ESCLUSIVA. Pocetta (ag. Viviani e D’Alessandro): “Ho appuntamento con Sabatini per Viviani. Molte squadre su D’Alessandro”

Due giovani di gran valore, che in Serie B stanno facendo la differenza e la fortuna delle proprie squadre: Federico Viviani, classe 1992, con 1265′, 5 gol e 2 assist con il Latina; Marco D’Alessandro, classe 1991, fra i più impiegati nel Cesena con 36 presenze per 2648′, con 3 gol e 4 assist.

Sono due giocatori di proprietà della Roma, anche se per D’Alessandro la situazione è più spinosa, e la dirigenza Giallorossa è molto attenta al futuro di questi due ragazzi. Per parlare del loro presente e del loro futuro, il nostro Matteo Vitale ha intervistato l’agente dei due talenti Giampiero Pocetta, in esclusiva per www.Forza-Roma.com.

Ecco l’intervista.

Partiamo da Viviani: una situazione che sta molto a cuore dei tifosi Romanisti.
Federico sta portando a termine una stagione molto positiva, speriamo che riescano a portare a termine gli obiettivi che si sono prefissati, poi incontrerò la Roma per vedere quali saranno le intenzioni della società e di comune accordo decideremo quale sarà la strada migliore per la maturità completa di questo ragazzo che ha disputato un campionato più che buono. Si sta dimostrando nella sua maturità un giocatore davvero importante“.

La Roma ha sempre detto di puntare sul ragazzo…
Sì sì, ora nel processo di maturazione di Federico vedremo quale sarà la strada migliore, se giocare nella Roma o da un’altra parte, ma di comune accordo con Sabatini. Ci siederemo intorno ad un tavolo, prima facciamo finire il campionato e poi vediamo“.

D’Alessandro?
Su Marco ci sono parecchie squadre di Serie A che lo stanno seguendo, bisogna aspettare la fine del campionato perché a prescindere dall’esito perché c’è un’opzione con diritto di riscatto e controriscatto e dopo che le due squadre avranno fatto le loro mosse, mi siederò ad un tavolo e decideremo quale sarà il futuro del ragazzo“.

Ci sono Parma e Genoa…
Sì, ma non soltanto, so che ci sono anche altre squadre. E’ un giocatore appetito e seguito soprattutto da squadre di A“.

Ai ragazzi piacerebbe tornare a Roma?
I ragazzi sono innamorati della Roma, sono Romanisti con tutto il cuore e tornare a casa è il sogno di tutti, ma bisogna vedere come si torna, se da protagonisti o se invece c’è bisogno di fare un altro giro di giostra per vedere se si è da Roma“.

Tatticamente sarebbero due giocatori adatti per Garcia.
Certo, parlando da tifoso da bar sì, ma poi c’è un allenatore che fa le proprie valutazioni. Quel che è certo è che sono due patrimoni della Roma. Siamo in attesa dell’esito della stagione e poi faremo chiarezza”.

Viviani gode di grande stima a Roma. Lei ha parlato con Sabatini?
Sì, confermo che c’è grande attenzione, anche da parte della Roma che lo sta seguendo con grandissima attenzione e penso che le valutazioni saranno fatte in maniera molto profonda. Sì, ci siamo già incontrati e ci siamo dati appuntamento tra un paio di settimane“.

Photo Credits | Getty Images

Condividi l'articolo:

31 commenti su “ESCLUSIVA. Pocetta (ag. Viviani e D’Alessandro): “Ho appuntamento con Sabatini per Viviani. Molte squadre su D’Alessandro””

  1. derossimaancheno ha detto:

    È vero che Dembele è più tecnico di Radja, ma come ruba palloni, pressing e km percorsi gli lustra le scarpe. Fellaini nell’everton ha fatto bene, tant’è che è stato pagato un’esagerazione come solo in premier può accadere, ma anche l’allenatore aveva fatto bene, mentre quest’anno al Man Utd ha fatto skifo come Fellaini, che più che a Pogba per me assomiglia a Desally. Con il caldo del Brasile quel bestione di 2 metri inciamperà nella lingua, mentre Radjia avrebbe fatto faville. Mi dispiace x il Ninja ma ripeto x noi meglio così.@sebastian: @LorySan:

    su dembele non sono d’accordo, i tifosi del tottenham l’hanno soprannominato the tank (ci sono pure dei video dedicati su youtube)….quindi come puoi immaginare la sua abilità nei contrasti non è indifferente.

    Fellaini è molto alto ma è un longilineo, fisicamente sembra un mezzofondista, non è un fulmine di guerra ma la resistenza fisica non gli manca

    Rispondi
    • Tank x la forza fisica e la stazza, ma ripeto che come corsa e pressing non c’è storia e nelle statistiche delle palle recuperate da anni Radja è in vetta nel nostro campionato. Fellaini sarà anche longilineo ma è alto 2 metri, con il caldo torrido è impossibile che possa avere un dinamismo paragonabile a quello del Ninja ed anche come rapidità sono proprio incomparabili. Tra l’altro, ripeto, quest’anno a differenza del nostro ha giocato veramente male.@sebastian:

      Rispondi
  2. sebastian ha detto:
    Credo però che il belgio visti i giocatori punti molto sulla tecnica, il possesso palla e il fraseggio….ecco allora che i centrocampisti portati da wilmots sono tutti più dotati su questo piano

    Speriamo che non passa il girone! 😈

    Rispondi
    • Ok, ma senza filtro e pressing non vai da nessuna parte. A parte Fellaini che a me non piace e che cmq è reduce da un’annata disastrata e Dembelé che peraltro non è che pressi come un disperato, il resto dei centrocampisti (Witsel, dafour, Januzaj, Chadli, De Bruyne) sono tutti centrocampisti offensivi, al massimo registi come Witsel. Proprio perché il Belgio è pieno di qualità Radja sarebbe servito come il pane per dargli quello che manca: agonismo, corsa e pressing. Peccato perché se c’era il Ninja avrei tifato x loro.@Skontrino:

      Rispondi
    • @Gervinho TVTB:

      Non ce vedi bene! 😉
      Maicon sarà usato in champions e qualche volta in campionato – quando sarà usato in champions non giocherà in campionato, e al suo posto gioca Torosidis.. Tanto, in questo campionato di schifo.. È buono!

      Rispondi
      • @Skontrino: si quello sicuro ma non ce la famo a far giocare con Torosidis secondo me va meglio Debuchy

  3. Off topic dico la mia:
    Radja Nainggolan è più forte di Fellaini ed almeno pari a Dembele. In un mondiale “caldo” come quello brasiliano le doti atletiche conteranno molto ed il ninja avrebbe potuto fare la differenza.
    Peggio per wilmots ma meglio x noi che c’è lo ritroveremo carico ed inkazzato.
    Daje Ninja daje.

    Rispondi
    • @derossimaancheno:

      quest’anno dembele ha avuto una stagione sottotono condizionata da infortuni, ma secondo me è superiore a radja, è un ottimo rubapalloni come lui ma ha doti tecniche superiori oltre ad avere la capacità di creare strappi in mezzo al campo grazie alla sua abilità nel dribbling……

      Fellaini dipende da come lo fai giocare, io il belgio non l’ho mai visto……..il fellaini nell’everton dove partiva da centrocampo per poi inserirsi in area era un ottimo giocatore che garantiva più di 10 goal a campionato…….se deve fare il mediano incontrista e limitarsi a quello allora sì in quel caso era meglio nainggolan

      Credo però che il belgio visti i giocatori punti molto sulla tecnica, il possesso palla e il fraseggio….ecco allora che i centrocampisti portati da wilmots sono tutti più dotati su questo piano

      Rispondi
      • È vero che Dembele è più tecnico di Radja, ma come ruba palloni, pressing e km percorsi gli lustra le scarpe. Fellaini nell’everton ha fatto bene, tant’è che è stato pagato un’esagerazione come solo in premier può accadere, ma anche l’allenatore aveva fatto bene, mentre quest’anno al Man Utd ha fatto skifo come Fellaini, che più che a Pogba per me assomiglia a Desally. Con il caldo del Brasile quel bestione di 2 metri inciamperà nella lingua, mentre Radjia avrebbe fatto faville. Mi dispiace x il Ninja ma ripeto x noi meglio così.@sebastian: @LorySan:

  4. Secondo indiscrezioni Artur portiere ex Roma che ha ancora un anno di contratto con il Benfica, avrebbe un tacito accordo accordo con il club lusitano, che in caso di offerta importante per il giocatore (come nel caso del Napoli), lo libererebbe a costo zero, mediante una rescissione consensuale del contratto.

    Rispondi
  5. D’alessandro me Piaceva molto ai tempi de spalleti quando spalletti faceva entrà a qualche fine partita. L’hanno osservato sto giocatore pe parecchi anni. Pero aa fine penso chè uno dei quei promessi Che nn esplodono Mai Che nn Fanno Mai il salto de qualita. Nn penso Che sara Mai da roma. Pe viviani dico c’avemo tutti na simpatia in piu pe Lui pekè è romano. Ma è ancora troppo presto pe inserì nella prima squadra. Vorrei vederlo giocà almeno ‘n anno in serie a in una squadra dv Avra soazio sempre. (Secondo me)

    Rispondi
  6. Secondo me è meglio puntare su Federico e monetizzare con Marco a meno che non vengano presi gli obiettivi di mercato vedi Iturbe o aubameyang allora d’alessandro potrebbe essere un ottima mossa certo non è altezza dei primi due ma comunque è un ragazzo che ci può far comondo sempre meglio lui che non avere nessuno quando ci saranno squalifiche e/o infortuni!

    Rispondi
    • D’Alessandro è un buon giocatore ma non è da Roma ed a leggere tra le righe le parole del suo agente lui stesso lo sa Bene. Col Cesena ha avuto una buona annata, non solo e non tanto x i 3 gol e 4 assist, ma per le prestazioni fornite e le doti di velocità e dinamismo evidenziate. Detto questo può aspirare ad una media squadra di serie A, tipo il Parma che lo cercava come alternativa a Biabany, ma non a giocare da noi. È il momento giusto per monetizzare e credo accadrà. @Rikiasroma90 – Pensando a Melbourne –:

      Rispondi
    • @Rikiasroma90 – Pensando a Melbourne –: si appunto infatti secondo me è quello….ma io intendevo dire…che bisogna o monetizzare o puntare su di lui….secondo me la migliore cosa da fare è menotizzare ma inserendolo in una trattativa o all’udinese per pereyra o al verona per parolo o al cagliari per far scendere il riscatto di Radja!

      Rispondi
    • Concordo. Riportarlo ora alla base x fare il sesto centrocampista si rischia di rovinarlo. Meglio se matura con un anno da titolare in A, possibilmente al Latina. Chi pensa che possiamo rimanere con gli attuali 4 big e Viviani, Paredes e Bertolacci come riserve ha fatto male i conti.
      Quest’anno senza coppe spesso siamo stato costretti a schierare Taddei titolare. Che facciamo in caso di assenza di 2 dei 4 (Kevin ci metterà un pò a tornare al 100%) ci presentiamo con
      Viviani, magari contro il Bayern, il City o il real?
      Serve un quinto centrocampista di livello + Paredes come vice Pjanic ed al limite Bertolacci che la sua esperienza con buoni risultati in A l’ha già fatta.
      @rugantino2014:

      Rispondi
      • Quoto todo.. ma a qst punto, x fare recuperare bene strootty tanto vale prenderlo sto centrocampista.. e ke nn sia bertolacci avendo già paredes..

      • @derossimaancheno: hai ragione ma secondo me non ce lo possiamo permettere…cioè tipo un Sandro o un Paulinho non vengo a fare i panchinari da noi….secondo me o prendiamo uno tipo Parolo….ma non credo venga a fare il panchinaro o va più che bene Viviani

  7. …a mio modesto parere “il ragazzo” dovrebbe rientrare alla base. Ha fatto due campionati fuori, è ora di rivederlo in squadra. Più gioca con con giocatori forti meglio è, si cresce anche così.
    Poi il prossimo anno avremo più competizioni, se qualche giocatore che hai in giro può far comodo meglio così.
    Puoi concentrare soldi e sforzi su altri obbiettivi

    Rispondi
    • Hai ragione, coi giocatori forti si cresce più che andare in prestito in squadre di basso livello.. Però io il prossimo anno lo presterei in una squadra di serie A, dove avrebbe la possibilità di giocare titolare.. Basta serie b, deve salire in A e dimostrare il suo valore.. Ho paura di bruciarlo se rientra a Roma giocando 4-5 partite, magari in coppa Italia o subentrando in campionato.. @AVE:

      Rispondi
    • Io li lascerei un altro anno fuori, almeno D’Alessandro sicuro, ma Viviani già è abbastanza formato…

      Io viviamo lo porterei a Roma cm riserva di de rossi.@AVE:

      Rispondi
    • @AVE: Viviani sicuro in squadra e non credete che non avrà spazio…in coppa italia sicuro se le fa tutte…e poi ad inizio stagione strootman non è in condizione e de rossi salta le prime due di champions quindi avrà spazio…a latina il centrocampo lo sta reggendo lui!e secondo me sotto l’ala di Daniele Radja e Kevin sicuro migliorerà…Invece Marco o ci punti e lo metti come vice Gervinho se non si riesce ad arrivare ad Iturbe oppure lo lasci un anno in una squadra di media classifica in serie A…Genoa Parma Verona Torino Udinese Atalanta Cagliari per esempio….

      Rispondi

Lascia un commento