Lippi su Kakà: “Io pure ho avuto delle offerte, secondo me rimane”

Marcello Lippi parla di Kakà, secondo il tecnico della nazionale, Ricardo Kakà alla fine non lascerà il Milan, anche se le cifre sono stratosferiche spesso la volontà e l’amore per la maglia vanno oltre. Lippi è convinto di questo e parla per esperienza personale, addirittura fa capire che anche lui in passato ha rifiutato un’accordo ultra milioaro. «Kakà? Il calcio di oggi è in mano a sceicchi innamorati, che vogliono costruirlo in una certa maniera alla quale non siamo più abituati». Parola del ct della Nazionale, Marcello Lippi, arrivando all’hotel Visconti Palace di Milano dove è in corso l’incontro di metà stagione fra allenatori, arbitri, capitani e dirigenti dei club di A e B. «Come reagirei se avessi un’offerta come quella di Kakà? Chi ve l’ha detto che non l’ho avuta?- ha replicato Lippi- In questi anni ho ricevuto tante offerte anche dagli Emirati, ma io faccio le mie scelte». Sulla vicenda Kakà il presidente della Lega, Antonio Matarrese, ha dichiarato: «Se i soldi della vendita rimangono nel calcio italiano sono contento. Preoccupato per il prodotto calcio senza certi grandi calciatori? No, perchè il Milan ha sempre acquistato grandi calciatori e continuerà a farlo, Pato ne è l’esempio». «Secondo me Kakà resta al Milan». Marcello Lippi, ct dell’Italia, dice la sua sulla vicenda Kakà, il brasiliano del Milan che insieme alla società rossonera sta valutando la maxi-offerta del Manchester City.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.