Cicinho alla Roma: oggi l’ufficialit


Oggi l'ufficialità di Cicinho alla RomaOggi dovrebbe diventare ufficiale, a meno di clamorosi colpi di scena dell’ultima ora, magari un voltafaccia di Calderon stile Emerson: Cicinho lascia Madrid e ricomincia da Roma.

Si chiude uno dei tormentoni dell’estate 2007. Dopo due anni in chiaroscuro nel club più prestigioso del mondo, a lungo infortunato, spesso incompreso, l’esterno esploso al San Paolo ricomincia dal club forse più brasiliano d’Italia. «Una bella sfida, ho voglia di misurarmi nel campionato più difficile del mondo, in una squadra dove ritrovo tanti compagni della Seleçao», ha confidato agli amici nei giorni scorsi. Più che altro ex, visto che negli ultimi tempi è uscito dal giro della Nazionale. «Il mio obiettivo è riconquistarla attraverso la Roma».

Ormai non ci sono più dubbi, gli ultimi sono stati fugati dal blitz di Daniele Pradè. Mentre la squadra di Spalletti si preparava ad affrontare l’Inter a San Siro, ieri pomeriggio il d.s. giallorosso è volato a Madrid per incontrare il giocatore, da due anni in possesso del passaporto italiano, e definire gli ultimi dettagli della trattativa.

Un blitz in piena regola per superare le ultime velleità del Siviglia, soprattutto bruciare sul tempo un’eventuale rilancio del club spagnolo, economicamente irraggiungibile dalla Roma. Il d.s. giallorosso è andato a cena con il d.g. madridista Mijatovic ed il mediatore Bronzetti e a quel punto la trattativa è entrata nel vivo, proseguendo fino a tarda sera, quando il d.s. giallorosso è riuscito a strappare al Real la cifra giusta: 8 milioni circa, probabilmente pagabili in tre rate.