Inter-Milan: il rientro di Kakà si allontana

Ricardo Kakà vuole essere presente al derby Inter-Milan di domenica sera, ma la realtà allontana questo desiderio di Kakà, il suo recupero è improbabile anche se il brasiliano, di concerto con Ancelotti tenterà fino all’ultimo di prendere parte alla partitissima Inter-Milan. Per il momento Carlo Ancelotti prepara il derby come se fosse certo il forfait di Kakà. Ma una speranza che il fantasista possa essere della partita ancora c’è e non è tanto remota perchè, confidano a Milanello, l’adrenalina di certe sfide può rivelarsi un toccasana più potente di analgesici e terapie. Il valore della sfida è chiaro: perdere altri punti dall’Inter praticamente significherebbe dire addio allo scudetto. E non passa inosservato che le tre assenze stagionali di Kakà siano coincise con altrettante sconfitte. Il brasiliano da due giorni sta molto meglio delle aspettative nate sulla base delle prime diagnosi. Non sente dolore, ma si limita a lavorare in palestra e in piscina, mattina e pomeriggio, e questo sarà il suo programma almeno fino a venerdì. È inutile forzare. Meglio affidarsi alla speranza che il piede sinistro assorba completamente il trauma distorsivo in questi giorni e poi, all’ultimo momento, lo stesso Kakà scioglierà ogni dubbi decidendo se mettersi o meno a disposizione di Ancelotti. Con il numero 22 fuori gioco, in pole position per sostituirlo c’è Ronaldinho, rigenerato dall’amichevole contro l’Italia. Con la maglia del Brasile sulle spalle ha fatto vedere un repertorio che in rossonero ha risparmiato spesso e volentieri. Non tanto i colpi ad effetto, quanto corsa, pressing sui playmaker avversari e tanto movimento per andare a prendersi la palla. Insomma, tutto quello che gli sarebbe bastato fare per non finire in panchina in quattro delle ultime cinque partite del Milan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.