Totti: “Stagione sfortunata, voglio chiuderla bene”

Francesco torna a parlare della sua Roma, dalle righe del Corsport, il capitano giallorosso ripercorre un pò la stagione sfortunata della As Roma, Totti è deciso a chiudere la stagione tentando di regalarsi qualche altra soddisfazione, superare Boniperti nella classifica dei bomber di sempre è un obiettivo del numero 10 della As Roma, e poi raggiungere la qualificazione della Coppa Uefa non è il massimo ma Totti aggiunge che un obiettivo da conquistare. Le parole di Totti al Corriere dello Sport: 
"Siamo quasi arrivati al termine della stagione e la partita di Cagliari sembrava la fotografia dell’intero anno. Nel primo tempo abbiamo avuto diverse occasioni da gol e non le abbiamo sfruttate, invece il Cagliari al primo tiro ha trovato il gol e poco dopo abbiamo subito il raddoppio. Ma domenica siamo stati più fortunati di altre volte, siamo riusciti a recuperare il risultato e con qualche episodio favorevole avremmo potuto fare bottino pieno. Abbiamo giocato contro una squadra che è considerata una delle più in forma del momento e la posta in palio per loro era alta: un’eventuale qualificazione in Uefa. Abbiamo visto quanto ci tenessero, ma la nostra reazione è stata positiva perché abbiamo ribaltato un risultato che era quasi dato per scontato. Il Sant’Elia negli ultimi anni non è stato un campo fortunato per noi, anche lo scorso anno abbiamo avuto molte occasioni da gol e siamo tornati a casa con un pareggio. Domenica il risultato era importante per altre ragioni e queste ultime tre partite ci porteranno all’eventuale qualificazione Uefa. Andremo ad incontrare avversari difficili, squadre come il Catania e i precedenti dimostrano quanto sia grande la rivalità; il Milan che sarà impegnato nella lotta per il secondo posto e il Torino che si vorrà giocare la permanenza in serie A proprio contro di noi all’ultima giornata. Questo è stato secondo me un campionato molto fisico e meno tecnico rispetto a quelli dei precedenti anni. Spero che nel prossimo i valori tecnici siano più evidenti e soprattutto spero che tutto ciò faccia avvicinare in particolare i giovani e i bambini allo stadio, perché solo le grandi giocate tecniche possono far sognare chi ama questo sport. Credo che l’Inter alla fine vincerà meritatamente lo scudetto perché è stata la squadra più regolare e se anche loro hanno avuto un gran numero di infortunati, hanno avuto la possibilità di sopperire a questo problema con una rosa molto allargata. Il Milan ha superato una crisi durante l’anno, si è ripreso perché la classe di alcuni giocatori fa la differenza. Durante una stagione, per puntare a grandi obiettivi non si può avere più di una flessione, perché altrimenti diventa impossibile recuperare e questo è accaduto a noi quest’anno. Può capitare una stagione sfortunata come questa, ma bisogna avere la voglia, la passione e l’entusiasmo per rimettersi in gioco fin dall’anno prossimo per puntare alle posizioni di classifica che ci competono. Seguirò con curiosità la prossima finale di Coppa Italia tra Lazio e Samp. Quella è una competizione nella quale noi per tanti anni siamo stati protagonisti. Le nostre sfide contro l’Inter sembravano quasi un appuntamento già prefissato. Credo che la Coppa Italia a livello nazionale in futuro avrà un’importanza pari a quella degli altri Paesi perché garantisce l’accesso a una competizione europea. Per la lotta alle posizioni Uefa ci sono tante squadre che competono, e possono rientrare in corsa anche l’Udinese e la Lazio. Nella lotta per non retrocedere saranno fondamentali le ultime tre partite per decidere la permanenza in A. Sono felice di essere tornato al gol e devo dire grazie anche ai miei compagni. Sono contento soprattutto per la rete di Simone Perrotta che ci ha consentito di pareggiare. Conto di chiudere in bellezza e di incrementare il bottino di gol, ma è stato già importante aver raggiunto cifra doppia in una stagione che per me è stata particolarmente sfortunata".

Condividi l'articolo:

Lascia un commento