L’esodo delle truppe dall’AFGHANISTAN

PAKISTAN: TRUPPE COMINCIANO A RITIRARSI DA CONFINE CON AFGHANISTAN = FONTI MILITARI, RITIRO LIMITATO NON INTERESSA TRUPPE IMPEGNATE IN OPERAZIONI Islamabad, 27 dic. – (Adnkronos) – Il governo pakistano ha iniziato a ritirare alcune unità militari dalle posizione a Timergara e Tank sul confine occidentale con l’Afghanistan a causa dell’aumento della tensione con l’India. Lo riporta oggi il sito pakistano «Dawn», citando fonti militari pakistane che comunque precisano che si tratta di un «ritiro limitato» che non interesserà le truppe impegnate nelle operazioni contro i militanti nelle aree tribali. «Stiamo ritirando truppe dalle aeree dove non sono in corso operazioni» ha detto un alto ufficiale pakistano, sottolineando che le operazioni nella zona di Swat, Bajaur ed altre zone calde continueranno. Le unità richiamate si trovavano nel quartier generale di Timergara, dove si trovano gli uffici amministrativi creati prima dell’avvio delle operazioni di combattimento contro i militanti che operano nella zona di confine con l’Afghanistan. In ogni caso la notizia dell’avvio di un ritiro dalle zone tribale, annunciato da Islamabad che ha confermato il trasferimento di 20mila uomini sulla linea del cessate il fuoco con l’India in Kashmir, è stata salutata con entusiasmo dai militanti locali. Maulvi Omar, un portavoce di Tehrik-i-Taliban,ha dichiarato a told Dawn che la sua milizia non farà nulla per provocare un ritorno nella regione. «È nostra responsabilità proteggere il confine occidentale e fermeremo le infiltrazioni in Afghanistan».

Condividi l'articolo:

Lascia un commento