Con Borriello Ranieri ha una Roma da sogno

Rassegna Stampa – Il Messaggero – Poteva succedere tutto. O niente. Diciamo che è successo parecchio. Arriva alla Roma, dal Milan, Marco Borriello. Cioè Ranieri avrà a disposizione il bomber che la Roma cercava da sempre per affiancarlo a Totti. Il tecnico è parecchio soddisfatto, specialmente perché in questo periodo non ha a disposizione Adriano e chissà quando tornerà a giocare ad alti livelli. Ma questo è un altro discorso.
Partiamo da lunedì pomeriggio: la Juve aveva messo gli occhi addosso al giocatore e aveva pure trovato l’accordo con il Milan. Sembrava tutto fatto, anche perché sul piatto della bilancia c’erano 13 milioni per il Milan e 4 in dieci mesi per Marco. Tanta roba. Borriello ha ascoltato, poi ha detto no. Non gli piace Torino, voleva fare la Champions e Roma è sempre stata la sua prima scelta. Questo, è chiaro, appena arrivato Ibra in rossonero, per lui è cambiato parecchio e ha cominciato a guardarsi intorno.

Le prime telefonate da Roma sono state di sondaggio, poi sono arrivate quelle giuste. Tra Juve e Milan si è messa in mezzo con forza la Roma. Ovvero Rosella Sensi in persona. La presidentessa non aveva mandato giù l’intromissione della Juve sulla questione Burdisso e quei tre milioni in più fatti pagare dall’Inter. La Juve e l’Inter, fin lì diciamo alleante, da quel momento sono diventate avversarie, quasi nemiche. Ed ecco che Rosella ha deciso di chiamare l’unico amico rimasto, ovvero Adriano Galliani. Il calciatore vuole venire da noi, quindi troviamo un sistema e mettiamoci d’accordo, in sintesi la telefonata di Rosella. Questo, nella serata di lunedì. Presto fatto. Milan e Roma non ci hanno messo molto a mettersi d’accordo. Nel frattempo la Sensi ha avvertito Unicredit (è intervenuto pure Montali) sul fatto che stava per mettere a punto questa operazione.

«Abbiamo costruito una Roma molto più forte, Borriello lo volevo da anni, ci abbiamo provato spesso»

le parole di Rosella. Lo hanno capito pure i giocatori, molti di loro, felicissimi, hanno chiamato Borriello. Che ha chiesto (e otterrà) la maglia numero 22.

LEGGI ANCHE  Altro tentativo della Roma per Aouar: la situazione aggiornata

L’accordo tra Roma e Milan è di prestito con diritto/obbligo di riscatto fissato a dieci milioni da spalmare in tre anni. Al calciatore un contratto di 1 più 4 (4,5 milioni adesso e 5,4 fino al 2015, esclusi ovviamente i premi). Borriello arriva oggi a Roma e probabilmente, dopo le visite mediche, verrà presentato. La Juve, squadra che lui non gradiva, comunque gli offriva un contratto di 1 più 3 e non 1 più 4. La Roma poi gioca la Champions e questo pure ha fatto la differenza, così come la faceva in negativo per il club giallorosso quando la massima competizione europea non veniva disputata. Ieri il ds Pradè ha sistemato tutto con il Milan e il giocatore, ha messo a posto i contratti, ha ottenuto le firme e in serata è tornato a Roma. Tempo per fare altre operazioni ce n’è stato poco.

J.Baptista non è andato al Genoa (voleva tre anni di contratto) e se fosse andata diversamente, la Roma avrebbe potuto prendere pure Behrami. Doni non è riuscito a mettersi d’accordo con il Fulham e quindi è di conseguenza saltato Rubinho. Antunes si trova in mezzo a un contenzioso Fifa con il Kavala e non è riuscito ad andare al Panionios, così come per Loria è saltato il trasferimento a Torino. Il Padova ha rinunciato a Greco. Gli unici che si sono spostati in extremis sono Pit (Rapid Bucarest) e Barusso (Livorno). Per il resto, bisogna aspettare gennaio.

35 pensieri su “Con Borriello Ranieri ha una Roma da sogno

  1. La squadra adesso c’è…Borriello è un calciatore, Adriano magari lo diventerà…per il resto abbiamo molti giocatori da cedere, ma tocca a Ranieri trovare la quadratura del cerchio, un buon allenatore è in grado di capire le caratteristiche della squadra e schierarla a secondo dello stato di forma dei singoli e delle caratteristiche dell’avversario. Vediamo come va a finire…secondo me ci divertiremo!

    1. Si, grande acquisto quello di Borriello, anche se per Behrami ci sono rimasto un pò male. Inoltre un vice-Pizarro non ci avrebbe fatto male. Comunque secondo me la formazione dovrebbe essere un 4-3-1-2 con De Rossi Simplicio e Pizarro in mediana Vucinic e Borriello (o Adriano quando tornerà) e Totti e Menez a fare staffetta come trequartisti

  2. Io sarò pazzo ma con l’arrivo di Borriello allontanerei Totti dalla porta avversaria spostandolo sulla linea dei trequartisti in modo da giocare tra le linee avversarie e avendo così l’opportunità di avere più spazio per le giocate e sfruttare al massimo la visione di gioco e i piedi fatati del Capitano con degli assist per un trio magico formato da Borriello, Vucinic e Menez! Menez si può anche sacrificare a giocare da trequartista esterno per fare posto al Capitano! Da non dimenticare che potremmo sfruttare così un’arma micidiale che sono i tiri da fuori area di Totti!
    con questa formazione:
    _______________J.Sergio___________________
    Cassetti______Mexes___Juan___________Riise
    ________De Rossi______Pizarro_____________
    Menez____________Totti_____________Vucinic
    ________________Borriello__________________

    Menez può continuare a fare il tornante e si affianca a Totti nelle azioni offensive e Vucinic si interseca con Borriello oppure gli gira intorno con Marco che fa da boa.
    All’occorrenza si può attaccare con Menez Borriello e Vucinic con Totti che ha così la possibilità di fare da rifinitore o da finalizzatore. Con 2 opzioni da poter scegliere il Capitano diventerebbe imprevedibile e micidiale! In più si risparmierebbe parecchia corsa non dovendo più fare reparto da solo, e si potrebbe sperare di averlo per più partite durante l’arco della stagione…
    Dio mio Roma quanto TI AMO!

    1. sono d accordo con te per il fatto che totti debba giocare come rifinitore ma a questo punto se vuoi giocare con qst modulo è meglio mettere taddei al posto di menez e con il francese che si alterna

      1. vucinic!!? ma ke vucinic è imprevedibile quando è in giornata nessuno lo ferma e ti fa dei goal spettacolari!!vucinic e menez sono tutti e due giocatori che hanno bisogno di giocare per sentirsi importanti se no si perdono

  3. ragazzi, il ragionamento è facile:
    l’anno poco ci mancava che vincevamo lo scudetto….quest’anno, senza vendere nessun titolare abbiamo in più un forte centrocampista (Simplicio) e una forte punta centrale (Borriello), senza parlare di un certo Sig. Totti già in gran forma a inizio campionato…….(Adriano lo lascio fuori per adesso)
    l’Inter ha venduto un talento (Balotelli) e non ha comprato nessun giocatore determinante.
    la Juve ha fatto un altro mercato a casaccio, tanti giocatori di cui pochi di qualità (Quagliarella e Krasic) e tutti da amalgare in poche settimane…..un inferno per Del Neri (allenatore inesperto e non certo pronto per simili difficoltà, uno che gioca sempre allo stesso modo e a suo agio solo in ambienti di provincia)
    il Milan ha rinforzato tantissimo l’attacco ma ha sempre le stesse grandi incognite negli altri reparti (ossia l’età, quindi la tenuta e la mancanza di rincalzi), oltre al fatto che c’è u allenatore che dovrà avere il coraggio di mettere in panchina giocatori importanti e viziati (Robinho su tutti)
    quindi tante potenzialità ma anche tanti punti interrogativi
    invece vedo bene Fiorentina e Genoa e
    non mi stupirei se anche quest’anno vedessi la Fiorentina o il Genoa arrivare quarti ai danni della Juve

    1. hai ragione quest anno vicremo un altro campionato da protagonisti anche se tutti ci snobbano…ma tuttosommato è meglio così la juve come al solito spende soldi a casaccio e il milan crede come sempre che basandosi sui singoli riuscirà a vincere qlcs mentre per l inter dopo la stagione passata credo che i giocatori siano sazi e non gicheranno con la stessa foga degli anni passati…speriamo che qst anno sia l anno decisivo per la svolta anche se a mebasterebbe anche arrivare in semifinale di champions e lottare come l anno scorso fino alla fine…sempre forza roma

  4. che palle ma possibile che ci sia sempre qualche lamentela??Se la Roma gioca a 3 davanti ma dove gli servono gli esterni?giocherà a tre a centrocampo no?Ma poi che angoscia,non siete mai contenti..mamma mia che brutta specie di tifosi me state a nauseà

  5. eh credo che menez si giochi il posto con vuvinic ora. xke vedere contemporaneamente totti borriello vucinic menez e poi con il ritorno di adriano giocare con 4 uomini offensivi mi sembra impossibile con ranieri

      1. esatto tanto come esterni ci sono cassetti e riise che cmq spingono sulla fascia….menez per me è uno spreco esterno perche quando gioca trequartista è uno spettacolo

      2. In questo modo le fasce non ti sembrano un pò troppo scoperte?? Non hai esterni apparte Riise e Cassetti che dovrebbero fare tutto il campo…già è dura la vita del terzino nel 4-3-3 figurati con un 4-2-1-2-1! Manco Cafù e Candela dei tempi d’oro!!!!

      3. si però avanti dovremmo avere piu opportunità e la partita con il cesena lo dimostra…e poi risee e cassetti avanzano sempre fino alla porta avversaria xk non provare..

      4. E comunque sia con questo modulo Menez si troverebbe comunque lontanissimo dalla porta!! A questo punto dovresti provare il 4-2-3-1 ma i 3 trequartisti devono fare anche i tornanti, cosa che fa benissimo Menez e che può fare solo Taddei oltre a lui. E’ per questo motivo che Ranieri continua a schierare il francese a destra, per assicurarsi la copertura in fase difensiva che non gli garantirebbe un Menez trequartista centrale! Menez potrebbe giocare tranquillamente al centro se avesse Eto’o e Rooney ai lati che rientrano anche a fare i terzini!!!

      5. io continuo col dire che menez sulla fascia è sprecato basta vedere tutte le partite che ha giocato in quel ruolo…menez è uno che da fantasia in attacco un pò come totti…il fatto è che però anche totti non si può mettere esterno e se si vuole far giocare menez borriello vucinic e totti insieme secondo me qst modulo è il più azzeccato

  6. se fai un 433 mascherato gli esterni non ti servono l’intelligenza di un allenatore è anche saper utilizzar un modulo in base ai giocatori che ha. se giochi con totti borriello di punta vucinic piu largo. a centrocampo giocano pizarro, de rossi, perrotta o simplicio. non ti servono gli esterni infatti taddei in queste prime partite sempre dalla panchina è partito e spero vivamente che ci rimanga

  7. con behrami avrei visto dopo 3 anni tuttosommato un mercato da squadra da serie a (per carità non da scudetto)però ora abbiamo tanti attaccanti anche se tutti si infortuniano molto facilmente anke borriello
    ha saltato metà stagione l’anno scorso per infortuni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.