Totti: “Mi diverto ancora troppo”. De Rossi: “E’ un privilegio passare la mia vita e la mia carriera con lui”


La difesa in emergenza, viste le squalifiche di Astori e Holebas, il centrocampo che dovrà fare a meno di Pjanic e la solita abbondanza in attacco, guidato, dopo la panchina iniziale a Genova, da Francesco Totti. Il capitano ritrova il Milan, la squadra che, in Italia, ha cercato più volte di strapparlo alla Roma e a cui ha segnato 10 gol, sette in campionato e 3 in Coppa Italia, tra i quali uno splendido esterno destro nel 1996, a 20 anni appena compiuti. Sabato cercherà l’undicesima perla, altrimenti ci riproverà in futuro, lui che di smettere non ha ancora voglia: “Mi diverto troppo e gioco con passione – ha detto Totti al magazine della Champions di Mediaset – . Quando non ce la farò più penserò al futuro, intanto penso a mettermi a disposizione dei compagni e ad aiutare la squadra. Se sono arrivato a 38 anni così è perché sono stato sempre un professionista, uno senza vizi”.

DE ROSSI E GARCIA — Con Totti in attacco dovrebbero esserci Gervinho e Ljajic (un altro che, un anno fa, poteva finire in rossonero), mentre a centrocampo, con Keita e Nainggolan (oggi per il belga lavoro personalizzato e poi in gruppo) tornerà De Rossi. Anche lui ha parlato di Totti: “Quando smetterò mi renderò conto dell’enorme privilegio che ho avuto nel passare la mia vita e la mia carriera con lui. Adesso mi sembra normale, ma non lo è”. In difesa ci saranno Maicon, Manolas, Yanga-Mbiwa e, a sinistra, uno tra Torosidis, in vantaggio, e Cole. In panchina, al momento, ci sarà Fred Bompard, il vice di Garcia. Il tecnico, comunque, confida nella sua squadra e dice: “Francesco è un diamante e merita un bellissimo gioiello per valorizzarlo. Quel gioiello è, naturalmente, il gioco della mia squadra”.

(Gazzetta Sportiva)

Photo Credits | Getty Images


7 commenti su “Totti: “Mi diverto ancora troppo”. De Rossi: “E’ un privilegio passare la mia vita e la mia carriera con lui””

  1. mentalità…romana…tifosi occasionali… ma nemmeno maradona messi o cristiano ronaldo sono idolatrati cosi’ sono tasselli di un mosaico che vince… continuate a venerarlo contenti voi… ma per me è ora non dico che si fa da parte ma che inizia ad accettare la panca senza mettere il muso

    Rispondi
  2. quando smetterà vi guarderete allo specchio e scoprirete che senza capro espiatorio la verità è che si vince poco per la pochezza della mentalità romana..

    Rispondi
    • Quoto e ribadisco. quando la roma era troppo piccola per lui, scelse di rimanere. Ma anche sul campo la roma senza di lui ha sempre dimostrato di perdere fantasia in attacco….non c’è caz zi se ancora gioca ( e tt gli allenatori avvicendatisi hanno fatto questa scelta) è perché chi un pò di calcio ne capisce, sa benissimo che noi, un degno sostituito non l abbiamo ancora avuto!

      Rispondi
  3. ma si dai un altro rinnovo di contratto di 3 anni che di destro higuain dkezo benzema falcao che ci facciamo alla fine…. ci pensa lui tanto…perchè senza lui il calcio a roma non esiste…numeri assist ecc. vogliamo mettere? 🙂

    Rispondi
    • @Max:
      E certo: te ripeto pure qui,che se la società non li compra a questi giocatori DI UN CERTO LIVELLO,è colpa di TOTTI se fa il professionista ??
      Comunque sono arrivato ad una conclusione : guarda dato che c’è qualcun altro che la pensa come te,fate una bella cosa: RAGGRUPPATEVI tutti e UNITEVI rimanendo comodamente a casa vostra,lasciando il posto allo stadio a chi tifa per la AS ROMA e crede nel Capitano,aiutandolo qualora si trovi in difficoltà,applaudendolo qualora sbagli un passaggio e NON MUGUGNANDO come fate voi !!

      Rispondi
    • @Max:
      Venne venduto Di Bartolomei e il tifoso giallorosso,al suo ritorno da avversario allo stadio Olimpico,lo accolse con uno striscione che recitava :
      “ti hanno tolto la Roma,ma non la tua Curva ! ” accogliendo cosi’ il vecchio Capitano.
      Oggi il tifoso giallorosso va guardando i passaggi sbagliati del proprio capitano e mugugnando al minimo errore…

      Rispondi
      • Purtroppo alcuni tifosi hanno la memoria corta e ad altri piace solo criticare inutilmente anche se magari alla fine si tratta di quegli stessi tifosi che lodavano Totti per il suo gol contro il city o il Cska o qualche altra sua prodezza per poi ricominciare di nuovo a contestarlo

Lascia un commento