Roma-Dinamo Kiev 2-0

Totti esulta dopo il secondo gol in champions contro la DinamoAncora una grande Roma. Il 2-0 alla Dinamo Kiev scalda i cuori giallorossi e merita gli applausi degli amanti del calcio. Bella come in campionato, pungente in attacco, dove stavolta è
toccato a Perrotta, oltre al solito Totti, essere l’uomo partita, e solida in difesa, alla quinta partita senza subire reti. La creatura di Spalletti ha lanciato il suo assalto anche alla Champions League. Parola d’ordine: cancellare Manchester. E il successo numero 100 nelle coppe europee è stato il migliore messaggio. La Roma è partita con il piede giusto, con la firma per primo di Perrotta, che al 9′ ha girato di testa in rete un cross di Tonetto dalla sinistra. Un’azione bellissima, un lungo fraseggio tutto di prima cui hanno partecipato anche Mancini, Totti e Aquilani. Nel primo tempo Juan ha avuto la possibilità di chiudere la gara, ma stavolta, diversamente da domenica a Reggio Calabria, il suo tocco ravvicinato è finito sul palo.

La ripresa è cominciata con un leggero predominio della Dinamo, ma Doni non ha corso pericoli. Una Roma più tranquilla con Giuly al posto di Mancini, che all’esordio stagionale dopo più o meno un’ora di partita ha finito la birra. E proprio Giuly si è divorato il 2-0 un attimo prima che Totti al 25′, con un perfetto diagonale scoccato poco dentro l’area, segnasse invece la sua 190esima rete in giallorosso, la 22esima europea.

A quel punto la Dinamo è crollata, salvandosi su un tentativo di Aquilani e su un altro del capitano. Prima che anche Doni vivesse il suo momento da protagonista sull’unico affondo degli ucraini, con Shatskikh: volo a deviare in angolo. Mentre Shovkovskyi ha dovuto ringraziare ancora il palo su un tiro di Cassetti. Ora il 2 ottobre la rivincita a Old Trafford con il Manchester, che intanto ha vinto a Lisbona con lo Sporting.

ROMA-D.KIEV 2-0

Roma (4-2-3-1): Doni, Cassetti, Juan (36′ st Ferrari), Mexes, Tonetto, De Rossi, Aquilani (36′ st Pizarro sv), Mancini 6 (15′ st Giuly), Perrotta, Taddei, Totti 7. A disp: Curci, Cicinho, Vucinic, Brighi). All. Spalletti .

Dinamo Kiev (4-4-1-1): Shovkovskiy, Markovic, Fedorov, Gavrancic, El Kaddouri, Gusev (25′ Correa), Mikhalik, Yussuf , Michael (10′ st Rebrov), Shatskikh, Bangoura (1′ st Diogo Rincon). A disp: Rybka, Ghioane, Kleber, Rotan. All. Demyanenko

Arbitro: Hamer (Lussemburgo)

Marcatori: nel pt 9′ Perrotta, nel st 25′ Totti