Udinese-Lecce: curiosità in cifre

Fernando Damian Tissone, se dovesse scendere in campo, festeggerebbe la sua 100/a gara nella serie A italiana. La prima delle attuali 99 presenze – collezionate con le casacche di Udinese e Atalanta – risale al 23 aprile 2005 in Siena-Udinese 2-3. Marzo mese d’oro per le formazioni di Marino che viaggiano ad una media punti-partita di 1,84, grazie ad un bilancio composto da 13 vittorie, 9 pareggi e 4 sconfitte in 26 partite di campionati professionistici. Meglio Marino farebbe in giugno (2 esatti di media punti-partita), ma in questo mese non sempre si gioca il campionato. Udinese-Lecce è anche la sfida tra le due squadre della serie A 2008/09 che perdono più punti nella ripresa, rispetto ai risultati dei primi tempi: -10 il saldo negativo di bianconeri e giallorossi. L’ultimo gol segnato dal Lecce in gare ufficiali risale all’1 febbraio scorso quando, in serie A, si impose per 2-1 a Siena. L’autore del secondo gol pugliese fu Castillo al 54′: da allora sono trascorsi i restanti 36′ di quel match più le intere gare di campionato perdute contro Inter (0-3 in casa), Cagliari (0-2 in trasferta) e Lazio (0-2 in casa) per un totale di 306′ di digiuno assoluto. Il Lecce è rimasta l’unica squadra della serie A 2008/09 a non aver ancora beneficiato di un calcio di rigore a favore. L’ultimo rigore a favore dei salentini in campionato risale al 26 aprile scorso, in serie B, Ravenna-Lecce 1-3, con trasformazione di Valdes. Da allora, tra vecchia e nuova stagione, sono trascorse 30 giornate. In gare di sola serie A un rigore manca ai giallorossi da 33 giornate: l’ultimo risale infatti al 19 marzo 2006 in Lecce-Parma 1-2, trasformazione di Vucinic. Mario Beretta ha in marzo il suo mese d’oro: 1,55 la sua media-punti partita derivante da un bilancio composto da 20 vittorie, 16 pareggi e 13 sconfitte in 49 partite di campionati professionistici. (A cura di Football Data).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.