Due giocatori dell’Inter alla Roma in cambio di Florenzi


Ci sono alcune indiscrezioni di mercato che coinvolgono Roma e Inter da prendere seriamente in considerazione oggi 15 novembre, considerando il fatto che le due società a gennaio potrebbero sedersi intorno ad un tavolo ed imbastire uno scambio di mercato molto interessante. Vedere per credere quanto riportato nel corso delle ultime dal Corriere di Roma. Nello specifico, i nerazzurri potrebbero arrivare ad offrire due giocatori pur di portarsi a casa Florenzi durante la prossima sessione di mercato, anche se ci sono degli aspetti da chiarire.

Il potenziale scambio tra Inter e Roma per Florenzi

Nello specifico, la fonte parla di un vero e proprio duello di mercato tra Inter, Fiorentina e Samp. Compagini che nelle prossime settimane potrebbero far scattare l’asta per Florenzi. Scendendo in dettagli, si parla del terzino giallorosso e del recente inserimento anche da parte del Lione. Tutte compagini molto interessate al capitano della Roma e che potrebbero dar vita ad un mese di gennaio molto caldo sotto questo punto di vista.

Altrettanto vero, tuttavia, che ad oggi i nerazzurri appaiono favoriti, se non altro per la possibilità di inserire nel possibile scambio due giocatori graditi come Politano e D’Ambrosio nel tentativo di convincere i giallorossi”. Va detto che, a differenza di quanto riportato da altre testate, l’uno esclude l’altro. Insomma, improbabile che entrambi possano rientrare nella trattativa. Così come ad oggi appare improbabile che Conte possa decidere di liberarsi di D’Ambrosio, pedina fondamentale nel suo 3-5-2. In grado di giocare sia a destra che a sinistra, sulla linea dei difensori o come quinto di centrocampo, l’esterno azzurro rappresenta un jolly fondamentale per il tecnico pugliese.

Insomma, un giocatore che può essere schierato in ruoli differenti a seconda dell’avversario e del momento vissuto dalla squadra. Molto più praticabile la pista Politano. In primis, l’ex Sassuolo e l’esterno giallorosso hanno in comune il procuratore, ovvero Alessandro Lucci. A questo si aggiunge il fatto che le caratteristiche di Politano (molto più esterno di attacco che seconda punta), poco combaciano con il gioco voluto da Conte. Non è un caso che l’Inter stia seguendo Giroud. Staremo a vedere come andranno gli intrecci di gennaio, con Florenzi protagonista.


18 commenti su “Due giocatori dell’Inter alla Roma in cambio di Florenzi”

  1. Armenia impresentabile,ma in ogni caso grande Zaniolo ,
    ho alcuni amici interisti che stanno andando in psicoterapia 😂
    Dopo Capello anche Ranieri ,Bonucci e altri hanno sentito il bisogno di giudicare il ragazzo …..ma Nicolò,a dispetto della giovane età,sa il fatto suo e va dritto verso l’obiettivo !

    Rispondi
  2. Grandi ragazzi sono rientrato nel sito dopo tantissimo tempo, e, ammetto, mi é venuta una forte nostalgia a rileggervi. Purtroppo ormai, data la lontananza dall'Italia, e altri vari fattori(assenza di bandiere romane all'interno della squadra, come lo erano Francesco e Daniele, prezzi impopolari negli stadi, il trattamento che ci riserva la societá ormai da anni, le cessioni controvoglia di Radja e Kevin, gli insulti di Kolarov a un nostro tifoso, Monchi che viene a Roma, ci smantella e poi scappa, le dimissioni di Totti e la cessione di De Rossi, poco attaccamento alla maglia da parte dei nuovi) Questi e molti altri motivi mi hanno allontanato dalla Roma e mi domando spesso come possa un bambino innamorarsi della Roma al giorno d'oggi... non mancano solo i risultati ma molto e molto altro. Ció per cui mi innamorai della Roma oggi non c'é praticamente piú. Ma apprezzo come voi siate ancora qui a sostenerla(anch’io ovviamente lo continuo a fare “nel mio”). Conobbi questo sito quando avevo 17 anni(mi chiamavo CUCS, ma poi ho lasciato l’account a mio padre e mi sono chiamato Radja 4), ora ne ho 22 e ammetto che a rileggervi ho provato grande nostalgia della Roma del passato ma anche di come era questo sito tempo fa. Un saluto e Forza Grande Roma!

    Rispondi
  3. Ripeto, secondo me si è fin troppo negativi e fare tali pensieri oggi vuol dire volersi del male. Tanto.

    Che la Roma OGNI anno vende è assodato, che la Roma venderà questa estate è un dato di fatto.

    Che la Roma cederà a gennaio gli esuberi, è anche questo un dato di fatto.

    Che la Roma, dopo aver ceduto ( gli slot sono vuoti, quindi prima di vende e poi si compra ) compri è anch’esso un dato di fatto.

    Ergo, non capisco di cosa uno si deve meravigliare.

    Down nessuno dice che quello che dici te è falso, ma che di fronte a 8 anni dove ogni hai fatto ( quasi ) sempre la stessa cosa, personalmente non mi meraviglio più di nulla.

    Hai gli esuberi in prestito e non da vendere ( probabile che con Olsen si farà una maxi operazione per fare bene ad entrambe le casse societarie stile diawara manolas o pellegrini Spinazzola ).

    In tal modo penso che se dovesse entro l’anno calcistico arrivare il SI DEFINITIVO allo stadio la Roma verrà venduta e anche questo ormai penso sia un dato di fatto.

    Questo è un anno dove di cambiamento dove capiremo molte cose ed è anche indicativo che da Roma Barcellona Pallotta non venga più a Roma.

    La Roma continuerá ad esser competitiva ma senza fare troppe pazzie.

    PS: come detto questa estate, hisay lo prenderei subito… Usato sicuro, giocatore bravo a difendere e ad attaccare, capitano dell’Albania e tanto carattere. Il ragazzo che hai citato te sarà anche bravo ma serve gente pronta a gennaio o grandissimo talento come può essere kean.

    Rispondi
  4. perdonatemi, ma qui pare che come giurisprudenza anti romanista insegna, solo noi dobbiamo preoccuparci di questo fantomatico FPF….ci sono società al mondo che smaccatamente vanno per così dire in rosso e per le quali l’ Uefa, o chi per lei, distribuisce esclusivamente reprimende verbali o buffetti amichevoli.
    Abbiamo autorevoli esempi in casa nostra…vedasi strisciate varie …..per le quali come si suol dire nella mia città, le eventuali reprimende sono prese come un qualcosa che je rimbarza……
    Cosa avverrebbe se anche noi ce le facessimo rimbalzare?…
    A VOI LA RISPOSTA.

    Rispondi
    • Ti sei risposto da solo caro Attilio.
      Se non rispettassimo i paletti del FPF verremo spazzati via, proprio perché non siamo strisciati, non apparteniamo all’elite e non abbiamo alle spalle sceicchi o multinazionali.
      E sai bene che da sempre noi facciamo giurisprudenza, anzi si può dire che spesso si è fatta giurisprudenza sportiva sulla pelle dell’AsRoma.

      Rispondi
  5. Se Pallotta ha intenzione di cedere la Roma a fine stagione allora a gennaio Petrachi può permettersi anche di acquistare. Può intavolare il riscatto di Smalling, può prendere Kean, un terzino destro e magari anche un centrocampista.
    Se invece non c’è questa prospettiva, a gennaio DOBBIAMO cedere giocatori di fronte ad offerte irrinunciabili e cedere gli esuberi: in questo scenario avrebbero senso solo arrivi in prestito o scambi.
    Tipo KEAN in prestito con diritto di riscatto.
    Oppure l’arrivo di giocatori in scambi che potrebbero coinvolgere PEROTTI e JJESUS che sono attualmente esuberi.
    Come terzino destro ho già espresso in passato la mia contrarietà all’arrivo di HISAJ.
    Sarebbe l’ennesimo giocatore stile “usato sicuro”, pagato tanto (almeno 15 ml), che non fa fare salto di qualità, che pretende un’ingaggio pesante e che non ha potenziale.
    Con questa politica il monte ingaggi quest’anno è salito di 30 ml e ci siamo riempiti di giocatori con i quali è impossibile fare plusvalenze.
    Dovessimo cedere Florenzi io mi prenderei DEL PRATO, terzino scuola Atalanta, attualmente al Livorno. Giocatore giovane Under 21, 183 cm, già pronto per la serie A, veloce, forte marcatore, carattere da vendere e bravo anche nelle sue discese in avanti.
    Questi dovrebbero essere i prospetti cercati da Petrachi. Se KEAN fosse irraggiungibile allora mi butterei su SCAMACCA.

    Rispondi
  6. Brevi considerazioni in ordine sparso in primis Florenzi, la situazione intorno al nostro capitano non è chiara e per la prima volta non stanno uscendo informazioni da Trigoria e questo è sicuramente un aspetto positivo come lo è l’assenza di polemiche del ragazzo che in qualche misura si sta mettendo la cenere sopra la testa…e di questo ne sono contento perché io sono stato uno dei più critici nei suoi confronti per i suoi atteggiamenti durante le partite e nei confronti dei compagni. evidentemente qualcosa si è rotto ma in qualche misura per il bene della Roma questo qualcosa va superato anche perché sulla destra attualmente non abbiamo un giocatore più forte di Florenzi, Santon non può ricoprire quel ruolo in una squadra di vertice neanche in panchina. Bravissimo ragazzo ma quando sale la pressione Mostra tutti i suoi limiti, e lo stesso spinazzola a mio avviso non rende al meglio sulla destra anzi sto ancora aspettando che riesca a mettere dentro un cross. Quindi passiamo questo pseudo esilio di Florenzi e Spero che fin dalla prossima partita lo possiamo rivedere in campo anche perché quello visto in nazionale è un giocatore A cui la Roma non può, in questo momento, rinunciare. Capitolo bilancio della Roma mi sono andato a guardare un po’ il bilancio, premesso che nn me lo sono studiato bene, Ad ogni modo quello che emerge è che usciamo con un passivo di 24 milioni circ, più o meno come lo scorso anno, principalmente riconducibile alle plusvalenze che hanno in parte arginato i costi operativi…..stipendi troppo elevati e riduzione dei ricavi non solo dovuti agli introiti pubblicitari Per la mancata Champions e la necessità di ricapitalizzare almeno 150 milioni questa la prospettiva è un impennata dei costi finanziarie che ovviamente con l’emissione del Bond a Roma non tenderanno a diminuire. Tradotto ai fini del fair-play non cambia nulla perché parametri di riferimenti delle poste contabili solo difformi rispetto a quelle di un bilancio civilistico. Ad ogni modo vanno capite le strategie del gruppo di Pallotta Perché non possiamo guardare solo il bilancio della Roma senza vedere la controllante d il gruppo e le strategie e la volontà degli azionisti in una riorganizzazione complessiva del gruppo perché Pallotta Poteva benissimo ridurre i costi finanziarie e coprire l’indebitamento ed intervenire sul capitale con un incremento Maggiore, dando in questo modo modo più spazio di manovra per il futuro. credo siamo ancora in una sorta di attesa trategica per capire i futuri investimenti A fronte dello stallo stadio. di certo il bilancio della Roma per quanto si prosegui a fare plusvalenze deve poggiare su fondamentali più solidi xché così nn ci sono prospettive di crescita.

    Rispondi
  7. Lory forse dovresti aprire tu gli occhi.
    Prova a leggere qualche articolo di Calcio e Finanza.
    I numeri sono chiari quanto sconfortanti.
    Credo che a fine stagione Pallotta avrà due opzioni percorribili a prescindere da come finirà la stagione.
    1) Ricorrere entro giugno 2020 a cessione di asset, ovvero di giocatori con un notevole ridimensionamento della rosa e delle ambizioni.
    2) Cedere la Società in forza di un progetto Stadio già approvato, con la nuova proprietà che, come ha fatto il Milan, dovrebbe stabilire una sorta di settlement agreeement con l’Uefa per rientrare gradualmente dei debiti.

    Rispondi
  8. Mi riferisco ai commenti qua sotto: ma veramente pensate che la situazione della roma sia catastrofica da dover vendere quasi mezza squadra? 220 di debito? la juve ha 300-400mln di debito, l’inter non ne parliamo, il milan neanche… il real sfiora i 500mln di debito.

    In finanza avere questi debiti vuole dire avere CREDITI…

    La roma continuerà a vendere, ma nessun campanello d’allarme.

    Se venderà, magari lo farà con gli esuberi, con le PLUSVALENZE tipo luca pellegrini ( 26mln dalla juve, prezzo fuori da ogni logica umana ), cioè fare uno scambio pompando il prezzo di un giocatore sia in entrata che in uscita mettendo apposto il bilancio.

    Cosi ha fatto la roma e cosi farà anche in futuro come tutte le squadre in serie A, guardate l’inter per esempio.

    DOWN ma chi te lo ha detto che entro giugno dovremmo fare 100mln di plusvalenza?

    ricordo che non siamo piu sotto la lente, quindi anche 60-70mln puoi fare di questi ipotetici 100mln che non si sa da dove sono usciti.

    Rispondi
    • Ho scritto 100 ml Lory, ma forse avrei dovuto scrivere 200 ml.
      Ma secondo te, se l’anno scorso nonostante oltre 120 ml di plusvalenze, nuovi sponsor, introiti Champions ed un monte ingaggi minore rispetto a quest’anno, l’AsRoma ha chiuso il bilancio a giugno 2019 in passivo, cosa vuoi aspettarti per giugno 2020?
      Petrachi ha aumentato il monte stipendi, speso parecchi soldi in estate in una stagione in cui non avremo i ricavi champions ……
      100 ml sono la proiezione ottimistica se riusciremo a cedere tutti gli attuali prestiti (NZonzi, Schick, Defrel, Gonalons, Karsdorp), altrimenti sarà un bagno di sangue con cessioni ben maggiori e prossime ai 200 ml. Per questo non ho gradito le spese pesanti di Petrachi per giocatori “usato sicuro” che non avevano però potenziale per generare plusvalenze.
      Petrachi avrebbe dovuto fare una campagna acquisti diversa prendendo più Cetin e meno Spinazzola.

      Rispondi
  9. Florenzi, Pellegrini, Under, Zaniolo e forse Kluivert.
    Con questi qua la Roma può fare plusvalenze.
    Gli altri son stati presi a 20 ml o più quindi non sono utili alla causa.
    Rassegniamoci a perdere da qui a giugno almeno 2-3 di loro.
    È una questione di sopravvivenza.

    Rispondi
    • con 220 MLN di debito non credo bastino 2-3…..si è presa purtroppo una china difficilmente reversibile…hai voglia a pensare allo stadio. Spero solo che Il Sole 24 sbagli in pieno, ma …ho paura di no.
      Un caro saluto da Attilio.

      Rispondi
      • Beh se son abbastanza fessi da cedere Zaniolo bastano anche due sole cessioni tra quelli che ho elencato, considerando che la Roma potrebbe monetizzare anche dalle cessioni di Schick, NZonzi, Karsdorp……
        Tra i 5 che ho elencato non mi priverei di Zaniolo e a Pellegrini, mentre tutti gli altri sono cedibili.

      • Certo Attilio, anch’io l’avevo sottolineato.
        Per questo a giocatori come Kean e Dani Olmo che viaggiano su quotazioni intorno ai 30 credo relativamente (anche se ci spero).
        Comunque mi preoccupa relativa il debito che è salito a 275 ml . Tutte le squadre top europee sono indebitate. Juve e Manchester United viaggiano su cifre poco inferiori ai 500 ml di debito. L’Inter ed il Milan hanno un debito vicino al nostro se non superiore.
        Quello che mi preoccupa è il FPF per il quale dovremo fare un centinaio di ml di plusvalenze entro giugno.
        Bisogna fare delle scelte anche sofferte.
        Florenzi è insostituibile? No, quindi si può sacrificare. Stesso discorso per Under e Kluivert. Pellegrini e Zaniolo invece farei il possibile per trattenerli.

      • Premesso che kean Come giocatore mi piace Ha grandi prospettive ma nutro forti dubbi sulla sua personalità e sul suo umore variabile per usare un eufemismo e l’influenza negativa che potrebbe avere sull’altro il nostro giovane e suo grande amico zaniolo. Ho paura che diventi un altro Balotelli. Sicuramente i nostri investimenti devono andare nella direzione di un monte ingaggi da ridimensionare, i costi fissi dei cartellini inferiori ai 30 milioni, quindi come profili sicuramente giovani di buone speranze Ma in ogni caso servono giocatori di livello in ogni reparto. Tradotto spendiamo 18 milioni per smalling ed un terzino titolare a destra( hysai però non è un profilo adatto a questa roma). A centrocampo ci serve qualcuno da mettere accanto a Veretou. In attacco il sostituto di Dzeko… poi operazioni di contorno. Sacrificherei probabilmente Under per una cifra importante…ma ci vogliono cmq sacrifici nella rosa se Pallatto nninvesre di più.

Lascia un commento