E’ in fin di vita Michael Jackson la popstar americana

Michael Jackson dovrebbe sottoporsi d’urgenza ad un trapianto ai polmoni a causa di una rara malattia genetica che lo avrebbe fatto diventare al 95% cieco da un’occhio e che lo avrebbe reso talmente debole che ora a stento riuscirebbe a parlare. A rivelare la notizia, riportata ampiamente dalla stampa britannica, dopo che già nel luglio scorso la pop star era stata fotografata mentre veniva portata su una sedia a rotelle, è stato il giornalista canadese Ian Halperin, un ex reporter della rivista musicale Rolling Stone che ora sta lavorando ad una biografia sull’ex principe del pop. Secondo Halperin, Jackson sarebbe affetto da deficit di alfa-1-antitripsina, una malattia ereditaria che colpisce polmoni e fegato e si manifesta nelle persone che hanno una quantità insufficiente di una proteina chiamata appunto alfa-1-antitripsina. Il cantante – che quest’anno a causa dei suoi problemi economici è stato costretto a vendere la sua tenuta di Neverland e che è stato inoltre denunciato per inadempienze contrattuali dal principe del Bahrain, Abdullah Al-Khalifa – era stato fotografato 10 giorni fa mentre si recava da un medico a Los Angeles. Halperin sostiene che, sebbene Jackson sia affetto dal male genetico da diversi anni, le sue condizioni di recente sono peggiorate enormemente. «Ha bisogno di un trapianto ai polmoni ma potrebbe essere troppo debole per affrontarlo. Soffre anche di enfisema e di emorragie gastrointestinali che i medici a stento riescono a fermare. L’aspetto più problematico sono proprio le emorragie. Lo potrebbero uccidere», ha detto il giornalista. Il portavoce della pop star non ha commentato le rivelazioni di Halperin, ma suo fratello Jermaine ha confermato all’emittente americana Fox che Jackson in effetti non è in buona salute. «Non sta bene al momento. Non è un buon periodo», ha detto.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento