Notte di sogni, di Coppe dei Campioni

Così recitava la mitica canzone di Venditti "Notte prima degli esami" ed ogni volta che si ascolta a noi tifosi della Roma, ci dà sempre un certo brivido, ricordando le gesta di quella squadra allenata dal Barone e di quei giocatori che veramente erano gladiatori, lottavano con il cuore e con l’anima lasciando a casa tutte le cattiverie, la bella vita, e tutte le voci che ruotano attorno a questo sport. Questa canzone ricorda anche quella brutta serata di maggio, quando Falçao non volle tirare il rigore, quando brunetto si mise a piangere, quando Agostino uscì dal campo con le mani nei capelli e nella sua faccia si leggeva tutta la disperazione, quando c’era il mitico Dino Viola uomo tutto d’un pezzo e tutto noi in quella partita ci siamo giocati un pezzo di cuore, ma loro erano giocatori con il vero cuore Romanista e si facevano amare. Dopo quella sera non c’ è più stata un’ emozione del genere e a parte rare eccezioni non abbiamo più avuto una squadra così. La partita di stasera è fondamentale come tutte le partite da qui alla fine del campionato, ma un’occasione del genere di poter giocare la finale di Champions qui a casa nostra all’olimpico si ripeterà difficilmente, ma sò bene che questa opportunità la può capire solo Totti, De Rossi, Aquilani, degli altri ho seri dubbi. Vincere per ripartire nella mente, nel cuore, e nel morale. Vincere per continuare ed iniziare a sognare. Vincere per far bene in campionato. Vincere per noi tifosi. Vincere perchè sei l’AS ROMA.

Condividi l'articolo:

10 commenti su “Notte di sogni, di Coppe dei Campioni”

  1. c’eri tu e qualche amico in più…quante volte in un tuo abbraccio ho preso coraggio….a te a te che sei la mia Roma. A te che non sarai mai sola…perchè non hai lasciato mai meeeeeeeee!!!! a te a te la mie Fedeltà, il mio coraggio la lealtà e la mia voce nella golaaaaa!! a te che sei la Mia Roma…ovunque tu sarai mai sola MAI. ALZIAMO LE NOSTRE VOCI IN UN CALOROSO FORZA ROMA!

    Rispondi
  2. Anche per me è la stessa cosa!!!!pensa che vivendo in provincia di napoli i tifosi “da maggica” si contano sulle dita………allorai o mi sono comprato il digitale ed ho fatto l’abbonamento per non perdere nemmeno una partita dei ragazzi con la maglia sangue ed oro!!!!!purtroppo sono costretto a vederle da solo perchè come ti dicevo non ci sono altri lupacchiotti….ma quando accendo la tv per me c’è solo l’AS ROMA!!!!!!!!!!

    Rispondi
  3. grazie Giuseppe. è che al cuore non si comanda e il mio è assolutamente giallorosso. e poi è un amore che col tempo è cresciuto esponenzialmente

    Rispondi
  4. A ragà me viene da piangere!!!!!!stasera danielino in forte dubbio!!!!distorsione alla caviglia destra!!!!ma porca miseria mi sà che qua veramente dobbiamo spargere il sale prima delle partite!!!anzi essendo io di napoli(ma con il cuore intermanete giallorosso)posso regalare il famoso”corniciello” a tutti i giocatori da magica!!!!p.s volevo fare un complimento ad elvica!!!!non è facile trovare una ragazza con il cuore giallorosso come te!!!!!dajè ROMA daje!!!

    Rispondi
  5. anch’io la ricordo, ero ancora piccolina, ma decisi ufficialmente quella sera stessa di diventare giallorossa (l’anno prima, quello dello scudetto, la decisione era solo ufficiosa!). so che ha davvero poco valore quello che sto dicendo, è che mi sono fatta prendere dai ricordi!!
    DAJE MAGGICA

    Rispondi
  6. ripensare a quella serata di molti anni fa della finale a Roma di quella che ancora si chiamava coppa dei campioni tra Liverpool e ROMA mi fa tornare i brividi. ricordo chiaramente l’atmosfera che si visse e il patos durante i calci di rigore…ma il loro portiere (globellar) ci ipnotizzò 🙁

    Rispondi

Lascia un commento