Panucci porta l’Italia agli Europei


L’Italia ha vinto per la prima volta nella sua storia in Scozia e si è qualificata per la fase finale degli Europei. Il successo azzurro trascina alla promozione anche la Francia. Ininfluenti a questo punto nel nostro girone le partite dell’ultima giornata in programma mercoledì.

Sotto la fitta pioggia di Glasgow e con il lutto al braccio per non dimenticare da dove veniamo, l’Italia ha compiuto la grande impresa. Il gol di Toni dopo due minuti ha dato l’avvio a una prestazione orgogliosa, chiusa da un colpo di testa di Panucci nel recupero dopo il pareggio di Ferguson. È stata una vittoria ottenuta grazie a una chiara superiorità tecnica e tattica degli azzurri, messi in difficoltà solo a tratti dagli scozzesi e frenati da due segnalazioni sbagliate di un assistente di Mejuto Gonzalez (gol annullato ingiustamente a Di Natale, rete di Ferguson convalidata nonostante un chiaro fuorigioco del capitano scozzese). Nonostante riti scaramantici (il messaggio di Sean Connery e una cena al curry) e grande agonismo, la squadra di McLeish non ha saputo sfruttare il fattore campo e soprattutto gestire la grande pressione della vigilia, dimostrando i suoi limiti strutturali (assente dal 2000 a Europei e Mondiali, è al tredicesimo posto del ranking Fifa).

Esce trionfatore, invece, Donadoni, protagonista di un’impresa che neanche a Bearzot era riuscita: dopo i Mondiali del 1982 la Nazionale non si qualificò per gli Europei di Francia. Nella partita da dentro o fuori, il ct azzurro ha indovinato la formazione affidandosi per otto undicesimi alla squadra campione del mondo. Donadoni non ha avuto neanche il tempo di sedersi in panchina, che il centravanti del Bayern Monaco ha sbloccato la gara dopo appena settanta secondi. Bellissima la palla lavorata da Di Natale sulla sinistra, puntuale l’esterno destro di Toni che si è infilato sotto la traversa. Il gol italiano è stato uno shock tremendo per gli scozzesi, al punto da rischiare di subirne un altro dopo un minuto. Questa volta, però, l’assist di Toni è stato sprecato da Camoranesi.

Assorbito il colpo, la squadra di McLeish ha iniziato a spingere, puntando sul tradizionale gioco fisico, ma anche sulle qualità tecniche di alcuni giocatori come McFadden (il giustiziere della Francia), supportato in attacco sia dagli inserimenti dei centrocampisti esterni, Brown e McCulloch, che dei centrali, Ferguson e Fletcher. Al 18′ è stato il terzino destro Hutton a sfiorare il pareggio con un insidioso colpo di testa finito a lato di pochi centimetri. Nonostante la pressione scozzese, gli azzurri non si sono fatti comunque intimorire. Compatta e determinata, la squadra di Donadoni non si è limitata a respingere i tentativi avversari, ma grazie ad un buon pressing si è proposta in attacco con intelligenza e autorità. Come premio all’ottima interpretazione della gara, al 31′ è arrivato il raddoppio di Di Natale su tiro iniziale di Ambrosini. Tradito dal suo assistente di destra, però, che ha segnalato un fuorigioco inesistente, Mejuto Gonzalez ha annullato la rete tra la rabbia giustificata degli azzurri. Dall’altra parte la Scozia, in grande difficoltà, ha costruito la sua occasione migliore nel finale di primo tempo, ma Pirlo è stato bravissimo a respingere sulla linea un colpo di testa di Weir.

Nella ripresa l’Italia ha continuato a giocare con generosità, ma al 20′ ha subito il pareggio. Sulla corta respinta di Buffon dopo un tiro di McCulloch, Ferguson (in netta posizione di fuorigioco) si è avventato sulla palla appoggiando in rete. Preoccupato dall’entusiasmo ritrovato degli scozzesi, Donadoni ha inserito Iaquinta al posto di Di Natale, mentre McLeish ha risposto con Miller. Poi l’incredibile finale. Al 36′ occasione sbagliata dalla Scozia (su assist di Miller, McFadden ha mancato in scivolata il facile pallone della vittoria), 10′ dopo il colpo di testa liberatorio di Panucci.
Festa azzurra. E mercoledì a Modena passerella con le Faer Oer.

SCOZIA-ITALIA 1-2

Scozia (4-1-4-1): Gordon; Hutton, McManus, Weir, Naysmith; Hartley; Brown (29′ st Miller), Ferguson, Fletcher, McCulloch (47′ st Boyd); McFadden. A disp. McGregor, Alexander, Caldwell, Pearson, Robson. Ct McLeish

Italia (4-1-4-1): Buffon; Panucci, Cannavaro, Barzagli, Zambrotta; Pirlo; Camoranesi (38′ st Chiellini), Gattuso (42′ st De Rossi), Ambrosini, Di Natale (23′ st Iaquinta); Toni. A disp. Amelia, Oddo, Perrotta, Gilardino. Ct Donadoni 6,5

Arbitro: Mejuto Gonzalez (Spa)

Marcatori: 2′ pt Toni, 20′ st Ferguson, 46′ st Panucci

Note: ammoniti Naysmith, McCulloch, Toni. Recupero 1′ pt, 3′ st.
Spettatori 51.000 circa.