Calciomercato Roma, Walter Sabatini vuole un talento dell’Inter


Walter Sabatini avrà un lavoro difficilissimo a Gennaio: dovrà acquistare almeno due difensori centrali e si continuano a cercare due terzini bassi. Nel frattempo, dovrà sfoltire una rosa lunghissima, cercando di cedere un’intera formazione. Non si punta solo il mercato estero, però. La nuova idea del Fumante è Luca Caldirola, la nuova promessa del calcio italiano. Il difensore centrale degli Azzurrini è un classe 1991, è alto 187 cm e pesa 75kg, ma è tutto fuorchè lento e macchinoso. Sta facendo le fortune di Ferrara, ma ha una storia da calcio italiano: talentuoso, tante promesse dai nerazzurri fino al prestito al Vitesse, dove il ragazzo colleziona ben 11 presenze, facendo anche un po’ d’esperienza all’estero. Caldirola in Olanda diventa titolare, nonostante la giovane età. L’Inter, però, non vuole puntare su di lui: cede la sua metà al Cesena per arrivare a Nagatomo ed ora il ragazzo è costretto alla tribuna (quando i Nerazzurri giocano a Milano…) ogni domenica. Ha tutto per diventare un difensore di livello assoluto e Sabatini lo sa: arrivare a lui non dovrebbe essere difficile, vista la scarsa lungimiranza dei dirigenti dell’Inter e dello scarso interesse, sempre degli stessi, nel ragazzo. Sabatini prenderà un centrale più affidabile e un giovane dalle ottime potenzialità: o Caldirola, o Uvini.

Photo credits | Getty Images


LEGGI ANCHE  La Roma è ancora fortemente interessata a Chalobah per gennaio

5 commenti su “Calciomercato Roma, Walter Sabatini vuole un talento dell’Inter”

  1. Io ,se proprio si dovesse puntare su un giovane difensore centrale scuola Inter,prenderei ad occhi chiusi Felice Natalino(classe ’92).E’ un atleta eccezionale,in questo momento è in prestito a Verona e non trova spazio,ma il giocatore non si discute.Comunque anche Caldirola non è male,ma non in prestito,non mi va di valorizzare i giovani alle altre squadre.

    Rispondi
    • Bè sono un po di parte su Natalino visto che è un mio amico, ma proprio perchè l’ho visto giocare sin da quando era ancora un bambino, sarebbe un ottimo elemento….se gli si da fiducia, potrebbe diventare veramente un ottimo giocatore (d’altra parte si è fatto tutta la trafila delle nazionali, dall’under 14 in poi).
      Ha classe, eleganza, un buon piede e un ottimo senso tattico, gli manca esperienza e il fisico. Ma ha tutto per diventare un gran giocatore.

      Rispondi

Lascia un commento