Roma show al Palalottomatica


Totti impacciato nei liberi, De Rossi che sbaglia il terzo tempo. Si è visto di tutto nella serata di beneficenza organizzata al Palalottomatica di Roma: i giallorossi del calcio e del basket hanno dato vita ad uno spettacolo irripetibile.

SOLIDARIETA – «Sulla beneficenza Roma non si tira indietro»: così Claudio Ranieri, allenatore dei giallorossi, ha spiegato lo spirito della serata ‘Roma scende in campo’. Patrocinata da Unilever e Comune di Roma, la manifestazione, svoltasi oggi al Palalottomatica, ha visto uniti sotto il segno della solidarietà la As Roma di calcio e la Lottomatica Virtus Roma di basket. A squadre miste, l’Italia ha sfidato il resto del mondo dando vita a una doppia gara, prima a pallacanestro poi a calcio. L’incasso della serata – che ha visto un Palalottomatica quasi al completo, con 9.000 biglietti venduti – sarà devoluto al Programma alimentare mondiale (Pam) dell’Onu, che ha sede a Roma ed è il primo fornitore di pasti scolastici nei Paesi in via di sviluppo.

GUBERTI SUPER – La serata, compresa la vendita della maglie messe all’asta su E-bay, ha fruttato 344mila pasti. Calciatori e cestisti italiani, nei primi 90′ di basket, sono stati battuti 29-16 dalle Stelle internazionali trascinate da uno scatenato Mirko Vucinic. «Mirko è più pronto per il basket che per il calcio», ha scherzato Ranieri. Mattatore italiano della pallacanestro è stato Stefano Guberti, sua la più alta media di tiri a canestro (85%), Totti invece ci ha provato «ma è più bravo al calcio», ha commentato il suo allenatore. La sfida Italia-Resto del mondo di calcio è stata più equilibrata. Le due squadre hanno chiuso alla pari il primo tempo (2-2), poi l’Italia ha trovato in Giacchetti il suo bomber e si è affermata per 16-7. Lo sport romano, stasera, ha fatto vincere la solidarietà. (CORSPORT)


2 commenti su “Roma show al Palalottomatica”

  1. Uno spettacolo stupendo quello di ieri, scenette comiche a tutto spiano, dall’entrata in campo di Pizarro a cavacecio, a Riise che tocca il sedere al capitano e gli fa perdere la palla, Vucinic che si scatena… Semplicemente stupendo.
    Un messaggio per Rodrigo Taddei, l’unico “spettatore” che si è alzato a firmare una marea di autografi: grazie

    Rispondi

Lascia un commento