Roma errante, vittoria costante

Roma-Palermo è stata una partita a due facce ma molto risolutiva per i colori GialloRossi. Un Spalletti più tranquillo del solito, sorridente in panchina, forse perchè si è tolto di mezzo la persona con la personalità da vendere, già prevedeva una partita dura, tosta e difficile. Nessuno ha brillato nella Roma ma c’era la luce in campo, il capitano, che 38 giorni dopo, segna e fa assist per Brighi, Totti è un’ inesauribile giocatore che nonstante la sua età e la poca velocità incanta con passaggi d’alta classe, d’autore è stato quello a De Rossi in mezzo a tre nel secondo tempo. Un primo tempo discreto con la Roma che riesce ad imbrogliare un bellissimo Palermo organizzato molto bene soprattutto a centrocampo dal suo allenatore Ballardini, e riusciamo a trovare il Gol con tiro di Francesco e la fortunosa deviazione di un difensore rosanero, poi la Magica si richiude un pò verso il trentesimo del primo tempo e soffre molto il Palermo che schiaccia la Roma nella propria metà campo con uno straordinario Simplicio, faro dei siciliani. Il loro gol arriva 10 minuti dopo il nostro vantaggio con lancio di Doni, un Perrotta veramente fuori partita, si fa rubare palla al centrocampo da Liverani che offre un assist per Cavani, con la difesa ferma e Doni che sembrava un citofono a 11 metri dalla porta, ci purga e porta il risultato sull’1-1. E qui si vede il cambiamento della Roma, tre mesi fa, crollavamo clamorosamente, psicologicamente e fisicamente facendoci infilare senza pietà, ieri, invece, siamo ripartiti a testa bassa e sempre grazie a Francesco che si inventa un cross per l’ottimo Brighi e di testa insacca per il 2-1. Il secondo tempo invece è tutta di marca Rosanero è stata padrona del campo dall’inizio alla fine, colpendo anche una traversa e sfiorando più volte il pareggio, la Roma ha sbagliato un’infinità di passaggi, non riuscivano a farne più di tre, ma le nostre occasioni prima con Vucinic un pò addormentato ieri sera,che si mangia clamorosamente un gol di testa davanti alla porta sguarnita e poi con De Rossi che dopo un cavalcata a tutto campo mette a sedere Amelia, ma invece di tirare crossa malamente, le abbiamo avute per chiudere definitivamente la partita, insomma poteva finire 3-1 o 2-2 invece è finita con la Vittoria della Roma per 2-1 e vediamo sempre più vicina, anzi ormai ad un passo, la zona Champions fondamentale per noi e per il futuro della società. In una serata fantastica dove la Lazio è praticamente scomparsa con la sconfitta di Marassi grazie a Cassano, il Napoli perde con la Fiorentina, il Milan pareggia con il Genoa e la Juve capitombola a Udine, c’è un unico cruccio l’infortunio di Cassetti al femorale della coscia sinistra minimo ne avrà per due o tre settimane. La Roma comunque a rosicchiato parecchi punti alle concorrenti e Domenica andiamo a Reggio contro un Reggina a tocchi nel vero senso della parola e ad un passo dalla serie B , ma noi siamo L’impero GialloRosso e conquisteremo i tre punti anche là. FORZA-ROMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.