Roma-Milan 2-1


La Roma in tre minuti recupera una partita che sembrava dover finire male, rimontando e superando con Giuly e Vucinic un ottimo Milan portatosi in vantaggio con Kakà. Terreno in condizioni perfette all’Olimpico, giallorossi in campo con Mancini invece dell’annunciato Vucinic (entrato nella ripresa e autore del gol partita già nel match d’andata).
 
 Squadre molto prudenti nella prima parte. Al 25′ bella azione della Roma, Totti per Perrotta che non trova il tempo per chiudere, appoggia ancora su Totti che serve sul palo opposto Mancini: rovesciata in acrobazia e palla di poco alta. Risponde Kakà con un tiro dal centro dell’area controllato facilmente da Doni. Al 28′ grande occasione per Totti servito da Taddei: sulla destra di Kalac il capitano giallorosso controlla ma spedisce sul fondo. Al 37′ bella girata di testa di Kakà su cross di Favalli dalla sinistra, palla a lato. La Roma non riesce a distendersi, causa anche il pressing milanista. Contestatissima l’azione finale del primo tempo: Pizarro tocca un pallone sulla lunetta dell’angolo (il nuovo regolamento non prescrive più il giro completo della palla, ma un tocco "percettibile") e se ne va, arriva Taddei che serve la palla al centro dell’area allo stesso Pizarro, Rizzoli ferma tutto su segnalazione del guardalinee. Veementi proteste giallorosse, senza esito.
 
 Si riprende con un’ammonizione a Gattuso per un’entrata fallosa su Totti, mentre Aquilani inizia a scaldarsi a bordo campo. Roma che riparte in avanti, ma Doni è autore di un buon intervento su Kakà, liberatosi in posizione favorevolissima. Ancora Milan in evidenza all’8′, gran tiro di Seedorf deviato da Doni. Al 55′ Kakà sblocca il risultato, con un sinistro di precisione che trafigge il portiere giallorosso. La rete rossonera arriva poco dopo l’ingresso in campo di Vucinic al posto di Mancini. Passa un minuto e Totti perde l’occasione per pareggiare, pasticcia e tocca in area con la mano. Ancora un brivido per la Roma, Seedorf vince il rimpallo con Doni, batte a porta vuota ma Cicinho recupera miracolosamente. Al 61′ nuovo cambio nella Roma: Giuly dentro per Pizarro. Due minuti dopo Kakà da fuori, Doni devia in angolo. Al 65′ è Vucinic a impegnare Kalac. Sul rovesciamento di fronte Pato cerca il rigore e viene ammonito per simulazione. Il Milan ha ampi spazi, la Roma non trova il bandolo della matassa. Aquilani entra per Taddei, Emerson per Seedorf. Poi in tre minuti il ribaltamento del risultato: al 77′ la Roma arriva al pareggio dopo un batti e ribatti in area, con Giuly che gira alle spalle di Kalac. Passano due minuti ed è Vucinic a infilare Kalac di destro sul primo palo. All’85’ si ferma Kakà per un problema alla schiena. Entra Gilardino. I minuti di recupero sono 4. Milan all’offensiva, palla pericolosa in area giallorossa. SI chiude con una punizione alta di Pirlo.

ROMA-MILAN 2-1 (primo tempo 0-0)
MARCATORI: Kakà (M) all’11’, Giuly (R al 33′, Vucinic (R al 36′ s.t.
ROMA (4-2-3-1): Doni; Cicinho, Juan, Panucci, Tonetto; De Rossi, Pizarro (Giuly dal 17′ s.t.); Taddei (Aquilani dal 28′ s.t.), Perrotta, Mancini (Vucinic dal 10′ s.t.); Totti. (Curci, Ferrari, Brighi, Antunes). All: Spalletti.
MILAN (4-3-2-1): Kalac; Oddo, Maldini, Kaladze, Favalli; Gattuso, Pirlo, Ambrosini (Gilardino dal 40′ s.t.); Kakà (Paloschi dal 43′ s.t.), Seedorf (Emerson dal 28′ s.t.); Pato. (Fiori, Bonera, Simic, Brocchi.). All: Ancelotti.
ARBITRO: Rizzoli di Bologna.
NOTE – Spettatori 60.000, per un incasso di 812.147,00 euro. Ammoniti: Gattuso e Favalli per gioco scorretto e Pato per comportamento non regolamentare. Angoli: 5-4. Recuperi: 2′ p.t.; 4′ s.t.


LEGGI ANCHE  La Roma pensa a Timber ed al contratto da rinnovare a Smalling