Roma al pit stop

Rassegna Stampa – Il Tempo – L’analisi di questo penultimo posto in classifica dopo due giornate di campionato (solo l’Udinese ha fatto peggio della Roma), non può non partire dal passato. Non si può dimenticare quanto detto alla vigilia della trasferta di Cagliari da Ranieri: allenatore che conosce a menadito entrambe le piazze e che, evidentemente, aveva fiutato tutto il malessere poi conclamato della “sua” Roma. C’è da dire che siamo solo alla seconda giornata e nulla di quanto successo finora è irrecuperabile: ma c’è comunque da lavorare sodo, mettere in chiaro alcuni punti e rivedere più di una cosa in campo ma non solo. “Il problema è che incassiamo troppi gol” aveva tuonato il tecnico alla vigilia. Risultato, cinque fischi presi a Cagliari che portano a quota otto il report negativo della Roma nelle prime tre uscite della stagione: media disastrosa. La difesa non va proprio, il Burdisso «buono» a Cagliari si è suicidato, l’altro non sembra ancora una roba da Roma e Juan da solo non può fare miracoli. Su Castellini si apre il secondo interrogativo: quello legato alle operazioni di mercato che hanno portato a Roma tutti giocatori non a posto fisicamente. Il difensore chiamato a sostituire la “roccia roscia” norvegese (come Totti ha scherzosamente ribattezzato Riise), è durato tredici minuti prima di chiedere il cambio. Simplicio è ancora lontano, Adriano migliora ma deve crescere e smaltire molto prima di poter tornare operativo e iniziare anche solo lontanamente ad assomigliare a quella «scommessa vinta» pronosticata da qualcuno. Ma se la difesa è probabilmente il problema principale di questa Roma, l’attacco non sta regalando le sperate soddisfazioni al tecnico giallorosso. Gol realizzati da attaccanti finora? Zero. Nessuno nonostante Totti stia attraversando un ottimo momento di forma e nonostante l’arrivo di Borriello che sembrava essere destinato a vestire i panni del nuovo imperatore. Beh, l’esordio è stato deludente e l’assenza di Vucinic (anche lui infortunato dell’ultima ora) non ha fatto che aumentare i problemi in attacco a Cagliari dove il giovane Menez è stato ancora il migliore: almeno lui.

LEGGI ANCHE  Arsenal forte su Abraham: tante pretendenti in Premier League

C’è poi da affrontare il discorso legato a una condizione atletica non ottimale: altra cosa che Ranieri non ha gradito per nulla. Il tecnico non ha potuto lavorare come avrebbe voluto: al ritiro estivo molti giocatori sono arrivati in ritardo perché acquistati all’ultimo momento. Un altro gruppo era legato alle sorti delle varie nazionali e, ovviamente, è arrivato stanco e ha iniziato a lavorare ancora più tardi. Così come la questione portieri che il tecnico non ha risolto solo perché, anche in questo caso, non c’è stata chiarezza. La speranza è che a Julio Sergio non succeda mai nulla, perché altrimenti lì dietro c’è il deserto: non a caso il tecnico sta cercando di rianimare un Doni che sembrava già distante anni luce. Dulcis in fundo il nodo legato alla società. In questo momento di vacatio legis (nonostante le smentite del caso), con una scissione all’interno della dirigenza evidente, i giocatori hanno perso i punti di riferimento e il tecnico, per certi versi isolato, deve fare lavoro doppio per non dire triplo. E, cosa da non sottovalutare, aspetta ancora il famoso incontro (sono ormai otto mesi) con la Sensi per rinnovare il suo contratto (nessuna risposta è mai arrivata alla richiesta del tecnico di 2.7 milioni a stagione). Ma qui c’è chi sostiene ci sia stato una frenata della banca: come a dire finché non arriva il nuovo acquirente niente contratti. Insomma, c’è da rimboccarsi le mani, «tutti» assieme, per evitare che la nuova stagione non diventi solo la bruttissima copia di quella precedente. Il tempo per rimediare c’è e già da mercoledì contro il Bayern Monaco si può provare a rialzare la testa. La Sensi stavolta ci sarà… sarà un caso!?

22 pensieri su “Roma al pit stop

  1. Poi la storia dei campi, non la capisco.
    Probabilmente è vero quello che dice Ranieri.
    Ma scusa, è utile dirlo durante la conferenza stampa a settembre ?
    No era meglio dirlo alla Sensi piuttosto che ai vari Cacapano, Cecchino o Piero Torri ?
    Non era meglio parlarne a maggio dentro la societa ?
    Che tipo di allenatore è questo ?
    Aziendalista ? Ma per favore.
    Sta sbagliando tutto e pure mette il suo disagio in piazza cosi ?
    Il Bari non vincera mai uno scudetto. Ma meglio seguire una sconfitta del Bari di Ventura (che gioca, che ha un identita, schemi) che vedere questa Roma.
    E Ventura chi l’ha sentito piangere come Ranieri ?
    Gli hanno tolto Ranocchia e Bocchetti, i due centrali, e cosa dice ? Nulla.
    Se si tratta di giocare con uno sulla fascia destra in un 442, cento volte meglio Alvarez (che non ha piedi buoni ma una velocita incredibile) che Perrotta (che è spremuto da tre anni).

  2. anche perchè totti deve capire che da ora in avanti le sostituzioni e la panca verranno sempre + di frequente nn ha 20 anni poi se queste vengono fatte senza logica è un altro discorso

    1. per me rimane il fatto che ranieri cmq non ha i giocatori ne per fare il suo 4-4-2 ne per un 4-3-3, mettici che gioca con un de rossi che non struscia un pallone.

      1. De rossi non struscia un pallone ma alla fine dell’anno garantisce minimo 6 goal a campionato giocando davanti alla difesa

      2. quello è vero, pero guarda il totale, nel senso che inuna partita se giochi con de rossi non al max ci sta, ma se a de rossi ci sommi perrotta che è vecchio e fuori ruolo, cassetti che prima o poi la cazzata la fa… alla fine giochiamo in 9

      3. su perrota e cassetti concordo in pieno!anzi io farei giocare brighi sempre al posto di perrotta e rosi sempre al posto di cassetti perchè non si possono vedere insieme anche a taddei

  3. Ma che vi leggete tutti LEGGO???? date retta a quelle cavolate? ora ditemi chi avrebbe contro ranieri??? me lo dovete proprio dire, al max mexes ma poi basta, credete che totti se la sia presa per una sostituzione? svejateve la sostituzione l’hanno decisa insieme, ma la partita la vedete? sono stati a parlare 5 min prima del cambio. e cmq ci tengo a precisare che la formazione sarà anche quella dello scorso anno, ma vi ricordo che totti perrotta e taddei ( che lo scorso anno erano giocatori chiave) hanno un anno in più e credetemi che pesa. Metteteci anche che la fortuna che assisteva il portiere sta svanendo e questo è il risultato.

  4. RAGAZZI CALMA…non è successo ancora niente..U27edisspari diceva le stesse cose u n anno e poisappiamo com é finita…U27 e diapri poi lo scorso anno quando vincevamo partite su partite…è scomparso…anche a me non piaace Ranieri…ma è il mio allenatore…e bisogna dargli fidducia…ASPETTIAMOOOOOO

  5. però attenzione regà, è pur sempre la seconda di campionato. è vero che il buongiorno si vede dal mattino, però abbiamo giocato 2 partite: la prima con un cesena in palla, decisamente preso sottogamba (2 pallini al milan galattico, con noi la loro difesa nn ha sbagliato niente e antonioli ha fatto un paio di miracoli decisivi) e l’altra che si è messa male, sia perchè la squadra era abbastanza rimaneggiata, sia a causa degli episodi che ormai tutti conosciamo.
    io non penso che questa squadra sia da quarto posto, io penso che si possa arrivare a vincere tutto (o quasi). è un fatto di mentalità vincente che al momento manca nei giocatori.Secondo me troppi allarmismi al momento possono solo fare male alla squadra.

    1. poi le dichiarazioni di ranieri che ha detto che la squadra è da zona uefa possono essere anche sotto un’altra ottica: se inizia a fare proclami di vittoria ora, ovviamente la squadra si sente molto più sottopressione, cosa che già da metà campionato può farla “esplodere”. Vi ricordate la tattica di mourinho di catalizzare tutte le voci giornalistiche su di sè per far lavorare tranquillamente la squadra? io penso stia facendo un discorso più o meno simile… poi chissà in sede di allenamento cosa dice ai giocatori… non penso gli dica “dai francè pressa! rientra! jeremy passa la palla! dai ragà che il piazzamento uefa è nostro!”

      1. le dichiarazioni di ranieri sono chiarissime, i giocatori stavano a testa troppo alta, mo vediamo se con il tonfo di sabato abbiamo abbassato la testa.

  6. la squadra è da 4/5 posto questa è la verità ma è altrettanto vero che ci sono una serie di errori infiniti dell’allenatore a cominciare per esempio dall’intestardirsi nel volere burdisso a tutti i costi a quelle cifre poi…..per passare poi alle sue esternazioni sul valore della roma che cmq non doveva fare per passare poi a i rapporti con alcuni giocatori ormai deteriorati…io ieri ho visto il bari quella si che è una squadra con un gioco

  7. ragà io credo prp ke un altro risultato negativo e ranieri se ne va xkè ormai lo spogliatoio è spaccato….tt i giocatori + forti sn fuori e credo ke società e banca (oltre a noi) nn vogliono qst!!!cmq speriamo ke le cs si aggiustino!!!

    1. Questo è sicuro. L’ha fatto cosi in ogni club dove ha allenato.
      Si presenta con l’avvocato à chiedere la buona uscita.

  8. hai pienamente ragione.Dire che questa squadra è da uefa significa non avere voglia di allenarla percio’ per me puo’ anche andare

  9. non so voi ma io proverei alberto de rossi come allenatore della roma, sicuramente è meglio di ranieri!! la squadra ormai sta scoppiando e sinceramente penso che si deve cambiare allenatore se vogliamo puntare allo scudetto e arrivare a buon punto in champions, ho paura che con ranieri sta succedendo lo stesso successo a spalletti negli ultimi 2 anni!

    1. concordo con Romanista doc ! A me Ranieri è scaduto dal momento della dichiarazione recente in cui afferma che questa squadra concorre per il posto in coppa “UEFA”…ma come!! è la squadra dello scorso anno che fino all’ultimo ha conteso lo scudetto all’inter, sono stati presi Adriano e Borriello e non ci può dire che siamo da 4°-5° posto. Se l’allenatore non crede alla squadra allora è meglio che lasci il posto a qualcun altro motivato. La sua gestione di alcuni giocatori (Menez e Mexes) del resto non ci pare così brillante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.