi è uscito un invito dei media svedesi di trasferirsi alla Roma. Lo stipendio è chiaramente proibitivo ma avendo guadagnato tanto potrebbe anche decurtarsi notevolmente l’ingaggio. Rappresenterebbe il Batistuta del terzo scudetto, alla ricerca del quarto. A patto che Garcia non riesca a vincere già in questa stagione. A quel punto Zlatan non servirebbe più. Atteso in queste ore l’annuncio del rinnovo del contratto di Florenzi: nuova scadenza, giugno 2018, nuovo ingaggio 2 milioni di euro (bonus inclusi).

Photo Credits | Getty Images


20 commenti su “Roma, Radja a tutti i costi”

  1. Non sarebbe di certo una mossa “alla Sabatini”, ha 33 anni, con il contratto in scadenza nel 2016 (quindi dovresti comunque sborsare una cifra per l’acquisto), ha uno stipendio che è più del doppio di quello di De Rossi e dubito si accontenterebbe di un biennale. Nel caso di insuccesso a 34 anni (nel 2015) faticheresti a rivenderlo. Per chi dice che “l’ingaggio si pagherebbe con il merchandising” guardi il bilancio dell’anno scorso (per la voce Merchandising, compreso il bonus nike la Roma ha realizzato qualcosa come 10 milioni lordi….)

    Rispondi
  2. Unragazzoqualunque ha detto:

    Scusami Sebastian ma non sono assolutamente d’accordo
    Sarebbe il primo vero top player dai tempi di Bati, ci lamentiamo del fatto che non abbiamo una punta che si prende sulle spalle la squadra e poi vorresti dire di no a uno come Ibra?
    Se vogliamo evolvere dobbiamo prenderli i top
    E i top player si pagano tanto e visto che i fenomeni giovani non possiamo prenderli ci garantiamo Ibra che per un anno o due ti fa vincere il campionato
    Che sia un esborso economico importante lo so bene ma da qui a dire non lo voglio ce ne passa…
    Comunque rimane una tua opinione e la rispetto in quanto tale</blockquote

    Ma io infatti sono per il colpo là davanti, però voglio uno più fresco e voglioso di vittorie lì davanti. Se è vero che ibra vuole venire da noi è perchè ci ritiene un buon posto dove chiudere la carriera, sa avesse davvero fame di vittorie andrebbe in un club che potrebbe competere per la champions, non da noi. Ripeto per me se un giocatore del suo calibro viene da noi è perchè ritiene la serie a e roma il posto giusto per svernare….poi per carità magari il primo anno è ancora trascinante e ti fa vincere lo scudo, ma se non lo è più? se cala fisicamente? Un conto è il tevez 30enne che va alla juve, un conto un 34enne.

    Rispondi
  3. io ibra non lo voglio…..questo viene qua a svernare perchè la serie A è ritenuta un campionato per vecchi (e lo è) a campare di rendita, per farsi fare un bel contratto che vada dai 34 ai 37 anni.

    Rispondi
    • @sebastian: Io nel caso lo vorrei solo per i soldi che porta in tasca alla società la sua presenza, oltretutto risolverebbe molti problemi davanti, dato che non esiste migliore persona che la butti dentro.
      Detto questo non credo sarà mai fattibile.

      Rispondi
    • @sebastian: io mi sbaglierò sicuramente ma ibra oltre che pagarsi lo stipendio da solo con sponsor e magliette vendute secondo me in italia conoscendo anche il campionato continuerebbe a fare sfracelli per almeno un paio di stagioni di cui una scudetto sicuro 😉
      ma è solo fantacalcio che qualche cazzaro ha trovato sotto l albero di natale .

      Rispondi
    • Scusami Sebastian ma non sono assolutamente d’accordo
      Sarebbe il primo vero top player dai tempi di Bati, ci lamentiamo del fatto che non abbiamo una punta che si prende sulle spalle la squadra e poi vorresti dire di no a uno come Ibra?
      Se vogliamo evolvere dobbiamo prenderli i top
      E i top player si pagano tanto e visto che i fenomeni giovani non possiamo prenderli ci garantiamo Ibra che per un anno o due ti fa vincere il campionato
      Che sia un esborso economico importante lo so bene ma da qui a dire non lo voglio ce ne passa…
      Comunque rimane una tua opinione e la rispetto in quanto tale

      Rispondi
      • @Unragazzoqualunque: quoto 😉 se questo arriva e ti fa vincere il campionato firmo con il sangue …… apparte scherzi raga , il giocatore non si discute .

  4. Il mio mercato ideale e quello piu fattibile
    Ideale:Ibra :mrgreen:
    Fattibile: ts. Gaya del Valencia ma anche Baba andrebbe bene (ma è extra…)
    Att Benteke ma preferirei Sow del Fenerbache
    Dc Chiriches va piu che bene come 5 scelta

    Rispondi
    • @Unragazzoqualunque: Uguale, solo che vorrei pure un’ala sinistra, anche giovane e che magari costi 5m solo, ma almeno una serve, ma non che giochi in serie-a, in serie-a c’è solo immondizia e gente da riciclare.

      Rispondi
  5. Vado controcorrente. Non riscatterei Astori e il Ninja adesso. I soldi ci servono per il mercato.
    Piuttosto farei un accordo col Cagliari nel quale dare loro un acconto in giocatori a gennaio con saldo in denari a giugno.
    Il riscatto di Paredes è una buona notizia, il progetto giovani va avanti nonostante tutto. Adesso prestarlo ad una piccola squadra italiana (perché no Cagliari) non di certo ad una straniera per non fare lo stesso sbaglio compiuto con Jedvaj.
    Ucan invece me lo terrei stretto. Anzi punterei forte sul giocatore!
    Ibra? No grazie. Puntare tutto su un unico giocatore appare rischioso; tra ingaggio e costo cartellino avremo già concluso il mercato. Meglio rafforzare il collettivo.

    Rispondi
    • @down under: Astori va riscattato a Giugno, perchè dovrebbero farlo a Gennaio? Al massimo qualche strano accordo.
      Detto questo perchè non darli giovani per pagargli la cifra pattuita?
      Per Radja io lo farei subito, non mi fido.

      Rispondi
      • @RomaWolf:
        Il giocatore vuole noi. Ci ha scelto 1 aa fa rifiutando la corte di altre big.
        Dare al Cagliari qualcosa tra i 6 e i 12 ml adesso significa avere meno capacità sul mercato.

      • @down under: Tanto nel mercato al momento serve solo uno davanti e un difensore.
        Il resto va preso a giugno, in questo momento fare altre trattative non serve a niente con i giocatori che abbiamo.

  6. Ibra prende 12 mln. a stagione per un giocatore di 33 anni,da noi a 34 anni si potrebbe accontentare di 6-7 mln e un contratto di 2-3 anni 🙄 mi sembra fuori dalla nostra portata e anche se fortissimo preferisco per il bilancio e l’equilibrio della squadra puntare su un altro tipo di giocatore tipo Benteke 24 anni e buone prospettive 😉

    Rispondi

Lascia un commento