Amici: domenica di confronto per bianchi e blu, parte 2

Alice balla "Mas que nada", l’assolo di Maura, ma subito dopo la Scalise risponde a Jurman che ha cercato ma non ha trovato notizie e dati su questi metodi che il collega definiva in uso da vent’anni, ma, parlando di "pedagogia ed etica professionale", Jurman chiede che venga mandato in onda uno spezzone tratto da "Sky" in cui, durante le prove di Mario da Gabriella, Luca si alza e gli mette una benda sugli occhi, risatina generale ma poi, ad onor del vero, la Scalise chiede di andare oltre; in studio si parla di mancanza di senso dell’ironia, ma Jurman dice che così facendo si va oltre, compromettendo la naturale gerarchia tra insegnanti e allievi. Mario canta "Giudizi universali" di S.Bersani, quindi l’rvm di Alice durante il quale dice di voler rifiutare l’etichetta di "bambolina" senza sensualità affibbiatole dalla Celentano, che inoltre tesse lodi immeritate per Pedro; la risposta di Alessandra è che Alice ha una concezione troppo alta di sè, Maura polemizza con la collega perchè "parla sempre lei" e anche secondo Astolfi a volte tra gli insegnanti si pecca in obiettività sostenendo solo chi si prepara…
Silvia canta "Eppure sentire" di Elisa e poi l’avvicendamento con la squadra dei Blu; Chicco introduce la dott.ssa Gerloni dell’Anmar, associazione che si occupa dell’artrite idiopatica giovanile, malattia che toglie la possibilità di muoversi (sms al 48588 per sostenere la ricerca), ma la dottoressa parla specificamente di quella che colpisce agli occhi (uveite) che, se non diagnosticata e curata in tempo, può determinare danni irreversibili fino alla cecità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.